I grandi ballerini non sono grandi per la loro tecnica, ma sono grandi grazie alla loro passione

Martha Graham

Ti senti sempre a disagio e non sai cosa fare quando è arrivato il tuo momento di entrare in pista? Resti incollato alla sedia, perché non sai uno dei passi di Madison, della Macarena o di YMCA? Ti penti di non esserti mai iscritto a nessuna scuola di ballo della tua città e vorresti farlo ora? Ti piacerebbe danzare come i partecipanti della trasmissione Amici?

Non ti preoccupare, perché buona parte degli italiani è nelle tue stesse condizioni. Se vuoi partecipare e godere fino a fondo della serata, eccoti 10 coreografie tra le più note e, soprattutto, tra le più facili da imparare.

Coreografia n°1 : la Macarena

Molto dipende dai gusti degli sposi, ma spesso sono anche gli invitati ad avanzare richieste particolari.
Ad un matrimonio, si ballano tanti stili differenti: sii pronto a tutto!

La Macarena fa parte di quelle danze, che in una serata non possono mancare e che, già alla prima nota, chiamano in pista tutti quanti, nessuno escluso. Cosa dici: quando eri più giovane non avevi imparato i passi e ora non sai che fare? Non c’è nessun problema: tutti questi passi di danza sono facili e rapidi da apprendere.

Ogni movimento corrisponde ad un tempo specifico. Sui primi 16 tempi, la coreografia è libera: puoi iniziare a partire dal 17° tempo della canzone:

  • Tendi il braccio destro davanti a te, con il palmo rivolto verso il basso
  • Ora, fai lo stesso con il braccio sinistro
  • Gira la mano destra, volgendo il palmo al soffitto
  • Fai lo stesso con la mano sinistra
  • Colloca la mano destra sulla spalla sinistra, piegando il gomito
  • Fai lo stesso con la mano sinistra, portandola sulla spalla destra, incrociando il braccio sinistro sul destro
  • Fai scivolare il braccio destro sul braccio sinistro, per posizionare poi la mano destra sulla nuca
  • Fai la stessa cosa con la mano sinistra
  • Poni la mano destra sull’anca sinistra
  • Fai la stessa cosa con la mano sinistra sull’anca destra (le tue braccia si incrociano di nuovo)
  • Poni inseguito la mano destra sulla natica destra
  • Fai la stessa cosa con la sinistra, ponendo la mano sulla natica sinistra
  • Sui tempi 13°, 14° e 15° fai ruotare l’anca tre volte
  • Al 16° tempo, fai un quarto di giro, battendo le mani (opzionale).

Ora si inizia di nuovo!

Insomma, una buona coreografia, che ti permetterà di divertirti e di sviluppare anche un po’ di resistenza, se vuoi riuscire a tenere il tempo!

Hai mai pensato di realizzare una tua coreografia personale?

Coreografia n°2: il Madison

Dopo il ritmo latino della Macarena, è ora di passare ad un altro grande classico: il Madison. Ecco la coreografia:

  • Fai un passo a destra
  • Incrocia la gamba sinistra davanti alla gamba destra
  • Fai un altro passo a destra
  • Incrocia la gamba sinistra davanti alla gamba destra
  • Fai un passo a sinistra
  • Incrocia la tua gamba destra davanti alla tua gamba sinistra
  • Fai un altro passo a sinistra
  • Incrocia la tua gamba destra davanti alla gamba sinistra
  • Fai un passo indietro con il piede destro
  • Fai un passo indietro con il piede sinistro
  • Fai un passo indietro con il piede destro
  • Riporta il piede sinistro facendo un touch (tocca il pavimento, vicino alla tua caviglia destra)
  • Fai un passo in avanti con il tuo piede sinistro
  • Riporta il tuo piede destro facendo un touch (tocca il pavimento vicino alla caviglia sinistra)
  • Fai un passo con il piede destro
  • Salta sul piede sinistro, facendo un quarto di giro e lanciando la tua gamba destra.
Da Tony Manero ne La febbre del sabato sera a Vincent Vega in Pulp Fiction, John Travolta ha fatto ballare milioni di persone al cinema e a casa.
Una delle coreografie più note del mondo del cinema!

Esiste anche una variante per il Madison: gira a destra e batti con le mani i primi quattro tempi e gira a sinistra, poi batti le mani i 4 tempi successivi. Il resto rimane invariato.

Fai uscire il tuo lato swing!

Coreografia n°3 : YMCA

Per ballare la coreografia di YMCA, non avrai bisogno di seguire nessun corso di ballo, né privato né collettivo, né di classica, né di hip hop e nemmeno di salsa. Esistono diverse varianti e se vuoi imparare la versione completa, puoi cercare il video su You Tube. Ad esempio, se vuoi rimanere su qualcosa di molto semplice, potresti mimare le quattro lettere che danno il titolo alla canzone:

  • Y: braccia a V al di sopra della testa
  • M: abbassa le dita delle mani al centro della testa
  • C: il tuo braccio destro si apre sul lato, mentre il sinistro resta in aria; le due braccia sono leggermente arrotondate, per mimare la lettera C
  • A: fai toccare le punte delle dita alzando le mani al di sopra della tua testa.

Tra un YMCA e l’altro, potresti fare dei giri su te stesso o potresti far roteare le anche, cercando di tenere il tempo con i piedi.

Coreografia n°4 : il Kuduro

Per bruciare calorie e rassodare i glutei, durante la serata, puoi contare sui ritmi latini del Kuduro, di cui esistono diverse varianti. Eccone una:

  • Gli otto primi tempi: sbilanciati avanti e indietro, muovendo le spalle. Piede sinistro in avanti con il peso del corpo, piede destro in dietro, con il peso del corpo; il tutto per quattro volte (due tempi per ogni cambio di direzione
  • I quattro tempi successivi: salta sulla tua gamba destra in avanti (peso del corpo sulla gamba destra, la gamba sinistra si alza), poi indietro, in avanti e ancora indietro
  • Gli ultimi quattro tempi: metti il piede destro avanti, ruota di un mezzo giro, metti il piede destro avanti, salta poi sul destro e riporta il sinistro, per ritrovarti di un quarto di giro sulla sinistra, rispetto al punto di partenza.

Come per il Madison e la Macarena, anche il Kuduro si balla facendo un quadrato. Inizi guardando avanti; lo fai una seconda volta, girato sul lato sinistro; la terza volta, sarai rivolto con la schiena al pubblico e la quarta, di nuovo in avanti.

Impara la tua coreografia passo a passo!

Coreografia n°5: Alexandrie Alexandra di Claude François

Molto spesso, è sufficiente lasciarsi andare al proprio istinto, per trovare i passi di danza migliori per ogni occasione.
Lasciati andare anche tu!

Si continua la rimessa in forma per le serate danzanti, con una canzone che ha fatto la storia della disco dance degli anni Settanta e inizio Ottanta: Alexandrie Alexandra, di Claude François. Anche qui, non ci sarà bisogno di essere un professionista della bachata, della danza orientale o del modern jazz. Lo scopo, infatti, è sempre quello: divertirsi!

Con questo pezzo, ti riscalderai i muscoli di tutto il corpo, soprattutto se vai a cercarti la versione originale del ballo su You Tube, mentre qui, te ne proponiamo una versione semplificata:

  • Tendi le braccia da tutti i lati del corpo
  • Passa da un piede all’altro due volte
  • La terza volta, spostati sulla destra spingendo il piede destro, il piede sinistro e ancora il piede destro
  • Ora, inizia da capo
  • Sul primo ah, avvicina le braccia al corpo, riallontanale al secondo ah

Coreografia n°6 : il Gangnam Style

Qui, cambiamo completamente stile di danza e ci dedichiamo al Gangnam Style, o danza del cavallo. Se lo pratichi regolarmente e come si deve, potrai cancellare l’abbonamento alla palestra!

  • Per le gambe: allargale e batti i piedi a terra. Una volta a destra, una volta a sinistra, due volte a destra. Una volta a sinistra, una volta a destra, due volte a sinistra
  • Per le braccia: la prima volta, incrocia le mani chiudendo i pugni, la seconda volta, fai dei movimenti circolari al di sopra della testa, con la mano sinistra, mentre la mano destra tiene sempre le redini del cavallo.

C’è un secondo passo, quello sulla frase hey sexy lady. Si tratta semplicemente di mettere i pugni sulle anche e di effettuare dei passi sul posto.

Qui trovi la nostra guida completa su come imparare una coreografia!

Coreografia n°7: Waka waka

Mix tra le danze latine e le danze africane, il Waka Waka di Shakira ha dato il ritmo alla Coppa del Mondo di calcio del 2010. Ma, nonostante siano trascorsi quasi dieci anni, il rischio di incorrere nel waka waka durante l’uscita con gli amici di questa sera non è per niente escluso. Tanto vale impararlo al più presto, se ancora non lo conoscessi:

  • Porta le mani a livello del petto, trasferendo il peso del corpo da destra a sinistra su quattro tempi
  • Sali e scendi le mani, senza lasciarle andare, davanti a te in due tempi, battendo i piedi; poi allarga le braccia in alto, su due tempi
  • Comincia da capo una seconda volta.

Coreografia n°8: Ai seu te pego

Ecco un’altra danza per imparare la quale non vi sarà bisogno di calcare troppo spesso le sale delle scuole di ballo o di aver praticato flamenco, tango o reggaeton. La coreografia è molto semplice:

  • Punta braccio destro e dita della mano destra davanti a te
  • Fai la stessa cosa, con braccio sinistro e mano sinistra
  • Riporta le due braccia e sventolati come se avessi caldo, girandoti da un lato e poi dall’altro
  • Rifai i primi due movimenti e riporta le braccia davanti a te, questa volta chiudendo le dita a pugno
  • Idem, aggiungendo una battuta di mani, prima di riportare le braccia davanti a te.

Coreografia n°9: Bomba

Continuiamo con il rafforzamento muscolare, perché questa coreografia ti scalderà le gambe, in particolare le cosce (rifletti, prima di iniziare, se sia il caso di fare un po’ di riscaldamento o di stretching):

  • Una mano en la cabeza: metti la mano destra sulla testa
  • Una mano en la cabeza: metti la mano sinistra sulla testa
  • Un movimiento sexy due volte: muovi le anche, tenendo le mani sulla testa
  • Una mano en la cintura: metti la mano destra sull’anca
  • Una mano en la cintura: metti la mano sinistra sull’anca
  • Un movimiento sexy due volte: muovi le anche, tenendo le mani sulle anche
  • Para abajo: scendi lentamente verso il basso
  • Para ariba: risali in altro, portando le braccia in aria.
Al corso di ballo che frequenti o ponendo la domanda su di un blog specifico online, potresti trovare la persona giusta.
Hai mai pensato che potresti imparare a danzare con un ballerino o una ballerina con esperienza?

Coreografia n°10: Con calma

Una canzone sentita molte volte durante l’estate 2019.

I tutorial online (in particolare su You Tube) non mancano: potrai trovare alcune coreografie diverse da applicare a questo pezzo, ma non dimenticare di fare un po’ di riscaldamento, prima di lanciarti nello studio di una coreografia, che si tratti di zumba, bollywood, afro o rock.

Coraggio e, se ce ne fosse bisogno, ricordati che su Superprof puoi trovare un professore di danza per seguire una o più lezioni private di ballo, prima di scendere in pista!

Bisogno di un insegnante di Danza?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 1 votes
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura