“La musica decora il silenzio” Gustav Mahler

Si stima che attualmente al mondo ci siano 50 milioni di persone in grado di suonare la chitarra, ma di questi 50 milioni solo il 16% lo fa a livello professionale. È risaputo: farsi un nome, per quanto modesto, nel mondo della musica è davvero complesso. Richiede molto lavoro tecnico, un buona dose di fortuna e una certa dimestichezza con l'ambito della comunicazione.

In molti sognano di diventare celebrità mentre eseguono accordi e arpeggi sulle corde della chitarra, ma pochi riescono davvero a realizzare questo sogno, perché dietro il mito del talento si nasconde una vita fatta di sacrifici e di impegno, di ore di esercitazione quotidiana e di rinunce.

Ma allora perché diventare chitarristi professionisti? 

Le ragioni in realtà sono tante, dal momento che la chitarra può essere fonte di tantissime soddisfazioni. Vediamo insieme i sei principali vantaggi di lavorare con la chitarra!

Diventare chitarristi professionisti per vivere della propria passione

Impara a suonare la chitarra con i corsi privati!
I musicisti professionisti vivono in simbiosi con il proprio strumento musicale.

È senza dubbio la ragione principale per chi vuole fare della chitarra il proprio mezzo di sostentamento: la passione. La relazione tra i chitarristi e il loro strumento musicale è generalmente di simbiosi. In fondo, si dice che la musica sia l’amante più esigente! 

È una passione travolgente, che richiede ore di lavoro e che può facilmente trasformarsi in ossessione. I musicisti investono talmente tante energie che è del tutto normale che si aspettino qualcosa in cambio dei loro sacrifici.

Svolgere un lavoro alimentare e al contempo dedicarsi anima e corpo alla chitarra può risultare difficile, e col tempo la voglia di vivere della propria musica rischia di farsi sempre più forte. Come ogni passione, l'amore per la chitarra degli aspetti positivi e negativi, e bisogna mettere in conto molte soddisfazioni, ma anche molte delusioni.

I successi renderanno ovviamente un chitarrista euforico ed entusiasta, mentre i fallimenti lo butteranno giù: proprio a causa del rapporto di simbiosi con lo strumento, è molto difficile per un chitarrista tenere separata la sfera personale da quella professionale.

Chi però riesce ad arrivare a un livello in cui può vivere della propria passione, scoprirà la felicità di un quotidiano fatto di soddisfazioni e appagamento.

Che tu decida di suonare rock, jazz, musiche attuali o blues, ricorda però che la strada per scalare la vetta è ripida e lunga! 

Scopri quanto guadagnano i chitarristi professionisti.

Fare concerti con un gruppo musicale 

Se la pratica da solisti è essenziale, soprattutto quando si è agli esordi, i musicisti hanno spesso voglia di passare alla velocità superiore condividendo la propria passione con altri appassionati. In quanto professionista, è interessante trovare un/a bassista, un/a batterista, un/a sassofonista e/o un/a pianista per fondare un gruppo e dedicarsi alla composizione e alla pratica collettiva.

Questa è una delle ragioni che spingono gli appassionati a diventare professionisti. Un gruppo che faccia musica di qualità troverà rapidamente un pubblico, e con un po' di fortuna riuscirà a diventare famoso. Se tutti i membri si dedicano anima e corpo al gruppo, sarà più probabile che questo abbia successo e che diventi una fonte stabile di guadagno.

Lavorare con altri musicisti professionisti è arricchente, tanto sul piano umano quanto su quello professionale. Scambiarsi le idee per creare un progetto a lungo termine, condividendo obiettivi e ambizioni, sarà fonte di esperienza per tutti i componenti della band.

Inoltre, è più facile mantenere alta la motivazione quando si lavora con altri musicisti che non quando si è soli. Niente ti impedisce di coltivare anche una carriera solista, ma l’effetto del gruppo è galvanizzante e ti aiuterà ad affrontare anche le delusioni a testa alta!

I tuoi colleghi diventeranno senza dubbio amici/che (se già non lo sono) con i quali condividerai una passione comune, e non tutti hanno questa fortuna! 

Non ti rimane che iniziare la ricerca per formare il tuo trio, quartetto o quintetto (le band più numerose sono rare, ma tutto è possibile) e cominciare a esercitarvi insieme componendo brani originali da eseguire durante i concerti.

Non sai qual è il percorso migliore per diventare un musicista professionista? Scoprilo qui.

Diventare musicisti professionisti per trasmettere la propria passione 

Crea un profilo su Superprof e inizio oggi stesso a dare lezioni di chitarra!
Per diventare insegnanti bisogna avere delle competenze specifiche!

Essere un chitarrista professionista non significa solo esercitarsi da soli in casa o salire sul palco col proprio gruppo. Potresti ad esempio decidere di trasmettere la tua passione diventando insegnante di chitarra. E potrai anche fare tutto al contempo: il mestiere di musicista è plurale e niente ti impedisce di svolgere diverse mansioni, che vanno dai concerti all'insegnamento.

Diventare professore di musica ti permetterà di condividere la tua più grande passione con giovani musicisti o con chitarristi più esperti che hanno però bisogno di aiuto per progredire. Insegnerai loro le basi del solfeggio, la lettura degli spartiti e delle partiture, il ritmo, la pratica strumentale e potrai trasmettere la tua visione della musica e il tuo amore per la chitarra. 

Attenzione però: la pratica musicale e l'insegnamento richiedono abilità diverse. Si può essere ottimi musicisti e pessimi insegnanti o viceversa. Se pensi di voler intraprendere questa strada, cerca di formarti anche da un punto di vista pedagogico.

Che tu decida di insegnare in una scuola di musica, in un conservatori o come professore/essa privato/a, ci sono vantaggi e svantaggi. In quanto professore in una scuola o in un’associazione, potrai ad esempio creare un progetto musicale con i tuoi alunni, lavorando sulle dinamiche di gruppo. Se invece dai lezioni private di chitarra, avrai più tempo per concentrarti su ogni singolo/a alunno/a e seguire da vicino i suoi progressi.  

Insomma, insegnare le basi della chitarra ti permetterà di mantenere viva la tua passione, e di seguire da vicino chi muove i primi passi nel mondo della musica.

Quali sono le prospettive di carriera per un chitarrista?

Diventare chitarristi per condividere emozioni con il pubblico

L'insegnamento non è tuttavia l'unica porta per condividere le tue passioni con altri esseri umani. È piuttosto raro che chi ama suonare voglia tenerlo semplicemente per sé. Arriva infatti un momento in cui la voglia di condividere il proprio lavoro è più forte della paura del fallimento. 

Come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, potresti avere voglia di condividere delle emozioni lavorando con altri musicisti. Insieme potrete darvi alla composizione, creando brani che rispecchino la vostra identità e le vostre emozioni.

Ci sono tanti modi per guadagnarsi da vivere con la chitarra!
Suonare su un palco davanti a un vasto pubblico è per molti/e un sogno nel cassetto!

"La felicità è reale solo se è condivisa" diceva Tolstoi. E questo è particolarmente vero per quanto riguarda la musica: quando si è musicisti, è il pubblico che dà un senso a quello che si fa. O meglio, la possibilità di condividere con il pubblico la propria passione.

Esibendoti su un palco potrai anche avere critiche del pubblico che ti aiuteranno a migliorare, per non parlare del carico di energia che deriva dall'essere applaudito. È rassicurante trovare persone che comprendano le emozioni che vuoi trasmettere. Provare per credere…

Diventare musicista professionista per non svolgere un'attività monotona

Che tu propenda per la musica classica, funk o pop rock, una cosa è certa: non ti annoierai mai come chitarrista professionista! 

Lavorare come chitarristi non significa solo essere bravi con gli accordi, ma anche avere un buono spirito commerciale per trovare cachet, avere qualche competenza come community manager per comunicare sui social network, essere bravo con numeri e calcoli per le fatture, ecc...

Dovrai assumere diversi ruoli per sviluppare la tua professione e poter vivere con la musica. Non sarai solo un musicista jazz, folk o hard rock, ma anche un imprenditore, un commerciante in grado di creare una rete di contatti.

Se sei invece il/la componente di un gruppo, il vantaggio è che ognuno potrà dedicarsi a un ambito preciso.

In ogni caso, difficilmente avrai una routine settimanale. Potresti ad esempio dover dare lezioni di chitarra il mercoledì pomeriggio e il sabato mattina, preparare un’audizione il lunedì, avere prove con il gruppo il martedì e giovedì sera, esercitarti la era, preparare i corsi e occuparti del lato "comunicazione" il resto del tempo prima di salire sul palco col gruppo nel weekend.

Le tue settimane non saranno mai tutte uguali e non ti annoierai nel tuo lavoro. Questo implica una certa capacità organizzativa, soprattutto se fai parte di un gruppo e devi rispettare anche gli orari degli altri.

E perché non dare lezioni di chitarra? 

Diventare chitarrista per registrare un album

Il mercato dei dischi è in crisi negli ultimi anni, anche a causa delle piattaforma di musica in streaming.
Un altro modo per guadagnarsi da vivere è quello di registrare un album, anche se poi bisogna riuscire a venderlo!

Se sogni di diventare chitarrista professionista, ti piacerà probabilmente l'idea di registrare la tua musica, in modo che ne rimanga traccia e che tutti possano ascoltarla. Che tu sia strumentista in un’orchestra sinfonica, chitarrista in un gruppo composto da musicisti professionisti o un solista che si esibisce nei locali con brani jazz, registrare un album potrebbe essere un'ottima idea.

Per faro, devi comporre un certo numero di brani, che dovrai poi suonare in studio da solo o con il tuo gruppo. Non può trattarsi di musiche improvvisate, soprattutto se si parla del primo album. Le tue canzoni devono essere ben pensate, originale, e coerenti per dar vita a un album armonioso.

Il tuo budget deve permetterti di affittare uno studio per poter registrare l'album e eventualmente ammortire le spese o guadagnare di più vendendo ai concerti o online sulla pagina del tuo sito o di quello della tua band. Potrai anche diffonderlo online grazie all'aiuto di piattaforme di diffusione come Bandcamp o Spotify.

Allora, sei pronto/a a diventare un/una chitarrista professionista? Scopri tutto quello che c'è da sapere a riguardo! 

Bisogno di un insegnante di Chitarra?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 2 vote(s)
Loading...

Nicolò

Scrittore e traduttore laureato in letterature comparate. Vivo a Parigi, dove coltivo la mia passione per i libri, il cinema e la buona cucina.