Ho sempre pensato che l'opera sia un pianeta dove le muse lavorano assieme, battono le mani e celebrano tutte le arti.
Franco Zeffirelli

Da tempo immemore il mondo dell’arte  e della musica esercita un grande fascino sul pubblico. Ma anche all'interno dello stesso universo artistico, poche cose sono in grado di sbalordire e ammaliare quando la potenza della voca di un/una cantante lirico/a.

Senza nulla togliere ai cantanti di altri generi più contemporanei e popolari, la lirica richiede però una massima conoscenza dell'armonia e della tecnica musicale, nonché della storia della musica, e tende quindi ad attrarre un pubblico più ristretto.

Roberto Alagna o, negli anni addietro, Luciano Pavarotti, danno proprio voglia di tentare di imitarli, raggiungendo i limiti estremi dell’estensione della voce umana, come hanno fatto ugualmente Maria Callas e Natalie Dessay, per quanto concerne l’universo femminile.

Avere una bella voce è una conditio sine qua non per diventare cantante: in base alla tessitura – mezzo-soprano, baritono-basso, contralto, contro-tenore, ecc… – si potrà avere o meno la fortuna di farsi un nome che permetterà di cavalcare i migliori palcoscenici del mondo.

Esploriamo insieme le prospettive che possono dispiegarsi davanti a chi segue lezioni di canto lirico!

I/Le migliori insegnanti di Canto disponibili
Valentina
5
5 (59 Commenti)
Valentina
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Valerio
5
5 (20 Commenti)
Valerio
50€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marco
5
5 (38 Commenti)
Marco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Angela
5
5 (21 Commenti)
Angela
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Rossella
5
5 (30 Commenti)
Rossella
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Michele
5
5 (12 Commenti)
Michele
50€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessandra
5
5 (13 Commenti)
Alessandra
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marcella
5
5 (45 Commenti)
Marcella
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Valentina
5
5 (59 Commenti)
Valentina
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Valerio
5
5 (20 Commenti)
Valerio
50€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marco
5
5 (38 Commenti)
Marco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Angela
5
5 (21 Commenti)
Angela
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Rossella
5
5 (30 Commenti)
Rossella
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Michele
5
5 (12 Commenti)
Michele
50€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessandra
5
5 (13 Commenti)
Alessandra
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marcella
5
5 (45 Commenti)
Marcella
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Come diventare cantante lirico: corsi di canto per allenare la voce

Tutti possono cantare lirico con il giusto impegno.
Luciano Pavarotti è stato uno dei tenori più celebri in tutto il mondo.

Hai il potenziale di un tenore e desideri svilupparlo correttamente? Un insegnante di canto privato, tramite un corso di canto online o in presenza, potrebbe aiutarti a dare il meglio di te, ma attenzione a fare la scelta giusta: un corso di canto gospel, giusto per fare un esempio, non sarà di certo il percorso più adatto ai tuoi obiettivi. Ma vediamo di partire dall'inizio.

I musicologi hanno l’abitudine di classificare le voci umane e gli strumenti musicali in funzione della tessitura. Si tratta di prendere in considerazione lo spettro che ognuno di essi è in grado di assicurare, suonando, delimitato dalle note estreme (alte e basse) che possono essere emesse.

Per quanto riguarda le voci maschili, il tenore occupa le estremità delle frequenza sonore, al di sotto dei bassi e dei baritoni. Soltanto i contro-tenori e i castrati possono ottenere i suoni più acuti.

A partire dalla seconda metà del XIX secolo, il canto lirico in generale, e l’opera italiana, in particolare, fa un uso sempre maggiore dei tenori, al punto che alcuni di essi diventano delle proprie celebrità in Europa e non solo.

Grazie al perfezionamento nella tecnica del canto da tenore e alla passione del pubblico per questo genere di tessitura, i personaggi tenore divengono spesso delle star, come è avvenuto negli ultimi due secoli.

La tecnica vocale legata a questi registri acuti si è gradualmente evoluta negli anni. Inizialmente si trattava esclusivamente di voce in falsetto o voce di testa, poi, superate le epoche barocca e classica, iniziò ad essere una voce di petto (dal 1840 in poi, in particolare).

Il primo a diffondere il famoso “contro-do” di petto, in una pièce di Rossini, fu un cantante lirico francese.

Un buon insegnante di canto insegnerà anche questi aspetti storici al proprio pupillo che anela a diventare tenore. L'obiettivo in questo senso sarà quello di arrivare a cantare con voce di petto, in modo gradualmente più acuto, dopo aver provato ed assimilato ogni suono dapprima con la voce di testa.

Si tratta di un lavoro difficile, che richiede una grande padronanza della tecnica; esso è possibile solo se i suoni gravi e i suoni medi sono stati perfettamente assimilati e padroneggiati.

Senza queste precondizioni, il tenore neofita rischia di mantenere le corde vocali per sempre instabili ed una tessitura o una coloritura sempre in movimento.

Ricordiamo un aspetto di fondo che va tenuto presente quando si va a lezione di canto: il tuo ambito sarà in gran parte predeterminato, da elementi innati.

Se un baritono “leggero” può ambire a diventare un tenore eroico, per un basso sarebbe semplicemente impossibile.

Non dimenticare mai che il termine tenore è riferito ad una vasta realtà: suoni più alti o più bassi, con numerose sotto-definizioni.

E così, escludendo qualche eccezione (Alagna e Pavarotti), un cantante reputato tenore non potrà interpretare tutti i tipi di ruolo da tenore. Alcuni di questi, infatti, sono particolarmente specifici: pensiamo alla musica e alle partiture di Giuseppe Verdi, ad esempio.

Pazienza, serietà, assiduità e lavoro continuo saranno le vere chiavi del successo, se vuoi diventare un tenore frequentando un corso di canto lirico.

Lezioni di canto per diventare baritoni

Come cantare lirico? Con i nostri corsi di canto!
Quello dell'Opéra Garnier di Parigi è uno dei palchi più ambiti della scena lirica.

Nella classifica delle voci maschili, i baritoni occupano lo spazio di mezzo tra i bassi gravi ed i tenori più acuti: se eccelli nei suoni medi, seguire un corso di canto per baritoni sarà probabilmente la scelta più adatta e più fruttuosa.

Nella canzone lirica, romantica soprattutto, il ruolo del baritono è piuttosto rilevante e frequente. La maggior parte dei compositori hanno infatti creato dando parti di spessori ai baritoni: Verdi, Bizet e Wagner, ad esempio, che utilizzano i suoni gravi e medi per mettere in risalto il registro eroico.

In fin dei conti, il registro maschile più ricorrente e naturale è proprio quello del baritono, che può adattarsi a un vasto numero di composizioni molto diverse tra loro.

Dal punto di vista professionale, si tratta della voce che rende meglio, potendo dar origine a diversi incarichi, sempre che sussista la qualità di fondo.

Trasponendolo sulla tastiera di un pianoforte, il registro baritono occupa all'incirca lo spazio delle note che vanno dal primo al terzo LA.

Spesso, invecchiando, i tenori scivolano verso un registro da baritoni, da cui l’importanza di prepararsi il più presto possibile a determinate partiture e spingere verso sonorità più gravi allargandola la propria estensione vocale.

Quest’ultimo punto dev’essere l’obiettivo primo del baritono (oltre alla capacità, naturalmente, di cantare intonando alla perfezione le note), cosa che un buon corso di canto per baritoni potrà agevolare.

Ciliegina sulla torta, poi, è quasi sempre più facile assimilare i gravi, che non gli acuti … Il progresso, specialmente per i dilettanti sarà decisamente più facile!

In tal caso, come in altri, sarà l’esercizio a fare la differenza. L’allenamento e la pratica quotidiani saranno alla base di ogni possibilità di avanzamento.

Più saprai padroneggiare partiture diverse, più avrai la possibilità di avere successo e di mantenerti a livelli alti.

Da un insegnante di canto per sviluppare la voce da opera

Cantare lirica richiede anche una grande conoscenza della storia dell'Opera.

Chi di noi non se la sentirebbe di cantare davanti ad un ristretto gruppo di amici e parenti?

Ma essere in grado di cantare l’opera davanti a un pubblico numeroso è, naturalmente, tutto un altro paio di maniche.

Di solito, tutti noi riusciamo a canticchiare qualche canzoncina di quando eravamo piccoli o riprendere un successo dell’estate. La melodia è semplice, e il virtuosismo vocale richiesto è tutto sommato molto limitato.

Bisogna ammettere che dei cantanti di successo come Francis Cabrel e Jimi Hendrix, per quanto gradevoli da ascoltare, non dispongono certamente di un organo vocale degno di un cantante d'opera.

Il canto lirico richiede, in effetti, una potenza e un padronanza ben maggiori rispetto alla musica pop.

Il celebre Placido Domingo sarebbe scoppiato a ridere se gli avessero offerto un microfono per esibirsi, poiché la sua voce era talmente potente da riempire i teatri senza bisogno di amplificazione.

Se vuoi ottenere un vibrato degno di questo nome e diventare un maestro o un esperto in vocalizzi, dovrai soprattutto allenarti senza tregue.

Avere una bella voce, dotata di colore e calore, è innanzitutto un dono della natura. Per il resto, è proprio la perseveranza a fare la differenza: bisogna scaldarsi ed allenarsi quasi ogni giorno per perfezionare la propria tecnica di canto.

Ogni muscolo dell’organismo, e specialmente gli organi e tessuti delle zone vocali, devono essere sollecitati e allenati affinché si possa guadagnare in tenuta e in qualità sonore.

Si tratta, insomma, di lavorare in ogni istante per determinare e superare i limiti della propria tessitura, gradualmente e costantemente.

Una voce da opera si distingue, poi, per la padronanza del proprio strumento espressivo: i pezzi interpretati. La scrittura musicale delle opere liriche, forte di una storia secolare, è particolarissima e piena di carattere.

Essa richiede di certo un'iniziazione specifica, come avviene seguendo corsi di canto lirico presso scuole specializzate.

L’esempio di Luciano Pavarotti, perfetto autodidatta, rimane qualcosa di eccezionale.

Per avere successo in questo genere di professione, dovrai individuare un buon trainer vocale, ed essere pronto/a a sopportare lo stress dei concorsi canori e delle audizioni.

Corso di canto per mezzo-soprani

Dotata di bella voce, Maria Callas ha saputo conquistare il pubblico di tutto il mondo.
Celebre per la il suo registro particolare e per la sua teatralità, Maria Callas è ancora oggi una delle cantanti liriche più conosciute e amate.

Dopo esserci dedicati principalmente agli uomini, passiamo ai registri più tipicamente femminili!

La ripartizione delle voci femminili è simmetrica, rispetto alla precedente: si va dal suono più grave (contralto) a quello più acuto (soprano).

In mezzo troviamo il mezzo soprano, collocato esattamente a metà tra gli altri due registri.

I migliori mezzo-soprani sanno mostrarsi polivalenti, controllando alla perfezione semi-toni da un capo all’altro della loro estensione vocale.

Il modo di allenare una voce da mezzo-soprano non differisce per niente da quello che riguarda tutti gli altri registri.

Diventare mezzo-soprano è una cosa facile per la maggior parte delle donne, a meno che non si posseggano corde vocali eccezionalmente acute o eccezionalmente gravi!

Carmen è certamente il ruolo faro, nel mondo dei mezzo-soprani, al punto che migliaia di cantanti in tutto il mondo ambiscono a questo ruolo.

Se fai parte di questa categoria, cosa aspetti a contattare un insegnante per dei corsi di canto, al fine di coltivare il tuo potenziale e prepararti a far decollare la tua carriera artistica?

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

Prima lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (1 voto(i))
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura