“La voce umana è il più bello strumento che esista, ma è anche il più difficile da suonare.” Richard Strauss

La musica è un'attività che molti italiani praticano, come hobby, ma anche su base più professionale. Molti di loro prendono lezioni di canto con una certa frequenza, magari proprio grazie a uno degli insegnanti disponibili sulla piattaforma di Superprof!

Tra tessitura, estensione, tecniche vocali, canto lirico, frequenza del timbro e vocalizzazione, si scopre che ognuno ha un organo vocale che può padroneggiare in un modo specifico.

Perché tutti siamo dotati di un tipo di voce molto specifico. Le donne hanno, da un lato, le loro particolari armoniche, mentre gli uomini hanno anche corde vocali diverse, che producono un'emissione anche molto grave, con una forte risonanza a seconda del cantante. Soprano e contralto (le voci femminili) hanno risonanza, registri ed estensione loro propri, caratteristici. Ogni registro vocale presenta insomma una sua peculiarità.

Nell'emissione del suono nel canto vengono coinvolte  molte parti del corpo: laringe, petto, diaframma etc. A seconda del registro e dell'estensione dei cantanti queste parti lavorano in modi differenti.

Quali sono i diversi tipi di voci maschili? Come sapere riconoscere una voce profonda da una voce più leggera? Cosa differenzia un controtenore da un soprano? Cercheremo di darti tutte queste risposte e molto altro ancora!

Dove trovare la lezione di canto fatta per te? La cerchi in una zona centrale o periferica?

I/Le migliori insegnanti disponibili
Inizia subito

Definizione dei tipi di voci maschili

Prima della metà del XIX secolo, solo la voce maschile era distinta dalla voce femminile. Difficile definirti, ad esempio, quando eri un uomo che cantava con una voce molto acuta! Sono stati quindi considerati i gravi e gli acuti, per introdurre finalmente le classificazioni che vedremo tra poco.

All'inizio del XIX secolo, le voci si classificarono con ancora più precisione e sfumature. Troviamo allora voci drammatiche, la tessitura di tenori leggeri o lirici, basso o basso profondo, e in breve i ruoli diventano più coinvolgenti e più professionali.

E infine, a metà del XIX secolo, è apparsa la nozione di potenza, e ha dimostrato che si poteva essere un baritono operetta, proprio come un tenore lirico wagneriano o un contraltista.

Perché quando sei un uomo, la potenza è importante quanto quando sei una donna. I cliché vorrebbero che un timbro maschile sia serio e potente, ma in realtà non è vero e alcuni uomini hanno una voce magari acuta ma non particolarmente potente. Il canto e la musica sono universi molto ricchi e si può essere parte di un registro o di un altro!

Sai come funziona la voce femminile?

I diversi tipi di voce maschili

La voce è un grande strumento che, quando cantiamo, e anche quando parliamo, è come una vetrina davanti agli altri e davanti a noi stessi. Conoscerlo e domarlo sembra quindi essenziale!

La voce maschile è un organo che tutti gli uomini usano per parlare, discutere, ma anche cantare. Che tu sia un cantante pop, un cantante d'opera, un membro di un coro della domenica o un cantante drammatico, sarà quindi uno strumento che sarà più semplice da usare con alcuni accorgimenti.

Sei curioso di scoprire come usare al meglio la voce? Laringe, petto, diaframma... puoi scoprire tecnicamente cosa accade nell'emissione di un suono, quale parte del corpo viene coinvolta.

Voci basse maschili

La voce che risulta essere la voce più grave di tutte è, non a caso, il basso. Esistono diversi tipi di bassi che si differenziano per sfumature timbriche:

  • Il basso-cantante, cioè il basso per eccellenza, ben rappresentato da alcune opere di Bellini come La sonnambula, Norma e I puritani, ma anche da alcune opere di Donizetti come l'Anna Bolena e la Lucia di Lammermoor, di Verdi e di autori del XVIII secolo come Gluck.
  • Il basso leggero, tipico dell'Opera Buffa,
  • Il basso profondo, chiamato anche basso nobile o basso Nivette, più scuro, avvolgente, più solenne. È anche più raro da trovare, ed è una prerogativa dei cantanti slavi.

E tra i bassi famosi troviamo:

  • Marcel Journey,
  • Gregory Reinhart,
  • Samuel Ramey,
  • René Pape,
  • Avriel Avi Kaplan,
  • E molti altri!

Voce baritonale

A livello di tipi di voce, dopo il basso, arriva un altro tipo di voce maschile: il baritono. Questa è la voce maschile relativamente elementare, almeno abbastanza diffusa. Moderatamente profonda, la voce baritonale ha una gamma abbastanza simile alla voce parlata, che si troverà tra il basso e il tenore.

Distinguiamo anche il baritono basso che, come suggerisce il nome, è una categoria inferiore rispetto al baritono, che ha un po' più di potenza di un baritono di base. Per farti capire meglio: questo è uno dei tipi di voce più utilizzati al cinema e in tv, poiché è particolarmente indicato per incarnare il ruolo dei cattivi... è infatti molto avvincente e accattivante!

Come funziona il timbro?

Voce maschile acuta: alla scoperta dei tenori!

I bambini sono tra le voci maschili più acute, cosa che pone il campo delle possibilità su una scala abbastanza ampia quando si tratta di tessitura vocale! Ma con l’adolescenza la voce cambia;  se si sviluppa una voce acuta abbiamo il terzo tipo di voce, di tessitura, ossia la voce tenore, che abbiamo menzionato poco fa. Questo tono di voce, meno drammatico, è tuttavia piuttosto melodico, poiché le vocalizzazioni si avvicinano alle note alte. Nota che Luciano Pavarotti è stato uno dei tenori più famosi!

Ancora una volta, gli elementi vocali del tenore rientrano in due sottocategorie:

  • Il tenore leggero,
  • Il tenore lirico, sullo stesso principio dei bassi.

E sì, anche se poche persone del genere maschile riescono a raggiungere tali note, a meno che non si parli di falsetto (questo tipo di voce veniva in passato realizzato dai castrati, che erano ragazzini a cui prima dello sviluppo venivano tagliati i testicoli per evitare la creazione dei caratteri sessuali secondari, fra cui principalmente la voce!) è una voce molto acuta, piena di espressività e talvolta vicina al virtuosismo.

E la natura di questa voce è favolosa, poiché gli uomini controtenore o contraltisti hanno una tecnica vocale piuttosto sorprendente, che consiste nel vibrare le corde vocali in un modo molto particolare. Questa vibrazione porterà quindi a suoni degni dei più grandi cori, i più bei suoni gospel o i migliori musical.

E tra i famosi controtenori troviamo:

  • Philippe Jaroussky
  • Serge Kakudji,
  • Henry de Rouville,
  • Frédéric Bétous,
  • Rachid Ben Abdeslam,
  • Jean-Loup Charvet,
  • E molti altri!

A livello di voce femminile, possiamo avvicinarlo al contralto o al mezzosoprano, con un timbro molto diverso. Tuttavia, e possiamo chiaramente vederlo qui, l'uomo ha un tipo di voce molto specifico, che non può essere paragonato direttamente o indirettamente alla voce femminile. Ognuno ha il proprio tipo di apertura, corde vocali e gamma in sé!

Vuoi scoprire se hai un voce acuta o grave?

Tipi di voce maschile: sono tutte qui?

VOCI MASCHILIVOCI BASSEVOCI ACUTE
BASSO-CANTANTETENORE
BASSO LEGGEROCONTRALTISTA
BASSO PROFONDO
BASSO BARITONO

Ovviamente, il mondo del vibrato e l'universo delle voci liriche maschili sono molto più ampi e hanno numerose sottocategorie che mostrano la ricchezza della varietà vocale. Tuttavia, a meno che tu non abbia un orecchio assoluto, a volte è difficile capire di quale tipologia si fa parte.

Inoltre, alcune persone che stanno "nel mezzo" saranno un po' in difficoltà quando si tratta di cantare un tono specifico. Tra controtenore e tenore, a volte, il limite non è ben definito! Questo è il motivo per cui la classificazione è diventata sempre più precisa nel tempo.

Intanto, se ti piace metterti alla prova, eccoti servito!

Se sei alla ricerca di corsi di canto, dai un'occhiata alla nostra offerta di corsi di canto milano: centrale per ogni principiante è l'aiuto di un professionista!

Voce acuta maschile o voce bassa maschile: tu quale hai?

La misurazione del tipo di voce è, nel corso del tempo, divenuta più facile e oggi lo è ancora di più! Per capire dove sei posizionato sulla scala della gamma e da che parte stai, potrai semplicemente affidarti alle note di un pianoforte!

Dovrai solo suonare alcune note e confrontare la tua voce con quella gamma... Il suono del piano, abbinato a quello della tua voce, ti darà il tuo timbro. Ovviamente puoi aiutarti con un manuale di musica o un sito web specializzato per arrivare ad avere la risposta che cerchi, con un certo grado di certezza.

Se il lavoro da autodidatta non fa per te, un insegnante di canto sarà felice di aiutarti a scoprire qual è il tuo timbro. Il vantaggio oggi è che puoi persino farlo online, ad esempio tramite un'ora di lezioni con Superprof! Ti bastano una webcam, le tue corde vocali e voilà, cantare non è mai stato così facile!

Puoi anche cercare delle app che possono aiutarti a capire che voce hai: cerca "voice app" o simili su Google.

Sapere qual è il colore della tua voce ti permetterà di dedicarti alle canzoni più adatte, i suoni più semplici da cantare per la tua gamma vocale in particolare. Presto padroneggerai al meglio le tue corde vocali e sarai pronto per tenere un concerto!

Riepilogando:

i tipi di voce maschile sono pochi di per sé, ma la classificazione neasconde ricchezza e sottigliezze che possono essere padroneggiate e conosciute per essere gestite al meglio. Tra tenore e basso profondo, c'è un abisso, e il punto è non affondare in questo abisso, ma imparare a emergere!

Perché, si sa, la musica ci rende più fluidi e più felici, e sapere come usare la nostra voce come strumento ci migliorerà la vita. Basso, tenore, baritono... le categorie  sono necessarie per capire con quali brani confrontarci, quale tecnica sia migliore e come le corde vocali possano servirci come strumento di lavoro.

Sei pronto a iniziare la tua avventura con la musica e a cantare usando la tua voce al meglio? La Scala ti sta aspettando!

Rinforza la tua voce con un corso di canto roma!

 

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

Prima lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (1 voto(i))
Loading...

Igor

Traduttore e insegnante, mi occupo anche di montaggio video e recitazione. Amo la musica, dal pop italiano alla classica. Curiosità è l'anagramma del mio nome.