Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Assumere un coach sportivo durante l’adolescenza? Alcune precauzioni da prendere…

Blog > Sport > Personal Trainer > Sono Troppo Giovane per Prendere un Personal Trainer?

Su Internet sono davvero numerosi i forum in cui ragazzi adolescenti – di quindici o sedici anni – pongono quesiti del genere:

 «Posso darmi al body building a quest’età?»

Qual è il momento migliore per praticare con un personal trainer?

Naturalmente, i fronti di risposta sono due. Da una parte vi sono coloro totalmente in disaccordo con l’opportunità di tale pratica in età adolescenziale. Costoro indicano l’età di vent’anni come limite minimo per iniziare a dedicarsi alla muscolazione. In teoria, infatti, a tale età il processo di crescita dovrebbe essere già molto avanzato, praticamente ultimato, per certi punti di vista. Parliamo, naturalmente, dell’accrescimento del fisico.

Dall’altro vi sono coloro che pensano che il body building possa essere intrapreso senza problemi anche prima dei vent’anni.

E allora noi, qui a Superprof, preferiamo essere molto prudenti e consigliare agli sportivi di giovane età di ingaggiare un personal trainer disponibile ad ascoltarli, ad accompagnarli e seguirli nel perseguimento degli obiettivi.

A quest’età, gli adolescenti desiderano più che altro:

  • Perdere eventuale peso in eccesso
  • Aumentare la propria massa muscolare
  • Preparare una prova sportiva
  • Preparare un concorso per cui siano previste prove sportive (esami dei concorsi per accedere ai corpi armati, ad esempio)

Allora, per non rischiare di farsi male, magari anche in modo molto stupido, alcune precauzioni andranno prese.

Lo sport non ha età

Il corpo in quest'età è già sottoposto allo stress dovuto alla crescita. Sottoporlo anche a sport intenso sarebbe sbagliato. Fare troppi muscoli da piccoli può essere pericoloso per il corpo e per la salute in generale!

Giuliano ha solo 9 anni e ha già ottenuto un trofeo durante una gara sportiva: è stato addirittura dichiarato il bambino più muscoloso del mondo.

Questo bambino trascorre tutto il tempo libero dedicandosi al body building, al mattino, al pomeriggio, prima e dopo la scuola. Egli ha un’igiene di vita degna di uno sportivo di alto livello, segue un programma alimentare e pratica esercizi ultra intensi. È un vero “animale sportivo”.

Suo padre, appassionato di culturismo, ha spinto il bambino, fin dai sette anni di età, a praticare sport. Egli ha addirittura dato vita ad un canale Youtube, su cui posta regolarmente i video del figlio, dai bicipiti e dagli addominali super-sviluppati.

La cosa potrebbe far sorridere, oppure, allertare le autorità preposte alla sorveglianza della salute.

In Romania, per esempio, due bambini adepti del culturismo fin dall’età di cinque anni, hanno rischiato di essere letteralmente sottratti alla tutela paterna. Il loro sviluppo è stato giudicato a rischio, a causa della pratica sportiva eccessiva promossa in famiglia.

Spingere un bambino a diventare una star del culturismo, a fini di guadagni rilevanti, in effetti, non è di certo prova di affidabilità e dedizione genitoriale. Ecco perché i servizi sociali si sono interessati alla faccenda.

Insomma, diciamo che non bisognerebbe scherzare, né esagerare con culturismo e body building. È facile portare, con pratiche inadatte, l’organismo ancora in erba, a seguire uno sviluppo del tutto anormale. Per non parlare delle conseguenze psichiche di una crescita fisica inappropriata.

Assumere un personal trainer per prepararsi a delle gare?

Il personal trainer deve seguire i piccoli e in base alla loro età, preparazione e ai loro obiettivi deve saperli guidare ai risultati. Un coach per la preparazione delle competizioni, mette i piccoli in buone mani!

È opportuno mettersi in situazione di stress fin da ragazzini?

Le gare, la competizione, non sono affatto una questione d’età. A 5 anni, a 20, a 35, un soggetto che compete può essere davvero duro con se stesso. Egli, infatti, desidera solo una cosa: vincere e andare al di là delle performances.

Per quanto riguarda l’allenamento dei bambini, assumere un coach sportivo per preparare delle gare può essere davvero una buona iniziativa. Il personal trainer sarà a disposizione dei piccoli per poter:

  • Migliorarne la preparazione fisica
  • Intensificare l’allenamento sportivo
  • Fare sport al momento giusto, nella giornata,
  • Migliorare la propria condizione fisica…

In effetti, sono proprio numerosi i genitori che allenano personalmente i propri figli. Ma i genitori sono raramente dei professionisti nel campo sportivo. Essi possono spesso spingere troppo i ragazzi a volersi superare, sfiorando il limite delle effettive potenzialità sportive. Questo, invece, col personal trainer non succede.

Uno studio del 2008 a messo in luce il fatto seguente: più i genitori intrattengono una relazione positiva coi propri figli, più essi li sosterranno e li incoraggeranno, aiutandoli a sentirsi a proprio agio nella pratica di una data disciplina e più i bambini saranno prestanti durante le competizioni.

Ma d’altra parte, però, il tutto potrebbe rivelarsi devastante. Certi genitori vorrebbero vivere, attraverso i figli, la carriera sportiva che non hanno potuto seguire personalmente.

Un coach sportivo, allora, motiverà tuo figlio, lo spingerà a progredire, pur rimanendo obiettivo e disponibile all’ascolto.

E il personal trainer saprà anche, al contempo:

  • Dialogare: il coach sportivo dovrà sapere come si senta un giovane prima della gara
  • Relazionarsi: il personal trainer verificherà le condizioni mentali del giovane sportivo, prima che egli scenda in campo
  • Osservare: l’allenatore sportivo potrà analizzare la condotta di un ragazzino per poterne individuare eventuali malesseri
  • Consigliare: il coach sportivo potrà aiutare tuo figlio in ambito sportivo e in ambito alimentare

Quando sarai grande, potrai fare sport anche in ufficio!

Attenzione al body building a digiuno

La muscolazione attira sempre più adolescenti, attualmente.

Pertanto, quando si intraprende presto questo genere di pratiche, conviene essere davvero prudenti. Assumere un allenatore sportivo può essere un’ottima soluzione per evitare ogni genere di strappo e infortunio.

Secondo una ricerca del 2009 le frequenti fratture della metafisi in età adolescenziale sono risultate prevalentemente legate a:

  1. Tecniche scorrette nel sollevamento pesi
  2. Ricorso a pesi massimi
  3. Assenza di supervisione da parte degli adulti.

Ecco alcuni consigli di cui tener conto, se si vuole praticare lo sport da ragazzini:

Per esempio, il tuo allenatore ti consiglierà di evitare di portare carichi troppo pesanti e darti ad allenamenti troppo intensi.

Un errore fatto in tenera età potrebbe ripercuotersi sulla salute e sulle prestazioni successive. Per dare la giusta flessibilità a vostra figlia è giusto assumere un personal trainer, per evitare ferite muscolari!

Non bisogna sollecitare oltremodo il proprio fisico, dato che è in fase di trasformazione. In effetti, all’età di 15-16 anni l’organismo subisce continui cambiamenti e non va dunque sottoposto ad ulteriori stress.

Se desideri comunque darti al sollevamento pesi, il tuo personal trainer potrà assisterti nel caso in cui tu non ce la faccia proprio più.

Attenzione! Alcuni esercizi sono vivamente sconsigliati per gli adolescenti, i cui punti deboli sono la colonna vertebrale, i legamenti e la cartilagine: squat, panca, …

D’altro canto, è sconsigliato darsi al culturismo prima dei 15 anni, specialmente per le ragazze.

Prima di quest’età, infatti, converrà concentrarsi su attività di fitness e cardio training.

Se vuoi intraprendere questa pratica, recati in una palestra specializzata, per riuscire a seguire i consigli di un coach esperiente che ti indichi i gesti corretti da svolgere.

Attenzione anche all’uso di complementi alimentari!!

Molti giovani sono tentati dal ricorso ai complementi alimentari per poter progredire in fretta.

Errore madornale!

Oltre a non sortire effetti, questi complementi sono addirittura pericolosi per la salute. Nessun trainer sportivo dovrebbe accettare che i propri allievi ingeriscano queste “sostanze” dette sportive, ai fini di un progresso più rapido.

Puoi seguire una dieta più stretta. Ad esempio mangiare delle uova al mattino, al posto del classico latte e biscotti. Ma in nessun caso il personal trainer ti dovrebbe consigliare di assumere complementi alimentari e cosiddetti integratori.

Stretching, anche per i bambini.

« I bambini sono elastici, non hanno proprio bisogno di fare stretching! » Ecco un altro luogo comune. Sbagliato!

L’ampiezza articolare non è limitata dall’usura della cartilagine. Tuttavia, le ossa sono in fase di accrescimento. E i muscoli cercano di stare al passo!

I bambini devono anche imparare i movimenti per elasticizzarsi proprio in un età in cui possono essere prese le buone abitudini!

Per quanto la muscolazione non faccia danni ai muscoli, alcuni esercizi di stretching sono benvenuti durante la sessione sportiva volta al potenziamento muscolare.

Assumere un personal trainer per la pratica di sport collettivi

Perché rischiare con la salute dei propri figli? Meglio prendere un personal trainer. Un allenatore preparato è in grado di portare a dei risultati i bambini e i ragazzi!

Correre, andare in bici, nuotare, fare sport…sono tutti modi semplici e naturali per potenziare la muscolatura. Si tratta ugualmente di attività a rischio zero, particolarmente divertenti per i bambini.

Allo stesso modo, non c’è un’età massima cui iniziare con un personal trainer!

Darsi alla pallacanestro con un gruppo di amici, tuffarsi in piscina. Così come gli adulti praticano diverse discipline per rafforzare i muscoli, allo stesso modo i bambini costruiscono dei buoni muscoli attraverso il gioco.

Ma alcuni sport collettivi richiedono numerose ore di allenamento. Se un bambino frequenta una palestra e partecipa anche a delle gare, tu puoi sostenere ii tuoi figli assumendo un personal trainer.

Attenzione, però, a non mettere i bambini sotto pressione! Assumere un coach sportivo può essere un ottimo modo per completare le lezioni di uno sport collettivo seguite da ragazzino.

Ma non bisognerà caricare il giovane di impegni. Due ore alla settimana basteranno ampiamente. I ragazzi vanno anche a scuola, fanno i compiti, frequentano la palestra, giocano liberamente.

Le lezioni di ginnastica previste per i più piccoli

La maggior parte delle palestre di culturismo rifiutano l’iscrizione di giovani al di sotto dei sedici anni. Inoltre di solito è comunque richiesta un’autorizzazione dei genitori, oltre al classico certificato medico.

Potrai allenarti a casa, con un personal trainer, con esercizi che sollecitino il peso del tuo corpo.

Ad esempio, pensiamo all’esercizio degli addominali: 

All’inizio occorrerà che tu intraprenda il tutto gradualmente, pian pianino:

  • Non farti male
  • Non scoraggiarti

Inizia col fare delle flessioni ogni giorno!

ATTENZIONE: dovranno essere solo le braccia a lavorare. Nessun’altra parte del corpo!

Allenatevi dalle 3 alle 5 volte a settimana, per un’ora d’esercizio al giorno.

Non dimenticate che il corpo ancora in fase di accrescimento reagirà male, per ora, ad un eccesso di sforzo e di esercizio. Non bisogna mai illudersi del fatto che superando i propri limiti, sfruttando al massimo il proprio organismo sia possibile ottenere risultati migliori. Al contrario, si rischia di procurarsi infortuni e di annullare qualsiasi beneficio.

Cerca di allenarti a giorni alterni per consentire ai tuoi muscoli di riposarsi tra una sessione e l’altra.

Insomma, quando andare dal personal trainer?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar