L’originalità altro non è che un’imitazione giudiziosa

Voltaire

Cosa saremmo noi senza un minimo di creatività?

Lavorare a maglia, mettere delle applique, … E se invece ti dedicassi al cucito? Stop alle tele per bambini: rimboccati le maniche, prepara gli aghi e lanciati nel ricamo tradizionale. Nastri, diamanti, tele, tamburo, paillette, … che tu acquisti un kit già pronto o che tu preferisca inventare il tuo proprio oggetto, ecco come cucire degli occhi per dare vita a tutte le tue creazioni.

Jeans, abiti, borsette, cuscini ricamati, … dai spazio alla tua immaginazione e alla tua inventiva!

I diversi modi di realizzare degli occhi con il ricamo

Il ricamo è un arte. E come nella maggior parte delle arti, la bellezza è soggettiva ed ogni artista ha il proprio modo di fare. Che sia a maglia, a patchwork, cucito o ricamo, e come viene insegnato nelle migliori scuole di cucito in tutta Italia, non vi è un modo di fare, ma vi sono modi diversi di fare!

Così, realizzare degli occhi con il ricamo è possibile in modi differenti.

Quale stile di ricamo preferisci? In base alla tua scelta, i dettagli dei tuoi lavori saranno differenti.
Diversi stili di ricamo possono dare origine a diversi occhi!

I ricamatori e le ricamatrici che hanno l’abitudine di ricamare su di una tela di lino non hanno lo stesso modo di lavorare di quelli abituati a personalizzare un cuscini, degli abiti o altri accessori.

Allo stesso tempo, è possibile ricamare su dei supporti che sono realizzati a maglia o a uncinetto. In questo caso, il ricamo andrà semplicemente ad aggiungersi all’oggetto stesso. È il caso, in particolare, quando si voglia realizzare il viso di una bambola in lana.

Il ricamo, allora, serve a tracciare gli occhi, la bocca e, a volte, il naso (questo, in alternativa, può essere costruito con delle perle).

Gli occhi fatti a ricamo possono essere differenti, a seconda dell’ispirazione e degli obiettivi dell’appassionato ricamatore. Gli occhi possono essere diversi anche in funzione del filo da ricamo utilizzato e del suo spessore. Potresti, ad esempio, ricamare con del filo di lana o con del filo per cucito, l’uno o l’altro indifferentemente. L’essenziale è ricamare per stare bene con se stessi e per realizzare quello che si ritiene la cosa migliore, nel migliore dei modi possibili.

Saresti in grado di scucire un ricamo, dopo averlo fatto?

Realizzare degli occhi con ricamo su tela

Per disegnare un viso o solo degli occhi, il ricamo è un’attività creativa, che consente di rappresentare tutto. Come nel disegno, è sufficiente riprodurre un modello, ma si può anche creare da zero il proprio motivo.

Il punto erba

Esistono diversi punti, che consentono di creare l’insieme di un ricamo. Il punto catenella, il punto catenella annodato e quello ripassato, il punto margherita, il punto erba semplice e il punto erba cordoncino, il punto palestrina e il punto nodino, il punto indietro, il punto festone (altrimenti noto come Smerlo), il punto Corallo e il punto Piatto, … e tanti altri ancora. Puoi utilizzare quelli che preferisci, anche se è vero che alcuni punti sono più adatti di altri a determinate forme di ricamo.

Per esempio, il punto erba è uno dei punti essenziali, quando si è agli inizi nel ricamo, dato che questo punto consente di tracciare delle linee fini, proprio come lo stelo di un fiore, il contorno di una finestra … È, quindi, la soluzione ideale, secondo noi, per tracciare un occhio quando si ricama, un po’ come quando si disegna.

Gli spunti non mancano, né nella vita quotidiana, né sul web.
Pronto a dare vita a diversi personaggi con il tuo ricamo?

Il punto erba non è un punto molto complicato. Per realizzarlo bisogna che l’ago (con del filo da ricamo) vada al di sotto della tela, pungendo a circa 5 mm nella direzione che desideri. In questo modo, il filo seguirà il percorso che tu desideri dargli. Una volta che l’ago si trova al di sotto della tela, dovrai allora farlo ritornare vero il tessuto, passando nel punto in cui il punto precedente si era fermato. Continua così per diversi punti. In questo modo, puoi formare un occhio, dato che il punto di permette di fare le curve e di seguire la traiettoria che desideri.

Il punto croce

Il punto croce è il punto più facile in assoluto del ricamo ed è spessissimo, se non sempre, insegnato ai principianti durante la prima lezione. Questa tecnica consente di fare tanto un ricamo pieno, quanto un ricamo delle sole linee di contorno.

Per realizzare degli occhi, puoi utilizzare semplicemente un punto croce nero, ma anche blu o di qualsiasi altro colore di cui tu abbia bisogno. Si tratta di un occhio piuttosto semplice.

Se, invece, ti serve un occhio più voluminoso, puoi, allora, immaginare di fare un insieme di punti bianchi, per inserirvi poi alcuni punti colorati al centro.

Se sei veramente agli inizi, la cosa migliore è quella di iniziare con l’utilizzare un diagramma. Nei kit per il ricamo e nei manuali, per diagramma si intende un modello sul quale i ricamatori e le ricamatrici possono appoggiarsi, contando i punti, al fine di trascrivere lo stesso motivo su di una tela aida. Alcuni diagrammi sono stampati direttamente sulla tela stessa. In questo caso, non dovrai fare altro che seguire il codice colore.

Con la cornice, potrai dare risalto alle tue creazioni!

Aggiungere degli occhi ad una bambola

Realizzare degli occhi su di una tela in lino o fare degli occhi su di una bambola in lana, non è la stessa cosa, non si tratta dello stesso lavoro: in effetti, realizzare degli occhi per una bambolina richiede un po’ più di tecnica! Ecco, allora, alcuni punti, che dovrebbero aiutarti a dare un viso alla tua realizzazione creativa.

Il punto nodo

Utilizzato tanto su di una tela, quanto su di un oggetto, il punto nodo è spesso usato per creare gli occhi. Forma una piccola palla, che consente di creare degli occhi, senza perdere troppo tempo.

Per realizzare questo punto serve un minimo di concentrazione, per non andare a invischiarsi nel filo da ricamo. In un primo tempo, fai riuscire l’ago e il filo nel punto, passando sotto la lana della bambola.

Di che umore ti senti oggi? Scegli il tuo colore in base al tuo stato d’animo.
Quali colori utilizzerai?

Arrotola due volte il filo attorno al tuo ago, poi ripassa con l’ago nella bambola, stringendo il nodo. Fai riuscire l’ago dall’altra parte: ecco il tuo primo nodo!

Questa tecnica è forse un po’ complessa da comprendere (e anche da spiegare per iscritto). Per visualizzarla meglio, puoi cercare dei tutorial su Youtube.

Il punto piatto

Il punto piatto permetter di ricoprire delle superfici intere. In questo modo, potrai realizzare degli occhi rotondi e interamente riempiti. Attenzione, qui, i punti devono formare dei tratti molto ravvicinati gli uni agli altri.

Per questo, è necessario passare l’ago al di sotto del tessuto, tornare in superfici proprio di fronte, attraversare la forma e poi ricominciare, passando l’ago al di sotto del tessuto.

Puoi pensare di realizzare questa tecnica a parte, per poi cucire quest’occhio sulla bambola, se non ti senti abbastanza in fiducia per farlo direttamente sul personaggio.

Puoi anche fare un primo strato, prima dei punti piatti, con tanti piccoli punti nel senso inverso del punto piatto. Questo ti consentirà di dare un po’ più di rilievo all’occhio.

La strategia più semplice da seguire è comunque quella di ricamare questi occhi su di una superficie piana oppure su di una bambola fatta di tela di lino o di un tessuto a riquadri.

Imparare e allenarsi a realizzare degli occhi al ricamo

Non si nasce ricamatori. Certo, puoi inventare ogni tipo di punto per divertirti, ma forse ti troveresti prima o poi bloccato, se prima non imparassi alcuni punti base.

Solo praticando di continuo, potrai impratichirti con ago e filo e potrai lavorare sui tuoi punti deboli.
La strategia migliore con il ricamo è quella di tenersi sempre in esercizio!

I corsi di ricamo restano un eccellente modo per imparare a ricamare delle forme e dei motivi, per acquisire delle solide basi. Per realizzare, poi, dei punti più complessi, la presenza e l’assistenza, almeno iniziale, di un insegnante di ricamo, è essenziale.

Nei corsi privati o in quelli collettivi, il professore di ricamo saprà mostrarti come comprendere la realizzazione degli occhi per una bambola o per qualsiasi altro oggetto. Anche se i tutorial su internet possono di certo aiutarti a muoverti nel mondo del ricamo, nessuno di loro saprà interpretare la tua idea di ricamo. A differenza del professore di ricamo!

Inoltre, quando si vedono le cose dal vivo e le si sperimentano, si comprendono molto meglio di quando le si vede solo online. Se dovessi commettere un errore, il tuo insegnante di ricamo riuscirà a correggerti immediatamente.

Potresti prendere alcune ore di corso di ricamo in una merceria, che organizzi delle lezioni ad hoc. Alcuni laboratori sono messi a disposizione dei ricamatori e delle ricamatrici, che desiderino imparare un punto preciso o che abbiano delle domande da sottoporre a dei professionisti sulle proprie creazioni.

Una volta che avrai seguito delle lezioni con un professore, potrai allenarti a fare degli occhi su di una tela di lino o su altro. Gli occhi sono degli elementi abbastanza piccoli, da poter essere ripetuti più e più volte su di una stessa tela.

A forza di praticare, finirai per avere la mano e l’occhio allenati.

Non dovrai fare altro che dedicarti al tuo progetto di ricamo!

 

Bisogno di un insegnante di Cucito?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 1 votes
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura