Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Risorse online per le tue lezioni di italiano

Di Igor, pubblicato il 14/06/2018 Blog > Sostegno Scolastico > Italiano > I Migliori Siti per Imparare Italiano

Non ho mai insegnato nulla ai miei studenti; ho solo cercato di metterli nelle condizioni migliori per imparare.
ALBERT EINSTEIN

Per insegnare una lingua straniera o insegnare a progredire nella propria lingua madre, bisogna passare attraverso un processo lento e paziente che non può prescindere da un uso attento e costante di una rigorosa metodologia derivata dalla pedagogia.

Inizia, ripeti, spiega e ripeti.

Forse non tutti sono d’accordo su quanto dirò, ma imparare l’italiano è difficile, più difficile di quanto si pensi, specialmente nella pronuncia corretta e nella scrittura di certe parole. Senza dimenticare il sistema verbale.

Ma le ragioni per imparare l’italiano in Italia possono essere molte:

  • diventare bilingue per uno studente di un’altra lingua madre,
  • progredire nell’ortografia,
  • correggere un disturbo dislessico,
  • arricchire il proprio vocabolario di italiano, ecc

Quanto sarebbe ancora più bella la lingua italiana, senza ortografia, la sua coniugazione irregolare e la sua grammatica che a volte è in grado di mettere davvero in difficoltà anche i parlanti italiani…?

Fino a oggi, era a scuola o nelle biblioteche che giravamo le pagine dei metodi per imparare la lingua italiana. Oggi, la maggior parte di questo lavoro può essere fatto ovunque su Internet senza spostarci da casa!

Migliorare la pronuncia dell’italiano

Chi parla italiano non pensa mai al fatto che la pronuncia italiana è meno facile di quanto si pensi e può creare difficoltà a seconda della lingua di partenza. La metodologia di studio di una lingua straniera non può essere identica per qualunque lingua: la lingua da cui partiamo determina inevitabilmente difficoltà diverse.

Le opere di Dante e di Boccaccio sono scritte in italiano antico. Firenze è la culla della lingua italiana: leggendo Boccaccio lo possiamo vedere!

Facciamo qualche esempio:

  • le vocali italiane sono pronunciate diversamente da altre lingue come il francese, l’inglese o il russo (basti pensare a come un parlante non nativo pronunci l’italiano);
  • alcune consonanti spesso sono pronunciate diversamente (vedi la r rispetto al francese o all’inglese);
  • la grafia italiana può essere meno semplice di quanto un parlante nativo possa pensare, per esempio la SC che può essere pronunciata diversamente a seconda della lettera che segue, così come il suono “k” che può essere scritto come “c” o “ch”;
  • l’accento italiano inoltre non è fisso, ma è mobile, perciò dipende dalla parola e una variazione di esso può inficiare la corretta comprensione di una parola: pensiamo per esempio a péro (l’albero di pere) e però (ma);
  • a volte una stessa parola può avere significati totalmente diversi, come nel caso di lama (quella del coltello) e lama (l’animale), senza dimenticare che se prendiamo la sola pronuncia abbiamo anche l’ama (lo o la ama);
  • anche se viene considerato un aspetto secondario, l’italiano ha un complicato sistema fonetico legato alla corretta pronuncia delle e e delle o che possono essere aperte o chiuse. Un parlante toscano vi pronuncerà correttamente tutte le vocali, ma non accadrà lo stesso al nord o al sud Italia.

attori.com

Questo portale offre in modo preciso e sintetico una descrizione delle principali regole della dizione italiana. La dizione della lingua italiana viene generalmente studiata dagli attori di teatro per eliminare le inflessioni dialettali che inevitabilmente si acquisiscono vivendo in una parte del paese. L’Italia ha infatti moltissimi dialetti e anche laddove non vengono più utilizzati, lasciano nei parlanti delle inflessioni che riguardano in particolare la pronuncia di certe consonanti (la famosa c aspirata toscana, per esempio) e soprattutto le vocali.

Per esempio pesca può avere significati differenti  a seconda del modo in cui pronunciamo la parola, se la pronunciamo pèsca (con una e aperta, che si avvicina al suono della a) indicherà il frutto, mentre pésca, con la é chiusa (con una é che si avvicina al suono della i), indicherà l’attività ittica.

La sua consultazione è gratuita.

La dizione è studiata infatti da tutti gli attori di teatro. A teatro possiamo sentire la corretta dizione dell’italiano!

comesipronuncia.it

Questo portale è dedicato alla pronuncia di molte lingue, compresa l’italiano. Serve anche per verificare la pronuncia di molte parole straniere ormai entrate nell’italiano così come di nomi di personaggi famosi.

Il sito offre anche servizi legati alla corretta pronuncia di luoghi geografici italiani che a volte possono creare dei problemi: per esempio, si dice Frìuli o Friùli? Si dice Nùoro o Nuòro?

Il sito offre anche app salvavita per i turisti che vengono in Italia, app dedicate alla pronuncia corretta in italiano di parole straniere ecc…

Quali dizionari online usare per i tuoi corsi di italiano

Un corso di lingua prevede prima o poi l’uso di uno strumento utilissimo per migliorare la conoscenza della lingua: il dizionario.

Esistono moltissime risorse per l’apprendimento del lessico, una di queste, la più conosciuta, è il dizionario bilingue  italiano vs qualsiasi sia la nostra lingua madre. Lo scopo di questo dizionario è fornirci una definizione e una traduzione di ciascun termine. I dizionari bilingui possono essere generici o specifici per qualunque tipo di linguaggio tecnico (quest’ultimo tipo di dizionari sono quelli utilizzati tipicamente dai professionisti che si trovino a fare traduzioni per esempio in ambito medico, giuridico, economico…)

Oltre ai dizionari bilingue esistono i dizionari monolingue italiani, in cui un lemma ci viene descritto e ne viene data la definizione in italiano. Questo tipo di dizionari sono utili in particolare per chi la lingua la conosce già perché richiedono la conoscenza dell’italiano.

Il dizionario monolingue ci fornisce definizioni nella lingua che studiamo. Il dizionario monolingue esiste di qualsiasi lingua ed è uno strumento utilissimo.

Ecco alcuni dei principali dizionari online presenti sul web:

  • Treccani è l’enciclopedia più conosciuta in Italia e dà la possibilità di cercare nel suo database qualunque parola cerchiamo, inoltre essendo un’enciclopedia offre l’opportunità di consultarla come qualunque enciclopedia. La sua consultazione è gratuita.
  • Hoepli offre online una versione del Grande dizionario italiano che può essere anche essere acquistato in versiona cartacea. La sua consultazione è gratuita.
  • Sul sito del Corriere della Sera, una delle principali testate giornalistiche italiane, troviamo una pagina dedicata ai dizionari. Fra i dizionari disponibili online troviamo una serie di importanti risorse come il famoso Sabatini-Coletti, un utilissimo dizionario dei Sinonimi e dei Contrari e un curioso dizionario di Modi di dire, oltre a risorse per chi studia (o chi arriva da…) francese e inglese.
  • Dizionario della Rai DOP: dizionario della corretta pronuncia, ci fornisce l’esatta pronuncia dell’italiano dandoci anche la possibilità di ascoltare i termini così come andrebbero pronunciati correttamente. Sulla stessa pagina si possono anche trovare dei testi letti correttamente, insomma una buona opportunità per imparare anche a leggere e interpretare correttamente

Risorse per coniugare i verbi italiani

La coniugazione dei verbi italiani è un problema per molti stranieri. E anche per molti italiani, a essere sinceri.

Imparare correttamente a coniugare i verbi e utilizzarli è una delle principali difficoltà, in particolare per chi impara l’italiano partendo dall’inglese e deve imparare per esempio il congiuntivo e il condizionale. Oppure per chi arriva dal russo, lingua in cui i tempi passati e futuri non sono così numerosi come in italiano.

Ecco allora che il sito Verbix.com da la possibilità di verificare la coniugazione dei verbi.

Una delle grandi difficoltà dell’italiano (così come di altre lingue) è che molti verbi sono irregolari, ossia la radice del verbo cambia a seconda del tempo o addirittura ha delle variazioni interne nello stesso tempo.

Andare, per esempio diventa vado, vai e va, ma alla prima persona plurale torna regolare con andiamo e andate, per poi tornare irregolare con vanno… Ma al participio passato diventa andato.

Essere (uno dei verbi più utilizzati, che insieme ad avere serve per costruire altre forme verbali) è molto irregolare, cambia sia all’indicativo presente che nella forma del participio passato.

Correggere la grafia online

Scrivere correttamente quando si comunica per esempio via messaggio o per lettera è importante tanto quanto pronunciare correttamente è necessario quando si parla, perché la possibilità di non far arrivare il nostro messaggio è davvero dietro l’angolo.

Per questo motivo oggi quando digitiamo sul telefono abbiamo la possibilità di avere il correttore automatico, che tuttavia come ben sappiamo non è sempre affidabile e spesso può creare degli equivoci più o meno divertenti.

Cerca online la corretta grafia di camicie o di camice... sei sicuro che siano la stessa cosa? Se scriviamo una lettera e abbiamo incertezze, un correttore online è una risorsa perfetta!

Saper scrivere bene è fondamentale. In questo senso può venirci in aiuto una risorsa come il correttore ortografico del portale Virgilio.

Utilizzarlo è molto semplice. Ecco le istruzioni per utilizzare il correttore ortografico:

  1. inseriamo la parola
  2. verifichiamo la correttezza
  3. se la parola esiste e viene riconosciuta non c’è problema. Diversamente il correttore ci offre una serie di possibili varianti del termine.

Insieme al correttore ortografico, il sito offre anche altre risorse:

  • Coniuga verbi
  • fornisce citazioni e aforismi
  • offre un dizionario dei sinonimi e dei contrari e un vocabolarioù
  • offre un servizio per trovare rime, utile in particolare per chi vuole cimentarsi con la poesia

Altre risorse utili per imparare l’italiano

Fra le varie risorse che potrebbero tornarti utili per le tue lezioni di italiano possiamo senz’altro citare le seguenti:

  • Il corso di Italiano Oneworld sull’omonima pagina di Youtube: una fonte di risorse video alcuni dei quali anche sottotitolati, che possono risultare estremamente utili per chiunque voglia imparare l’italiano.
  • Il sito dell’Accademia della Crusca, l’istituzione italiana che si occupa di preservare la lingua italiana e di dirimere qualunque dubbio possa sorgere sulla correttezza di determinate espressioni. Il sito offre infatti anche un servizio di domande e risposte.
  • Possiamo anche cercare altre risorse audio sul sito Audio Lingua che offre audio in moltissime lingue del mondo

Buono studio!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar