Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Il lessico della lingua tedesca si arricchisce!

Scritto da Catia, pubblicato il 26/04/2018 Blog > Lingue straniere > Tedesco > Oltre 5.000 Parole Nuove del Dizionario Tedesco!

C’è solo una cosa costante, permanente: il cambiamento. “

Questa parole filosofiche d Eraclito valgono anche per la lingua tedesca.

La XXVII edizione del celebre dizionario tedesco Duden è stata arricchita con 5.000 parole nuove. Questo numero sembra impressionante, ma bisogna ricordare che l’edizione del dizionario non è annuale. La pubblicazione precedente risale al 2013.

Questa nuova edizione conta 145.000 parole racchiuse in 1264 pagine.

Per imparare il tedesco di oggi bisogna fare i conti con le nuove parole del vocabolario che, a volte, neanche i germanofoni conoscono.

Se la grammatica tedesca è rimasta invariata, sono cambiati, invece, alcuni elementi come la lettera ß da pronunciare Eszett, che può essere usata in maiuscolo, oppure l’ortografia di alcune parole come “Majonäse”, “Ketschup” e “Anschovis” che si scriveranno Mayonnaise, Ketchup e Anchovies, come nelle lingue originali.

Pronto per imparare il tedesco?

Gli anglicismi creano nuove parole in tedesco

I neologismi nascono dai bisogni linguistici delle persone per comunicare nuovi concetti. Le nuove parole si formano con l’uso!

Si sa che l’inglese è la lingua più influente del mondo. Non bisogna guardare troppo lontano, basta consultare lo Zanichelli per rendersi conto di quante parole inglesi fanno parte del lessico italiano.

Imparare una lingua straniera significa impararne il vocabolario. Dopotutto, gli anglicismi sono facili da imparare perché ci sono anche nella lingua italiana. Inoltre, se se piuttosto bravo in inglese, è facile capire il senso del loro uso in tedesco.

Ecco qualche esempio: 

  • Selfie, e la sua variante Selfiestick: molto usato anche in italiano, è una parola che viene dall’inglese e indica un autoritratto fotografico. In italiano servirebbero due parole molto lunghe per dirlo! Il selfiestick non è altro che il bastone per farsi i selfie.
  • Emoji: anche se non si trova nel Garzanti, tutti conoscono questa parola, soprattutto gli internauti. Un emoji è un termine giapponese, di base, che designa un emoticon, una faccina, un simbolo come potrebbe essere uno smiley, ancora un anglicismo.
  • Veggie: questa parola è un diminutivo di vegetable, che significa verdure in inglese, oppure vegetarian, il vegetariano. In tedesco, come in italiano, si usa questo termine per indicare chi è vegetariano.
  • Tablet: non ha neanche bisogno di traduzione, anche i bambini sanno che un tablet è un computer portatile con uno schermo tattile, o meglio touch, come si dice sempre, e sprovvisto di tastiera.
  • Darknet: è una parola per lo più usata dagli appassionati di computer, i geek in inglese. Il Darknet è una rete parallela che usa dei protocolli specifici con funzioni di anonimato. In tedesco, come in italiano si usa il sinonimo deep web, per indicare appunto la parte oscura di internet.
  • Lifestyle: in inglese significa stile di vita. Viene usato questo termine per parlare di moda o per definire i contenuti di un blog.
  • Hightech: anche questa è una parola molto diffusa in italiano. In Germania le tecnologie di punta, i prodotti altamente tecnologici, Hightechprodukt, vengono chiamati sempre più di frequente nella versione inglese.

Queste parole in tedesco sono trattate come nomi propri e la prima lettera è scritta in maiuscolo. Se ti è capitato di seguire un corso di tedesco online avrai sicuramente notato l’uso delle maiuscole.

Vale la pena imparare questa bellissima parola in tedesco che indica il desiderio di viaggiare! Con degli esercizi interattivi imparare il tedesco è più facile!

  • Liken: deriva direttamente da like in inglese, “liken ein Bild” ossia mi piace una foto.
  • Tindern: è un social network per gli appuntamenti molto usato in Germania, tanto da aver creato il verbo tindern che significa usare questa applicazione.
  • Facebooken: i social network non smettono mai di farci inventare parole nuove. In Germania, si può anche dire “Ich facebooke“, quando si usa l’applicazione di Mark Zuckerbeg. Un’altra parola legata a Facebook ha guadagnato successo:  entfreunden, l’azione di cancellare un amico da Facebook.
  • Taggen: viene dall’inglese “to tag”, anche in italiano si dice taggare per inserire il nome di un amico in una foto su Facebook. In realtà taggare deriva dallo street art e significa siglare un graffito con la propria firma.

E poi, anche alla Volkswagen bisogna parlare in inglese!

Nuove parole in tedesco legate all’attualità

Nuove tendenze sociali creano nuove parole in tedesco. La Willkommenskultur è un ottimo motivo per imparare il tedesco rapidamente!

Il clima politico degli ultimi tempi si è fatto sentire anche sull’ultima edizione del dizionario Duden. Per esempio, la questione dei rifugiati è di attualità in tutta l’Europa è ha portato molte parole nuove nel vocabolario della lingua tedesca:

  • Willkommenskultur: può essere tradotto come la cultura dell’accoglienza.
  • Flüchtlingskrise: la crisi dei rifugiati.
  • Hasskriminalität: crimine fondato sull’odio.
  • Cyberkrieg: è preferito al termine inglese cyberwar, la guerra informatica.
  • Schmähgedicht: blasfemo, entrato nella lingua dopo la satira di Jan Bohmermann sul presidente Turco Erdogan.

Altre parole legate all’attualità che influenzano la lingua di Goethe sono più leggere:

  • Hygge: è un termine danese che designa una forma di benessere in un quadro piacevole, caloroso confortevole.
  • Roadtrip: è una parola molto usata anche in italiano e indica il viaggio in macchina, generalmente sulla lunga distanza.
  • Work-Life Balance: si usa per intendere l’equilibrio tra la vita privata e la vita professionale. In italia si usa anche il termine conciliazione.
  • Low Carb: gli sportivi sanno bene che una dieta low carb ha un basso contenuto di carboidrati.
  • Urban Gardening: l’arte di creare degli orti in città.
  • Flexitarier: indica le persone che limitano il loro consumo di carne.
  • Späti: è il negozio di quartiere e deriva da Spätkauf, i famosi negozi low cost di Berlino aperti fino a tardi.

Come si fa a imparare il tedesco con tutte queste parole nuove? In realtà molte di questi neologismi derivano dall’inglese e sono usati anche nella lingua italiana, per cui non dovrebbero creare troppe difficoltà.

Inoltre, neanche i madrelingua conoscono tutte le parole nuove che appaiono nei dizionari. Un video su Youtube lo dimostra chiaramente.

Scopri anche come imparare nuove parole sui giornali tedeschi!

Dizionario di tedesco: le vere parole germaniche!

La cultura tedesca è ricca e, come in ogni lingua, compaiono sempre parole prima nella lingua parlata e poi anche allo scritto. Guardando ad alcune di queste parole nuove, sorge una domanda più che legittima:

Bisogna forse conoscere l’inglese per imparare il tedesco?

In realtà no. Gli anglicismi sono una nota comune a tutte le lingue, ma ciò non toglie la specificità di ognuna. Esistono delle vere parole tedesche che sono recentemente entrate nel dizionario Duden. Cominciamo dalle parole più popolari nel senso di familiari, quelle che non devi assolutamente usare durante un colloquio di lavoro. Per rendere l’idea:

  • Honk: idiota.
  • Tüddelkram: termine peggiorativo per designare le cose insignificanti, quelle senza importanza della vita quotidiana.
  • Ick: il dialetto berlinese ha fatto strada! E’ il modo in cui si dice ich, io, a Berlino.
  • Futschikato: la versione familiare della parola weg che significa andare via.

Non è il gergo da usare durante un corso di tedesco, ma per la vita quotidiana, perché no? Conoscere le espressioni familiari usate nella quotidianità permette di integrarsi meglio e migliorare le proprie competenze linguistiche.

Per imparare il tedesco puoi prendere delle lezioni a domicilio oppure seguire un corso di tedesco online o presso l'Istituto Goethe. Un corso di tedesco può aiutarti a fare passi avanti con la lingua!

Ecco altre parole strettamente tedesche da conoscere:

  • Die Wutbürgerin: è una cittadina in collera. Si tratta del sostantivo femminile del maschile già esistente der Wutbürger.
  • Postfaktisch: letteralmente significa dopo la verità e si riferisce alle campagne politiche che usano le emozioni delle persone invece dei fatti, quando da noi si dice parlare alla pancia del paese.
  • Kopfkino: un sogno a occhi aperti.
  • Kopftuchstreit: relativo al dibattito sull’uso del velo nei luoghi di lavoro.
  • Rumeiern: girarci intorno.

Anche se il tedesco è la propria lingua madre non necessariamente si colgono tutte le sfumature. Lo stesso vale per chi è di madrelingua italiana.

Quindi, anche se non conosci neanche uno dei neologismi del dizionario, potrai comunque cavartela se vuoi andare a vivere in Germania. La cosa ideale sarebbe seguire un corso di tedesco prima di partire per avere almeno una base!

Per concludere: 

  • Ogni anno nuove parole fanno il loro ingresso nella lingua tedesca che, giorno dopo giorno, si trasforma. Sono i parlanti di una lingua a modificarla in funzione dei loro bisogni linguistici.
  • Molti dei neologismi della lingua tedesca vengono dall’inglese che, attualmente, è la lingua più influente a livello internazionale, soprattutto nell’ambito informatico. Basti pensare all’influsso dell’inglese sull’italiano!
  • Non tutte le nuove parole in tedesco sono degli anglicismi. Ci sono parole dei dialetti locali che si diffondono a livello nazionale, ci sono nuovi e vecchi stili di vita che saltano alla ribalta, ci sono questioni politiche e sociali che creano nuovi termini.

Imparare il tedesco online non è affatto complicato. Potresti anche migliorare guardando la televisione tedesca!

Per parlare tedesco devi partire da un lessico di base. Si dice che per essere considerati fluenti in una lingua bisogna conoscere almeno 3.000 parole, vale a dire 8 parole al giorno per 12 mesi.

Non è un gran lavorone! Se prendi lezioni di tedesco costantemente potrai essere pronto in breve tempo per confrontarti con una vera full immersion in Germania, cono o senza neologismi!

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar