Ci sono brani perfetti da ascoltare durante un bagno caldo per rilassarsi, o in una giornata di pioggia per accentuare l’atmosfera malinconica. E poi ci sono brani che trasmettono una voglia irresistibile di cantare e scatenarsi — ed è proprio di questi che vogliamo parlare in questo articolo!

Sapevi che "karaoke" è una parola giapponese, poiché giapponese era l'inventore del primo apparecchio karaoke, all'inizio degli anni '70? Se anche tu sei un'amante delle serate trascorse cantando a squarciagola con gli amici, sei capitato nel posto giusto.

Superprof ha creato per te una lista dei 10 brani italiani più belli di sempre da cantare al karaoke! Pronto a mettere a dura prova le tue corde vocali? 

Hit da classifica musica italiana: 50 special dei Lunapop

Cremonini ha dichiarato di aver scritto 50 Special poco prima di affrontare l'esame di maturità.
Quando i Lunapop iniziarono a scalare le classifiche nazionali, Cesare Cremonini aveva soltanto 19 anni! Credits: All Music Italia

50 Special è il brano d’esordio dell'effimero gruppo emiliano Lùnapop — il cui celebre leader Cesare Cremonini riempie tutt’oggi le più grande sale di tutto il paese — uscito nell’ormai lontano 1999.

Questo brano conosce subito un successo incredibile, entrando nella top ten dei brani più ascoltati e rimanendo in classifica per quasi un anno. Il primo singolo firmato Lùnapop diventa in breve tempo disco di platino, e il suo ritornello fa ballare e cantare il paese per un'estate intera. 

Cantando questo brano al karaoke con gli amici potrai divertirti rievocando anche piacevoli ricordi di vacanze estive e gite in campagna!

Scopri tutti i migliori brani per imparare a cantare!

Maracaibo di Lu Colombo

Erroneamente attribuita a Raffaella Carrà o a Giuni Russo, Maracaibo è uno di quei brani che tutti abbiamo ballato e cantato almeno una volta nella vita!

E pensare che diverse case discografiche avevano rifiutato la canzone di Lu Colombo per la sensibilità del testo e del tema trattato! 

Pubblicata nell’estate del 1981, Maracaibo rimane ancora oggi la canzone perfetta per le feste e le serate karaoke: il suo ritmo latino e le sue sonorità anni '80 sono una ricetta perfetta per invogliare il pubblico a scatenarsi in danze e canti.

Sere Nere di Tiziano Ferro 

Questo brano scritto dal celebre cantautore Tiziano Ferro nel 2003 è la canzone ideale per mettere a prova la vostra potenza vocale! 

La canzona è infatti composta da passaggi con note molto acute, e richiede una buona respirazione per essere cantata correttamente, poiché alcune note devono essere mantenute per diverso tempo.

Se parli spagnolo o se vuoi migliorare il tuo livello, sappi che esiste anche una versione ispanofona, interpretata dallo stesso Tiziano, intitolata Tardes negras! 

Ecco a te il testo del ritornello delle due versioni della canzone:


Versione italiana:

Di sere nere
Che non c'è tempo
Non c'è spazio
E mai nessuno capirà
Puoi rimanere
Perché fa male male
Male da morire
Senza te

Versione spagnola:

De tardes negras
Que no hay tiempo
Ni espacio
Y nadie nunca entenderá
Quedarte puedes
Porque la vida duele
Duele demasiado aquí sin ti


Quale versione preferisci?

Gli Anni degli 883

Gli 883 sono stati uno dei gruppi più importanti nell'Italia degli anni '90, e hanno collezionato un numero altissimo di successi!

Passiamo ora a un grande classico della musica italiana degli anni ’90! Gli anni degli 883 è una canzone che ha conquistato grandi e piccini, e ha fatto cantare un'intera generazione. 

Anche se uscito nella decade successiva, questo brano celebra con malinconia gli anni ’80, attraverso diversi riferimenti quali quello alla serie televisiva Happy Days, alla marca di jeans Roy Roger’s e la squadra Real Madrid. 

Sebbene il gruppo si sia sciolto nel 2003, il cantante Max Pezzali continua a incidere inediti e a esibirsi in giro per l'Italia.

Sei appassionato di canti religiosi? Ecco a te i migliori titoli da cantare!

Almeno tu nell’universo di Mia Martini 

Riportata agli onori da Tiziano Ferro durante l’ultima edizione di Sanremo, Almeno tu nell’universo è considerata una delle più belle canzoni della musica leggera italiana. 

La canzone, scritta da Bruno Lauzi e Maurizio Fabrizio, fu originariamente interpretata dalla grande Mia Martini, che rimane ancora oggi, a parere di molti, la migliore interprete del brano. 

Si tratta di una canzone complessa da cantare, come prova il fatto che anche Ferro non abbia sbagliato durante l'esibizione, ma questo non ti impedirà di provare a fare del tuo meglio!

Ecco il testo del celebre ritornello della canzone:


Tu, tu che sei diverso
Almeno tu nell'universo
Un punto sei, che non ruota mai intorno a me
Un sole che splende per me soltanto
Come un diamante in mezzo al cuore
Tu, tu che sei diverso
Almeno tu nell'universo
Non cambierai
Dimmi che per sempre sarai sincero
E che mi amerai davvero di più, di più, di più

Ma il cielo è sempre più blu di Rino Gaetano 

Si tratta di uno dei brani più famosi del grande cantante Rino Gaetano, la cui versione integrale dura ben 8:23! 

Il testo di questa canzone uscita nel 1975 parla delle grandi contraddizioni della società italiana di quegli anni, accennando anche a temi sensibili quali il terrorismo degli anni di piombo ("chi tira la bomba/chi nasconde la mano"). 

Ma il ritornello infonde un certo senso di ottimismo, affermando che il cielo, che è lo stesso per tutti, "è sempre più blu". 

Un’altra canzone perfetta per una serata karaoke fra amici! 

Se Telefonando di Mina 

Le canzoni di Mina non sono facili da interpretare, ma non avere paura di sbagliare e lanciati!
Grazie alle sue incredibili doti canore e a un'immagine sempre curata, Mina è riuscita a diventare una vera e propria diva! Credits: Vanity Fair

Abbiamo ora a che fare con una dea della musica italiana: Mina è considerata da molti come la migliore interprete del nostro paese. 

Se telefonando è un brano molto complesso da cantare a causa dei continui cambi di tonalità e dell’estensione vocale necessaria per eseguirlo. Eppure, anche in questa occasione, Mina ha saputo effettuare un’interpretazione da manuale. 

Forse non riuscirai a raggiungere il livello della "Tigre di Cremona", ma, anche se si commettono errori nell'esecuzione, Se telefonando rimane una canzone estremamente piacevole da cantare. 

Sapevi che in Italia sono stati scritti molti inni contro la guerra?

Guarda Che Luna di Fred Buscaglione 

Facciamo un ulteriore salto indietro nel tempo e arriviamo alla fine degli anni ’50, per l’esattezza nel ’59, quando una canzone del celebre cantante torinese Fred Buscaglione entra a gran passo nella storia della musica italiana.

Chi non ha mai sentito il celebre ritornello: 


Guarda che luna, guarda che mare 

Da questa notte senza te dovrò restare 

Folle d'amore 

Vorrei morire 

Mentre la luna da lassù mi sta a guardare 


La canzone è tornata agli onori nel 2004 grazie al duo Musica Nuda, formato da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, che l’ha l’interpretata in una versione voce/violoncello che ha conquistato numerosi fan!

Canzoni del momento: Soldi di Mahmood

Il singolo "Soldi" ha scalato le classifiche europee, vendendo molti esemplari in paesi come la Spagna e la Francia.
Mahmood è il vincitore della 69^ edizione di Sanremo! Credits: Youtube

Torniamo ora ai nostri giorni, e più precisamente al Festival di Sanremo 2019, vinta dal cantante milanese Mahmood, nome d’arte di Alessandro Mahmoud con la canzone "Soldi". 

Contrariamente a quanto suggerisce il titolo, il brano non parla di denaro, ma del complicato rapporto del cantante con un padre assente:


Mi chiede come va, come va, come va
Sai già come va, come va, come va
Penso più veloce per capire se domani tu mi fregherai
Non ho tempo per chiarire perché solo ora so cosa sei
È difficile stare al mondo
Quando perdi l'orgoglio
Lasci casa in un giorno
Tu dimmi se
Pensavi solo ai soldi, soldi
Come se avessi avuto soldi, soldi
Dimmi se ti manco o te ne fotti, fotti
Mi chiedevi come va, come va, come va
Adesso come va, come va, come va

Fonte di molte polemiche nel momento della sua vittoria, Soldi ha saputo dimostrare il suo vero valore posizionandosi vicino alla cima delle classifiche di diversi paesi, in particolare dell'Italia, della Francia e della Spagna. 

L’isola che non c’è di Edoardo Bennato 


Seconda stella a destra
Questo è il cammino
E poi dritto, fino al mattino
Poi la strada la trovi da te
Porta all'isola che non c'è.


Queste parole ti sono familiari? Si tratta dell'inizio di una delle canzoni italiane più conosciute di tutti i tempi: l'Isola che non c'è di Edoardo Bennato!

Pubblicata nel 1992 all'interno dell'album Capitano Uncino, la canzone di Bennato si ispira ovviamente alla celebre storia di Peter Pan, famoso personaggio letterario creato dalla penna dello scrittore scozzese James Matthew Barrie.

Ma il tema della canzone di Bennato è la fantasia, la speranza, e la determinazione. L'isola che non c'è diventa infatti un luogo utopico, in cui non ci sono "odio e violenza, soldati né armi", in cui non esistono la guerra, il crimine e il potere. Questa canzone ci ricorda come è essenziale non perdere i propri sogni d'infanzia e la capacità di credere in un mondo migliore!

Il suo ritmo allegro è contagioso: si tratta di un brano perfetto da cantare da soli, in coppia o in gruppo!

Allora, hai deciso quali brani sceglierai per le tue serate karaoke? E se vuoi prepararti al meglio, contatta uno dei nostri insegnanti di canto!

Impara a cantare i brani natalizi più famosi!

Bisogno di un insegnante di Canto?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 2 votes
Loading...

Nicolò

Scrittore e traduttore laureato in letterature comparate. Vivo a Parigi, dove coltivo la mia passione per i libri, il cinema e la buona cucina.