Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Quale interesse nel farsi seguire da un insegnante di danza?

Di Igor, pubblicato il 21/06/2019 Blog > Arte e Svago > Danza > Perché Andare a Lezione di Danza?

Lasciate che si legga, lasciate che si balli;

questi due divertimenti non faranno mai male a nessuno.

Voltaire

Vuoi intraprendere un’attività sportiva, ma ancora non sai decidere quale?

Hai mai pensato alla possibilità di prendere lezioni di danza addirittura a casa tua, con un maestro di danza tutto per te?

Fungendo da arte e da sport, la danza è davvero una disciplina che affascina intere generazioni. Ovunque nel mondo. E chi di noi, d’altra parte, non ha mai provato ad effettuare qualche piccolo passetto di danza?

Ma tu lo sapevi che iniziare a prendere qualche lezione di danza a casa tua potrebbe essere il primo passo per cambiare totalmente le tue abitudini quotidiane, il tuo modo di camminare, la tua vita, insomma? Potresti dimagrire, scoprirti appassionato, elastico, motivarti, magari per tutt’altra disciplina.

Scopri oggi, leggendo l’articolo di Superprof, cosa può cambiare la danza nella tua vita!

E poi, una volta che saprai ballare bene, potrai esibirti alla Festa della Musica, una tradizione che, da qualche anno, anche il nostro Paese ha importato dalla Francia!

Seguire corsi di danza per rinforzare il proprio corpo

La danza è uno degli sport migliori, in grado di farti ottenere un corpo da sogno!

Chi ha detto che la danza è un’attività da femminucce? Al contrario, servono muscoli, passione e molto allenamento.

La maggior parte dei ballerini professionisti ha un corpo caratterizzato da forza, slancio, rapidità. Tutti noi, almeno una volta nella vita, abbiamo invidiato i ballerini con i loro corpi da sogno…. Ebbene, sappi, fin da ora, che puoi ottenere un risultato molto simile, se inizi a prendere qualche lezione, anche settimanale, di danza. Poi, allenandoti anche da solo, rinforzerai e consoliderai il lavoro svolto con il tuo maestro di danza a domicilio.

Probabilmente, la danza tradizionale non sarà sufficiente a farti raggiungere risultati sorprendenti dal punto di vista della muscolatura. Oggigiorno, del resto, molti ballerini professionisti associano alla danza altre discipline, propriamente concepite per rafforzare determinati muscoli e tenersi in forma il più possibile.

Le donne, ad esempio, spesso vogliono snellirsi, senza tuttavia esagerare nell’ingrossamento dei muscoli. Ebbene, la danza sportiva, come la zumba, è un esempio di come un maestro di danza possa aiutarti a trasformare il tuo corpo in qualcosa che amerai. Respirazione, tono muscolare, equilibrio: ecco le tre parole chiave che indicheranno che il lavoro svolto a lezione di danza si sta compiendo correttamente.

La danza mette al lavoro diversi muscoli:

  • Il muscolo del polpaccio,
  • I muscoli ischio crurali,
  • I quadricipiti,
  • I muscoli addominali,
  • I muscoli delle natiche, etc.

Il nostro consiglio

Innanzitutto, parti con l’effettuare almeno 30 minuti di cardio-fitness ogni giorno per perfezionarti nella danza ed ottenere un fisico davvero in buona salute. Questo genere di attività fa lavorare proprio il cuore e consente all’aspirante ballerino di poter seguire delle lezioni di danza via via più lunghe ed impegnative. Potrai passare, ad esempio, da lezioni di danza di un’ora a settimana a sessioni di allenamento di un’ora e mezza, anche due volte alla settimana.

Il ballerino professionista, o la ballerina professionista, seguono, com’è noto, un regime alimentare tutto particolare. Una dieta specifica per sportivi, insomma: niente fast-food! Per eliminare i grassi in eccesso, infatti, la cosa migliore è quella di mangiare prodotti freschi e naturali. Preferibilmente crudi, per incoraggiare il metabolismo a prendere un buon ritmo. Si tratta, del resto, di indicazioni che vanno bene per far stare meglio ognuno di noi, anche il meno sportivo.

Diventa un fanatico del fitness, passando per i corsi di danza!

Il fanatismo non è mai una bella cosa, in realtà. Tuttavia, quando si parla di pratiche salutari come certi sport, una sana alimentazione, un modo di vita ecologico e sostenibile, diciamo che esagerare non è mai un danno.

Ovviamente, nulla dovrà diventare un’ossessione né una fonte di stress.

Vivere in modo armonico è già un primo modo di portare avanti bene lo sviluppo del proprio organismo.

Naturalmente, sia per quanto riguarda l’alimentazione, sia per quanto concerne l’intraprendere una disciplina come la danza, tutti noi dobbiamo anche fare quattro conti. Quanto ci costa?

Il gioco vale la candela?

Indubbiamente, una volta che si sia deciso di dedicare una parte del proprio budget alla pratica della danza, pagando delle lezioni, si dovrà considerare questo investimento qualcosa da onorare in ogni attimo. Si mangerà correttamente. Si tenterà di allenarsi anche da soli. Si ascolteranno tutti i minimi consigli dal parte del maestro. Altrimenti, praticare solo una o due, tre ore a settimana, potrebbe rivelarsi davvero una parentesi costosa ed inutile.

Diciamo, comunque, è che è piuttosto logico e razionale, ed è anche ciò che generalmente accade, il fatto di adeguare la propria vita alla disciplina che si è scelto di apprendere a pagamento.

Se la cosa attira davvero, se l’insegnante è in grado di “trascinare”, l’allievo sarà entusiasta fin dal primo incontro. E correrà a casa a cercare di informarsi più a fondo circa la disciplina stessa, circa coloro che la praticano, le loro abitudini, i loro consigli ai profani …

La lezione privata, ove sia ben strutturata ed avvincente, avrà un effetto “cassa” … Facendo risuonare della curiosità e delle tendenze già latenti …

Ma quanto costa imparare a ballare?

Durante le lezioni di danza potrai fare incontri interessanti!

Trattiamo ora un tema, per coì dire, “leggero’. È bene, a volte, partire dalle cose apparentemente più triviali, ma che in fondo, da sempre, muovono il mondo …

La danza è stata sempre, ovunque ed in ogni epoca, un modo davvero ottimale per fare anche dei nuovi incontri, scoprire amici ed intessere nuove relazioni!

Immagina il fatto di ballare ed allenarti ore ed ore con qualcuno … Come minimo dovrebbe nascere una simpatia, no?

Ed è quello che solitamente avviene.

La danza funge da catalizzatore di istanze di socializzazione, condotte amicali … ed anche altro, naturalmente.

Ecco perché essa rappresenta un ottimo modo per vincere la solitudine e lottare contro la depressione nascente. Inoltre, nel caso di bambini ed altri soggetti molto timidi e nel caso di handicap piuttosto invalidanti dal punto di vista della socialità normale, la danza può costituire un ottimo viatico relazionale.

Le lezioni di danza tenute in ambito associativo sono un’occasione ottima per avvicinare altri amanti del ballo e colleghi ballerini. In ambito associativo senza fini di lucro, di solito, vengono proposti anche corsi piuttosto specifici, delle occasioni di incontro settimanale per socializzare, dei viaggi e degli stage fuori porta, proprio per consolidare l’unità del gruppo. Ciò avviene specialmente in grosse città. La gente è sola. Il tasso di celibi elevato. Normale che si cerchino dei meccanismi per trovare altri esseri umani con cui interagire.

Del resto, è noto come la nuclearizzazione della sfera di vita sia più presente in provincia, che non in metropoli.

Come insegnano i francesi, tipicamente “ossessionati” dall’idea dell’approccio sessuale in ogni genere di occasione possibile ed immaginabile, la danza è un’attività dalla forte carica sensuale!

Non si può dar loro torto, se pensiamo ai riti tribali, ovviamente. Il movimento, il ritmo, il rispetto delle cadenze dei brani, da sempre consentono agli individui di canalizzare ed espellere delle tensioni, ricongiungendo fisico, mente e cuore.

La danza è spesso servita, nel corso della storia, per alleviare tensioni tra tribù, tra popoli, per stringere alleanze e preparare unioni coniugali e filiazioni a venire. Una politica demografica e di gestione dei territori piuttosto intuitiva, ante litteram.

Durante un ballo, un sentire comune può scaturire tra tutti i presenti.

Non dimenticare che la danza è prima di tutto un’attività dalla forte carica sensuale!

È quindi molto probabile vedere un avvicinamento tra due partner di danza. Alcuni balli sensuali, come la salsa, favoriscono poi gli incontri amorosi e possono far nascere delle vere unioni sentimentali che sfociano in formazione di coppie, a volte per la vita! Accade anche che i ballerini più bravi si trovino particolarmente bene tra loro ed intensifichino le frequentazioni. Ma anche i neofiti ed i semplici curiosi, spesso, trovano al corso di danza il loro futuro partner. Incredibile, no?

Infine, se prendiamo in considerazione la cosiddetta danza clubbing (come la disco dance o la pole dance), teniamo presente che essa consente di incontrare altre persone in discoteca oltre che al club di danza. Il bello, quando si imparano dei passi a lezione di danza, è poi tirarli fuori dal cilindro, quando ci si trova tra amici, ad una serata danzante, ad una festa ed anche in discoteca. In tal caso siamo già nell’ambito della danza come arma per “vendersi” o comunque distinguersi, emergere. La mente vola subito alle istanze adolescenziali, in un certo senso.

Una delle mode più recenti vede gli allievi di scuole di danza improvvisare degli incontri in parchi della loro città, al fine di praticare, stare insieme, anche un po’ mostrarsi ad altri, ovviamente.

Al corso danza per proseguire con una carriera artistica

Chi ama la danza e, negli anni, si scopre un talento notevole, facendone la propria ragione di vita, finisce col pensare alla stessa disciplina come ad una possibilità professionale. Perché non trasformare la propria passione per la danza in un vero e proprio mestiere? Perché non guadagnare facendo ciò che più si ama e si sa fare?

Se diventerai bravo e padroneggerai uno stile particolare, anche tu potrai guadagnare altrettanto. Alcuni insegnanti privati possono guadagnare anche 50€ l’ora per una lezione di danza!

Vera e propria disciplina sportiva, la danza seduce sempre più i nostri compatrioti, al punto che questi possono spesso scorgervi una vocazione professionale! Insegnare il liscio, dare lezioni di salsa e merengue, tenere un corso di danza latina…. Ti immagini che bello sarebbe poter danzare ed insegnare danza tutto il giorno, facendoti addirittura pagare?

Per quanto sia certamente possibile insegnare danza anche senza possedere dei veri e propri brevetti e diplomi, ti consigliamo di seguire un percorso professionalizzante presso una scuola di danza certificata, un’accademia riconosciuta. La cosa assegnerà maggiore serietà al tuo duro lavoro.

Mentre alcuni ballerini preferiscono dedicarsi all’apprendimento della danza tecnica, altri vorranno a tutti costi dedicarsi allo studio teorico dell’arte della danza all’università e in accademia. Potrai studiare brillantemente la danza in palestra ed in ambito universitario e poi trovare il lavoro che desideri in ambito artistico, teorico o pratico!

Alcuni mestieri che potrai svolgere se entrerai nell’ambito artistico della danza:

  • La coreografia,
  • La gestione di troupe e balletti,
  • Il critico d’arte, con specializzazione nella danza,
  • L’istruttore di yoga e pilates,
  • Il designer grafico di scenografie,
  • Lo stilista di costumi per la danza,
  • Il personal trainer,
  • L’istruttore per gruppi che vogliono recuperare la forma fisica,
  • L’insegnante di danza a scuola,
  • Il ricercatore nell’ambito della danza e dello sport,
  • L’insegnante e ricercatore in materie artistiche,
  • L’insegnante di danza in accademia.

Fai della tua passione il tuo mestiere e ti sembrerà di non lavorare mai, nella tua vita!

Scopri nuove culture grazie ai corsi di danza

Europa, Africa, America del Nord… Tutti i continenti possiedono le loro specifiche danze!

Non esistono solo la danza classica e la zumba: il mondo è pieno di culture e stili di ballo diversi gli uni dagli altri. Condividi le tue esperienze, per scoprire nuovi stili di danza!

In ogni paese, un determinato tipo di danza fa parte del folclore nazionale Addirittura, certe danze tradizionali sono insegnante a scuola ai bambini piccoli. Scopri tutti questi tipi di danza dei paesi stranieri, frequentando altri ballerini al corso di danza da te prescelto. Informati e chiacchiera con i tuoi colleghi.

La danza classica, la danza contemporanea e la danza jazz sono i tre tipi di ballo che vanno per la maggiore, da sempre in Italia. In accademia, questi tipi di ballo fanno parte delle materie di base.

Ma non fermarti al nostro solo universo e patrimonio culturale!

Scopri ora i balli folcloristici degli altri Paesi:

  • Corso di danza con le nacchere,
  • Corso di danza sportiva (corso di danza e stretching, corso di danza latina e zumba, corso di danza alla sbarra …),
  • Lezione di danza e tango argentino,
  • Lezione di salsa e merengue,
  • Corso di danza hip-hop,
  • Corso di ballo cha cha cha,
  • Corso di danza swing,
  • Corso di flamenco,
  • Corso di bachata,
  • Corso di danza orientale,
  • Corso de ragga dancehall,
  • Corso di danza e ballo liscio, etc.

Conoscere bene e saper eseguire un ballo tradizionale consente di integrarsi bene in un gruppo di ballo straniero, ad esempio. Imparando i passi di danza del rock n roll, del Lindy Hop o del twist, per fare solo un esempio, potresti un giorno accedere e a scuole prestigiose come la Julliard’s o l’Accademia di musica di Brooklyn!

Danzare è muoversi. Muoversi è viaggiare. Danzare, allora, è un po’ viaggiare!

Un insegnante di danza per il tuo benessere personale

Ballare, per essere felici? Molti di noi ci hanno fatto un pensierino!

Secondo uno studio compiuto da una squadra di studiosi polacchi nel 2014, la pratica del ballo sarebbe un fattore che rende felici. Infatti gli studi mostrano che dopo un’ora e mezzo di danza la tensione cala, l’energia aumenta e ci si sente più creativi che mai. In Grecia, nel 2011, uno studio scientifico sulle donne provò che quelle affette da tumore al seno riportavano benefici immensi dalla pratica della danza.

È stato altresì messo in evidenza che la danza ha un effetto benefico sui malati già affetti da Parkinson: il livello di stress ed ansia si placherebbe molto dopo aver ballato.

La danza è quindi un ottimo modo per distendersi e stimolare il proprio lato artistico. Nei centri culturali, le famiglie possono scegliere di far prendere lezioni in gruppo ai propri malati, al fine di farli rilassare e di godere anch’esse di un’ora di relax a settimana. Le cooperative sociali che si occupano di venire in aiuto a soggetti in difficoltà, ormai, hanno quasi tutte una giornata in cui consentono agli utenti di godere del ballo e della danza.

In occasione di un’intervista rilasciata alla rivista Psychologies nel 2012, France Schott-Billman, psicanalista, spiega:

Ballare il tango o la salsa va al di là dell’ambito del divertimento. Si tratta di un altro modo per parlare di sé […]. Gli appassionati inaugurano un nuovo modo di rapportarsi al proprio corpo.

Fin da una prima lezione di iniziazione alla danza, il neofita sentirà una netta differenza nella propria percezione di se stesso. La lezione di danza permette di imparare a sincronizzare i propri movimenti, a conoscere i propri muscoli e a rilassarsi, svuotando la mente.

Rilascia lo stress della settimana grazie a corsi settimanali di danza a domicilio!

Un corso di danza per scoprire le diverse discipline legate a quest’arte

Come ogni arte, la danza possiede diverse sfaccettature!

E poi, ricorda che il ballo e la musica sono strettamente legati l’uno all’altra. Ascoltare musica è bene, ma comporla è ancora meglio!

Qualunque sia il tuo livello nella danza, potrai di certo godere di un insegnamento artistico, grazie ad un insegnante certificato, talentuoso come ballerino. La cosa ideale è ovviamente seguire un corso professionalizzante, presso un’accademia di danza.

Scegliendo poi di proseguire i propri studi di danza, lo studente scoprirà le lezioni tecniche ed anche e soprattutto le lezioni teoriche del corso di danza. Queste ultime sono indispensabili, per diventare un migliore conoscitore della danza ed anche per esser un buon insegnante di danza e capire le origine della danza.

Ed eccoti alcune materie da dominare per scoprire e origini della danza:

  • Repertorio musicale,
  • Pedagogia e didattica della danza,
  • Improvvisazione di coreografia,
  • Composizione coreografica e musicale,
  • Filosofia,
  • Estetica della danza,
  • Analisi funzionale del corpo nel movimento ballato,
  • Storia della danza e della cultura coreografica,
  • Tecniche di scena,
  • Storia dell’arte,
  • Musica, etc.

Oltre a prendere parte alla reputazione mondiale di un ballerino, la padronanza di queste nuove materie è un plus per ottenere titoli e diplomi presso accademie e università riconosciute. Una buona conoscenza della teoria della danza permette anche di diventare insegnante di storia dell’arte e di variare le proprie competenze in quanto professore.

Diventa un ballerino professionista grazie a lezioni private di alto livello!

Quattro buoni motivi per cominciare a ballare

Il ballo piace, fa divertire, mantiene corretta la produzione degli ormoni, insomma, contribuisce a fare restare giovani!

Il ballo, secondo gli studi degli ultimi anni, funziona come una vera e propria medicina per il cervello. Se il tempo ne smussa le abilità, la danza, come altri sport, ne preserva di molto le funzionalità principali.

Sappiamo che il decadimento delle funzioni intellettive è uno degli spettri più temuti, tra le conseguenze dell’invecchiamento.

Ebbene, la danza può allontanare da noi questo incubo. O comunque mitigare i danni…

La risonanza magnetica cerebrale, infatti, ha messo in evidenza che con soli sei mesi di danza, praticati tre ore alla settimana, le attività cerebrali miglioravano. La differenza è enorme rispetto a chi si dedichi solo alla camminata, alla alimentazione sana e allo stretching!

L’umore è fra i primi elementi che giovano della danza.

Questioni di chimica e di psiche

La danza riduce i livelli di cortisolo, che si lega allo stress. Ecco perché chi soffre di gonfiore inspiegabile ed irrisolvibile, a volte, magicamente, si sgonfia iniziando a praticare un’attività aerobica come la danza di gruppo.

La danza consente al cervello e all’organismo di ossigenarsi meglio, dato che allena il cuore e lo mantiene in ottima forma.

La coordinazione è un altro dei risultati ottenuti ballando in modo regolare. Il tono muscolare migliora, l’integrazione fra mente e corpo è assicurata. Ed è qui il punto centrale. Questo equilibrio rappresenta davvero l’elisir di lunga vita ed anche quello di una vita felice ed in pace con se stessi e gli altri.

Quest’armonia è la condizione perché si mantengano capacità cognitive quali la memoria, la concentrazione. La danza previene allora patologie neurodegenerative come le diverse forme di demenza.

Dal punto di vista psicologico, la danza consente la manifestazione di emozioni e sensazioni. Ballare fa aumentare la fiducia in se stessi e riduce ansia e stress. Ecco perché alcune forme di depressione possono risultarne alleviate.

Con dei maestri così, chi non imparerebbe a danzare? Certo, difficile che chiunque possa arrivare ai loro livelli, ma tentar non nuoce; giusto?

Lo scambio reciproco, la valutazione di se stessi e degli altri suoi soli parametri legati alla pratica della disciplina infondono obiettività, logica e coerenza.

Insomma, il mondo sarebbe migliore, se tutti ballassimo almeno un po’.

Gli organi premiati con la danza

Il cuore ed i polmoni sono i due organi che maggiormente risentono del benefico effetto della pratica di una disciplina come la danza.

I tessuti e la capacità respiratoria vengono migliorati ed accresciuti, grazie all’ossigenazione che una danza aerobica consente di mettere in moto. Il meccanismo è davvero stupefacente. Il numero delle pulsazioni cardiache al minuto subisce un cambiamento, con la pratica costante di un’attività come la zumba, ad esempio. Esso diminuisce, il che significa assicurare al cuore una miglior tenuta sul lungo periodo. Non bisognerebbe mai, in effetti, lasciare che il nostro cuore batta all’impazzata, senza tentare di frenarlo un po’. Delle pulsazioni troppo elevate per un periodo troppo lungo della vita, rendono quest’ultima davvero più breve.

La danza consente di lavorare sulla resistenza fisica. Chi la pratica riesce a sopportare gli sforzi fisici più facilmente e più a lungo degli altri.

La forza ed il tono muscolare vengono potenziati al meglio, se si pratica una disciplina aerobica come la danza classica.

L’utilità del riscaldamento della danza

In tutte le attività fisiche simili alla danza, il riscaldamento iniziale è fondamentale, obbligatorio, preparatorio e, soprattutto, un vero e proprio protagonista dell’attività stessa.

Non si tratta affatto di una parte accessoria. È una fase che assicura la corretta pratica della disciplina, subito dopo. Ed è anche una parte di allenamento che permette al corpo di diventare flessibile, per poter compiere movimenti via via più audaci.

Il riscaldamento prende in considerazione muscoli, articolazioni, resistenza, respirazione. Esso è ottimale per la prevenzione di malattie come l’artrosi e l’osteoporosi.

Spesso, il ballo consente di mantenere una postura corretta, cosa che, alla lunga, aiuta a far affievolire i problemi di schiena: postura, dolori….

Oggi giorno sono numerosi i soggetti che, almeno una volta nella vita, consultano un medico per problemi di postura.

Percepire se stessi nello spazio

Dal momento che consente di attivare diverse aree del cervello, la danza consente di migliorare i riflessi, l’equilibrio, la coordinazione e la propriocezione.

L’ippoterapia non è la sola terapia utilizzata per venire in contro alle difficoltà dei disabili! Anche la danza riesce a mettere a loro agio i soggetti con disabilità mediamente gravi e rendere loro le giornate meno pesanti e più allegre.

Inoltre, se pensiamo alle danze di gruppo, alla danza classica, all’aerobica e allo step, vediamo che la coreografia va sempre memorizzata, per poter ballare a tempo con gli altri e con la musica. Questo consente di lavorare sulla concentrazione, sulla memoria, potenziando l’acutezza mentale. Ciò si rivela utilissimo sia per l’educazione dei più piccoli allo spazio-tempo, sia per prevenire e limitare l’aggravamento di patologie come l’Alzheimer ed il Parkinson.

Danza… se non ci fosse bisognerebbe inventarla!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar