Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Corso per personal trainer: come conoscere il numero di kg ottimale?

Di Igor, pubblicato il 07/10/2019 Blog > Sport > Personal Trainer > Corso Personal Trainer e Peso Ideale!

Un anonimo ha scritto: “la dieta è quel corto periodo di privazione che precede un incremento di peso”.

Una semplice dieta, ormai lo si sa, è spesso insufficiente per riuscire a perdere peso.

Per dimagrire o avvicinarsi al proprio peso ideale e restare in buona forma fisica, conta più la pratica sportiva regolare, che l’astensione dal cibo.

Ma vediamo, oggi, come individuare il proprio peso ideale.

Il corso di personal trainer e la corpulenza

Focalizzarsi sull’adipe o cercare solo di sentirsi bene?

Obesità ed eccesso di peso sono da considerare stigmatizzanti, dato che ci allontanano dalla normalità diffusa.

Ogni persona troppo magra o troppo cicciotta è guardata con un certo disprezzo in società, come se sfuggisse alle norme sociali, ai codici etici, al controllo che la società esercita sugli individui. Il culto della magrezza in occidente si accompagna ora all’assenza di segni di vecchiaia, alla presenza di tono muscolare, alla pelle compatta, alle attitudini atletiche.

  • Il sovraccarico ponderale stigmatizza negativamente,
  • L’eccesso di magrezza è considerato sospetto e va corretto con la presa di muscolatura.

Restare in forma quando si vive da sedentari è difficile. Dimagrire partendo da una condizione di obeso è  faticoso. Un personal trainer corso, sardo o lombardo può fare al caso tuo? Sì, se si tratta anche di coach nutrizionista che ha frequentato il miglior corso per personal trainer in Italia.

L’indice di massa corporea è fra le prime cose che sei apprendono alle lezioni teoriche di qualunque corso da personal trainer. Non si tratta di un problema estetico, infatti. Ne va della salute globalmente considerata.

Trova ora un personal trainer che venga da te.

Corso personal trainer Coni e peso forma OMS!

L’OMS propone un IMC compreso tra 18,5 e 25 kg per m².

La nozione di peso ideale varia da soggetto a soggetto. Ma ognuno di noi sa se il suo fisico sia accettabile o meno, in termini di peso.

30 anni, uomo, altro 1,85 m con un peso di 60 chili, ad esempio, è un individuo eccessivamente magro. Questi dovrà adottare un regime atto a prendere massa, magari con l’aiuto di un personal trainer, corso di ginnastica a parte.

1,70 m e 75 chili, invece, potrebbe essere una condizione avvertita come non nefasta da un individuo, in termini di motricità e mobilità.

Vuoi seguire un corso per personal trainer online?

Le abitudini alimentari si uniscono a quelle legate all’attività fisica, nella determinazione del peso e della massa corporee. Il peso ideale? Si raggiunge con un certo sforzo!

Peso è ideale è quello che ti protegge dall’insorgenza di certe malattie.

Il “peso ideale teorico” varia in base all’età, al genere, alla morfologia, al volume scheletrico, ai muscoli.

Peso medio di un individuo in condizione di salute ottimale, che si confà a prestazioni fisiche ottimali: ecco un concetto spiegato al corso di personale trainer CONI. Verifica il CV del tuo coach;

Questo peso forma può approssimarsi tramite attività e regimi brucia grassi.

I fattori che influenzano il peso forma sono:

  • Età,
  • Sesso,
  • Altezza dello sportivo,
  • Massa ossea,
  • Massa muscolare,
  • Massa grassa,
  • Circonferenza delle membra polsi, anche, giro gamba.

Non abbiamo tutti lo stesso peso forma, insomma, anche a parità di certi elementi.

Peso ideale e peso forma sono indicazioni polisemiche. Si può avere un peso ideale senza, tuttavia, godere di una buona condizione fisica.

Scopri come diventare personal trainer!

Segui un corso personal trainer Milano e calcola la tua massa corporea

L’indice di massa corporea (IMC), detto anche indice di Quetelet, dal nome di Adolphe Quetelet, lo statistico belga che lo ha ideato, fornisce un ordine di grandezza per identificare la corpulenza di un individuo, più di duecento anni fa.

L’OMS, dal 1997, lo usa per misurare i rischi legati al sovrappeso nella popolazione adulta.

Il momento della ripresa a settembre sarà duro, ma un po’ di riposo per la mente e il corpo è fondamentale. Per una forma ottima: 11 mesi di sport e 1 mese in spiaggia!

L’IMC non stabilisce il valore della massa grassa, muscolare o ossea, tuttavia.

Esso è cosi calcolato:

IMC = peso / altezza²:

Ecco i sette criteri OMS per interpretarlo:

  • < di 16,5: denutrizione o anoressia,
  • Tra 16,5 e 18,5: magrezza,
  • Tra 18,5 e 25: corpulenza normale,
  • Tra 25 e 30: sovrappeso,
  • Tra 30 e 35: obesità moderata,
  • Tra 35 e 40: obesità severa,
  • Oltre 40: obesità patologica o massiccia.

Tutto ciò non dice nulla della condizione di salute di ognuno, però.

Il miglior peso rispetto all’altezza? Scoprilo durante un corso da personal trainer!

Ecco le quattro formule che la comunità scientifica e quella sportiva hanno elaborato nel tempo per rispondere alle domande chiave. Le scoprirai anche frequentando il corso per personal trainer Roma.

Formula di Broca

La statura è considerata in funzione del peso:

  • Peso ideale =Altezza in cm – 100

Tale formula delude in caso di soggetti molo alti, attenzione!

Formula di Lorentz

Va per la maggiore e considera sesso ed altezza della persona:

  • Peso ideale maschile = altezza (in cm) – 100 – ((altezza in cm – 150) / 4),
  • Peso ideale femminile = altezza (in cm) – 100 – ((altezza in cm – 150) / 2,5).

Tuttavia omette la considerazione di età e morfologia del soggetto considerato.

Chiunque abbia seguito un corso per personal trainer CONI o privato sa che, con l’età, il peso tende ad aumentare.

Formula di Creff

Essa considera anche l’età e la morfologia: gracile a robusta, passando per la normale. Sono dati indispensabili per prevedere una dieta adeguata.

Calcoli:

  • Peso ideale per morfologia gracile: ((altezza in cm – 100 + età) / 10) x 0,9²,
  • Peso ideale per morfologia normale: ((altezza in cm – 100 + età) / 10) x 0,9,
  • Peso ideale per morfologia larga: ((altezza in cm – 100 + età) / 10) x 0,9 x 1,1.

Formula di Monnerot-Dumaine

Per tenere conto della massa ossea, questa formula considera la circonferenza del pugno:

– Peso ideale = ((altezza in cm – 100) + 4 x la circonferenza del polso (in cm) ) / 2.

Se seguiamo questo calcolo del peso ideale, un soggetto di 1,80 m con un polso di 17 cm di diametro avrà un peso ideale di 74 chili, mentre una donna di 1,60 m con un polso di 15,5 cm avrà un peso ideale di 61 kg.

Per ulteriori dettagli, trovati un personal trainer corso online o a domicilio!

Un corso personal trainer online e altri modi per calcolare il peso ideale

I blog si moltiplicano quotidianamente: mangiare sano, calcolare calorie, seguire una dieta dimagrante, scoprire un equilibrio alimentare, …

Attenzione, però, anche a tutti gli altri pasti: non è il caso mai di esagerare, una volta seduti a tavola. Mangiare uno yogurt per dimagrire? Potrebbe essere l’ideale, dopo una bella corsa nel parco!

Ma qual è davvero, se esiste, la formula matematica utile affinché tu o il tuo personal trainer corso in tuo aiuto possa sapere quanto dovresti pesare?

La nozione di peso ideale, in realtà, è ambivalente. Essa varia da un caso all’altro. E da un sesso all’altro. Morfologicamente, poi, ognuno di noi evolve nella vita. Dunque conta l’età.

Osserva queste altre formule.

Formula di Devine

Creata nel 1974, questa formula stima la categoria peso ideale secondo l’altezza ed il sesso:

  • Uomini: 50 + 2,3 x (peso/0,0256-60),
  • Donne : 45,5 + 2,3 x (peso/0,0256-60).

Per un uomo che misura 1,80 m, il peso ideale secondo questa formula sarebbe di 73,72 kg.

Quello di una donna sarebbe 55,7 kg.

La formula di Peck

Altro modo per calcolare il peso ideale integra l’età di un individuo (maggiore o minore di 18 anni).

Sia T l’altezza in pollici:

  • Uomo maggiore di 18 anni: – 130,736 + (4,064 x T),
  • Donna maggiore di 18 anni: – 111,621 + (3,636 x T),
  • Uomo minore: – 59,6035 + (5,2878 x T) – (0,123939 x T²) + (0,00128936 x T3),
  • Donna minore: – 77,55796 + (6,93728 x T) – (0,171703 x T²) + (0,001726 x T3).

Chiaramente, queste indicazioni non sono poi precisissime, specialmente se consideriamo le specificità di bambini ed adolescenti.

Inoltre, l’uso di altre unità di misura disturba non poco, sia per il peso, sia per l’altezza.

Formula di Bornhardt

La formula di Bornhardt risale al 1891. È nata per calcolare la corpulenza dei militari dell’esercito e riuscire a determinare le loro possibilità fisiche ai fini del servizio militare.

È meno usata, rispetto a quella di Broca. Tuttavia, essa tiene conto della silhouette dell’individuo e appare piuttosto affidabile per la stima del giusto peso di una persona che desideri restare in forma.

Ecco, allora, il calcolo: peso ideale = (altezza in cm x circonferenza del petto in cm)/240.

Questo ricercatore ha messo in relazione il peso dei soggetti con il loro giro-petto.

Calcolare le proprie dimensioni ideali in un corso personal trainer riconosciuto a livello internazionale

Per conoscere le proprie misure ideali, si effettua una messa in relazione tra l’altezza ed il giro vita.

Una misura sola del corpo può non essere sufficiente per decretarne lo stato di salute. Un giro vita di 80 cm: attenzione alla faccia nascosta dell’iceberg!

Il rapporto altezza/anche

In sostanza, si tratta del modo migliore per sapere se sia in corso una fase di eccessivo sviluppo adiposo a livello dell’addome. La cosa permette di prevenire e scoprire molte malattie metaboliche e dedicarsi alla loro cura o profilassi.

Consideriamo, ai nostri giorni, che la vita di un uomo non deve oltrepassare i 100 centimetri. Per la donna il limite è 88 cm.

Questo rapporto “taglia-anche” consente di identificare il tipo di morfologia ma non di conoscere se si appartiene alla categoria obesi o meno. Per quest’ultima informazione, converrà sempre ricorrere al calcolo dell’IMC.

Prendi allora il tuo metro e misura il girovita, che passa dall’ombelico, oltre che il giro anche.

In seguito, dividi il giro-vita per il giro-anche: la frazione ottenuta non dovrà superare 0,8 per la donna e 1 per l’uomo.

Inoltre, le misure ideali corrispondono ad un rapporto vita-anche di circa 0,77 nella donna.

Il metabolismo di base

Per sapere se sia necessario perdere un po’ di pancia, occorre cercare di dimagrire facendo esercizi, smettere di mangiucchiare fuori-pasto; si può anche indagare il metabolismo di base. Il corso da personal trainer Milano, ad esempio, insegna ad effettuare questi calcoli.

Harris e Benedict, nel 1918, hanno elaborato questa formula: si applica alle persone alte tra i 151 cm ed i 201 cm, con un peso compreso tra 25 kg e 124.9 kg, in età 21-70 anni.

Procedi così:

  • Uomini : 13,707 x peso (kg) + 492,3 x altezza (in metri) – 6,673 x età + 77,607,
  • Donne : 9,740 x peso(kg) + 172,9 x altezza (in metri) – 4,737 x età + 667,051.

Questo rapporto calcola quante calorie servano al corpo ogni giorno, mentre è a riposo.

Si misurano i bisogni calorici di ognuno e si determina l’intensità dell’attività fisica regolare da adottare.

Si parla anche di «spesa energetica a riposo» (REE), valore che spiega quanta energia serva e aiuta ad evitare un’eccessiva introduzione di alimenti.

Prendiamo l’esempio di un uomo di 35 anni, alto 185 centimetri e che pesi 70 kg.

Il metabolismo di base (MB) sarà di 1 714,3 chilocalorie. Questo significa che costui consuma tali calorie a riposo. Un individuo attivo, che quotidianamente effettua una cerata attività fisica, spenderà 2.657,17 calorie a giorno.

Se è sedentario consumerà solo 2.057,16 calorie.

Chiaramente, al di là di questa soglia, l’individuo avrà automaticamente un peso eccessivo, ossia, i suoi apporti calorici non potranno essere tutti spesi.

Segui anche tu un corso per personal trainer CONI o un corso da personal trainer Roma anche a domicilio. Acquisirai ulteriori informazioni per capire come regolare l’attività fisica di un individuo che voglia essere in forma!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar