Per imparare a cantare correttamente, è necessario migliorare la propria tecnica vocale utilizzando uno strumento che tutti possediamo: la voce. I cantanti utilizzano le loro corde vocali e padroneggiano la respirazione per produrre suoni armonici che risultino piacevoli alle orecchie del pubblico, indipendentemente dallo stile musicale.

In molti credono che per imparare a controllare la voce e padroneggiare la tecnica canore, si debba per forza passare da corsi di canto, siano essi individuali o collettivi, con un insegnante esperto. In realtà, è possibile imparare a cantare da autodidatti, basta esercitarsi da soli con costanza, trovando gli esercizi più corretti.

Superprof ti propone una lista di canzoni che ti permetteranno di esercitare la tua voce cantando e di imparare le tecniche vocali per non sbagliare nemmeno una nota. Il repertorio che vedremo insieme include hit italiane famose, inni religioni, canzoni natalizie e brani contro la guerra. Insomma, ce n'è per tutti i gusti! 

Pronto a diventare un cantante autodidatta?

Le migliori canzoni italiane da cantare in una serata karaoke 

Canta in compagnia dei tuoi amici e impara divertendoti!
Il karaoke è un ottimo modo per unire l'utile al dilettevole!

Uno dei migliori metodi per migliorare la propria tecnica canora, e quella di esercitarsi divertendosi: organizza serate karaoke con i tuoi amici e impegnati a dare il meglio. Oltre che a migliorare la tua voce, il karaoke ti permetterà anche di superare la fobia dell'esibizione in pubblico!

Vediamo insieme alcune delle canzoni italiane più famose di sempre da includere nelle tue serate canore!

Maracaibo di Lu Colombo

Anche se spesso viene erroneamente attribuita a Raffaella Carrà o a Giuni Russo, Maracaibo è in realtà un brano della cantante Lu Colombo.

Chi non ha mai cantato o ballato questa grande hit degli anni '80 dal ritmo latino? E pensare che inizialmente nessuna casa discografica voleva prendersi il rischio di pubblicare la canzone a causa del testo sensibile!

Aggiungendo Maracaibo alla vostra playlist karaoke il successo è assicurato: provare per credere?

Sere Nere di Tiziano Ferro

Questo brano, scritto dal celebre cantautore Tiziano Ferro nel 2003, è perfetto per superare i tuoi limiti e mettere a dura prova la tua potenza vocale!

Passaggi con note acute o con note tenute a lungo richiederanno una buona estensione vocale e un'ottima respirazione. Questa canzone richiede inoltre di essere cantata con una certa drammaticità, che richiederà quindi anche uno sforzo interpretativo.

Inoltre esiste anche una versione ispanofona, Tardes negras, che ti permetterà di migliorare il tuo livello di spagnolo cantando.

Se Telefonando di Mina

Mina non ha bisogno di presentazioni: negli anni, la "Tigre di Cremona" ha saputo costruirsi un'immagine da vera diva, ed è considerata da molti la migliore interprete della musica italiana.

Se telefonando è un brano molto complesso da cantare a causa dei continui cambi di tonalità e dell’estensione vocale necessaria per eseguirlo. Certo, l'interpretazione di Mina è da manuale, ma non avere paura di sbagliare e lanciati nella sfida!

Scopri anche le altre grandi hit da cantare al karaoke con i tuoi amici!

Esercitati con costanza, e chissà che un giorno tu non riesca a esibirti sul celebre palco del festival di Sanremo!

Le più belle canzoni liturgiche e religiose 

Scopri i migliori canti liturgici e religiosi e migliora le tue doti canore!
La fede è stata a lungo uno stimolo per i grandi compositori e musicisti del passato.

Oh Happy Day

Il brano gospel Oh Happy Day è ispirato a un inno del V libro del Nuovo Testamento: gli Atti degli Apostoli. Questa canzone scritta nel 1967 da The Edwin Hawkings Singers è diventata celeberrima negli Stati Uniti e nel resto del mondo, come testimoniano la cifra di vendita del disco: ben 7 milioni di esemplari!

Oh Happy Day parla del fatto che Gesù ha redento i peccati degli uomini e che ormai i credenti possono vivere una vita felice. Si tratta di un elogio della figura di Cristo intonato da numerosi cori religiosi nel mondo e in particolare nei paesi anglofoni. Se non conosci questo brano, ti consigliamo di correre ai ripari rapidamente!

Stabat Mater

Lo Stabat Mater (che in latino significa "Stava la madre") è una preghiera cattolica attribuita al Beato Jacopone da Todi. Pare che sia stata composta nel XIII secolo.

Questa preghiera è stata poi messa in musica numerose volte nei secoli successivi, ma la composizione più celebre è quella che Pergolesi crea per la laica confraternita napoletana dei Cavalieri della Vergine dei Dolori di San Luigi al Palazzo, che la commissiona per officiare alla liturgia della Settimana Santa.

Ancora oggi, la versione di Pergolesi è la più celebre e apprezzata!

Amazing Grace

Amazing Grace è forse l'inno cristiano in lingua inglese più conosciuto di sempre. Questo brano del XVIII secolo è cantato nel periodo natalizio, ma non solo. La "grazie incredibile" che dà il titolo alla canzone è una nozione biblica importante.

Sono tantissimi gli artisti anglofoni e non che hanno deciso di interpretare a loro maniera questa celebre canzone. E chissà, magari con un po' di impegno anche tu potrai esibirti cantandola davanti ai tuoi cari a un vero e proprio pubblico!

I canti liturgici ti affascinano? Scopri i migliori brani religiosi e stupisci parenti e amici con la tua voce!

Le più belle canzoni italiane contro la guerra 

La musica è sempre stato un mezzo per veicolare degli ideali, come ad esempio il pacifismo.
Molti cantanti e cantautori italiani hanno scritto veri e propri inni contro la guerra e i suoi orrori.

La guerra di Piero di Fabrizio de André

Fabrizio de André è considerato uno dei migliori cantautori italiani del XX secolo. Scrisse questa canzone — ispiratagli dalla storia di uno zio che fu deportato nei campi di concentramento — nel 1963, e il brano divenne in breve tempo un vero e proprio inno pacifista e contro la guerra, al punto di diventare una delle canzoni di protesta delle rivolte giovanili del '68.

La canzone narra la storia di un soldato, Piero per l'appunto, che, stanco degli orrori della guerra, viene colto da un attimo di umanità che gli costerà la vita: di fronte a un soldato "nemico", esiterà a sparare, dando il tempo all'altro di farlo. Gli ultimi istanti di vita di Piero sono dedicati al pensiero della sua amata, Ninetta, con cui avrebbe preferito restare, invece che dover partire al fronte a morire.

Con questa ballata in endecasillabi, De André denuncia l'assurdità della guerra, la disumanizzazione e la desolazione che crea. Due ragazzi che condividono molto più di quanto li separi sono resi nemici dalle circostanze politiche e trasformati in macchine per uccidere. A uscire sconfitto sarà colui che mostrerà più umanità, e che esiterà a premere sul grilletto vedendo nel "nemico" un suo simile.

Ma Piero non è un vero sconfitto, anzi: rifiutando di prestarsi al gioco insensato della guerra, torna ad essere un ragazzo umano, il che fa di lui il vero eroe in un'epoca in cui di umano è rimasto ben poco.

Canta questa ballata contro la guerra con i tuoi amici!

Generale di Francesco de Gregori

Questa brano è forse il più celebre di Francesco de Gregori ed è stato pubblicato nel 1978. Il brano tratta il tema della guerra attraverso la memoria di un luogo: la collina di Tarces in Alto Adige, luogo nei pressi del quale il giovane cantautore prestò servizio militare.

"La notte crucca e assassina" non si riferisce, come credono in molti, alla prima guerra mondiale, bensì agli attentati del BAS (Befreiungsausschuss Sudtirol — Comitato per la liberazione del Sudtirolo), un'organizzazione terroristica indipendentista, e in particolare a quelli avvenuti nella notte tra il 18 e il 19 giugno 1961.

La canzone è un susseguirsi di immagini, come la contadina ricurva sul tramonto, il treno che non fa più fermate e corre dritto verso casa, gli aghi di pino, il silenzio e i funghi, ecc... che si inseriscono in un contesto preciso, e nei ricordi delle colline e dei boschi dell'Alto Adige, teatro di diversi conflitti, tra cui le due guerre mondiali.

Inoltre, il cantautore cita il celebre romanziere americano Ernest Hemingway e il suo famoso Addio alle armi, uno dei principali romanzi antimilitaristi del '900, attraverso l'espressione "a farci fare l'amore, l'amore dalle infermiere".

Poche sono le canzoni che hanno un impatto come quello di Generale, che ancora oggi non smette di stupire per la bellezza, la poesia, e la durezza dei temi trattati.

Scopri le altre migliori canzoni italiane contro la guerra e cantale accompagnandoti con la chitarra!

Iniziare a cantare con i brani natalizi

Da Jingle Bells a Bianco Natale, sono tantissimi i canti di Natale celebri in tutto il mondo.
Riusciresti a immaginare le feste di fine anno senza i canti natalizi?

Bianco Natal

Bianco Natal è la versione italiana di un brano americano molto conosciuto, intitolato White Christmas, scritto e composto da Irving Berlin negli anni '40 e interpretato dal cantante Bing Crosby. È diventata una canzone tipica del Natale in tutto il mondo, grazie alla sua melodia invernale.

La lista degli artisti che hanno reinterpretato questa canzone è davvero infinita. Eccone qualcuno:

  • Frank Sinatra,
  • Tino Rossi,
  • The Drifters,
  • Elvis Presley,
  • Louis Armstrong,
  • Ella Fitzgerald,
  • Beach Boys,
  • Eddy Mitchell,
  • Supremes,
  • Tony Bennett,
  • Céline Dion,
  • Michael Bublé,
  • Shy'm,
  • Katy Perry,
  • Taylor Swift,
  • Lady Gaga.

Se ti piace l'idea di cantare brani natalizi sotto l'albero, Bianco Natale è la canzone che fa davvero al caso tuo! Ma non limitarti a cantare da solo: coinvolgi tutta la famiglia per rendere il Natale ancora più magico!

Astro del Ciel

Astro del Ciel è un canto natalizio nato in Austria nei primi anni dell'800. È considerata una delle canzoni di Natale più belle di sempre, ed è indubbiamente una delle più celebri. Questa canzone tradizionale è stata addirittura cantata durante una tregua natalizia tra francesi, britannici e tedeschi nel 1914 (guarda il film Joyeux Noël - Una verità dimenticata dalla storia per saperne di più). 

Il tema principale è decisamente religioso, ma questo canto è diventato un simbolo universale del Natale. Si tratta anche di una canzone perfetta per chi vuole iniziare a cantare, poiché permette di lavorare sull'intonazione, sul respiro, e su molto altro!

Esistono molti altri canti di Natale. Scopriamoli assieme!

Allora, da quali brani inizierai a esercitarti per diventare un cantante di successo?

Bisogno di un insegnante di Canto?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 2 vote(s)
Loading...

Nicolò

Scrittore e traduttore laureato in letterature comparate. Vivo a Parigi, dove coltivo la mia passione per i libri, il cinema e la buona cucina.