"Ti dico che la donna non deve dipendere dalla protezione dell'uomo, ma deve sapere come proteggere se stessa, e qui prendo posizione". -Susan B. Anthony 

Nel passato, molte ingiustizie hanno privato alcune donne e alcune minoranze della loro dignità e dei loro diritti come esseri umani.

Le donne non hanno sempre avuto il rispetto e l'autorizzazione che meritavano; pensiamo al fatto che le donne di tutto il mondo non potevano votare o essere coinvolte in partiti politici.

Per fortuna i tempi sono cambiati. Tuttavia, prenderemo in considerazione alcune informazioni su un movimento critico noto come suffragio e parleremo poi della differenza tra suffragisti e suffragette. 

I migliori insegnanti di Storia disponibili
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (24 Commenti)
Lorenzo
38€
/h
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (12 Commenti)
Stefano
15€
/h
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (14 Commenti)
Francesco
22€
/h
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Prima lezione offerta!
Cinzia
4,9
4,9 (6 Commenti)
Cinzia
20€
/h
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (7 Commenti)
Riccardo
15€
/h
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (24 Commenti)
Lorenzo
38€
/h
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (12 Commenti)
Stefano
15€
/h
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (14 Commenti)
Francesco
22€
/h
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Prima lezione offerta!
Cinzia
4,9
4,9 (6 Commenti)
Cinzia
20€
/h
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (7 Commenti)
Riccardo
15€
/h
1a lezione offerta>

Informazioni di background sull'era del suffragio

Il XX secolo è stato segnato da molti eventi storici che hanno cambiato in modo permanente il volto della storia. L'umanità ha imparato molte lezioni preziose da eventi passati come la prima guerra mondiale, la seconda guerra mondiale, la crisi missilistica cubana, la grande depressione, la rivoluzione russa e il primo uomo sulla luna.

Inoltre, è essenziale affermare che il XX secolo non sarebbe stato lo stesso senza il movimento delle suffragette. 

Cos'è il movimento per il suffragio?

Il movimento per il suffragio, noto anche come suffragio femminile, era la lotta per il diritto delle donne di votare e candidarsi. Il movimento per il suffragio fa parte del movimento generale di emancipazioe delle donne che si è verificato nei paesi di tutto il mondo; in particolare negli Stati Uniti, in Francia, nel Regno Unito e anche in Italia. Molte donne hanno formato organizzazioni per unire le forze e lottare per il suffragio femminile.

A fine del 1800 in Italia nascono le prime organizzazioni per il riconoscimento dei diritti femminili. (Nel 1899 nasce l'Unione Femminile Nazionale).

Dopo alcuni anni, i diritti delle donne sono diventati un argomento scottante. I gruppi di donne si sono concentrati su svariati argomenti per l'emancipazione femminile attraverso il lavoro, i diritti delle donne negli ambienti lavorativi, e anche tematiche come la violenza sulle donne, la prostituzione e poi ha sempre più preso piede il movimento per il suffragio.

L'era del suffragio è stata segnata da molti eventi un po0 movimentati: insulti ai politici, scherno nei media, mancanza di ascolto, disobbedienza civile...

Alcuni dei personaggi chiave del movimento delle suffragette includono Anna Maria Mozzoni, Ersilia Majno, Alessandra Ravizza, Ada Negri Garlanda...

È essenziale affermare che il movimento delle suffragette trovò una pausa nel 1914 a causa della prima guerra mondiale. Tuttavia, ciò non significava che la lotta fosse finita, ma mentre nella maggior parte dell'Europa dopo pochi anni le donne ottengono libertà di voto, in Italia si deve aspettare il 1945.

Chi è un suffragista?

Anche gli uomini hanno lottato per arrivare al suffragio femminile
Millicent Fawcett in Inghilterra ha lottato per i diritti delle donne

Per ogni movimento politico che innesti il cambiamento, ci sono sempre notevoli gruppi di persone che esprimono il proprio dissenso e impiegano le loro forze per migliorare la situazione. Alcuni lo fanno come se fossero guerrieri silenziosi, mentre altri fanno la differenza conquistando il cuore degli ascoltatori in modo più prorompente.

Chi furono i primi pionieri del movimento di suffragio? 

Senza dubbio, ci sono state molte personalità e gruppi di persone di spicco che hanno combattuto per i diritti delle donne nel XIX e XX secolo. Tuttavia, coloro che hanno fatto sentire la loro voce durante le prime fasi del movimento del suffragio, sono conosciuti come i suffragisti.

Le suffragette erano un gruppo di donne che hanno organizzato una petizione che chiedeva che tutte le donne ottenessero gli stessi diritti degli uomini. Per ricevere ulteriore riconoscimento e più visibilità, le donne si sono rivolte ad alcuni uomini di potere, come Turati, Sonnino, Mirabelli e Treves.

Questi ultimi sostennero il movimento per il suffragio e aiutarono le suffragiste in ogni modo possibile. Ma ai loro tentativi di creare emendamenti per dare alle donne il diritto di voto, il parlamento ha risposto in modo negativo.

Nonostante questo, le suffragette non erano pronte a arrendersi, hanno continuato a combattere e sono state coinvolte altre donne di ogni ceto sociale. Sono nate Unioni Femminili e Leghe e i gruppi per i diritti delle donne si sono maggiormente sviluppati.

È essenziale affermare che molte donne coinvolte nelle prime fasi del movimento per il suffragio, le suffragette, hanno adottato una linea moderata per i diritti delle donne, ma erano attiviste instancabili che volevano sinceramente raggiungere un cambiamento. 

La principale differenza tra una suffragista e suffragetta è il fatto che le suffragette hanno adottato un approccio più pacifico e non conflittuale per cercare di vincere il voto popolare e cambiare i diritti delle donne. Tuttavia, poiché i suffragisti credevano nel cambiare le opinioni delle persone mostrando modi rispettabili e spiegando le cose attraverso argomenti logici e fatti freddi e duri, non sono riusciti a plasmare la storia delle donne alla fine del XIX secolo.

I migliori insegnanti di Storia disponibili
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (24 Commenti)
Lorenzo
38€
/h
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (12 Commenti)
Stefano
15€
/h
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (14 Commenti)
Francesco
22€
/h
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Prima lezione offerta!
Cinzia
4,9
4,9 (6 Commenti)
Cinzia
20€
/h
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (7 Commenti)
Riccardo
15€
/h
Prima lezione offerta!
Lorenzo
5
5 (24 Commenti)
Lorenzo
38€
/h
Prima lezione offerta!
Stefano
5
5 (12 Commenti)
Stefano
15€
/h
Prima lezione offerta!
Francesco
5
5 (14 Commenti)
Francesco
22€
/h
Prima lezione offerta!
Jacopo e.
4,9
4,9 (14 Commenti)
Jacopo e.
20€
/h
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (11 Commenti)
Alfredo
15€
/h
Prima lezione offerta!
Alfredo
5
5 (14 Commenti)
Alfredo
10€
/h
Prima lezione offerta!
Cinzia
4,9
4,9 (6 Commenti)
Cinzia
20€
/h
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (7 Commenti)
Riccardo
15€
/h
1a lezione offerta>

Chi è una suffragetta?

Dopo i falliti tentativi dei suffragisti negli ultimi decenni del XIX secolo, le suffragette sono emerse all'inizio del XX secolo e hanno chiesto un cambiamento.

Le suffragette protestavano per avere il diritto di voto femminile
Le suffragette partecipavano a molte proteste che a volte diventavano violente (fonte: pixabay)

Il diritto di voto delle donne dovrebbe diventare realtà! 

Come è stato sottolineato sopra, molte altre osservatrici che volevano incitare al cambiamento credevano che i metodi dei suffragisti fossero troppo "formali" o "civili"; pertanto, la credenza popolare era che fossero necessari metodi più militanti e aggressivi per vedere i risultati nel movimento per il suffragio.

Il motto "Fatti non parole" è stato adottato dalle suffragette coraggiose, audaci e senza paura.

A questo punto il movimento per l'emancipazione femminile diventa più diffuso, sempre più donne hanno la consapevolezza della propria identità e del proprio valore e cercano di utilizzarli per farsi valere. Si sente parlare di femminismo dentro le Università, nei Centri di Documentazione, nelle Cooperative di donne, nelle biblioteche di genere.

Sebbene esistessero gruppi di suffragette distinti nel primo decennio del XX secolo, erano uniti in un'unica cosa: ottenere diritti per le donne. 

Le suffragette scrivevano molti articoli ogni settimana per incoraggiare altre donne a unirsi alla lotta e mostrare apertamente le loro frustrazioni per il rifiuto del governo di concedere loro uguali diritti.

In Italia il diritto di voto alle donne viene esteso solo nel 1945 e sarà poi negli anni '70 che il movimento femminile diventa ancora più di massa. Le donne manifestano nelle piazze principali per rivendicare il diritto di divorziare o di interrompere una gravidanza indesiderata o per rimuovere il delitto d'onore.

In conclusione, l'approccio delle suffragette era molto deciso, invadente e energico. Tuttavia, è essenziale affermare che i continui sforzi delle suffragette non furono vani poiché, dopo al termine della seconda guerra mondiale ad alcune donne fu concesso il diritto di voto libero.

Fatti interessanti sul movimento delle suffragette

Oggi le donne hanno il diritto di votare quasi ovunque
Città del Vaticano rimane l'unico posto al mondo nel quale il suffragio femminile è ancora ristretto

Sebbene molti possano credere che il movimento suffragista abbia avuto luogo principalmente tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX secolo in Italia, ci sono molti fatti intriganti che mostrano che era molto di più.

Il movimento per il suffragio ha avuto luogo in tutto il mondo e non solo tra la fine del 1800 e l'inizio del 1900. 

Senza ulteriori indugi, i seguenti sono alcuni aspetti interessanti del movimento di suffragio:

  • Nel 2015, l'Arabia Saudita ha finalmente concesso alle donne il diritto di voto, alcune aree richiedono più tempo di altre!
  • Negli Stati Uniti d'America, il Mississippi è diventato l'ultimo stato ad approvare il diritto di voto per le donne nel 1984.
  • Nel 1979, le Nazioni Unite hanno definito il suffragio femminile o il diritto di voto delle donne o l'uguaglianza delle donne un diritto umano assoluto che tutte le nazioni dovrebbero accettare e onorare.
  • La Finlandia è diventata il primo paese europeo a concedere il diritto di voto alle donne nel 1906. Inoltre, la Finlandia è stato il primo paese a consentire alle donne di entrare in carica in Parlamento.
  • Avevi l'impressione che tutte le suffragette fossero donne o che tutti gli anti-suffragisti fossero uomini? Se è così, ti sbagliavi di grosso. È essenziale ricordare che numerosi uomini si dedicarono alla causa delle suffragette e le aiutarono a guadagnarsi i loro diritti. Inoltre, vari anti-suffragisti includono donne di spicco nel XIX secolo che hanno espresso il loro disgusto per il movimento di suffragio.

I fatti sopra menzionati rendono il movimento del suffragio intrigante e degno di studio.

Definizioni dell'articolo su suffragisti e suffragette

Se nella lettura di questo articolo, hai letto termini specifici che non hai capito bene, non sei solo. Poiché l'era del suffragio è stato un movimento politico che ha avuto luogo prevalentemente molto tempo fa, ci sono parole specifiche che devono essere definite correttamente.

Cos'è l'Unione Femminile Nazionale?

Nasce nel 1899 per la parità dei diritti sociali, civili e politici e oggi si impegna nella tutela dei diritti umani.

“L’Unione femminile si è costituita per l’elevazione ed istruzione della donna, per la difesa dell’infanzia e della maternità, per dare studi ed opera alle varie istituzioni di utilità sociale, per riunire in una sola sede le Associazioni ed Istituzioni Femminili, con il vantaggio per le socie: a) di avere una Sede decorosa.; b) una Biblioteca in comune; c) una sala di lettura.; d) conferenze, corsi di lezioni, trattenimenti”.

In cosa consiste la disobbedienza civile? 

Quando una persona è coinvolta nella disobbedienza civile, si ribella e si rifiuta di ascoltare leggi specifiche stabilite da un governo o da un potere internazionale. La disobbedienza civile è non violenta e può comportare proteste pacifiche o resistenza non violenta.

Comprendere i ruoli dei suffragisti e delle suffragette è essenziale per mantenere rispetto per le donne che hanno lottato duramente per rendere il mondo un posto migliore e più equo.

Bisogno di un insegnante di Storia?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 1 vote(s)
Loading...

Alice

Colleziono quaderni e penne da scrivere, amo i fogli bianchi ma ancora di più amo riempirli con le mie parole. Copywriter di professione, da sempre innamorata della lettura e della scrittura.