Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Cosa insegnano sulla lingua anglosassone alle medie e al liceo?

Scritto da Catia, pubblicato il 18/07/2017 Blog > Lingue straniere > Inglese > Corso di Inglese: il Programma Scolastico!

L’inglese è la lingua più studiata nelle scuole secondarie di primo e secondo grado. 

Il motivo è molto semplice e logico: la lingua di Shakespeare è la terza lingua più parlata al mondo ed è parte integrante della vita quotidiana degli Italiani attraverso la musica, le serie TV e i film proposti al cinema.

Come sappiamo bene, gli audiovisivi in Italia non sono sottotitolati, ma vengono doppiati. Secondo molti è questo il motivo per cui gli abitanti del Bel Paese perdono un’enorme potenziale per imparare la lingua inglese.

Nonostante il doppiaggio, vedere un film americano o inglese ti apre comunque a dei riferimenti socio-culturali tipici delle culture anglofone.

L’onnipresenza del corso e della lezione di inglese a scuola e nella nostra vita sembra far dimenticare quanto sia difficile in realtà acquisire questa lingua, soprattutto all’orale.

Alla fine delle scuole superiori ogni studente dovrebbe essere in grado di raggiungere almeno il livello B2 di conoscenza di una lingua straniera.

Lo studio delle lingue nella scuola italiana vorrebbe applicare le direttive europee per cui si raccomanda la conoscenza di almeno due lingue straniere.

In effetti, alle medie si studiano due lingue, ma per una serie di motivi non noti, alle scuole superiori ne rimane una sola, nella stragrande maggioranza dei casi è l’inglese.

Lo scopo dell'insegnamento dell'inglese nella scuola pubblica è aumentare le competenze linguistiche e promuovere la conoscenza di altre culture. La scuola pubblica dovrebbe andare oltre le basi dell’inglese!

Ci sono due capisaldi per l’insegnamento dell’inglese nella scuola italiana:

  • lo sviluppo delle competenze linguistiche
  • l’avvicinamento a una cultura diversa

Gli esami finali di terza media e di maturità testano anche le competenze acquisite durante lo studio dell’inglese a scuola.

Il livello delle competenze in inglese

Il Quadro Comune Europeo (CEFR) di riferimento è la griglia utilizzata per valutare lo stadio di conoscenza e d’insegnamento delle lingue straniere.

Anche la scuola italiana ne fa uso per stilare i suoi programmi del corso di inglese per le medie e le scuole superiori.

Esistono due stadi principali:

Stadio 1

Livello A1: fine della scuola elementare

L’allievo deve essere in grado di comunicare con parole semplici della vita quotidiana.

Livello A2: scuole superiori di I grado (medie)

Su argomenti della vita quotidiana e familiare lo studente di livello A2 può condividere informazioni semplici e basilari.

Stadio 2

Livello B1: fine della scuola dell’obbligo

Lo studente ha acquisito le competenze necessarie per raccontare un viaggio e altri aneddoti. In una conversazione è in grado di difendere le proprie idee o spiegare i propri progetti scolastici o professionali.

Livello B2: esami di maturità

Il maturando capisce le idee di un testo, è in grado di spiegare il suo punto di vista su un fatto di attualità e di prendere parte a una discussione. Può anche dare vita a una conversazione spontanea in inglese con altre persone madrelingua inglese o meno.

Il programma d’inglese nella scuola media

Alle medie l’apprendimento della lingua inglese si basa essenzialmente sull’interazione orale e la comprensione scritta della lingua. L’inglese, come le altre materie, fa parte delle conoscenze basilari da acquisire.

Alle medie vengono gettate le basi per l'apprendimento della grammatica e l'avvicinamento alla cultura anglosassone. Qual è il programma d’inglese delle scuole medie?

Attraverso l’apprendimento dell’inglese i pre-adolescenti si aprono a un’altra cultura, affinano il loro senso critico e aprono la loro mente verso altre abitudini e modi di vivere.

L’insegnamento mira a promuovere le competenze grammaticali, fonologiche e lessicali dello studente.

L’apprendimento della lingua inglese si basa su quattro assi principali:

  1. Comprensione orale: in prima media lo studente deve essere in grado di comprendere messaggi e annunci che riguardano situazioni della vita quotidiana. In terza media il campo si allarga a registri più ampi.
  2. Produzione orale: in terza media lo studente deve essere in grado di interagire in conversazioni che riguardano le situazioni della vita quotidiana e familiare, descrivere persone, situazioni ed esperienze vissute.
  3. Comprensione scritta: lo studente deve capire un brano scritto, coglierne l’argomento principale e le informazioni che vengono date;
  4. Produzione scritta: l’alunno sarà in grado di scrivere messaggi e lettere motivando le sue opinioni e le sue scelte, rispondere a questionari e fare domande sui testi.

Le nozioni essenziali di sintassi e fonologia sono inclusi in questo programma di apprendimento dell’inglese.

Un altro aspetto molto importante è l’avvicinamento alla diversità culturale, agli accenni storici, per prevenire la nascita di alcuni cliché che sono duri a morire…

Imparare le basi della cultura o meglio delle culture anglofone con riferimenti culturali ai paesi di lingua ufficiale inglese.

I contenuti culturali da veicolare alle medie sono:

  • Stile di vita quotidiano: la scuola, le abitudini alimentari, la casa e la famiglia, le professioni, l’habitat, i codici socio-culturali sono alcuni dei temi trattati.

Imparare l'inglese a scuola significa anche avvicinarsi alla cultura anglosassone. Nei programmi scolastici di inglese sono inclusi i riferimenti culturali!

  • Storia e cultura: approfondimenti di aspetti della cultura anglosassone come le tradizioni e le festività.
  • Riferimenti geografici: fauna e flora dei maggiori paesi anglofoni: Regno Unito, Stati Uniti, Australia…
  • Patrimonio artistico e letterario: accenno a personaggi storici e del mondo artistico e letterario (Isaac Newton, Enrico VIII, Robinson Crusoe).

Il programma d’inglese al liceo

Nelle scuole superiori il livello di conoscenza dell’inglese dovrebbero raggiungere il B1/B2 del Quadro Comune Europeo.

Lo studente dovrebbe dimostrare una buona padronanza della lingua e della letteratura anglosassone. Dovrebbe fare frasi corrette dal punto di vista grammaticale e avere una maggiore varietà di lessico. Anche se ci sono ancora degli errori nella produzione orale, tutto sommato, lo studente è in grado di spiegare le proprie idee.

L’insegnamento delle scuole superiori parte dal livello d’inglese che presumibilmente si è raggiunto alle medie, quindi dal livello A2 per approfondire:

  • strutture morfo-sintattiche, in particolare i tempi verbali e il modo di usarli per poter comunicare in modo efficace;
  • ampliamento lessicale: il vocabolario dello studente include una vasta gamma di argomenti: dai vestiti all’ambiente, dalla casa allo sport, dal tempo ai sentimenti personali;
  • cultura: alle scuole superiori si studia il periodo storico che va dalla Restaurazione al Romanticismo nella letteratura inglese e americana, trattando gli artisti più rappresentativi di ogni filone.

Un corso di inglese delle scuole superiori sono quindi suddivise tra la grammatica (incluso il lessico) e la letteratura.

In che modo viene insegnato l’inglese?

La metodologia dovrebbe essere incentrata sull’autonomia dello studente. Significa che un ragazzo del liceo deve essere spronato a rielaborare i contenuti che ha imparato a scuola e applicarli ad altre situazioni della vita.

L’ideale sarebbe praticare l’inglese durante un viaggio, o semplicemente interagendo con amici anglofoni o turisti in visita in città.

Una parte fondamentale della metodologia riguarda il pair work o group work. Sono momenti che in realtà nel sistema scolastico italiano, incentrato sull’individuo, non trovano molto spazio.

Nei programmi d’inglese invece c’è sempre un momento per il lavoro di gruppo, la rappresentazione di una situazione, il dibattito e altri esercizi in cui bisogna imparare a lavorare insieme agli altri.

Come valutare l’apprendimento degli studenti?

Come in altre materie sono previste delle verifiche periodiche per fare il punto sull’apprendimento dello studente attraverso:

  • interrogazioni brevi (scritte e orali);
  • prove strutturate (la verifica);
  • esercizi (rielaborazione, completamento del testo, domanda a risposta chiusa e aperta);
  • elaborazione di brevi temi.

Con i ragazzi delle suole superiori è anche possibile usare nuove forme d’apprendimento:

  • il ricorso alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione: finalmente un po’ di spazio alla modernità. Le famose aule informatiche servono anche per usare del materiale online per l’approfondimento dell’inglese. Le scuole più all’avanguardia usano i learning management system (LMS), dei network riservati ai propri studenti dove approfondire lo studio con esercizi digitali.
  • la mobilità: viaggi scolastici all’estero, scambi studenteschi, esperienze di studio all’estero sono diverse opzioni tra cui uno studente del liceo può scegliere per migliorare l’inglese nel quadro dell’apprendimento scolastico. E’ un modo per entrare direttamente in contatto on gli studenti stranieri e vivere in prima persona il modo di vivere studiato sui libri d’inglese.

L'inglese s'impara viaggiando, anche in gita scolastica nel Regno Unito. I viaggi d’istruzione a Londra sono un ottimo modo per immergersi nella cultura anglosassone!

  • l’accesso alla lettura e alla scrittura: i liceali hanno una maggiore autonomia nella ricerca di modi d’apprendimento e sono maggiormente in grado di apprezzare un libro in inglese senza la guida dell’insegnante.

Per saperne di più sulla storia e la cultura dei paesi anglofoni, è possibile adottare il CLIL (Content and Language Integrated Learning) durante gli ultimi anni delle scuole superiori. Si tratta di imparare una materia scolastica direttamente in lingua inglese: storia dell’arte, storia, scienze, geografia…

In questo modo i liceali sono esposti in modo naturale a un vocabolario molto vasto, ma allo stesso tempo specifico della materia studiata. Questo permetterà ai ragazzi di affrontare dei testi complessi e specifici, scrivere e sintetizzare le informazioni ricevute o imparare a correggere da soli i propri errori.

Il livello B2 aprirà agli studenti le porte delle università all’estero, e comunque offrirà un vantaggio per l’idoneità linguistica all’università.

Sulla carta, il programma scolastico di inglese è perfettamente in grado di preparare i ragazzi per un mondo in cui non si può non conoscere la prima lingua internazionale.

Tuttavia, a giudicare dal numero di studenti che prende lezioni private d’inglese, l’applicazione pratica dei programmi ministeriali non è proprio da B2.

 

Condividi

I nostri lettori hanno apprezzato questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar