Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

I nostri consigli per regolare in maniera ottimale le corde del tuo strumento

Di Igor, pubblicato il 30/08/2017 Blog > Musica > Chitarra > Come Accordare la Chitarra Elettrica?

Suonare la chitarra elettrica è un sogno di molti amanti della musica, ma prima di poterla suore e di lasciar correre le tue dita sul manico, la chitarra deve poter emettere dei suoni intonati.

E per questo, prima di suonare la chitarra, non ci sono molte cose da fare: bisogna solo accordarla.

A quale scopo accordare la chitarra elettrica?

Accordare la tua chitarra elettrica è importante, perché le corde, e il materiale di cui sono fatte, sono sottomessi costantemente a delle tensioni, a degli choc termici e fisici.

Questi piccoli choc possono far variare la tensione delle corde e farti quindi perdere l’intonazione per suonare le note che vorresti emettere.

Inoltre, accordando la chitarra, potrai migliorare la pratica dello strumento, perché ogni suono sarà intonato e ti accorgerai molto velocemente quando una nota sarà sbagliata, e potrai così correggerti.

La fase di accordo della chitarra è fondamentale per poter emettere dei suoni intonati Perché accordare la tua chitarra elettrica?

Ma come fare ad accordare lo strumento, prima di iniziare a suonare la chitarra?

Devi andare in un negozio di strumenti musicali per iniziare le tue lezioni di chitarra?

Devi acquistare un accessorio in particolare? Ti devi affidare al tuo orecchio?

Gli strumenti per accordare la chitarra elettrica

Contrariamente a quello che si potrebbe pensare, accordare una chitarra non è poi così difficile; anzi, è alla portata di tutti, anche senza l’intervento di un professionista.

Anche suonare la chitarra elettrica è quindi alla portata di tutti!

Prima di iniziare a scoprire i diversi modi a disposizione per accordare una chitarra elettrica, devi conoscere obbligatoriamente le note che costituiscono le sei corde suonate a vuoto  dal tuo strumento.

Partendo dalla più grave (la corda più alta e più vicina a te, se sei destrimano, con il manico a sinistra) alla più acuta (la più sottile), troverai quindi le note MI – LA – RE – SOL – SI – MI, ovvero, secondo la trascrizione anglofona, E-A-D-G-B-E.

Il diapason

Si tratta sicuramente dello strumento più semplice e meno costoso a disposizione per accordare la chitarra.

Quando colpisci il diapason con un colpo secco su una superficie dura e lo lasci suonare in verticale, il suono riprodotto è il LA.

Astuzia: è lo stesso suono che puoi sentire sollevando la cornetta del tuo telefono fisso.

Il metodo classico prevede di accordare la chitarra con l'aiuto del diapason, che emette il LA Accorda la tua chitarra elettrica con il diapason!

Per accordare la chitarra è sufficiente tendere la corda corrispondente e regolarla per riprodurre lo stesso suono.

Anche alcuni dei migliori chitarristi del pianeta hanno utilizzato questo metodo all’antica! A chi canta mentre suona la chitarra, questo metodo consente anche di mantenere il ritmo.

Tuttavia, dobbiamo aggiungere che il suono ottenuto sarà approssimativo e la resa della chitarra non sarà al 100% identica al suono ricercato.

La tecnica delle corde vicine (metodo detto del battito)

Durante le tue lezioni di chitarra, potrai utilizzare questa tecnica da sola, o a completamento della precedente.

Innanzitutto, avrai bisogno di un punto di riferimento, che può darti la famosa nota LA, o ogni altra corda suonata a vuoto.

A partire da questo momento, accorderai la chitarra utilizzandolo come punto di partenza.

Questo metodo, detto anche metodo per battito, si appoggia su una corda già accordata e su quella immediatamente accanto. Ogni coppia di note deve emettere lo stesso suono.

Comincia, se possibile, dalla corda grave del MI.

Come fare?

Detto anche metodo delle corde adiacenti, questo consente di accordare la corda appoggiandosi su quella adiacente appena accordata Scopri il metodo detto “per battito”!

La corda LA corrisponde alla 5° casella della corda precedente, cioè alla corda MI grave. Comincia a far suonare la corda LA, poi regolala facendo girare delicatamente la chiave, che si trova all’estremità del manico, corrispondente alla corda MI grave.

Solitamente, un mezzo giro di chiave corrisponde ad un semitono.

Fai lo stesso lavoro per le altre corde.

Attenzione: la corda SI corrisponde alla 4° casella della corda di SOL e non alla 5° come per tutte le altre corde.

Questo metodo è più preciso del precedente, ma sappi che, a meno che tu non abbia l’orecchio assoluto, l’insieme di corde in realtà, sarà accordato ad un semitono, o anche ad un tono, al di sotto dei veri suoni.

Proprio come per la pratica della chitarra, l’accordo deve essere effettuato regolarmente: ti permetterà, nella peggiore delle ipotesi, di sviluppare e migliorare la tua capacità di ascolto.

Più accorderai e più padroneggerai il metodo, meno avrai bisogno di punti di riferimento per accordare la chitarra.

L’accordatore elettrico

Si tratta dell’accessorio che devi avere sempre con te o nella custodia della tua chitarra.

L'accordatore elettrico si collega alla chitarra tramite un cavo Cos’è l’accordatore elettrico, alla fin fine?

Una volta provato, difficilmente riuscirai a farne a meno, anche se saper accordare una chitarra ad orecchio può sempre essere di grande aiuto.

Ne esistono diversi modelli, ma puoi trovarne facilmente alcuni esemplari a partire da 20 euro.

Come si utilizza?

Colleghi il tuo accordatore (o installi delle pile, se il modello è elettronico), pizzichi la corda e se il suono è intonato, l’ago dell’apparecchio si posizionerà al centro dello schermo.

Se il suono non è intonato, non dovrai fare altro che tendere o allentare la corda per trovare il suono adeguato.

Il metodo in pratica

Per accordare la chitarra con questo apparecchio, colloca il microfono dell’accordatore in direzione della chitarra, oppure con un cavo collega l’accordatore alla chitarra tramite una presa jack.

Suona prima di tutto la sesta corda, ovvero la corda MI grave; leggi a questo punto cosa indica l’accordatore, per effettuare così i primi aggiustamenti.

Se l’ago è a sinistra, la corda non è abbastanza tesa e se l’ago si sposta a destra, allora è troppo tesa. Regola le chiavi corrispondenti all’estremità del manico.

Attendi di non sentire più il suono per far suonare nuovamente la corda, così l’accordatore potrà sentire il suono da analizzare senza essere disturbato dal precedente.

Astuzia: per accordare perfettamente la chitarra, se l’ago si situa leggermente a destra del centro dello schermo, prendi la corda che vuoi accordare tra due dita e tirala per un centimetro circa; questo eliminerà un po’ di tensione e ti eviterà soprattutto di dover usare la chiave, assicurando allo stesso tempo la stabilità dell’accordo della chitarra.

L’accordatore online

Se non possiedi un accordatore elettrico o elettronico, puoi comunque utilizzare un accordatore online.

Questo metodo è sicuramente meno pratico di quello che riposa su un tradizionale accordatore elettrico, perché necessita di un’eccellente connessione internet.

Esistono tuttavia, due categorie di accordatori online: l’accordatore con cattura dell’audio e l’accordatore senza cattura dell’audio.

Accordatore online senza cattura dell’audio

Questo tipo di accordatore ti dà semplicemente il suono di riferimento per ognuna delle corde della chitarra. Ti aiuterà a suonare meglio la chitarra.

Sul mercato sono presenti tre modelli concorrenti:

  • L’accordatore di chitarra semplice: un accordatore online che funziona appoggiando su dei bottoni o sulle corde per sentire il suono adeguato della corda. Devi poi regolare il suono fino a che non coincida con quello della corda corrispondente. Molto utile per chi deve effettuare un accordo standard.
  • L’accordatore di chitarra più evoluto: questo tipo dispone di diverse opzioni. Selezioni il tipo di accordo che desideri e l’accordatore ti indica le note che le tue corde devono emettere suonando a vuoto. Da notare che questo tipo di accordatore permette di registrare i tuoi accordi preferiti e di parametrare altri tipi di suoni, come il suono di una chitarra con distorsione, una chitarra con corde in nylon, etc.
  • L’accordatore online Fender: è uno dei riferimenti chiave in materia di accordi online. Con il suo design semplice, è uno dei rari modelli che mostrano la testa della chitarra e la sua meccanica. Ideale per i principianti, per trovare dei punti di riferimento o semplicemente per accordare la chitarra. Il suo utilizzo è semplice ed intuitivo.

Accordatore online con cattura dell’audio

L’accordatore online con cattura dell’audio analizza il suono della chitarra con l’aiuto del microfono del computer o di quello della webcam.

Perché funzioni, devi prima autorizzare l’accesso al microfono del tuo computer.

Inseguito, il funzionamento è identico a quello dell’accordatore elettrico o elettronico, eccetto per il fatto che si trova sul tuo pc.

Tra tutti, emergono due accordatori di questo tipo:

  • L’accordatore online Pro Guitar Turner: un accordatore molto completo, che richiede un accesso al microfono e ti ricorda di regolare ogni corda. Di utilizzo semplice.
  • L’accordatore online Tictone: un accordatore che permette di accordare una chitarra elettrica, ma anche qualsiasi altro strumento a corde, come il violino, lo ukulele o un basso. Non indica le note delle corde. Per utilizzarlo devi conoscere l’accordo e verificarlo in seguito.

Lo smartphone

All’epoca di internet, gli smartphone sono sempre più evoluti.

Al giorno d'oggi è ancora più semplice accordare la chitarra elettrica, grazie all'utilizzo di app specifiche per gli smartphone Come può aiutarti lo smartphone ad accordare la chitarra elettrica?

Oggi la tecnologia ti consente di accordare la tua chitarra utilizzando delle applicazioni gratuite o a pagamento, come EpicTune (per iOS) e Tuner Gstring (per Android).

Attenzione: quando la chitarra è perfettamente accordata e tu cominci a suonarla, l’energia che impiegherai per tirare le corde piano piano allenterà la tensione delle corde stesse. Non iniziare suonando troppo velocemente la chitarra. 😉

Mentre accordi la chitarra, non esitare a tirare sulle corde con la mano destra; questo ti consentirà di mantenere le corde accordate più a lungo nel tempo.

Appena la chitarra sembra accordata, suona alcuni accordi principali che utilizzino tutte le corde, come gli accordi di MI, SOL, DO, LA e suonali uno dopo l’altro.

Ascolta il suono riprodotto per determinare se non sia necessario correggere ulteriormente l’accordo.

Suona un brano intero, provando diverse tecniche, come lo slide, il bend, il picking; se l’accordo è sempre identico, significa che la chitarra è pronta.

Un adagio ben noto a tutti i musicisti, è che “i chitarristi passano metà del tempo a suonare e metà ad accordare”.

Eh già, prima di suonare la chitarra con una mano, dovrai accordare il tuo strumento. 😀

Accordare la chitarra elettrica velocemente

Il tempo è sempre tiranno! Ti porta via le cose belle in un attimo e lascia a quelle più noiose troppo spazio. Almeno, questa è la percezione che abbiamo tutti.

Ci sono molti modelli diversi di accordatori digitali, scegli quello che fa per te! Con un accordatore digitale è tutto più semplice!

Quando si tratta di accordare la tua chitarra, vorresti che il tempo passasse più velocemente perché questa operazione può essere un po’ noiosa.

La tecnologia ti aiuta ad esaudire il tuo desiderio!

Accordatore cromatico

Ecco allora che per accordare la tua chitarra più velocemente puoi usare un accordatore cromatico.

Il sistema di funzionamento è lo stesso di un normale accordatore elettrico, ma è solo più rapido e più comodo.

L’accordatore cromatico infatti ti permette di accordare tutte le corde della tua chitarra, inclusi i semitoni e non solo quelle standard.

Un esempio di accordatore cromatico è quello della Tiger Music che si adatta bene anche ad altri strumenti a corde come il violino, il basso e l’ukulele.

Un accordatore cromatico di solito è molto piccolo e può essere collegato alla tua chitarra elettrica tramite un cavo, oppure funzionare a batteria e percepire il suono con il microfono o anche essere attaccato direttamente alla paletta.

Per capire se la tua corda è accordata suona un Mi a vuoto e l’accordatore si illuminerà quando raggiungerai il suono giusto.

Ricordati che l’accordatore cromatico va oltre le 6 note canoniche e ti permette di riconoscere ogni tonalità!

Fai lo stesso procedimento con tutte le corde finché il suono non sarà perfetto.

Accordatore a pedali

Per gli amanti della chitarra elettrica i pedali sono un accessorio molto importante.

I pedali aiutano infatti a dare degli effetti al suono prodotto dalla chitarra elettrica prima che arrivi all’amplificatore.

Ci sono le pratiche pedaliere multi effetto che aiutano a produrre gli effetti desiderati senza staccare le mani dalla chitarra.

Se suoni la chitarra elettrica è perché ami la distorsione del suono. Prima di avere gli effetti desiderati, devi però accordare le corde della tua chitarra.

Puoi attaccare un accordatore direttamente ai pedali della tua chitarra. In questo caso quando attivi i pedali, ma invece di alterare il suono, accordi il tuo strumento.

Puoi farlo anche silenziosamente perché ci sono delle spie luminose che si accendono quando produci il suono giusto.

Accordatore per paletta

Per il massimo della praticità puoi usare un accordatore che si attacca direttamente alla paletta della tua chitarra.

Il nome in inglese ti aiuta a capire come funziona: clip-on.

Gli accordatori clip-on sono particolarmente indicati per la chitarra acustica, ma vanno bene anche con la chitarra elettrica. Gli accordatori per paletta sono i più pratici!

Tu puoi suonare tranquillamente le corde che vuoi accordare e basta uno sguardo al tuo accordatore per paletta per capire se hai trovato il suono giusto.

Anche se questi accordatori sono più adatti alle chitarre acustiche perché si attivano grazie alla vibrazione delle corde, possono essere usati anche con le chitarre elettriche, soprattutto prima di un concerto in un ambiente rumoroso.

Quale accordatore scegliere per la tua chitarra elettrica?

La tua scelta di suonare la chitarra elettrica e di seguire un corso di chitarra è stata fatta per un motivo ben preciso.

Sei un amante del rock, dei suoni potenti e delle atmosfere elettrizzanti.

Per realizzare al meglio le tue note graffianti hai bisogno di scegliere l’accordatore giusto.

Se sei un chitarrista principiante ti conviene cominciare con un accordatore digitale. Puoi attaccarlo alla tua chitarra tramite il cavo jack, è di piccole dimensioni e ha un costo piuttosto accessibile.

Puoi spendere tra i 7 e gli 80€ per un accordatore digitale, dipende dal tuo budget e dalle funzioni che vuoi avere.

A 7€ hai l’accordatore base. Salendo con il prezzo puoi avere l’accordatore cromatico, che oltre al LA ti accorda tutte le note della scala cromatica.

Le marche più conosciute per gli accordatori sono:

  • Boss
  • Korg
  • Peterson
  • Planet Waves
  • D’addario

Mantenendo un buon rapporto qualità e prezzo, te la puoi cavare con 15-20€ in media.

Per chi ha più esperienza, l’accordatore a pedali sembra la scelta più giusta. E’ facile e veloce accordare la chitarra elettrica e, soprattutto, ti permette di tenere le mani sempre libere.

Un particolare tipo di accordatori a pedale sono gli accordatori polifonici.

Per accordare con più rapidità e precisione la tua chitarra elettrica non puoi fare a meno di un accordatore PolyTune. PolyTune ha rivoluzionato il modo di accordare la chitarra!

Sono tra i più costosi della gamma, ma ti permettono di accordare le 6 corde della tua chitarra contemporaneamente!

Per i professionisti della musica PolyTune della TC Electronics è uno strumento fondamentale per risparmiare tempo sul palcoscenico.

Visto il successo riscosso ne esistono anche una versione clip-on da attaccare direttamente sulla paletta.

Il valore commerciale di questo accordatore rivoluzionario è di circa 100€, ma puoi trovare dei modelli ultra raffinati anche per migliaia di euro.

Accordare la chitarra elettrica manualmente o con l’accordatore?

Questa è la domanda più difficile per un chitarrista alle prime armi. In sostanza si tratta di scegliere tra diapason e accordatore.

Ci sono pro e contro in ogni modo per accordare la chitarra, mettiamoli a confronto.

Accordare la chitarra con il diapason, pro e contro

I vantaggi del diapason sono innegabili:

  • ti aiuta a sviluppare il tuo orecchio musicale
  • ti fa apprezzare di più ogni nota
  • sei un vero chitarrista anche se si rompe la tecnologia

Esercitarti con il diapason significa sviluppare non solo le tue doti da musicista, ma anche alcune doti personali che ti possono servire in ogni ambito della vita: la pazienza, la costanza, l’attenzione per il dettaglio.

L’uso del diapason è piuttosto semplice dovrai suonare la nota del LA girando la chiavetta corrispondente fino a che non ha lo stesso suono del diapason!

Una volta trovato il LA premi il quinto tasto della quinta corda e trovi il RE, una volta trovato procedi con la quarta corda.

Al quinto tasto della quarta corda c’è il SOL. Per il SI dovrai premere il quarto tasto della terza corda, ricordi?

Al quinto tasto della seconda corda trovi il MI.

Insomma, il diapason ti fa fare una sorta di caccia al tesoro dove la scoperta è la magia prodotta dalle note.

Cosa dire dei contro del diapason?

Senz’altro la lunghezza del procedimento che potrebbe scoraggiare i chitarristi alle prime armi e il fatto che in realtà non coglie i semitoni.

Anche per i professionisti che hanno poco tempo prima dell’esibizione il diapason potrebbe non essere la prima scelta.

I vantaggi dell’accordatore elettronico per chitarra

Un accordatore digitale per i chitarristi esperti è senz’altro più indicato perché accelera i tempi. Ecco perché anche molti chitarristi principianti vogliono acquistare un accordatore elettrico.

Chiedi al tuo insegnante id chitarra qual è il modo migliore per accordare la tua chitarra elettrica. Sei pronto per accordare la tua chitarra elettrica?

Per quanto gli accordatori rendano più facile il compito di accordare la tua chitarra elettrica, ci sono delle nozioni di base che devi avere per poter usare questi strumenti al meglio.

Innanzitutto, devi conoscere la denominazione internazionale delle note:

  • LA corrisponde alla lettera A
  • SI corrisponde alla lettera B
  • DO corrisponde alla C
  • RE corrisponde alla D
  • MI corrisponde alla E
  • FA corrisponde alla F
  • SOL corrisponde alla G

Ricordati poi, che la nota va suonata a vuoto, perché un accordatore elettronico la riconosca.

Per i principianti, suonare una nota a vuoto significa far vibrare la corda con la mano senza toccare i tasti sulla tastiera.

L’accordatore si illumina se la nota è giusta oppure oscilla l’ago, a seconda dei modelli, indicandoti se il suono che hai emesso è più alto o più basso della nota che cerchi.

A parte il vantaggio della velocità, gli accordatori, in particolare quelli di ultima generazione hanno il vantaggio di:

  • essere molto accurati nell’identificare la nota
  • riconoscere i semitoni
  • essere pratici da usare

Se non sai quale tipo di accordatura eseguire e con quale strumento, chiedi consiglio al tuo insegnante di chitarra.

Saprà indicarti il mezzo più adatto a te e, soprattutto, darti le nozioni che ti servono per poter accodare la tua chitarra da solo o da sola anche attraverso l’uso di metodi alternativi.

Puoi trovare un insegnante e un corso chitarra elettrica vicino casa tua scegliendo il profilo giusto su Superprof.

Con i consigli di un maestro di chitarra sarà più facile imparare ad accordare la tua chitarra elettrica!

E perché non cominciare anche delle lezioni di chitarra classica?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar