Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Quanto costa un corso di canto con un insegnante privato?

Di Catia, pubblicato il 21/08/2018 Blog > Musica > Canto > Qual è la Tariffa di un Insegnante di Canto?

“Ci sono due tipi di cantanti: quelli che cantano bene e quelli che cantano alla perfezione”

Qui a Superprof, pensiamo che il prezzo di un corso di canto debba essere concordato tra l’insegnante e l’allievo, in base alla frequenza e al tipo di corso.

Tuttavia, può essere complesso capire qual è il prezzo giusto, soprattutto quando si è agli inizi come insegnante di canto.

Sei pronto a dare lezioni di canto, ma non sai quale tariffa applicare? Niente panico, vedremo insieme come cambia il prezzo secondo diversi criteri, anche geografici.

Ecco una panoramica dei prezzi praticati dagli insegnanti di canto. 

Il corso di canto, una prestazione intellettuale

Imparare a cantare significa anche leggere le note su uno spartito musicale. Per cantare, bisogna conoscere le note!

Gli insegnanti di canto spesso sono anche insegnanti di musica in genere. Svolgono, quindi due funzioni che spesso richiedono due approcci diversi.

Il corso di canto ha come scopo quello di permettere all’allievo di esprimersi correttamente usando lo strumento della voce sia nell’improvvisazione sia mettendo a frutto le tecniche vocali. L’allievo deve, innanzitutto, consocere la propria voce e i propri punti di forza.

Se il canto è considerato una disciplina a parte rispetto alla musica è proprio perché richiede una metodologia d’insegnamento specifica. Alcuni insegnanti di canto, oltre ad avere esperienze artistiche nel campo, sono anche in grado di tenere corsi di canto accompagnandosi con diversi strumenti.

Per esempio:

  • Corsi di chitarra
  • Corsi di piano
  • Corsi di batteria
  • Corsi di violino
  • Corsi di sassofono

Inoltre, l’insegnante di canto non si limita a insegnare le tecniche del canto, ma insegna ai propri allievi anche ad avere fiducia in se stessi e a diventare artisti a tutto tondo.  Questo è quello che viene chiamato coaching vocale: allenare la propria voce per perfezionarsi, superare i propri limiti, andare oltre.

Tutto queste competenze, però, hanno un prezzo, giusto? Quali sono le tariffe applicate dagli insegnanti che impartiscono corsi di musica e corsi di canto nella tua città?

Tanto per cominciare, il prezzo viene fissato in base a due criteri, ancor prima di entrare nel merito del contenuto del corso: l’inquadramento dell’insegnante e la sua esperienza.

L’insegnante di canto può lavorare in diversi modi:

  • Se ha un contratto come dipendente, il prezzo del corso di canto viene deciso direttamente dalla società per cui lavora;
  • Se è autonomo, allora l’insegnante di canto è libero di fissare le proprie tariffe, anche se, per via della concorrenza, cercherà di essere in linea con le tariffe del settore;
  • Se è un volontario presso un’associazione, l’insegnante non prende alcuno stipendio, al limite ci può essere un rimborso per le spese sostenute.

Allo stesso modo, l’insegnante può far aumentare o abbassare il prezzo delle lezioni a seconda della sua esperienza:

  • Nel canto in generale: si è mai esibito sul palco? Ha prodotto un disco?
  • Nell’insegnamento: ha dei diplomi che attestino le sue competenze?
  • Con un tipo di allievo: ha già lavorato con dei bambini o un target in particolare come studenti di conservatorio, anziani, portatori di handicap…

Detto questo, altri fattori entrano in gioco nella definizione della tariffa di un insegnante di canto: la città, il luogo in cui insegna, il tipo di corso offerto.

Le tariffe di un insegnante di canto in base alla città

Lavorare come insegnante di canto, come in altri ambiti, comporta delle spese in termini di tasse locali e costi di gestione che variano a seconda del luogo in cui si esercita. Contano anche i titoli per insegnare canto che hai conseguito.

Insegnare canto significa anche affrontare delle spese che poi vanno coperte con la propria tariffa oraria. Dare lezioni di canto a Roma è un’opportunità, ma anche un costo!

Per esempio, il prezzo medio di una lezione di canto è sotto i 20€ in città come Firenze o Pescara, nelle città più grandi come Roma o Milano si aggira intorno ai 25€. Più a nord, a Torino o Verona, la tariffa media è di 28€ l’ora.

Perché questa differenza? I motivi possono essere diversi:

  • La domanda è generalmente più alta nelle grandi città;
  • Gli insegnanti di canto con più esperienza, di solito, si trovano nei centri più popolosi;
  • Il costo della vita è più alto nelle città maggiori e in quelle del Nord Italia.

Tutto questo fa in modo che il prezzo di una lezione di canto sia più alto o più basso, a seconda delle città. Se un insegnante di canto si crea una buona reputazione grazie ai suoi brani o per uno dei solisti che accompagna, la sua tariffa oraria tende a salire.

Prendere lezioni di canto a Roma, è quindi più caro rispetto a Viterbo. Inoltre, la tariffa oraria varia anche a seconda del corso di formazione musicale che cerchi:

  • semplicemente imparare a cantare
  • imparare a suonare uno strumento
  • prepararti per entrare in conservatorio

In tutte le città ci sono degli eventi annuali legati alla musica italiana e internazionale. Se ci sono molti insegnanti di canto rispetto alla richiesta, è probabile che la tariffa applicata sia più bassa.

Il prezzo dei corsi di canto cambia in base alla sede

A seconda del suo inquadramento, l’insegnante di canto può lavorare in diversi posti:

  • presso una scuola di musica
  • in un’associazione
  • al conservatorio locale

Spesso, l’insegnante di canto che lavora presso questi organismi può essere chiamato ad offrire un corso di formazione musicale completo:

  • corsi di solfeggio
  • corsi di tecniche del canto
  • corsi di canto specifico: lirico, moderno, jazz
  • corsi di propedeutica musicale

Se lavora a domicilio o come libero professionista, l’insegnante di canto è libero di esercitare ovunque voglia. Può insegnare a suonare il piano e il canto contemporaneamente, tenere i corsi a qualunque orario concordato con lo studente.

Un insegnante di canto può tenere i suoi corsi presso una scuola di musica. Prendere dei corsi di canto presso una scuola è un modo per diversificare le proprie competenze!

Anche la scelta della tariffa cambia a seconda dell’inquadramento:

  • Se un insegnante di canto lavora come dipendente, non ci sono tariffe orarie, ma dei corsi di durata annuale, trimestrale o corsi intensivi. Il compenso dell’insegnante viene fissato dalla società per cui lavora.
  • Se l’insegnante di canto è autonomo ha la libertà di decidere la propria tariffa, ma lo studente può negoziare sul prezzo orario.

Come è facile intuire, un corso di canto presso una scuola di musica di Roma è ben più caro di un corso presso un’associazione di Forlì, anche se molto dipende dal tipo di corso e dal profilo dell’insegnante di canto.

Lezioni di canto: come cambiano le tariffe

Il vantaggio principale di un insegnante di canto è quello di poter dare una serie di corsi diversi, da quelli individuali a quelli in gruppo passando per quelli specifici.

Il tipo di corso ha un impatto sul prezzo perché presuppone un approccio diverso.

Tra i corsi di canto più comuni troviamo:

  • Corsi di iniziazione al canto, per chi si avvicina per la prima volta a questo strumento;
  • Corsi individuali, dove si privilegiano dizione, timbro e tecnica con esercizi mirati sui generi musicali che più ti attirano;
  • Corsi collettivi, per chi ama studiare musica insieme agli altri e magari, creare un proprio gruppo o entrare a far parte di un coro;
  • Corsi a domicilio, per chi a casa ha tutto l’occorrente per un corso di canto di qualità che ti aiuti a migliorare l’estensione vocale, per esempio.

A questi si aggiunge anche il corso di musical, come complemento ai corsi di canto.

E’ logico pensare che un corso di canto collettivo sarà meno caro di un corso individuale. Quando si sceglie un insegnante di canto bisogna prendere in considerazione i tanti fattori che influenzano il prezzo di una lezione.

C'è una differenza nel prezzo tra un corso di canto per bambini e uno per adulti? Corso di canto per adulti o per bambini: come cambia il prezzo?

Si può negoziare il prezzo di una lezione di canto?

Se sei un amante della musica d’insieme o un solista nell’anima, un insegnante di canto privato saprà sempre come aiutarti a prendere il volo. Per capire se hai di fronte l’insegnante giusto devi fare una prima lezione di prova con cui verificare la metodologia d’insegnamento. In questo modo giudicherai se vale la pena pagare la tariffa richiesta, anche in base al materiale per il canto usato durante la lezione.

Gli insegnanti di canto che lavorano presso una struttura non hanno molta libertà di azione e devono offrirti una lezione seguendo delle linee guida standard. Non sempre sono disponibili delle lezioni di prova gratuite.

La cosa che più appaga gli studenti di Superprof, oltre alla trasparenza delle tariffe, è la passione con cui gli insegnanti trasmettono l’arte del canto, che non sempre è accessibile a tutti.

Ecco perché la prima lezione di canto gratuita è un modo prezioso per analizzare il tuo potenziale insegnante e capire qual è il modo migliore per imparare, a seconda degli obiettivi che vuoi raggiungere.

Quando avrai capito che tipo di corso fa per te, individuale, collettivo, specifico, puoi parlare liberamente del programma, del numero delle ore da seguire e del prezzo proposto dal tuo insegnante.

Che cosa aspetti? Comincia a cantare e a far sentire la tua voce, anche riguardo alle tariffe!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar