Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Lezioni di giapponese culinarie: i 12 migliori piatti giapponesi

Di Alice, pubblicato il 02/01/2019 Blog > Lingue straniere > Giapponese > A Lezione di Giapponese con i Piatti Tipici della Cucina Giapponese

«La cucina giapponese non è qualcosa che si mangia, ma qualcosa che si guarda.» Junichiro Tanizaki

Tuttavia, a moltissime persone piace gustare i piatti tradizionali nipponici. Imparare giapponese passa anche dalla cucina e infatti, secondo i sondaggi, si tratta di sapori amatissimi in tutto il mondo.

Riso giapponese, tofu, pesce crudo, olio di sesamo, saké, albicocche rosse, sashimi: scoprite tutti i prodotti giapponesi delle migliori ricette del paese del Sol Levante.

Lezioni di giapponese alternative per scoprire la cultura nipponica e trovare ispirazioni per preparare piatti originali quando ci si cimenta con cucina esotica e fuori dagli schemi.

Gli spaghetti, la base della cucina giapponese

In Giappone, e questo vale forse anche per noi, è davvero impossibile fare a meno degli spaghetti. Questo piatto tipico giapponese ha conquistato tutto il mondo… sicuramente noi italiani!

Gli spaghetti più popolari sono gli « yakisoba », talmente diffusi che è facile trovarli in qualsiasi negozio del Giappone, in qualsiasi città.

Di colore piuttosto giallo, gli yakisoba sono fatti a partire dalla farina di grano. Vengono spesso cucinati con pezzetti di carne, frutti di mare o legumi, carote e porri.

Un uovo sul piatto ricopre generalmente il tutto. Tuttavia, il modo di cucinare questi spaghetti dipende dallo chef ma anche dalle zone in cui viene preparato.

Un piatto tipico della cucina giapponese? Il ramen, da provare assolutamente se si fa un viaggio in Giappone. Cucina giapponese: la base della base!

Dopo il corso di giapponese in cucina, non vi è venuta voglia di scoprire la letteratura giapponese?

Lezioni giapponese in cucina: l’originale shabu-shabu

In Giappone, non c’è solo pesce!

Si può infatti gustare anche della buona carne. Benché le ricette giapponesi a base di carne non siano moltissime, lo Shabu-shabu è diventato molto popolare.

Ispirato alla cucina cinese, questo piatto è l’equivalente della nostra bourguignonne con l’unica differenza che la carne è cotta nell’acqua e non nell’olio.

I pezzi di carne sono poi intinti in differenti salse a base di sesamo o di soia, ad esempio.

Un piatto che non dovete assolutamente perdervi durante il vostro viaggio in Giappone!

I Gyoza, versione giapponese

Mentre la cultura giapponese si diffonde a poco a poco anche nel nostro paese, porta con sé anche la cucina che prende posto tra le nostre abitudini a tavola.

Ereditati dalla cucina cinese, i gyoza sono ravioli che contengono tutti i tipi di ingredienti (legumi, carne…). La loro modalità di cottura è molto particolare perché da una parte sono cotti a vapore e dall’altro grigliati.

Si trovano in vendita in gran parte dell’Asia. Tuttavia, i gyoza giapponesi hanno una pasta un po’ più fine della loro versione cinese.

Piatti giapponesi: il sushi!

Chi non ha mai sentito parlare dell’ormai celebre sushi?

Vera star della cucina giapponese!

Il sushi, piatto a base di riso e pesce crudo, è entrato anche nelle nostre abitudini alimentari. Chi di voi non ha mai provato il sushi giapponese?

Questo piatto è generalmente apprezzato per la sua freschezza e per la mancanza di grassi aggiunti, cosa che ne fa una ricetta ideale anche per chi fa attenzione alla linea.

Ma com’è fatto questo famoso sushi?

Si tratta di bocconcini di riso arrotolato in forma ovale mescolati a wasabi e ricoperti da un sottile trancio di pesce crudo. Si può trattare di tonno, anguilla, salmone…

Il sushi, anche se non sembra, è difficile da realizzare. Si tratta del vero piatto simbolo della cultura giapponese.

Scoprite anche i film d’animazione giapponesi più celebri.

Un altro piatto tipico: i maki giapponesi

Cugini del sushi, i maki sono spesso proposti insieme a quest’ultimo nei piatti dei ristoranti.

Se ne ritrovano numerose varietà nei menù dei locali giapponese.

Oltre a riso e pesce (che non è per forza crudo) vi si aggiungono una fogli d’alga e altri ingredienti come l’avocado.

L’alga è generalmente posta in modo da contornare il riso. Se invece si trova all’interno si parla di California, una sorta di maki inventata negli anni ’80.

I maki possono essere immersi nella salsa di soia o altro, o anche essere mangiati senza condimenti.

Sono spesso più apprezzati dagli occidentali che non hanno l’abitudine di mangiare pesce crudo.

La tempura: delizia fritta

Anche la tempura è particolarmente apprezzata dagli occidentali. Si tratta di alimenti fritti da gustare insieme a riso, legumi o come stuzzichini in orario aperitivo.

Il concept?

Arrivata direttamente dal XVII secolo, la temoura è fritta in grasso a basse calorie. Per realizzarla, la pasta dev’essere fredda e l’olio a 180°.

Con pesce, calamari, maiale e verdure… tutti i tipi di tempura possono essere creati!

Gli edamame per l’aperitivo

Spesso serviti come stuzzichini o in accompagnamento al sushi e ai maki, gli edamame sono fagioli di soia non ancora maturi.

Ricchi di proteine e ferro, sono sempre più venduti in occidente nelle catene di sushi e nei ristoranti asiatici.

Basta metterli a bollire tra i 3 e i 4 minuti poi farli raffreddare.

Attenzione! La buccia non si mangia.

Bisogna quindi aprirli con le mani o direttamente con la bocca… sappiamo che avete fretta di mangiarli, ma ricordatevi di effettuare queste semplici operazioni.

Questi fagioli sono molto apprezzati in Giappone, forse anche per la loro freschezza.

Che ne dite di provarli, se non l’avete ancora fatto?

Siamo sicuri che uno tirerà l’altro!

I fagioli di soia non ancora maturi, cioè gli edamame, sono amatissimi dai giapponesi soprattutto all'ora dell'aperitivo. Ora dell’aperitivo? Edamame per tutti!

Altri piatti dal Giappone: Yakitori, l’uccello alla griglia

Siamo certi che non ne avete mai sentito parlare.

Yakitori, che significa « uccello grigliato », è una parola che non mette forse particolare appetito.

Tuttavia si tratta di uno dei piatti più amati dai giapponesi e consiste in deliziosi spiedini di pollo grigliato.

Possono essere cotti con il sale o al naturale ma aggiungendo una salsa a fine cottura o al momento in cui si gustano.

Accompagnati da legumi oppure no, non esitate a provare gli yakitori durante il vostro corso giapponese.

Il celebre ramen giapponese

La cucina giapponese offre un’ampia scelta di piatti!

E moltissimi fan della cultura giapponese lo sanno bene.

Numerosi ristoranti sono stati aperti in questi ultimi anni per proporre anche a noi occidentali piatti come… il ramen!

Conosciuto quasi quanto il sushi, il ramen si consuma principalmente in inverno, anche se non c’è bisogno di avere buoni motivi per mangiare questo piatto quando ne abbiamo voglia!

Come molti altri piatti giapponese, il ramen ha origine cinese. Ma i giapponesi hanno saputo adattarli alla loro maniera. Consistono in una ciotola di soia, spaghetti di grano, pezzetti di maiale e legumi.

Si tratta di un piatto abbastanza economico, dettaglio che l’ha fatto apprezzare ancora di più.

Chissà se il vostro maestro giapponese sa darvi indicazioni per prepararlo!

L’unadon, semplice ma buono

Che voi seguiate corsi di cucina asiatica o che siate in viaggio attraverso il Giappone, non perdetevi questo piatto di cui non avete forse sentito parlare durante i vostri corsi di giapponese.

L’unadon è una semplice ciotola di riso con anguilla grigliata e ricoperta di salsa di soia. Un piatto che può apparire semplice ma che rapisce le pupille.

La ricetta, originaria della città di Nagoya, può cambiare in base al posto in cui ci si trova.

Tokyo, Yokohama, Osaka, Kyoto, tutte le città sono buone per gustare una bella ciotola di unadon. Un piatto giapponese da provare a realizzare anche a casa, seguendo la ricetta!

Oltre ai più noti sushi e ramen, ci sono piatti buonissimi della cucina giapponese tutti da gustare... proprio come l'unadon. Unadon giapponese: che ne dite di un piatto di anguilla grigliata?

Okonomiyaki, la crêpe giapponese

L’okonomiyaki è un piatto che potrebbe far pensare a pancake e frittate. Si tratta di una pasta che avviluppa diversi ingredienti e che si riscalda su una piastra come le crêpe. Gli ingredienti variano a seconda dei gusti.

Okonomi significa d’altra parte « ciò che vi piace » e yaki « grigliato ».. quando si dice nomen omen.

Esistono molte varianti  di questa petanza, anche a seconda delle città giapponesi che lo realizzano. Le versioni più conosciute sono quelle di Osaka e di Hiroshima.

Cucina giapponese: Takoyaki anche per chi va di fretta

Volete essere ancora più esotici? Volete un piatto veloce ma comunque che dia soddisfazione al palato?

Il « takoyaki », cioè le polpette di polpo, sapranno  certamente sedurvi.

Grande specialità di Osaka, sono preparate e vendute anche lungo la via. I giapponesi ne comprano spesso da asporto per i loro pasti.

Le takoyaki devono essere consumate appena pronte, cioé quando sono belle calde.

Lezioni di giapponese: lessico della cucina del Sol Levante

Per saper cucinare bene alla maniera giapponese, ecco due definizioni che vi aiuteranno:

Bento

« In Giappone, scatola di plastica o di legno laccato suddivisa in scomparti in cui vengono collocate diverse pietanze, utilizzata specialmente per pasti fuori casa.. »

Miso

« Pasta fermentata a base di soia e altri ingredienti, usata in zuppe, salse e marinate nella cucina giapponese e macrobiotica. »

Durante il vostro corso di giapponese non siate timidi: chiedete al maestro giapponese di darvi consigli e indicazioni culinarie utili per ampliare le vostre conoscenze nel settore!

Se siete amanti dei tattoo, fatevi dare anche dei consigli per il vostro prossimo tatuaggio giapponese.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar