Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Delle lezioni di canto per diventare cantante d’opera

Di Igor, pubblicato il 19/07/2018 Blog > Musica > Canto > Seguire un Corso di Canto per Imparare la Lirica!

Il mondo dell’arte è risaputamente affascinante. E lo è ancor più, al suo interno, quello della musica lirica.

I cantanti contemporanei ci piacciono, naturalmente…

Ma i più esigenti tra noi, coloro che si vogliono eruditi, chi ha studiato armonia e storia della musica, tenderà a dirigersi, più spontaneamente verso la musica di tradizione.

Roberto Alagna o, negli anni addietro, Luciano Pavarotti, danno proprio voglia di tentare di imitarli, raggiungendo i limiti estremi dell’estensione della voce umana, come hanno fatto ugualmente Maria Callas e Natalie Dessay, per quanto concerne l’universo femminile …

Avere una bella voce è una conditio sine qua non per diventare cantante: in base alla tessitura – mezzo-soprano, baritono-basso, contralto, contro-tenore … – si potrà avere o meno la fortuna di farsi un nome da sfruttare in scena.

Esploriamo insieme gli orizzonti che possono dispiegarsi davanti a chi prenda qualche lezione di canto!

Corsi di canto per allenare la tua voce da tenore

Hai il potenziale di un tenore e desideri svilupparlo correttamente? Cerca dunque di rivolgerti alla persona giusta, se cerchi insegnanti canto privato! Un corso di canto gospel, giusto per fare un esempio, non sarà di certo la buona iniziativa!

Partiamo, comunque, dalle basi dell’intera faccenda.

I musicologi hanno l’abitudine di classificare le voci umane e gli strumenti musicali in funzione della tessitura. Si tratta di prendere in considerazione l’ambito che ognuno di essi è in grado di assicurare, suonando, delimitato dalle note estreme (alte e basse) che possono essere emesse.

Per quanto riguarda le voci maschili, il tenore occupa le estremità delle frequenza sonore, al di sotto dei bassi e dei baritoni.

Soltanto i contro-tenori e i castrati possono ottenere i suoni più acuti.

Come dire che il canto lirico, in generale, e l’opera italiana, in particolare a partire dalla seconda metà del XIX secolo, si forgiano di tenori fra i celebri.

Grazie al perfezionamento nella tecnica del canto da tenore e alla passione del pubblico per questo genere di tessitura, i personaggi tenore divengono spesso delle star, come è avvenuto negli ultimi due secoli.

Più noto all’estero che in Italia, questo tenore calca le scene internazionali da anni. Un tenore celebre: Roberto Alagna!

La tecnica vocale legata a questi registri acuti si è gradualmente evoluta negli anni. Inizialmente si trattava esclusivamente di voce in falsetto o voce di testa, poi, superate le epoche barocca e classica, iniziò ad essere per forza di cose una voce di petto (dal 1840 in poi, in particolare).

Il primo a diffondere il famoso “contro-do” di petto, in una pièce di Rossini, fu un cantante lirico francese.

Un buon insegnante di canto insegnerà anche tutto questo, al proprio pupillo che anela a diventare tenore. Cantare con voce di petto, in modo gradualmente più acuto, dopo aver provato ed assimilato ogni suono dapprima con voce di testa.

Si tratta di un lavoro consistente, che si svolge alla luce del sole; esso è possibile solo se i suoni gravi sono perfettamente assimilati e padroneggiati ed i medi altrettanto ben appoggiati.

Senza queste precondizioni, il tenore neofita rischia di mantenere per sempre delle corde vocali per sempre instabili ed una tessitura o una coloritura sempre in movimento …

Ricordiamo un aspetto di fondo di cui tener presente, andando a lezioni di canto: il tuo ambito sarà in gran parte predeterminato, da elementi innati.

Se un baritono “leggero” può pretendere di diventare un tenore eroico, un basso non dovrà nemmeno pensare a ciò!

Non dimenticare mai che il termine tenore è riferito ad una vasta realtà: suoni più alti o più bassi, con numerose sotto-definizioni.

E così, escludendo qualche eccezione (Alagna, Pavarotti…), un cantante reputato tenore non potrà interpretare tutti i tipi di ruolo da tenore. Alcuni di questi, infatti, sono particolarmente specifici: pensiamo alla musica e alle partiture di Giuseppe Verdi.

Pazienza, serietà, assiduità e lavoro continuo saranno le vere chiavi del successo, se vuoi diventare un tenore, frequentando un corso di canto lirico.

Dai anche un’occhiata al corso di canto online di lirica.

Una lezione di canto per diventare baritono

Nella classifica delle voci maschili, i baritoni occupano lo spazio di un quadro tra i bassi gravi ed i tenori più acuti: se eccelli nei suoni medi, seguire un corso di canto per baritoni sarà probabilmente la scelta della tua vita.

Nella canzone lirica, romantica soprattutto, il ruolo del baritono è piuttosto rilevante e frequente.

La maggior parte dei compositori hanno pensato al baritono, scrivendo. Verdi, Bizet, Wagner, in cui il registro eroico mette in evidenza i gravi ed i suoni medi.

Alla fin fine, la tessitura maschile più ricorrente e naturale è proprio quella del baritono. La quale permette di cantare diversi pezzi di genere diverso.

Dal punto di vista professionale, si tratta della voce che rende meglio, potendo dar origine a diversi incarichi, sempre che sussista la qualità di fondo.

E quindi, dopo anni di duri allenamenti della propria voce in solo, si passa a cantare assieme ad altri. Cantare correttamente richiede una collaborazione sulla scena!

Su una tastiera di pianoforte, il baritono è all’incirca nel proprio registro ideale, considerando le note tra il primo ed il terzo là.

Spesso, invecchiando, i tenori scivolano verso il baritono, da cui l’importanza di prepararsi il più presto possibile a determinate partiture e a guadagnare senza aspettare delle sonorità più gravi allargando il proprio ambito.

Quest’ultimo punto dev’essere l’obiettivo primo del baritono (oltre alla capacità, naturalmente, di cantare intonando alla perfezione le note), cosa che un buon insegnante di canto potrà agevolare.

Ciliegina sulla torta, poi, è quasi sempre più facile assimilare i gravi, che non gli acuti … Il progresso, specialmente per i dilettanti sarà decisamente più facile!

In tal caso, come in altri, sarà l’esercizio a fare la differenza. L’allenamento e la pratica quotidiani saranno alla base di ogni possibilità di avanzamento.

Più sarai padrone delle partiture, più avrai la possibilità di avere successo e di mantenerti ad livelli alti.

Da un insegnante di canto per sviluppare la voce da opera

Chi di noi non se la sentirebbe di cantare davanti ad un ristretto gruppo di amici e parenti?

Ma essere in grado di cantare l’opera, naturalmente, è tutt’altra cosa.

Di solito, tutti noi riusciamo a canticchiare qualche canzoncina di quando eravamo piccoli o riprendere un successo dell’estate. La melodia è semplice, il virtuosismo vocale richiesto tutto sommato limitato.

Bisogna ammettere che dei cantanti di successo come Francis Cabrel e Jimi Hendrix, per quanto gradevoli da ascoltare, non dispongono certamente di un organo vocale degno di un cantante dell’opera.

Il canto lirico rimanda, in effetti, ad una potenza e ad un valore senza uguali rispetto alla musica pop.

Placido Domingo sarebbe scoppiato a ridere, se gli si avesse proposto di utilizzare un microfono per esibirsi.

Le sue opere ancora oggi sono riproposte in tutte i principali teatri a livello internazionale. Come tutti i grandi compositori, anche lui è stato all’Opera di Parigi!

Se vuoi ottenere un vibrato degno di questo nome e diventare un maestro o un esperto in vocalizzi, dovrai soprattutto allenarti.

Avere una bella voce, dotata di colore e calore, è innanzitutto un dono della natura. Per il resto, è proprio la perseveranza a fare la differenza: bisogna scaldarsi ed allenarsi quasi ogni giorno, per perfezionare la propria tecnica di canto.

Ogni muscolo dell’organismo, e specialmente gli organi e tessuti delle zone vocali, devono essere sollecitati ed ottimizzati perché si guadagni in volume e qualità sonori.

Si tratta, insomma, di lavorare ad ogni istante, per determinare e superare i limiti della propria tessitura, gradualmente e costantemente.

Una voce da opera si distingue, poi, per il proprio oggetto: i pezzi interpretati. La scrittura musicale delle opere liriche, forte di una storia secolare, è particolarissima e piena di carattere.

Essa richiede di certo una iniziazione specifica, come avviene seguendo corsi di canto lirico presso scuole specializzate.

L’esempio di Luciano Pavarotti, perfetto autodidatta, rimane qualcosa di eccezionale.

Per avere successo in questo genere di professione, sappi reperire un buon trainer vocale, poi assicurarti un mentale di ferro, in modo da ottenere la vittoria ai concorsi canori.

E se la cosa ti aggrada, cerca delle lezioni di canto collettive a Roma.

Corso canto per il mezzo-soprano

Dopo esserci dedicati agli uomini, passiamo alle donne!

La ripartizione delle voci femminili è simmetrica, rispetto alla precedente: si va dal suono più grave (contralto) a quello più acuto (soprano).

In mezzo troviamo il mezzo soprano, esattamente collocata a metà tra gli altri due registri.

Una donna dalle capacità eccezionali, così come le sue ambizioni. Maria Callas: una tecnica vocale impeccabile!

I migliori mezzo-soprani sanno mostrarsi polivalenti, prendendo alla perfezione semi-toni da un lato all’altro del loro ambito.

Il modo di allenare una voce da mezzo-soprano non differisce per niente da quello che riguarda tutte le altre tessiture.

Diventare mezzo-soprano è una cosa facile per la maggior parte delle donne, a meno che non si posseggano corde vocali eccezionalmente acute o eccezionalmente gravi!

Non dimenticare che la fiducia in se stessi fa la differenza tra chi abbandona subito e chi prosegue nel canto e nelle lezioni di canto! Chiedilo al tuo insegnante di canto.

Carmen è certamente il ruolo faro, nel mondo dei mezzo-soprani.

Perché non impararlo a memoria, se la tua tessitura è questa? Informati con l’insegnante che tiene il tuo corso di canto.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar