Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Dove dare lezioni private per guadagnare di più

Di Catia, pubblicato il 18/10/2017 Blog > Lezioni private > Ripetizioni > Chi Paga di Più per le Ripetizioni e Dove Trovi il Salario Migliore?

Che tu sia uno studente, un insegnante della pubblica istruzione o un professionista della formazione puoi sempre fare appello a diversi enti attivi nella formazione e nel sostegno scolastico.

Sta a te scegliere la soluzione che desideri: un lavoro a tempo pieno o un impegno occasionale per arrotondare lo stipendio.

Bisogna anche scegliere l’ente di formazione che risponde alle tue aspettative in termini di remunerazione e carico di lavoro.

Ti starai sicuramente chiedendo: quale ente di formazione paga di più?

Scopri le informazioni di cui hai bisogno per sapere tutto sul mondo delle ripetizioni!

Le tariffe delle lezioni private presso i maggiori attori del settore

Hai qualche difficoltà con la tariffa di un corso di recupero delle materie scolastiche?

Per capire quanto pagano i datori di lavoro, cominciamo dalla legislazione in fatto di contratti.

La paga di un insegnante che lavora presso una società di formazione, un’associazione, una scuola di lingue dipende dal CCNL che viene applicato.

In questo caso stiamo parlando di lavoro subordinato, e la paga non solo dipende dal settore, ma anche dall’esperienza dell’insegnante.

Approssimativamente queste sono le retribuzioni:

  • circa 13€ l’ora per gli insegnanti di lingua
  • intorno a 20€ l’ora per un consulente in formazione junior
  • fino a 40€ l’ora per un profilo senior

La cifra più alta normalmente si applica a settori come l’informatica, l’ingegneria e riguarda soprattutto chi lavora come formatore aziendale.

La paga di un insegnante che dà ripetizioni dipende dal contratto e dall'ente per cui lavora, se autonomo è tutta una questione di contrattazione. Sono molti gli insegnanti che lavorano per gli enti di formazione come autonomi!

Il profilo di chi dà ripetizioni o lavora per organismi che si occupano di aiuto compiti o recupero anni scolastici è più vicino a quello di un insegnante che lavora presso una scuola di lingue privata.

Molti insegnanti, poi, non hanno un contratto di lavoro come dipendenti, ma lavorano come autonomi se svolgono l’attività in maniera occasionale, o con partita IVA.

In questo caso, il CCNL è poco indicativo perché il lavoratore autonomo di solito non ha lo stesso potere di contrattazione, per cui la sua tariffa oraria tenderà ad essere più bassa.

Facendo un giro sulla rete è possibile avere un’idea di quanto pagano i più grandi organismi nel settore delle lezioni private.

CEPU e Grandi Scuole

I tutor privati di CEPU lavorano da anni con i ragazzi universitari che hanno bisogno di preparare gli esami. Grandi Scuole invece è specializzato nel recupero degli anni scolastici e, da qualche anno, offre anche un servizio di ripetizioni scolastiche a pagamento. Se  cerchi su internet ripetizioni milano potresti trovare uno dei loro annunci.

Alcuni tutor hanno solo la funzione di insegnanti e formatori, quindi danno lezioni sulla loro materia di competenza.

In altri casi, invece, l’insegnante deve anche acquisire nuovi clienti. Da testimonianze presenti nel web, pare che alcuni insegnanti abbiano una lista di persone da contattare per proporre i servizi di CEPU.

Come insegnanti, si dovrebbe applicare il CCNL corrispondente e avere una retribuzione oraria intorno ai 13€ l’ora. Per l’attività di call center, invece, la tariffa dovrebbe aggirarsi sui 7.5€.

Sarebbe interessante capire quale tipo di contratto viene applicato quando si svolgono entrambe le funzioni.

Gli organismi che si occupano di aiuto compiti e ripetizioni

Il sistema delle ripetizioni e del recupero delle materie scolastiche in Italia viene fatto principalmente tramite le associazioni e i privati.

Anche se per alcuni beneficiari del doposcuola scolastico le lezioni sono gratuite, le associazioni devono comunque pagare gli insegnanti, a meno che non sia un’attività di volontariato.

Questo non è il tuo caso, perché le ripetizioni ti servono per completare il tuo salario.

Anche se lavori per un ente che fornisce un servizio di doposcuola devi essere pagato in qualità di formatore e insegnante privato. Gli insegnanti del doposcuola non necessariamente sono volontari!

Il vantaggio delle associazioni che si occupano di ripetizioni è che lo fanno direttamente nei locali delle scuole. Questo vuol dire che gli studenti sono tutti nello stesso posto, le ore sono contigue e quindi non hai i costi per lo spostamento da una parte all’altra.

Inoltre le associazioni difficilmente pagano un affitto per usare i locali scolastici, anzi il loro è un servizio di pubblica utilità, quindi la scuola ha tutto l’interesse ad averle.

Si spera che il risparmio sui costi di gestione si traduca in uno stipendio più alto per gli insegnanti.

E’ bene ripeterlo che indipendentemente dalla natura del servizio per i beneficiari, l’insegnante è sempre pagato, a meno che non faccia il suo lavoro nell’ambito del volontariato, ma i patti devono essere chiari fin dall’inizio.

La tariffa media che un’associazione di doposcuola dà agli insegnanti è di 10€.

Lavorando con i bambini e i ragazzi delle scuole, è ovvio che le lezioni si possono tenere solo per un paio d’ore pomeridiane.

Facendosi un paio di calcoli, forse insegnare per un associazione non è poi così remunerativo…

Chiedi informazioni alle realtà che operano nelle scuole vicino casa tua, sapranno senz’altro darti informazioni più precise sulle tariffe e l’orario di lavoro.

Superprof

Per finire, prendiamo in considerazione la piattaforma di Superprof.

Come insegnante ti puoi iscrivere e contattare gli studenti gratuitamente.

E’ l’allievo che paga il costo dell’intermediazione per mettersi in contatto con te.

Inoltre, sei tu che scegli il tuo salario lordo, e il netto varia a seconda della tua situazione lavorativa in generale.

In realtà Superprof non è un’ente di formazione, è un partner privilegiato nel settore delle lezioni private.

Scopri anche come dichiarare i proventi delle lezioni private!

Quale ente di formazione paga meglio?

Per capire qual è l’organismo di formazione che paga di più è bene capire e forse fissare per la prima volta una distinzione tra formatore e insegnante, ripetizioni, lezioni private, aiuto compiti, doposcuola e recupero anni scolastici.

Per quanto siano confini molto stretti, tutti questi ambiti in realtà riguardano figure professionali anche molto diverse tra loro. Quello che le unisce è la trasmissione della conoscenza da privato a privato al di fuori del sistema scolastico nazionale.

Cominciamo dall’ambito più lontano dalle ripetizioni: la formazione aziendale.

La figura del formatore

Alcuni enti di formazione sono società specializzate nella formazione aziendale e istituzionale e agli adulti. Raccolgono un gruppo di professionisti in diverse materie che tengono corsi presso le aziende e la pubblica amministrazione.

Gli ambiti sono i più diversi perché vanno dalla sicurezza sul lavoro ai corsi di lingua.

Per lavorare nel settore pubblico questi enti devono essere riconosciuti dallo stato. In particolare, ci sono gli enti che si occupano di formazione agli adulti, formazione continua e lavorano con le risorse del Fondo Sociale Europeo e offrendo corsi per disoccupati o altre categorie di lavoratori svantaggiati.

La paga dei formatori è inquadrata dal CCNL e di solito è la più alta nel settore.

Recupero di anni scolastici

I ragazzi che perdono uno o più anni a causa delle bocciature, possono rivolgersi a organismi specializzati nel recupero degli anni scolastici.

Ci sono molti istituti privati che offrono corsi in tutte le materie scolastiche di tutti gli indirizzi dal liceo scientifico al tecnico industriale.

Il vantaggio è che si lavora in modo intensivo, riuscendo a fare il programma scolastico di due anni.

Gli insegnanti di questi istituti dovrebbero avere le stesse caratteristiche dei docenti di scuola, e anche stipendi simili.

Lezioni private e ripetizioni

Le lezioni private sono, un termine molto generico per riferirsi a lezioni prese privatamente e possono riguardare le materie scolastiche, ma non necessariamente!

Puoi dare lezioni private di filosofia a una ragazza del liceo e in quel caso sono ripetizioni.

Lo stesso vale per un ragazzo dell’università a cui insegni diritto, ma in quel caso si tenderà a parlare di lezioni perché la parola ripetizioni è più associata alla scuola secondaria. E’ difficile che uno studente universitario cerchi ripetizioni pisa online, piuttosto cercherà lezioni pisa.

Puoi dare lezioni di pittura, fotografia, informatica, musica… Se non si tratta di materie scolastiche non verranno mai chiamate ripetizioni.

Le lezioni private fatte autonomamente sono più remunerative, ma se hai un organismo di intermediazione che ti trova gli studenti, guadagni ancora di più! Per guadagnare di più dai corsi privati è meglio concentrarsi sulla preparazione delle lezioni!

Per ripetizioni s’intendono lezioni private che vertono sulle materie scolastiche. Si tratta sostanzialmente di aiutare i ragazzi del liceo o delle medie a recuperare un’insufficienza a scuola o migliorare il profitto generale colmando delle lacune.

Puoi dare lezioni private e ripetizioni da solo, oppure tramite una piattaforma che ti mette in relazione con altri studenti, o ancora tramite un’associazione.

Se sei indipendente, ma hai qualcuno che trova gli studenti per te guadagni più!

Aiuto compiti e doposcuola

Siamo sempre nell’ambito delle ripetizioni, ma di solito l’aiuto compiti riguarda bambini della scuola primaria o al limite delle medie. Difficilmente dirai che aiuti un ragazzo del liceo con i compiti. Piuttosto, parlerai di ripetizioni.

La diversa dicitura non è solo formale, ma anche sostanziale, perché l’aiuto compiti per bambini viene pagato di meno. Probabilmente l’idea è che sono nozioni davvero basilari che non richiedono molto sforzo intellettuale.

In realtà per lavorare con i bambini oltre a essere esperti in materia servono anche doti da educatore, e a dirla tutta, a volte è davvero difficile insegnare le basi!

Il doposcuola è un servizio di aiuto compiti e ripetizioni che viene offerto da associazioni presso le scuole pubbliche, o presso la propria sede.

Di solito si attiva negli istituti comprensivi, quindi per i bambini e ragazzi della scuola primaria e secondaria di primo grado, ossia elementari e medie.

Il guadagno dell’insegnante è mediato dall’organismo che fornisce il servizio di aiuto compiti.

Quindi è più conveniente lavorare come autonomo o per un ente di formazione?

Le tariffe in funzione delle materie e dell’esperienza

C’è un altro indicatore da tenere a mente per capire quale sarà il tuo salario: la materia insegnata.

Ogni anno uno studio della Fondazione Einaudi indica che:

  • il mercato delle ripetizioni scolastiche in Italia si aggira intorno a 1 miliardo di euro;
  • il 90% è in nero
  • la tariffa media degli insegnanti è di circa 27€ l’ora
  • le materie più pagate sono matematica, latino e greco

Questi dati sono raccolti intervistando le famiglie che beneficiano del servizio di ripetizioni a domicilio. Ma cosa dicono gli insegnanti? Prendono davvero 33€ l’ora per matematica?

Dimmi che competenze hai e ti dirò quanto guadagnerai. La tariffa oraria dell’insegnante dipende dalle sue competenze, l’esperienza e la materia insegnata!

In realtà, molto dipende anche dalle proprie competenze, dalla formazione e dall’esperienza.

Per avere un’idea di quanto prende un insegnante in una materia specifica nella tua città fai un giro sul motore di ricerca interno di Superprof. Ricorda che le tariffe vengono scelte direttamente dall’insegnante!

In sintesi: il tuo guadagno dipende dal contratto che ti viene fatto o dal tuo potere di contrattazione se sei autonomo o libero professionista.

Inoltre devi considerare che la tariffa varia a seconda del tipo di insegnamento privato che offri:

  • formazione aziendale
  • formazione professionale
  • recupero anni scolastici
  • lezioni private
  • ripetizioni
  • aiuto compiti

Infine, la materia che insegni e le tue competenze personali e professionali fanno la differenza sulla tua tariffa oraria!

Ti sei già informato su quale statuto è meglio avere per dare lezioni private?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar