Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

In quale struttura dare lezioni di disegno?

Di Martina, pubblicato il 27/09/2018 Blog > Arte e Svago > Disegno > Dove Poter Impartire Corsi di Disegno?

 “Non c’è pedagogia, ma sono solo pedagoghi” Daniel Pennac

Perché voler diventare insegnante? Secondo un sondaggio condotto da socio visio, il 35% degli insegnanti intervistati ha scelto la “pedagogia” come ragione principale della loro carriera professionale.

E per essere insegnanti, bisogna avere il piacere di trasmettere.

Ma a chi? Ecco tutte le opzioni possibili per diventare un professore di pittura.

Insegnare a dipingere alle medie e al liceo

Negli istituti scolastici secondari, non si parla più di corso di disegno o di pittura ma di corso di arti plastiche.

Finiti i corsi un po’ noiosi passati a disegnare ore e ore dei paesaggi,

i corsi di arti plastiche consistono nel familiarizzare con le tecniche e le pratiche artistiche. Tempere, decoupage, collage, realizzazione di modelli…Ma anche l’apprendimento della storia dell’arte.

Gli allievi imparano le correnti (impressionismo, dadaismo, cubismo, arti astratte, art Nouveau…) e si creano una cultura artistica (opera di Manet, Picasso, Courbet, Cézanne, Van Gogh…).

Un docente, esattamente come un artista, mette se stesso, il suo sapere e il suo ingegno a disposizione del prossimo Farai meglio di Bad teacher?

Per insegnare bisogna avere quindi un’ampia cultura e delle competenze nelle diverse tecniche di pittura e disegno.

Per insegnare in una scuola secondaria di primo e di secondo grado occorre:

  • Laurea di Vecchio Ordinamento DPR 19/2016,Tabella A;
  • Laurea Specialistica o Magistrale di Nuovo Ordinamento DPR 19/2016, Tabella A;
  • Diploma accademico di II livello, Diploma di Conservatorio o di Accademia di Belle Arti Vecchio Ordinamento DPR 19/2016, Tabella A;
  • Diploma di scuola superiore (per gli insegnamenti tecnico pratici) DPR 19/2016, Tabella B;
  • Aver conseguito una laurea magistrale (o un altro titolo) valido per l’iscrizione ad almeno una delle classi di concorso previste dal MIUR. Indipendentemente dall’insegnamento per il quale ci si vorrà proporre:
  • Conseguire almeno 24 CFU in ambito “antropo-psico-pedagogico”.

Con la nuova normativa coloro che vorranno entrare nel mondo della scuola dovranno superare un concorso pubblico nazionale, che a partire da quello riservato, bandito entro la fine del 2018, verrà indetto ogni due anni su base regionale o interregionale. I requisiti di accesso sono gli stessi che abbiamo menzionato sopra: laurea magistrale o vecchio ordinamento 24 cfu nelle discipline antropo-psico-pedagogiche.

Chi soddisfa i requisiti indicati dal decreto sul reclutamento, potrà iscriversi ad un concorso pubblico costituito da tre prove di esame, due scritte e una orale. I candidati che superano questo concorso avranno accesso al FIT, il tirocinio abilitante obbligatorio per diventare insegnanti di ruolo. Il tirocinio dura tre anni.

Al termine del primo anno si conseguirà il diploma di specializzazione; il secondo e terzo anno si perfezionerà la preparazione professionale con un tirocinio diretto e il graduale assolvimento delle funzioni di docente. Tale percorso viene retribuito per l’intero arco triennale, in misura crescente. La supplenza annuale svolta durante l’ultimo anno viene considerato oggetto di prova ai fini dell’immissione in ruolo.

Ma attenzione! Imparare a gestire una classe non fa dall’oggi al domani.

Catturare l'attenzione dello studente è fondamentale! Ogni materiale è utile per insegnare il programma.

Insegnare alle medie e al liceo, permette di confrontarsi con allievi motivati e interessati; un’agevolazione per gli insegnanti.

Insegnare a dipingere nelle scuole d’arte

Accademia delle Belle Arti, scuole private… La formazione superiore è ricca per quando riguarda la pratica artistica.

Per insegnare in un istituto bisogna essere in possesso di:

  • Diploma di Accademia delle Belle Arti del corso di pittura o del corso di decorazione purché congiunto a diploma di maturità artistica o maturità d’arte applicata;
  • Diploma di Accademia delle Belle Arti del corso di scultura purché congiunto a diploma di maestro d’arte (purché conseguito entro 6/7/1979)

Gli insegnamenti in pittura ruotano attorno a diverse tecniche: pittura a olio, acquerelli, pittura acrilica…Ma anche a diverse tecniche di disegno: carboncino, calligrafia, matite colorate, pastelli secchi, inchiostro di china, grafite…

Ciò permette ai futuri professionisti di essere versatili.

Poiché per imparare a dipingere bisogna in un primo momento sapere come disegnare una bozza o uno schizzo al fine di realizzare le proprie idee e creatività.

Dare corsi di pittura nell’associazione

Scegliendo di diventare un professore di pittura non implica per forza dare corsi in istituti scolasti relativi all’Istruzione Nazionale.

Poiché l’istruzione della pittura e delle conoscenze artistiche può ugualmente avvenire durante il tempo libero o le attività extra scolastiche.

Non bisogna aver un diploma per insegnare nelle associazioni Ceramica, fotografia, pittura…Le associazioni propongono un gran numero di attività.

Nelle grandi e piccole città, le associazioni comunali o non, si creano per proporre un’offerta interessante di corsi creativi come la ceramica, la scultura, la fotografia, il punto croce, e certamente la pittura.

Gli allievi frequentano questo genere di corsi per scoprire la pittura o per perfezionarsi. Ma si tratta prima di tutto di una passione o di un hobby per rilassarsi e scambiarsi le idee.

Dal principiante all’avanzato, tutti i livelli possono essere presenti in un solo corso.

I corsi quindi non sono gli stessi della scuola poiché non ci sono sfide professionali.

Si tratta di veri e propri corsi di pittura e non di arti plastiche. Puoi quindi concentrarti sull’insegnamento delle tecniche di pittura.

Dipingere un paesaggio, un ritratto, un corpo umano, una natura morta, un modello vivente, sono tanti gli esercizi che puoi proporre ai tuoi studenti.

Pennello, cavalletto, fogli Canson, tele, puoi anche approfittare di tali corsi per dare alcuni consigli sul materiale.

Per insegnare in un’associazione, nessun diploma è richiesto tranne la motivazione, la pedagogia e una pratica artistica. Un artista pittore senza diploma può a tutti gli effetti insegnare in questo tipo di struttura.

Dare corsi privati di pittura

L’arrivo di internet ha cambiato il settore dei corsi privati.

Gli allievi possono contattare facilmente i professori privati di pittura. Come presso Superprof, in pochi clic, la relazione prof-allievo è stabilita.

Si tratta quindi di un’opzione non trascurabile quando si vuole diventare prof di pittura.

I corsi privati permetto di adottare i propri orari e di scegliere il tipo di corso che si desidera offrire. Una libertà che ritroviamo solo raramente nelle altre tipologie di corsi.

Puoi ugualmente scegliere se desideri dare corsi a domicilio, intensivi, settimanali, online…

La colorazione è l'ultimo step della realizzazione di un fumetto e può divenire anche il più complicato Perché non insegnare come colorare un fumetto?

I corsi online o a domicilio permettono anche di adattarsi ai propri allievi e le loro personalità. Un metodo di apprendimento ricercato da numerosi studenti che non si ritrovano in corsi più tradizionali.

Corsi di fumetti, imparare a disegnare un manga, pittura decorativa, pittura cinese, colorare un ritratto, pittura astratta, non esitare a proporre idee creative e originali.

I professori di pittura possono svolgere le attività unicamente dando dei corsi privati o come complemento di un’altra attività.

Iscrivendoti su Superprof puoi beneficiare della più grande comunità di professori al mondo, ma anche e soprattutto delle numerose richieste di corsi privati e di una grande visibilità.

Le definizioni per insegnare a dipingere

Il modo in cui insegnerai la pittura dipende dal luogo in cui darai le lezioni. Mentre per la scuola parliamo di arti plastiche, preferiamo il semplice termine di corso di pittura per le associazioni.
Ecco alcune definizioni per aiutarti a capire:

Arti plastiche

Le arti plastiche sono, nel senso comune, il raggruppamento di tutte le pratiche o attività che danno una rappresentazione artistica, estetica o poetica, attraverso forme e volumi.

Insegnante d’arte

Attraverso la scoperta delle opere e la pratica, l’insegnante d’arte, creativo e pedagogo, educa l’occhio e la mano dei suoi allievi, sviluppa il loro senso artistico ed estetico, e comunica loro il gusto della creazione.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar