Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Studiare con un insegnante di canto per una tessitura media della voce

Di Igor, pubblicato il 30/07/2018 Blog > Musica > Canto > Come Diventare Baritono grazie a delle Lezioni di Canto!

“L’opera è una storia in cui un baritono fa di tutto per impedire al tenore di flirtare con la soprano.”

George Bernard Shaw

Se ami il canto, questo articolo fa proprio per te!

Se sei già abituato a cantare sotto la doccia, quindi in un ambiente piuttosto intimo, come passare al canto lirico in pubblico?

L’opera, con la sua connotazione retrò, affascina il genere umano dai suoi albori: il dispiegamento ultra-potente di voci è qualcosa di prodigioso, entusiasmante, quasi impaurente. Nulla a che vedere con i bisbiglii di certa musica pop o i discorsi del rap, insomma!

In proposito, per quanto concerne gli uomini adulti, il baritono ha probabilmente la tessitura maschile più corrente. Vi si scorgono, al contempo, virilità ed eleganza. Essere baritono è ciò che vuole dire, in linguaggio famigliare, aver un certo carattere!

Vediamo allora, insieme, di cosa si tratti e come fare a trasformare un hobby in una professione.

Corso di canto per un baritono

La musicologia distingue sei categorie vocali fondamentali: tre per gli uomini e tre per le donne.

Per quanto riguarda i primi, dal più grave al più acuto, troviamo i bassi, i baritoni ed i tenori – cosa che non impedisce a questi ultimi di essere superati a destra dai contro-tenori, ancora più acuti, ma in voce di testa.

Il baritono (o “bassa-taglia” e, ancora, “concordanti”, come li si chiamava un tempo) rappresenta una costante della storia lirica dell’Occidente. Si dice che esso occupi lo spazio delle tessiture medie.

La specificità del baritono è di dominare alla perfezione i medi, con un potenza ed un volume più che onorevoli.

Il termine, entrato nel vocabolario musicale corrente nel secolo dei Lumi, può apparire inadatto e di certo sorprende. Ma non v’è nulla di bizzarro, in realtà. Esso proviene dal greco βαρύτονος, “avente voce grave”!

Indubbiamente, non esiste alcuna opera contemporanea che non abbia almeno un ruolo rilevante destinato al baritono. Ed anche i cori vivono molto sulle spalle dei baritoni.

La maggior parte degli uomini di età matura appartiene alla categoria dei baritoni. Ed anche numerosi tenori, alla base, sarebbero dei baritoni (soprattutto i tenori eroici o quelli del lirico spinto). Si tratta di baritoni che, fin da giovani, si sono allenati duramente per riuscire ad emettere dei suoni acuti con voce di petto.

L’ambitus di base di un baritono va dal 1 al sol3. Questa classificazione generale ammette, tuttavia, più sotto-categorie, da cui deriva la “transmigrabilità” da e verso il gruppo dei tenori, in fin dei conti.

Troppo tecnica per te questa descrizione? Perché non andare a lezioni private da un insegnante che ti faccia capire tutti questi concetti? I cantanti baritoni hanno un’ampia capacità di risonanza nelle gamme inferiori tra la voce del basso e il tenore!

All’origine poco considerata dai compositori, la categoria dei baritoni divenne poi proprio oggetto dell’attenzione dei grandi scrittori dell’opera italiana.

Citiamo, in merito, anche gli oratorii barocchi di Bach ed Haendel, in cui questa voce medio-grave controbilanciava abilmente le voci di castrato, soprattutto nei virtuosismi della musica religiosa o della musica da camera.

Scopri anche come prendere lezioni di canto Gospel!

A lezione di canto per imparare a distinguere le diverse tessiture maschili medie

Se, fin dal diciannovesimo secolo, i ruoli chiave delle opere sembrano destinati ai tenori, i baritoni non sono mai stati disprezzati, in fondo.

La valida potenza della loro voce, soprattutto molto virile, evoca e suscita grandi emozioni e sentimenti, infatti!

I musicologi non ricorrono a categorie strettamente delimitate. Ma, abitualmente, le tessiture medie vengono suddivise in cinque grandi sotto-gruppi, dal più acuto al più grave:

  • Il bari-tenore, o “taglia”, che è attribuito anche ai tenori più “cupi”;
  • Il baritono leggero (o “Martin”, che confina col bari-tenore), con un volume vocale relativamente debole ed una tessitura alta (generalmente: si1-la3) ;
  • Il baritono lirico o di “carattere”, con una bella potenza, centrale, per non dire classica e canonica, dominante una buona parte della chiave di Fa e della chiave di sol, con le sue tessiture dal la1 al sol3;
  • Il baritono drammatico, dal timbro cupo sempre più grave, relativo ad un ambito sol1-sol3 ossia con una tessitura sol1-si3 per numerose arie di Giuseppe Verdi;
  • Il baritono-basso, che approssima i nostri amici bassi, molto apprezzato nelle corali o per i ruoli di personaggi rudi ed autoritari: sul fa1-fa#3, diciamo che non esiste nulla di più potente, tra i baritoni!

Come se niente fosse, nell’universo dei baritoni si tratta di una vera e propria specialità …

Bisogna poi dire che, per distinguere le proprie opere, molti compositori hanno fatto voto di originalità) per distorcere in tutte le direzioni (sia verso l’acuto, sia verso il grave) la tessitura originaria del baritono.

Per ricoprire i ruoli chiave, insomma, un duro lavoro davanti allo studente che prende lezioni di canto, anche per mezzo soprano!

Segui un corso canto per sapere se sei baritono

La voce umana è innanzitutto qualcosa di innato: il melomane sa bene che la polivalenza totale nella tecnica vocale non esiste proprio.

Ognuno hai propri limiti psicologici, verso il basso o verso l’alto – prendiamo un esempio estremo: puoi giocare a fare la balena, ma non potrai mai emettere degli ultra-suoni…

Prima di interessarti alla classifica, sappi che se canti in modo intonato, cosa più facile dopo alcune lezioni di canto, dovrai mantenere lucidità rispetto alla tua stessa voce ed al livello di intonazione che puoi assicurare.

Non è sempre facile allinearsi col diapason, soprattutto se si sogna di diventare famoso ed eguagliare certe star internazionali del canto lirico.

Dopo di che, sappi che non esiste età per avere successo nella professione di cantante: quanti convertiti dell’ultim’ora sfondano nella lirica!

Fai sedere un amico al piano e prova ad imitare il suono dei tasti:scoprirai dove si colloca la tua voce. Che sia a coda o digitale, il piano è perfetto per misurare la tonalità vocale di un cantante!

E poi, per dirla tutta: un cantante d’opera non sceglie la propria voce. Egli eredita un certo corredo genetico, che modifica in età adolescenziale, e che potrà allenare imparando come prendere le note.

Ma un baritono non sarà mai un contro-tenore, né un tenore basso!

In breve, il baritono nudo e crudo è colui le cui produzioni vocali raggiungono, senza difficoltà, la1 e la3 – potendo correggere qualsiasi eventuale sfasamento. Al di fuori di questo ambito, la voce sarà probabilmente mista!

Per testare la cosa, collega un microfono al tuo computer, trova un accordatore (o un programma dello stesso genere) gratuito online, capace di indicarti la nota del suono registrata.

Per migliorare, prendi qualche lezione di canto a Milano.

Prendi lezioni per tenore!

Insegnanti canto per allenare la tua voce da baritono

Un buon cantante è, per definizione, un esperto in opera italiana, in operetta francese, in cromatica.

La conoscenza del solfeggio e della teoria è una condizione di base perché si possa allenare la propria voce senza troppa fatica.

Anche se è raro reperire un bambino baritono, le lezioni di canto per bambini sono l’occasione per allenarsi fin da bambini.

Parallelamente al lavoro della laringe, l’adepto dello spettacole avrà convenienza a cantare come un contralto, a suonare il clarinetto (basso o meno), il violoncello, l’oboe, il sassofono (baritono, ad esempio), il contrabbasso, la tromba, il trombone, il clarinetto, a cantare in un coro, a suonare il flauto traverso, la chitarra elettrica, il tamburo, la fisarmonica, l’armonica a bocca o altri strumenti, sotto la direzione di un direttore d’orchestra.

Tutto è buono per migliorare la propria fibra armonica e prepararsi ad avere una voce da solista!

Degli appassionati o delle associazioni a volte organizzano dei concerti all’area aperta o ne improvvisano lungo la strada. Alle volte, si può avere la fortuna di incappare per caso nella tragedia lirica!

Non farà mai male accoppiare la pratica di più strumenti, possibilmente di diversi tipi, come, ad esempio: trombone basso-clavicembalo-gran cassa-chitarra-basso.

Il tutto, con un metronomo (materiale musicale di base) per allenare la propria voce con un ritmo base scenico. Questa padronanza della musica mondiale potrà inoltre permetterti di riciclarti nella vendita di strumenti di musica o in una carriera strumentale (è importante, nei mestieri artistici, tenersi sempre pronta un’uscita di soccorso).

Per il resto, occorrerà proprio ricorrere ad un buon professionista, un insegnante di canto esperto in Opera. A forza di cantare, potresti diventare un buon cantante!

Il solo difetto sarà il prezzo, ma, se sei molto dotato, potresti iscriverti presso un liceo musicale o un conservatorio della tua città o provincia.

Per gli altri, sarà meglio orientarsi verso lezioni private al fine di poter interpretare il Lohengrin o qualche mottetto per corista …

Guarda le possibilità di lezioni di canto a Taranto.

Vuoi fare carriera nella lirica?

Lezioni canto dai più grandi baritoni della storia della musica

Diversi ruoli famosi sono dedicati ai baritoni.

Te ne puoi accorgere quando vai ad assister a qualche spettacolo al teatro.

L’Orfeo di Monteverdi, il Didone ed Enea di Purcell, Pelleas e Melisande di Claude Debussy, L’Enfant et les Sortilèges di Ravel, Les Noces de Figaro o Così fan tutte di Mozart (per non dimenticare Il Flauto magico e Don Giovanni), Don Pasquale di Gaetano Donizetti, Faust di Gounod, La Bohème di Puccini, Carmen di Bizet, Tetralogia di Richard Wagner e Il Barbiere di Siviglia di Rossini: tutte pièce con baritoni regolarmente proposte nei maggiori teatri, dalla Scala di Milano all’Opera Nazionale di Parigi. E per gli amanti di Wolfgang Amadeus e di Richard Wagner basterà frequentare rispettivamente i Teatri di Salisburgo o il Festival di Bayreuth.

Altre piste possono essere esplorate indagando le sonorità: Offenbach (Les Contes d’Hoffmann, in particolare), Britten, Schubert, Rachmaninov, Massenet, Brahms, Gluck, Haydn, Beethoven, Bellini, Rameau, Saint-Saëns, Berlioz o Vivaldi.

Avrai notato che molti cantanti rock, in vita o defunti, sono cantanti baritoni.

Cantante Baritono Registro musicale
Jimi Hendrix Rock
Paul Simon Folk
Jim Morrison Acid Rock
Lou Reed Blues
Bruce Springsteen Rock
Dean Martin Jazz

Le loro voci possono sembrare molto diverse, ma non è inabituale per dei baritoni. Alcuni cantanti con voce da “baritono superiore” possono cantare un po’ più alto o appena un po’ più basso, in base alla loro situazione.

Molti cantanti rock o di musica leggera hanno un’ampia gamma vocale e nei brani che loro cantano e hanno reso famosi si riesce ad apprezzarla pienamente. I cantanti utilizzano il termine “gamma vocale” per descrivere la distanza tra le note più basse e quelle più elevate che riescono a coprire con la loro voce!

Sono stati baritoni anche celebri cantati della pop e del rock come Elvis Presley, Jim Morrison e Jimi Hendrix.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar