Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Seguire una dieta proteica per perdere peso? I consigli dal corso di personal trainer

Di Igor, pubblicato il 08/10/2019 Blog > Sport > Personal Trainer > Cos’è la Dieta Iperproteica e Come si Sposa con un Corso per Personal Trainer!

Secondo una ricerca Esteban (studi francesi sulla salute, l’ambiente, la bio sorveglianza, l’attività fisica e l’alimentazione) dedicato alla corpulenza dei francesi, quasi la metà della popolazione, a parità di sesso, approssimerebbe l’indice di massa corporea al valore di 25.

Il giro-vita aumenta, insomma. La quantità dei grassi assorbiti anche. Ne derivano malattie croniche: ipertensione, diabete, obesità, altri vari problemi cardio-vascolari. Si tratta delle ali dell’opulenta società occidentale, lo sappiamo.

Ugualmente, i media propongono una cultura del corpo filiforme, senza pancia, con muscoli scolpiti, cosa che stride con la corpulenza in crescite di diverse categorie sociali: contadini, operai, impiegati).

Per sfuggire al disprezzo sociale, allora, molti cercano di mangiare meglio, per dimagrire…

Soluzioni ne esistono moltissime: si va dalla proposta di corsi personal trainer online ai corsi di dietetica, ai consigli dei nutrizionisti alla prescrizione di compresse dimagranti come XL-S o di diete iperproteiche.

Cosa vuol dire iperproteico?

Quest’oggi Superprof ti illustra il concetto di alimenti iperproteici.

Cosa si intende per regime alimentare e per corso personal trainer?

Se si parla di dieta tutti noi abbiamo subito davanti agli occhi l’immagine di ottime pietanza alle quali rinunciare, con grande frustrazione. Per molta gente, poi, l’esperienza di una dieta dimagrante è associata a diversi fallimenti, milioni di tentativi andati in fumo per una ragione o per un’altra.

L’effetto che si otterrebbe rischia di essere peggiore di quello che si avrebbe mangiando in modo moderato. Dimagrire non significa mettersi davanti ad un piatto completamente vuoto!

Sappiamo che smettendo di mangiare non si vive a lungo.

Il punto è proprio questo. Il concetto di regime è di certo più adeguato, rispetto a quello di dieta dimagrante. Mette in evidenza un semplice modo di mangiare, non per forza un insieme di privazioni. Il regime è il modo in cui un individuo si nutre: di carne, di erba, di carboidrati….

Il primo consiglio sensato, per chi voglia dimagrire è quello di iniziare con il diminuire le quantità di quanto viene ingerito.

Al corso personal trainer questo concetto è spiegato sin dall’inizio. Poiché non si è efficienti nell’attività fisica se si mangia in maniera esagerata.

Diminuire la quantità di energia che l’organismo assume è indispensabile, per iniziare il processo di dimagrimento. Misurando l’apporto energetico di ogni alimento, da latte al pane, passando dal pesce, si ottiene già una informazione cruciale. Unita a quella sulla capacità di bruciare, si può costruire un quadro di base. Cosa e quanto mangiare, in base a cosa effettivamente si fa … ed in base a quanto si vuole perdere…

Occorre partire dall’analisi dei diversi alimenti, per conoscerli:

  • Glucidi,
  • Lipidi,
  • Proteine,
  • Amminoacidi,
  • Sali minerali: calcio, fosforo, potassio, magnesio
  • Oligo-elementi: ferro, zinco, rame, manganese, etc.,
  • Acidi grassi,
  • Fibre,
  • Vitamine.

Se già queste voci ti stuzzicano, siamo su una buona strada di partenza. Infatti, dimagrire passa per una conoscenza generale degli alimenti e dei loro componenti di base.

Insomma, probabilmente ti trovi già nel peristilio di una vita sana a venire!

Perché si verifichi davvero una consistente perdita di peso dopo aver scoperto il proprio peso ideale, occorre che l’organismo riesca a pescare l’energia necessaria fra le riserve – parliamo del glucosio – al momento di compiere determinati movimenti. In altre parole, la quantità di energia ingerita dev’essere inferiore alla quantità di energia stoccata.

Nel caso inverso, quando l’organismo è stato “riempito” da un eccesso alimenti, esso andrà a metabolizzare il surplus sotto forma di adipe grasso. Si prenderà necessariamente del peso. Ogni giorno occorre muoversi, anche solo trenta minuti. Lo sport è il miglior trattamento profilattico.

E se cercassi online un personal trainer corso CONI certificato?

Come dimagrire con le proteine? Meglio la dieta proteica o un corso personal trainer riconosciuto a livello internazionale?

La dieta a base di proteine tende a far perdere peso soprattutto arrestando la sensazione continua di fame. Tramite questo “stop”, l’apporto calorico dovrebbe diminuire sensibilmente.

La dieta proteica si rivolge soprattutto a coloro che vogliano dimagrire rapidamente in vista di un’operazione chirurgica o per altre ragioni di carattere medico.

Tutto sta nelle quantità e nelle qualità di quello che si mangia. Molto sacrifici sono inutili. Paradossalmente, dare cibi grassi a chi è in sovrappeso, potrebbe aiutarlo a dimagrire!

La questione è affrontata tramite l’assunzione di proteine in polvere, di bevande ricche di proteine e di alimenti poveri di glucidi e carboidrati: carne magra (pollo, tacchino, vitello, prosciutto scotennato), uova, latticini sgrassati. In tal modo, avviene che gli zuccheri lenti e gli zuccheri rapidi siano pian piano eliminati dalla dieta. Almeno per un certo periodo di tempo.

Il vantaggio consiste nel fatto che spesso si verifica una perdita di peso senza la perdita di massa muscolare. Il corpo, infatti, privato degli zuccheri, sfrutta e consuma le riserve di grasso sentendosi sempre sazio a volontà.

L’assimilazione di proteine ad opera dell’organismo richiede in effetti maggiore energia rispetto alla metabolizzazione dei glucidi e dei lipidi. Le calorie bruciate sono così potenzialmente superiori di cinque-sette volte, rispetto al solito. Delle precisazioni si trovano tramite le app di personal trainer online o frequentando corsi per personal trainer.

Chiamata anche dieta iperproteica, questo regime consiste nel fatto di far ingerire alimenti ricchi di proteine al fine di eliminare la propria massa grassa e dimagrire in davvero pochissimo tempo. Si inizierà a tendere verso il peso ideale.

L’assimilazione delle molecole proteiche avviene nello stomaco: si ingeriscono fonti di proteine (semi di girasole, lenticchie, carne magra, etc.) e il corpo le scova subito. Si tratta di grosse molecole legate fra loro tramite piccole unità, simili a perline di una collana.

Sotto l’influenza dei succhi gastrici, queste unità vengono spezzate, sequenziate e separate. Sono cosi formati degli aminoacidi individuali, i quali circolano in seguito nel sistema ematico per nutrire la massa muscolare.

La metà di questi aminoacidi necessari all’organismo si trovano concentrati nelle proteine animali e vegetali.

Una dieta iperproteica si svolge in tre o quattro fasi (vedi il regime Dukan):

  • Dieta proteica pura: limita il numero di calorie giornaliere, con perdita di peso in tre-sette giorni,
  • Dieta selettiva: si integrano altri alimenti dal debole tenore proteico,
  • Fase di stabilizzazione: si ha diritto a tutti gli alimenti, sebbene in piccola quantità.

Appena avvertita la sensazione di sazietà occorre smettere di mangiare. Nessun eccesso è consentito. Si perderebbero tutti i risultati ottenuti con sacrificio.

Si studia la dieta Dukan al corso da personal trainer?

In quali alimenti si nascondono le proteine? Chiedilo al tuo istruttore del corso personal trainer Milano!

Cosa mangiare, allora?

Come dirigersi verso un’alimentazione equilibrata se ad ogni angolo di strada si trova un fast food?

La digestione e l’alimentazione di una quota eccessiva di proteine affatica inutilmente il tuo apparato digerente. Con una dieta iperproteica corri il rischio di giocare allo yo-yo con la tua massa corporea!

Cosa ingerire? Cosa cucinare? Cosa comprare?

Come trasformare il proprio piatto del giorno in un vero alleato?

Le famiglie di alimenti ricche di proteine sono due: alimenti di origine animale (carni, crostacei, pesci, frutti di mare) e quelli di origine vegetale (cereali, lenticchie, arachidi, carrube, ceci, soia, cicerchia, lupino, fagioli, piselli, fagiolini, fieno greco, piselli, etc.).

Gli alimenti più ricchi di proteine sono le carni e i pollami, i frutti di mare, l’uovo ed i latticini.

Non è indispensabile essere carnivori, allora. Si può assumere una frittata con una fetta di pane integrale ai cinque cereali (15 proteine ogni 100 grammi), unendo poi un piatto di lenticchie o ceci, conditi con lievito alimentare e finire con del formaggio, magari di capra. Si otterranno gli stessi valori energetici, anche di più, rispetto ad un hamburger.

L’uovo, in particolare il giallo, è l’alimento più ricco di proteine.

Ed ecco degli esempi di menu magro, tratto dalla dieta Dukan.

Si riesce a restare in forma applicando a lungo questo genere di indicazioni?

Ecco il nodo critico. Questa dieta prevede tre-sette giorni di sole proteine. Poi incita al ritorno graduale agli altri alimenti. Ma non vi è una preparazione alla dieta equilibrata.

Si può cadere nella trappola dell’effetto yo-yo…

Inconvenienti e pericoli della dieta iperproteica: consultati con un corso personal trainer online

Effettivamente, un certo numero di obiezioni sono state sollevate rispetto a questa dieta iperproteica.

Se essa consente di dimagrire rapidamente, il regime draconiano in questione favorisce la perdita di peso senza garantire il mantenimento del risultato raggiunto.

L’alimentazione non va soppressa, ma, se sei alla ricerca di perdere kg, alcuni alimenti più grassi vanno ridotti o eliminati. Proteine sì, ma stop a carni rosse e cibi eccessivamente grassi!

Segmentando l’alimentazione rispetto ad un’unica fonte energetica, questa dieta può determinare delle carenze nutritive:

  • Mancanza di calcio,
  • Stanchezza per l’assenza di vitamine,
  • Rallentamento del transito intestinale per l’assenza di lipidi,
  • Sovraccarico renale dovuto all’eccesso di rifiuti in seguito alla metabolizzazione delle proteine (occorre sempre bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno).

I prodotti dietetici dal canto loro non sono equilibrati. Questa dieta radicale non può prolungarsi su un tempo infinito.

Questo genere di regime, basato su alimenti brucia grassi disincentiva a lungo termine l’adozione di un sano modo di mangiare e vivere. La privazione eccessivamente frustrante può condurre, poi, a degli eccessi e a delle ossessioni, una volta ripreso contatto con tutti gli alimenti che erano vietati nella fase iniziale.

A cosa fare per perdere peso?

Dedicarsi allo sport va bene. I primi risultati avranno bisogno di tempo per manifestarsi davvero. Ma dato che lo sport libera endorfine e serotonina, questi ormoni sosterranno ed incoraggeranno, mentre si intraprende anche un regime più equilibrato. La fiducia in se stessi è fondamentale in questi casi.

L’attività fisica, dal canto suo, decuplica il numero di calorie bruciate. Essa accelera l’assimilazione di proteine ingerite tramite dieta eponima.

La motivazione è fondamentale. Ecco perché un corso per personal trainer insiste su questo aspetto psicologico centrale.

Supeprof ti mette in contatto con decine di personale trainer Corso Coni certificati in tutta Italia.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar