Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Come avvicinarsi al pianoforte elettrico?

Blog > Musica > Piano > Imparare a Suonare il Pianoforte Elettrico!

Nobile per la musica, tanto quanto la boxe lo è per lo sport, il piano è uno strumento imprescindibile per tutti i musicisti.

Tra gli strumenti più amati dagli italiani – insieme alla chitarra – il pianoforte è suonato da molti e, qualsiasi sia il modello di piano utilizzato il suo successo è enorme.

Una notorietà che continua a sorprendere, poiché è la musica di Beethoven la più suonata nel mondo intero nel 2016 ed è proprio il piano lo strumento di cui, nello stupore generale, il presidente russo Vladimir Putin, ha mostrato di conoscere le scale: la sua esibizione di Pechino è diventata virale, conquistando in poco tempo milioni di visualizzazioni online.

Certamente, la cosa non ci farà innamorare di Putin, in quanto politico d’eccellenza, ma potrebbe farci sorridere, farci pensare che “se ce l’ha fatta lui, … anche noi possiamo”, oppure distrarci definitivamente dal concetto di pianoforte … per portarci a pensare alla Russia!

Scherzi a parte, sappiamo che la Russia e la musica si coniugano bene, quindi perché non uno stage di pianoforte elettrico in Russia?

Si narra che nei pianoforti acustici nel Regno Unito siano nascosti grossi tesori e segreti, è tuttavia sui pianoforti elettrici che si concentra oggi tutta l’attenzione di noi scrittori di Superprof. Vogliamo, al contempo, informarti, facendoti sognare.

Scopriamo, nelle pagine seguenti, insieme, quali sono i metodi da seguire per imparare a suonare il piano elettrico, quali sono i migliori pianoforti elettrici da procurarsi e quale si pensa attualmente che possa essere il futuro di questo moderno strumento musicale.

I diversi metodi di apprendimento del piano elettrico

Essere musicisti non significa per forza essere bravi in tutti i campi della disciplina. L'importante è non scoraggiarsi e trovare i propri punti di forza. Il solfeggio non è il vostro forte? Tranquilli, era lo stesso per il chitarrista Jimi Hendrix!

Come avviene per ogni disciplina di cui ad oggi ci siamo occupati noi di Superprof, anche nel caso del pianoforte elettrico vale la stessa cosa. Diversi metodi di apprendimento sono disponibili per seguire corsi di piano online gratuitamente, corsi estivi oppure corsi serali. Corsi di pianoforte elettrico per una sola persona, corsi per due, tre, quattro persone. Lezioni di pianoforte elettrico per classi numerose, presso scuole di musica. Il pianoforte elettrico potrà essere scoperto online, ma molti insegnanti danno lezioni private a domicilio, il proprio o quello del discente.

Chi, per un motivo o per un altro, per una disciplina o per un’altra, abbia già letto gli articoli di Superprof, non si stupirà di vedere che, anche nel caso del pianoforte elettrico, proprio come per le lezioni di greco, le lezioni di inglese o le lezioni di matematica, esistono infinite modalità, gratis o a pagamento, per prendere lezioni di pianoforte elettrico.

Il metodo classico

Dispensato da conservatori e scuole di musica, il metodo classico consiste nell’apprendere il solfeggio, la storia del piano e seguire il programma spesso validato dal Ministero. Naturalmente ciò richiede molto impegno, abnegazione, motivazione e soprattutto passione e interesse.

La cosa fondamentale, prima di scegliere un metodo di apprendimento e di sperimentarlo, è quella di accertarsi dell’effettiva motivazione.

Ognuno di noi, poi, potrà trovarsi bene con un metodo e male con un altro e vedere la propria motivazione intaccata o incrementata proprio dal successo e dall’adeguatezza del metodo prescelto.

Ecco perché il metodo, per imparare a suonare il pianoforte elettrico, dovrebbe proprio essere ad hoc. Quello che va bene per una persona potrebbe non produrre risultati, se applicato da un’altra persona.

I metodi di apprendimento alternativi

Basterà inserire le cuffie nella presa jack, e solo tu sentirai quello che suoni. Vantaggio che il pianoforte tradizionale non può offrirti. Fino a quando non avrai imparato a suonare bene, gli altri non si disturberanno durante il tuo studio!

Parliamo, allora, di un metodo che attrae pubblici sempre più numerosi, con buoni risultati, a quanto dicono gli internauti intervistati in materia.

Si tratta di metodi poco frontali, ritenuti più “leggeri”, intuitivi.

Composte da esercizi teorici e esercizi pratici queste lezioni, basate sull’azione, hanno per obiettivo quello di sviluppare rapidamente le attitudini dell’alunno affinché possa suonare il piano.

L’attitudine, come sappiamo, è fondamentale quando si tratta di dedicarsi ad un’arte, ad uno sport, ad una lingua. Essa può risentire, in bene ed in male, del tipo di metodo di scoperta della disciplina prescelto.

Il modo in cui tenterai di imparare a suonare il pianoforte elettrico, insomma, influirà sulla tua stessa motivazione, sulle capacità reali.

Chi si rivolge a metodi alternativi? Di solito, si tratta di apprendisti musicisti, giovani e adulti alla ricerca di approfondire o scoprire da zero i temi seguenti:

  • Tastiera e note, nome dei tasti.
  • Spartiti semplici e chiave di SOL con una sola nota per volta.
  • La postura da adottare con la posizione delle mani e del corpo rispetto al piano.
  • L’altezza della tastiera: sapersi ritrovare sulla tastiera e non confondersi con tasti simili.
  • L’iniziazione agli accordi: suonare più note per volta, senza perdersi sullo spartito.
  • Una introduzione alla storia del piano: dal piano acustico fino al pianoforte digitale di oggi.
  • Come utilizzare i pedali del piano con nozioni sul pedale tonale (o sostenuto), il pedale forte e il pedale una corda.
  • Le modifiche alle note con lezioni sulle alterazioni (bemolle, diesis) e le alterazioni accidentali.

Un metodo basato sull’ispirazione

Entriamo in un ambito molto particolare.

A differenza di tutti gli altri metodi di apprendimento del piano, questo metodo è utilizzato, tra le altre cose, per curare la depressione attraverso la musicoterapia.

Siamo decisamente nell’ambito delle emozioni, dell’affettività, del benessere ricercato, della fuga dallo stress e dall’angoscia. Come può il pianoforte elettrico agire sul nostro umore?

Andiamo per ordine e pensiamo, innanzitutto, al fondamento di tal sorta di metodo.

Innanzitutto, diciamo subito che esso ha una grande facoltà. Il suo merito è quello di aiutare a lasciare andare i propri sentimenti attraverso la musica, di esprimere ciò che si ha dentro e suonare immediatamente, di pancia, senza dover passare dall’apprendimento del solfeggio.

Se volessimo riassumerlo, potremmo scrivere, sinteticamente che questo metodo è basato sul:

  • Suonare
  • modificare
  • e suonare nuovamente.

Siamo di fronte ad una metodica inedita. È chiaro.

Totalmente nuovo, questo metodo si basa sulla creatività dell’alunno e lo invita ad elaborare i propri pezzi originali. Così, senza che gli venga imposto nulla, l’allievo può lasciare libera la propria ispirazione e lasciar andare le sue mani sulla tastiera.

Non destinato a coloro che desiderano diventare virtuosi della musica classica, il metodo si rivolge soprattutto a coloro che sono aperti a tutti i generi musicali.

Ed ecco perché, noi di Superprof, abbiamo pensato di inserirlo in un approfondimento sul pianoforte elettrico. Prendilo seriamente in considerazione. Tutti noi abbiamo bisogno di stare meglio, perché non provare in maniera alternativa, a prenderci cura delle nostre emozioni, lasciando corso alla fantasia, allo sfogo personale ed imparando nel contempo a produrre della musica con le nostre mani?

Si può stare bene scoprendo uno strumento come il pianoforte elettrico? Noi pensiamo di sì, tu prova a vedere cosa riesci a fare. E tienici aggiornati!

Qual è il miglior piano elettrico per il palco?

Alcuni si chiederanno se è possibile suonare anche senza avere un background forte sulle nozioni che permettono di leggere la musica. Alcuni metodi di apprendimento lasciano proprio spazio all'ispirazione! Ci si può mettere davanti alla tastiera senza avere alcuna nozione di lettura musicale?

A questo punto, se hai preso in considerazione quanto letto sopra, ti starai chiedendo se non ti occorra, dapprima procurati uno strumento. In tal caso, un pianoforte elettrico. Ebbene, è una saggia riflessione.

Ti forniamo perciò, qui di seguito, qualche indicazione relativa all’eventuale scelta del tuo pianoforte elettrico, si tratti di acquistarlo affittarlo o comunque provarlo…per poi prenotarlo!

Di solito, quando ci si accosta ad uno strumento ingombrante come il pianoforte, si consiglia sempre – e ci si sente sempre consigliare- di accertarsi dapprima dell’effettiva volontà e possibilità di farne un uso costante.

Il pianoforte, classico o elettrico, richiede un budget, uno spazio, non può essere trasportato e spostato di continuo, insomma… è una scelta di peso. Peso finanziario ed organizzativo.

Se hai già preso qualche lezione privata di pianoforte elettrico, e un tuo amico ti ha fatto scoprire cosa si provi suonando questo strumento, se il tuo insegnante privato di musica ti ha detto che potresti iniziare a pensare all’acquisto… allora forse il momento è opportuno perché tu possa iniziare ad informarti circa l’acquisizione, niente di meno che a casa tua, di un pianoforte elettrico.

Urrà! Era ora! Il tuo amico che sempre ti ospitava a suonare sul suo, non ne poteva più…

È normale, quando si impara a suonare si desidera farlo sempre più spesso…senza orari…

Una volta iniziati al piano elettrico, una volta raggiunto un certo livello, passando da principianti a esperti o addirittura professionisti, si sogna di poter mostrare agli altri ciò che si sa fare.

Proprio in quest’ottica di rappresentazione scenica, di concerti o di semplici improvvisazioni tra musicisti, ci si chiede quale pianoforte utilizzare.

Perché, si sa, come per i piani acustici, non tutti i pianoforti elettrici sono validi. Alcuni avranno una qualità del suono molto buono per gli ambienti piccoli ma saranno limitati nel momento in cui si tratterà di esibirsi in grandi sale, con un’acustica complicata e rumori di sottofondo.

Oltre al suono, un piano elettrico -per un’esibizione live – dovrà essere pratico, affinché sia facile da trasportare e anche robusto.

Piano elettrico Clavia Nord Stage 2 EX

 

Questo strumento, nella categoria che gli è propria, è davvero considerato come il migliore per esibizioni live: il Nord Stage 2 EX è un prodotto del brand di tastiere rosse Clavia. E occupa meno spazio di un pianoforte a coda.

Questo modello include un pianoforte da più di 1 Giga e che integra una modalità unisono e un arpeggiatore composto di:

  • 5 pianoforti a coda
  • 7 pianoforti verticali
  • 11 pianoforti elettrici
  • Un clavicembalo
  • Un clarinetto
  • Cori
  • Delle corde
  • Strumenti folkloristici
  • Una sezione organo

L’ideale per le tue lezioni di pianoforte! Per prenderle… e perché no, un domani, anche per darle!

Il futuro dell’apprendimento del piano elettrico

Una cosa molto importante, che ogni professore deve considerare nel corso delle sue lezioni, è che non deve mai mancare il piacere da parte dell'alunno. Il corso dev'essere quindi pensato in quest'ottica. Il professore non deve mai perdere di vista il piacere nell’apprendimento della musica.

Nello sport, nel giornalismo e in tanti altri campi, il digitale ha cambiato e sta ancora cambiando i metodi di comunicazione,  i metodi per migliorare la produttività e quelli per facilitare molte operazioni quotidiane.

Il settore della musica non è esente da questi cambiamenti e l’avvenire dei corsi di piano per principianti o esperti nelle scuole di musica, nei conservatori o anche di quelli tenuti da un insegnante privato di musica, si trovano ad avere a che fare con le nuove tecnologie.

Proprio come nella formazione in generale, l’apprendimento della musica e del piano ha avuto una decisa virata 2.0 che potrebbe relegare i metodi di apprendimento tradizionale tra i metodi desueti.

Queste nuove tecnologie offrono:

  • Più interattività: con la moltiplicazione di schermi tattili, sono nate app di piano su smartphone o tablet.
  • Più analisi: grazie all’accumulo di dati raccolti tramite gli strumenti connessi.
  • Più autonomia: cosa che permette di sviluppare il metodo autodidatta. Oggi è molto più semplice di un tempo, tenuto conto delle lezioni di piano online, diventare musicisti “in proprio”.
  • Più immersione: con le nuove tecnologie di intelligenza artificiale, di realtà aumentata o realtà virtuale.

Per cogliere bene l’estensione di questa evoluzione, diamo uno sguardo ad una delle innovazioni che reinventa l’apprendimento della musica e del piano elettrico attraverso niente meno che ologrammi!

Teomirn: quando la realtà aumentata si mescola all’apprendimento del piano elettrico

La capacità di padroneggiare nozioni di base e solfeggio danno sicuramente una possibilità in più di potersi misurare con tutti i tipi di pezzi. Progredire in solfeggio permette di suonare tutti i pezzi che vi piacciono!

Ancora in fase di sviluppo, il progetto Teomirn rischia di sconvolgere l’apprendimento del piano elettrico, per come l’abbiamo conosciuto fino ad oggi…

C’è infatti materiale per far rivoltare nella tomba Beethoven, Mozart e anche Chopin!

Qualcosa di mai visto anche per gli amanti della tecnologia, poiché nessun progetto di apprendimento musicale unito alla realtà aumentata era mai stato pensato fino ad oggi.

Ideato da un team di lavoro di giapponesi, questo piano elettrico moderno e l’app ad esso associata propone due modalità che poggiano su elementi 3D sovrapposti alla realtà:

  1. Una modalità «spettatore», nella quale si impara a suonare il piano tramite l’osservazione.
  2. Una modalità dinamica nella quale una tastiera e due mani compaiono sullo schermo. Grazie a un sistema altamente tecnologico, ci si lascia guidare dalle mani per affinare il proprio tocco sullo schermo e riprodurre le note dei pezzi che si sono scelti per l’esibizione.

Focalizzata sull’insegnamento degli strumenti e, in particolare, del piano, è importante ricordare che il progetto Teomirn non ha per il momento nessuna intenzione di includere nel suo piano la parte teorica dell’apprendimento della musica e dei corsi di piano.

Questa funzionalità, che potrà piacere e aiutare i musicisti principianti, è quindi ancora inesplorata.

Da notare che questo progetto ha avuto un’eco amplissima e ha suscitato l’interesse dei pianisti principianti, adulti o bambini, ma anche dei fan della musica e delle nuove tecnologie, dal momento in cui è stato presentato su YouTube attraverso una serie di video: fate un giro anche voi sul canale per scoprire come si può imparare a suonare il piano grazie a Microsoft Hololens!

Alla ricerca di partner e investitori, la commercializzazione di questo progetto – portato avanti da Ayato Fujii – non è prevista a stretto giro…  ci sarà quindi tutto il tempo per far impazzire gli impazienti, fan della realtà virtuale e musicisti veterani.

Perché scegliere di acquistare un pianoforte elettrico?

Il pianoforte elettrico, in generale, potrebbe essere un ottimo compromesso tra questi genitori indecisi circa l’effettiva necessità ed opportunità di effettuare una grossa spesa, e le richieste i un figlio sempre più appassionato di musica, fosse anche del pianoforte classico.

I puristi non saranno d’accordo. Ma è sicuro che fra il niente ed un pianoforte elettrico, anche un pianista che si inizi alla musica classica preferirà avere tra le mani qualcosa. No?

Si potrà poi sempre decidere di passare, nel giro di pochi mesi, all’acquisto di un vero pianoforte a coda, magari anche d’antiquariato. Le due cose non si escludono reciprocamente.

E se poi magari, da pianista di classica, tuo figlio si trasformasse in un talentuoso e creativo pianista grazie alla tastiera elettrica, potresti addirittura rimanere sbalordito, un giorno dai suoi incassi creativi.

Il vantaggio del pianoforte elettrico è di poter essere sentito anche solo da chi lo suona, grazie alle cuffie Inserisci le cuffie nella presa jack del tuo piano e suona a qualsiasi ora della notte e del giorno!

Oggi, moltissima gente riesce a mettere insieme delle band grazie alla fruibilità di strumenti tecnologici come i pianoforti elettrici che ti abbiamo presentato sopra.

L’attività di pianista alla tastiera elettrica, poi, si combina spesso alla presenza di altri musicisti: un chitarrista, un bassista, un cantante…un batterista…

Come dire, forse non ci hai pensato, ma l’acquisto di un pianoforte elettrico potrebbe in realtà trasformarsi in un’occasione di socialità dedicata, per tuo figlio o per te stesso.

Le interazioni che nascono tra musicisti in sintonia, le amicizie profonde che si sviluppano suonando insieme uno stesso brano sono davvero senza prezzo.

Diciamo, anche, che la socialità e lo scambio incoraggiati da uno strumento come il pianoforte elettrico sono di certo superiori a quelle consentite dalla sola pratica del pianoforte classico, da solo davanti ad uno spartito, eseguendo i brani al massimo davanti al proprio insegnante.

Questo senza nulla voler togliere alla meraviglia della musica classica eseguita al pianoforte, che per noi di Superprof resta il non plus ultra in termini di arte.

Se vorrai potrai condivider la spesa di questo strumento con un gruppo di amici. Potreste anche poi, decidere di dividere le spese per prendere una lezione di gruppo di pianoforte elettrico. Scoprire insieme le basi della musica, solfeggio, tempi, ritmi, diteggiatura, ed arriverete insieme alla vera e propria pratica.

Alcuni di voi si appassioneranno davvero al pianoforte elettrico, decideranno di comprarne uno personale. Altri prenderanno altre strade musicali, scoprendo di apprezzare meglio altri strumenti.

La cosa certa è che l’esperienza di ritrovarsi periodicamente a cadenza infrasettimanale attorno ad uno strumento musicale è qualcosa che non dovrebbe davvero mancare nella vita di un giovane adolescente ed arricchirebbe anche il quotidiano di qualsiasi adulto.

Il pianoforte elettrico potrebbe trasformarsi in un condotto di evacuazione di stress, problemi e pesantezze.

La musica aiuta a liberarsi dalla stanchezza mentale, rigenera lo spirito e quindi anche il fisico, come conseguenza indiretta.

All’estero, infatti, molte scuole dispongono di strumenti messi a disposizione di studenti che, nelle pause e su prenotazione, possono svagarsi, dar sfogo alla creatività, liberare le proprie emozioni e, perché no, scoprirsi estremamente talentuosi.

Molta gente ha scoperto così la propria vera via, la propria vocazione.

La musica, grazie alla trasportabilità propria degli strumenti elettrici, diventa veicolo di valori, allenta le tensioni, sviscerando un potere educativo senza eguali.

I presidi più attenti lo sanno e cercano oggi, anche qui in Italia, di invitare i giovani a dedicarsi alla musica. Il fenomeno delle gang, le depressioni adolescenziali ed anche i tassi di suicidio possono essere problemi affrontati con successo dall’introduzione della musica nel quotidiano di ognuno di noi.

È sicuramente molto più economico, a fronte del rischio di spendere svariate migliaia di euro per un piano a coda. Prima di passare ad un piano così, impara a suonare su una tastiera elettrica!

Dare al proprio figlio la possibilità di scoprire ed imparare a suonare uno strumento come il pianoforte elettrico, può essere davvero la via di fuga rispetto a tante problematiche giovanili che non immaginiamo nemmeno e che un adolescente potrà, davanti alla tastiera, convertire in emozioni passeggere, da veder scorrere sotto a veloci ed abili dita.

Prova tre strumenti e scopri se il pianoforte elettrico fa per te e per i tuoi amici.

Sei dotato? Tutti scappano quando suoni? Abbassa il volume del tuo pianoforte elettrico o inserisci una bella cuffia. Ora continua a suonare e non ti curar di loro….

Del resto, puoi sempre decidere di farti aiutare da un insegnante privato per imparare a suona il pianoforte elettrico.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar