Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Insegnante disegno: i passi per insegnare la pittura a domicilio

Di Martina, pubblicato il 27/09/2018 Blog > Arte e Svago > Disegno > Come Dare Lezioni di Disegno Private?

“Tu mi dici, io dimentico. Tu mi insegni, io ricordo. Tu mi coinvolgi, io imparo”. Benjamin Franklin

Secondo un sondaggio Ipsos/Squla realizzato nel 2017, 9 genitori su 10 chiedono di far partecipare gli allievi durante le lezioni. I corsi interattivi sono spesso molto apprezzati dagli allievi che ricordano meglio la lezione. Una forma educativa spesso utilizzata nei corsi privati.

Ma come dare delle lezioni private di pittura? Ti diremo tutto per lanciare la tua attività.

Le diverse modalità dei corsi privati

Prima di incominciare la tua attività, è essenziale definire il tipo di corso che desideri offrire. In effetti, una lezione privata non è per forza sinonimo di corso a domicilio.

Ecco alcuni modi per offrire lezioni private.

Lezioni a domicilio

Le lezioni di pittura a domicilio possono svolgersi sia a casa del professore sia a casa dell’allievo. È una decisione da prendere alla prima lezione affinché tutti siano d’accorso.

Il vantaggio di realizzare delle lezioni di pittura dal professore è che quest’ultimo ha in genere tutto il materiale necessario per aiutare il suo allievo a migliorare (pittura a olio, cavalletto, camici, tavolozze…).

Inoltre, l’allievo si ritrova in un’atmosfera adatta per sviluppare la propria creatività e la sua immaginazione. Lo spazio è già preparato.

Tuttavia, se l’allievo ha lo spazio necessario, il corso di pittura può anche svolgersi a casa sua.

Lezioni via webcam

I corsi online sono sempre più comuni nel mondo delle lezioni private. Con lo sviluppo di internet, numerosi programmi permetto di parlare direttamente via webcam in condizioni adeguate.

I portali che offrono ripetizioni online fanno da anello di congiunzione tra domanda e offerta Perché non dare dei corsi di pittura online?

Questo sistema può anche essere utilizzato per lezioni private nel caso in cui il professore e l’allievo sono troppo lontani.

Il vantaggio di proporre questo tipo di corso è che potrai raggiungere tutti gli allievi. Non c’è più bisogno di trovarsi nella stessa città.

Al contrario, può essere a volte più complicato mostrare una tecnica a un allievo o di correggerlo.

Lezioni collettive

I corsi privati possono ugualmente essere dati in gruppo. Cosa ha allora di privato?

Le lezioni collettive possono essere date a un piccolo gruppo di amici.

Inoltre scegliere corsi privati permette soprattutto di scegliere il proprio professore e i propri orari. Se tutto il gruppo è d’accordo sugli orari non ci sono problemi.

Il vantaggio di queste lezioni è che il professore può proporre un prezzo decrescente in base al numero di allievi. Gli allievi possono inoltre dipingere con amici e rilassarsi chiacchierando.

Corsi

Alcuni allievi non possono seguire lezioni di pittura intra settimanali a causa di un’agenda troppo piena. Proporre dei corsi intensivi permette di raggiungere anche questa tipologia di allievi.

Puoi ad esempio scegliere di dedicare una settimana alla realizzazione di un ritratto con carboncino, e un’altra sulla realizzazione di opere su tela con la pittura a olio o acrilica.

Come organizzare un corso di pittura?

Quando si insegna per la prima volta, è a volte complicato sapere come presentare una lezione e come gestire la relazione professore/allievo.

Le domande che ogni prof privato si è già posto, e non solo per insegnare a dipingere.

Valutare il livello del proprio allievo

In un primo tempo, il professore deve valutare il livello dell’allievo. Per quanto riguarda la pittura, puoi richiedere all’allievo disegni o dipinti che ha già realizzato.

Chiedigli anche se ha già seguito dei corsi.

Tutto ciò può avvenire prima della prima lezione per email o telefono. Conoscendo il suo livello sarà più facile preparare la prima lezione.

La base di ogni lavoro di pittura è senza ombra di dubbio il disegno. Un artista deve avere una buona padronanza del disegno Verifica che il tuo allievo conosca le basi del disegno.

Costruire il proprio corso di pittura

Esistono dei programmi già realizzati facili da trovare su internet. Tuttavia questi programmi non sono ricchi e non sempre adatti al livello del tuo allievo.

Sta a te quindi elaborare il tuo programma del corso, ed è per questa ragione che gli allievi scelgono un professore privato.

Pittura a olio, acquerelli, acrilica, il programma può essere diverso e vario.

Comincia prima rivedendole basi del disegno a matita per essere sicuro che il tuo allievo le padroneggia. Puoi proporgli di disegnare un ritratto, un paesaggio o un modello dal vivo.

Le lezioni devono essere costruite in modo da verificare che l’allievo abbia ben acquisito le conoscenze precedentemente viste. Bisogna anche introdurre nuove tecniche e nuove conoscenze.

Seguire regolarmente il proprio allievo

Che sia il primo corso o il decimo, non dimenticare di comunicare regolarmente con il tuo allievo al fine di conoscere i suoi desideri, aspettative e le sue difficoltà.

Si tratta del miglior modo per essere sicuro di soddisfare le sue aspettative.

Far migliorare l’allievo

Un allievo fa ricorso a te per perfezionarsi e migliorare in una materia.

Il tuo ruolo principale è quindi farlo uscire dalla sua confort zone affinché possa migliorare e diventare un’artista pittore affermato.

Non dimenticare ad ogni lezione di introdurre nuove nozioni o di mostrargli una nuova tecnica. Assegnagli regolarmente esercizi da svolgere, che sia durante una lezione o due.

Dipingere un amico, il suo quartiere, utilizzare la prospettiva, gli esercizi potranno spingere l’allievo a sorpassare i suoi limiti e a divertirsi.

Introdurre la teoria

In pittura, la pratica è evidentemente il modo più efficace per migliorare. Tuttavia la cultura artistica è altrettanto importante.

Studiare le opere famose di Courbet, Monet, Rembrandt… permettono di rifarsi gli occhi e di studiare le tecniche di pittura più specifiche. La composizione delle opere può ugualmente ispirare gli allievi.

Puoi ad esempio presentare una corrente artistica ad ogni lezione (romanticismo, cubismo, dadaismo, realismo…).

Il dipinto fa parte di una serie, dedicata a Venezia, dipinta da Monet nel 1908. Le Grand Canal di Claude Monet

Determinare una tariffa per il proprio corso di pittura

Scegliere una tariffa per le proprie ore di lezioni non è mai facile. Come stabilire una tariffa, non troppo alta per aver degli allievi, non troppo bassa per riuscire a vivere?

Un equilibrio non sempre facile da trovare.

Ma la tariffa di una lezione privata dipende da molti criteri.

L’esperienza del professore

Per stabilire la tua tariffa, ricorda che la tua esperienza gioca un ruolo importante. Uno studente delle Belle Arti non può proporre la stessa tariffa di un’artista pittore con 30 anni di esperienza.

E a volte è questa differenza che attira gli allievi.

Inoltre, se debutti nel campo dell’istruzione, la tua tariffa non sarà la stessa di un ex professore della Pubblica istruzione.

La tipologia del corso

Lezione a domicilio, corso di pittura, lezione via webcam, corso intensivo, le tariffe dipendono anche dal genere del corso che desideri offrire.

Se devi spostarti a casa dello studente bisogna contare il rimborso auto chilometro.  Al contrario, se proponi corsi online, la tariffa sarà meno cara.

La città del corso

Come possiamo spesso notare, le tariffe variano da una città all’altra.

Fai attenzione alle altre tariffe per farti un’idea del mercato. Un prezzo troppo elevato rispetto agli altri professori non attirerà molti allievi.

La varietà delle tecniche

Inchiostro di china, pittura a olio, matite colorare, acquerello, arti grafiche, più di un professore ha un’esca al suo amo più la tariffa è elevata.

Poter insegnare diverse tecniche di disegno (ritratto, natura morta…), d’arti plastiche, e di pittura permette agli allievi di avere una grande apertura mentale. E insegnare il disegno fa parte anche dei corsi di pittura di tutti i livelli.

Su Superprof il prezzo di un ora di lezione di pittura è in media di 25€.

Dai un’occhiata alle tariffe in ogni città per determinare il prezzo in funzione agli altri professori.

Descrivi tutte le tecniche che padroneggi per attirare gli allievi Insegnare più tecniche di pittura attira più allievi.

Come comunicare il proprio corso di pittura?

Per iniziare nel miglior modo nel campo delle lezioni private, pensa al tuo status.

In effetti, in qualità di professore privato, è importante dichiarare il proprio reddito per non essere accusato di lavorare a nero.

Quali sono le scelte?

Ecco alcune piste per aiutarti a trovare un buono status.

SASU

Lo status designa una società per azioni semplificata e unipersonale. Una società in cui sei l’unico socio.

Professore dipendente

Puoi essere pagato da un ente che offre lezioni private. In questo caso non devi preoccuparti di dichiarare il tuo reddito da solo, l’ente lo fa per te. Al contrario, questo non ti esonera a dichiarare le tasse.

Lavoratore autonomo

Questo status è più accessibile. Tuttavia, bisogna dichiarare il fatturato tutti i mesi o tutti i trimestri.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar