La danza è un poema, in cui ogni movimento è una parola

Philippe Collas

Uomini o donne, poco importa: imparare a danzare significa, prima di tutto, memorizzare i movimenti e le successioni di passi, per creare una coreografia.

La danza si appoggia, tra le altre cose, alla memoria cinestetica, la memoria del movimento e della sua ripetizione. Si tratta di un eccellente modo per far lavorare il cervello e, proprio per questo, richiede concentrazione, implicazione ed un certo rigore, per riuscire a padroneggiare una coreografia e per crearne una ex novo.

Ecco alcuni consigli per apprendere l’arte della coreografia!

Quello che devi sapere per gestire una coreografia

Per l’improvvisazione c’è tempo: prima apprendi le basi e solo poi potrai fare di testa tua.
A lezione di ballo, imparerai i passi base!

Per imparare la danza e fare tua una coreografia, dovrai rispettare alcune tappe. Se prendi delle lezioni di danza presso una scuola (cubana, rock, danza orientale, …), il tuo maestro di danza sarà la tua guida. È lui (o lei) che ti permetterà di imparare delle successioni di passi, iniziando dall’apprendimento dei passi di base.

Ti familiarizzerai poco alla volta ai ritmi dello stile di danza che hai scelto, per imparare e anticipare tutti i movimenti. Non esitare a crearti una playlist delle musiche che ascolti al corso di ballo, per ascoltarli e riascoltarli a casa tua o mentre sei in bus, in metro o sul treno. Questo ti consentirà di essere più a tuo agio durante le lezioni.

In ogni caso, poco importa lo stile di danza che hai scelto o che sceglierai: ecco i nostri piccoli trucchi per riuscire ad assimilare una coreografia e per riprodurla perfettamente.

  • Concentrazione massima: osserva il tuo maestro prima di lanciarti nella riproduzione dei passi di danza. Resta concentrato per tutto il tempo della lezione e sii attento alle correzioni che apporterà ai tuoi passi o a quello di altri
  • I conteggi sui movimenti: a livello principiante, il tuo maestro di bachata, di danza classica o di modern jazz ti insegnerà a contare, mentre muovi i tuoi passi. Memorizza bene i conteggi, generalmente in otto tempi (oltre ai contro tempi, quando presenti); è il miglior modo per restare a tempo con la musica
  • Una cosa alla volta: non cercare di memorizzare i movimenti di gambe, gli spostamenti di braccia, la direzione dello sguardo e l’orientazione del corpo, tutto allo stesso tempo. Procedi, invece, per tappe; inizia ad imparare un aspetto della coreografia, prima di aggiungervi altre informazioni. Questo ti consentirà di memorizzare meglio, di riprodurre esattamente i movimenti e le successioni e di perfezionarli
  • Creati delle immagini mentali: alcuni passi possono far pensare a qualcosa. Per esempio, la piroetta mi fa pensare ad un compasso che tracci un cerchio a terra. Sta a te di creare le tue storie e i tuoi collegamenti personali, per poter assimilare rapidamente ed efficacemente i passi e le successioni coreografiche
  • Fai un video della lezione: chiedi il permesso al maestro prima, ma avere la disponibilità di un video con la coreografia ti consentirà di vederla e rivederla tutte le volte che vorrai, una volta fuori della sala di ballo
  • Scrivi o disegna la coreografia: per qualcuno, si tratta di un ottimo modo per memorizzare i passi
  • Ripeti, ripeti, ripeti: nessun segreto, ma solo ripetizioni continue, se l’obiettivo è quello di progredire e memorizzare di più e più velocemente.

Le coreografie più facili da imparare

Con pochi ma precisi passi di danza, potresti farti notare anche in una folla di ballerini improvvisati.
Per brillare alla prossima serata danzante!

Senza prendere lezioni private di ballo latino o di danze di società, potrebbe essere che ad una serata tra amici, ti trovi nelle condizioni di dover ballare. Sono rare le serate in cui non passi un mix di diversi stili di danza. E tu dovrai essere pronto!

In alternativa, ti ritroverai fermo all’angolo, spalle al muro, a guardare quelli più bravi di te, ma anche quelli che a casa hanno dedicato qualche decina di minuti a guardare dei video su You Tube per imparare una o due coreografie differenti. Basta veramente poco, per imparare i passi base di Macarena, Madison e Kuduro.

Non c’è bisogno di preoccuparsi: anche se di primo acchito potrebbero sembrare balli complicati, in realtà non è proprio così! Collegati con il tuo PC o con il tuo smartphone a You Tube e guarda i video postati da ballerini e ballerine, professionisti e aspiranti coreografi, in cui i passi più complessi e quelli più semplici sono spiegati passo a passo. Allora, sarai tu ad infiammare la pista, sabato prossimo!

Scegli il ballo che preferisci, tra gli imperdibili di serate danzanti, feste in spiaggia e matrimoni:

  • Macarena,
  • Madison,
  • YMCA,
  • Kuduro,
  • Alexandrie Alexandra,
  • Gangnam Style,
  • Waka waka,
  • Ai seu te pego,
  • Bomba,
  • You never can tell (il ballo cult del film di Pulp Fiction).

I video di You Tube per imparare una coreografia

Prendi spunto da quello che vedi a teatro o online, per dare vita a qualcosa di originale.
Cerca delle coreografie diverse su You Tube!

Passiamo ad un livello superiore, con coreografie più complicate da imparare. Forse, avrai bisogno di seguire qualche lezione di ballo di gruppo o delle lezioni private di danza, prima di iniziare lo studio di queste coreografie!

Parliamo di balli complessi ed emblematici, come Thriller, Single Ladies o Level Up (in particolare, le ultime due sono molto rapide, mentre la prima è particolarmente tecnica e complessa).

Ve ne sono anche altre di più accessibili, anche al grande pubblico. È il caso di Taki Taki, di cui si trovano dei video piuttosto esemplificativi e ben dettagliati. DJ Snake lo balla e tu lo potrai imitare.

Allo stesso modo, potrai imparare facilmente una coreografia di bachata, affidandoti semplicemente ai video di You Tube. Cerca direttamente sul motore di ricerca interno alla piattaforma di video musicali, utilizzando le parole chiave (stile di ballo) coreografia principianti.

Troverai una miniera di video per imparare i balli di reggae, rumba, danza moderna o bollywood, passo a passo. Scegli in funzione dei tuoi gusti e del tuo livello e dai un’occhiata ai diversi commenti prima di seguire i tutorial. Un ballerino o una ballerina di buon livello non sono necessariamente anche dei buoni insegnanti: tu, invece, hai bisogno di qualcuno che sappia spiegare i movimenti, semplici o complessi che siano.

Perché un video You Tube possa insegnare correttamente una coreografia:

  • Deve disporre di una buona qualità del suono e dell’immagine: non deve esservi eco, la voce del maestro si deve sentire correttamente; l’immagine deve essere pulita e a fuoco, il maestro deve essere ripreso da vicino e, se possibile, da più angolature;
  • Deve essere girato da un buon pedagogo: le spiegazioni devono essere chiare e non eccessivamente tecniche, né troppo semplicistiche; ogni passo deve disporre di un conteggio chiaro;
  • Deve proporre un apprendimento passo a passo: la coreografia sarà spezzettata in diversi momenti e il maestro farà ripetere i singoli passaggi più di una volta;
  • Deve presentare una spiegazione senza musica e una con musica: i movimenti sono presi, prima, al rallentatore e, poi, accelerati poco alla volta, per raggiugere, solo alla fine, la velocità reale e con la base musicale al di sotto.

On dimenticare i principi base per imparare una coreografia, spiegati nella prima parte di questo articolo.

Le tappe da seguire per creare la tua coreografia

Quando prepari la tua coreografia, devi lasciare libero sfogo alla tua passione e al tuo istinto.
L’improvvisazione è la base di tutte le danze!

Ok, ora, conosci qualche coreografia, ma quello che ti fa emozionare veramente è la creazione di una coreografia, tutta tua e da zero! Solo, che non sai proprio da dove iniziare … Essere coreografo sembra essere al di fuori della tua portata, per ora. Tuttavia, con una certa organizzazione delle tappe e con una presa di distanza dalla tensione iniziale, anche tu potresti riuscire a creare la tua prima coreografia, facilmente!

Seguici: ti aiutiamo!

Prima di tutto, contrariamente a quello che si è portati a credere, creare una coreografia non è un’attività che si addica solo ai ballerini con più esperienza. Al contrario, tanto prima inizierai a progettare e creare una coreografia e tanto più facile ti risulterà il lavoro. Inoltre, si tratta sempre di un buon modo per divertirsi: e si sa, quando uno si diverte lavora meglio, più rapidamente e di più.

Ecco le diverse tappe che dovrai seguire, se vorrai creare la tua coreografia personale:

  • Scegli il tuo stile di danza: facile, se non ne pratichi che uno! Non lanciarti, però, in una coreografia di flamenco, di afro o di disco, se non ne hai le basi. Lo scopo non è quello di imparare una danza da zero, ma di servirti delle conoscenze che già hai in uno stile, per esprimerti attraverso una tua creazione;
  • Scegli la tua musica: la danza non è nulla senza musica (anche se è possibile coreografare sul silenzio, ma non è assolutamente facile). Non scegliere una musica a caso o una alla moda; opta, invece, per un brano che ti dica qualcosa, che ti faccia ballare, che ti racconti una storia, … Insomma la musica deve la base della tua danza;
  • Analizza la musica: dovrai studiare un po’ per conoscere le diverse frasi musicali del tuo brano, gli accenti, i silenzi, le accelerazioni, … Analizza la struttura del brano: intro, refrain, bridge, …
  • Improvvisa: la danza non è solo un’attività fisica, è anche un’arte. Lasciati, quindi, andare all’improvvisazione su questa musica che ti ispira. Dato che, a volte, è difficile ricordarsi di quello che facciamo quando improvvisiamo, la cosa migliore è filmarsi, per potersi rivedere nei passaggi più particolari e in quelli che vorrai tenere;
  • Metti assieme i pezzi: come un puzzle, inizia ad assemblare le diverse parti coreografiche. Vi saranno dei buchi, ma non è grave. Per ora, affina le parti di cui disponi, per ottenere la resa migliore;
  • Trova delle transizioni: è il momento di colmare i buchi (di cui sopra). Guarda di nuovo i video delle tue improvvisazioni, per trovare dei movimenti da intercalare. Se non dovesse funzionare, filmati di nuovo, improvvisando su queste parti. Alla fine, troverai sicuramente un passo corretto!

L’inizio e la fine della coreografia devono essere particolarmente curati, dato che si tratta di ciò che introdurrà il pubblico al tuo spettacolo e di ciò che gli lascerà la sensazione finale (che dovrà essere per forza buona). Non cercare di intercalare passaggi troppo tecnici ovunque e ad ogni prezzo e mantieni dei momenti di calma, da inserire tra quelli più dinamici. Utilizza tutto lo spazio a disposizione sul palco e impiega gli spostamenti soprattutto se sulla scena sarai da solo.

Allora, pronto(a) per una nuova coreografia?

Bisogno di un insegnante di Danza?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 1 votes
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura