Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Lottare contro il sovrappeso con un personal coach

Di Catia, pubblicato il 28/11/2017 Blog > Sport > Personal Trainer > Vincere l’Obesità con un Coach Sportivo!

L’OMS, Organizzazione Mondiale per la Sanità, definisce l’obesità o il sovrappeso come “un accumulo anormale ed eccessivo di grassi nel corpo che rappresenta un pericolo per la salute.”

Una persona su dieci è obesa o in sovrappeso non solo nei Paesi occidentali e questa condizione, nella maggior parte dei casi, è data da stili di vita e alimentazione scorretti.

L’obesità comporta dei rischi per lo sviluppo di patologie come le malattie cardiovascolari, alcune forme di diabete e il cancro.

Oltre a essere un rischio per la vita, l’obesità sottopone le persone a una forte pressione fisica e psicologica.

Negli ultimi anni, ricorrere a un coach sportivo è sempre più visto come un modo per rimettersi in forma, dimagrire, scolpire il corpo e riacquistare una certa silhouette.

Lo sport non fa dimagrire in sé per sé, ma comporta un dispendio energetico importante che permette di bruciare le calorie in eccesso, eliminare le tossine, rafforzare i muscoli e rimettersi in forma.

Svolgere una regolare attività fisica è un complemento essenziale per uno stile di vita sano.

Come arrivare a vincere l’obesità quando questa è dovuta a cattive abitudini? Ti puoi rivolgere a un coach sportivo a domicilio, un personal trainer, un vero professionista votato a sradicare l’eccesso ponderale.

Decodifichiamo insieme tutte le dritte per sconfiggere l’obesità e capire meglio il rapporto tra sport e salute

Obesità: qual è la situazione in Italia?

Sport e depressione formano una bella squadra, ma qual è il rapporto con il sovrappeso?

Il numero di persone toccate dall’obesità in Italia, come in altri paesi del mondo, ha subito un aumento costante, al punto che l’OMS ha lanciato un monito a tutti gli stati membri per cercare di prevenirla.

Per evitare problemi cardiovascolari bisogna condurre una vita sana e ridurre il peso corporeo a un livello ottimale. E’ importante tenere sotto controllo l’indice di massa corporea!

Prima di dare uno sguardo alle statistiche, definiamo di cosa stiamo parlando: sovrappeso, obesità lieve, obesità.

Per valutare lo stato di salute fisica dei pazienti, i medici usano l’indice di massa corporea, IMC, che designa il rapporto tra il peso e il quadrato dell’altezza di una persona.

Secondo l’OMS, un IMC compreso tra 25 e 30 indica che persona è in sovrappeso. I valori tra 30 e 35 indicano una lieve obesità. L’obesità è elevata tra 35 e 40. Infine, al di là di un IMC di 40, l’obesità viene definita grave.

In Italia il 32% degli adulti è in sovrappeso, mentre l’11% è obeso. Tra i bambini, il 29.3% dei maschi e il 19.5% delle femmine sono in sovrappeso. 

Anche le persone della terza età sono toccate dall’eccesso ponderale: il 60% degli anziani tra i 65 e i 75 anni sono in sovrappeso/obesi, contro il 53% degli over 75 e il 42% degli over 85.

Spesso si associa l’obesità solo alle immagini che vengono dai fast food americani, ma non si ragiona molto sul fatto che nel paese della dieta mediterranea un adulto su 3 ha problemi di sovrappeso!

Guardando all’obesità dal punto di vista sociologico, ci si rende conto che questa è una condizione che caratterizza le persone con un basso titolo di studio e le classi popolari: artigiani, commercianti, operai e agricoltori sono i più colpiti. 

Al contrario, gli impiegati, i professionisti e i dirigenti, con titoli di studio più alti e meglio remunerati, possono avere un’alimentazione di maggiore qualità e permettersi delle attività sportive e culturali.

Il sovrappeso è quindi legato al concetto di povertà relativa che mette in luce gli indicatori della diseguaglianza sociale: la mancanza di risorse o le privazioni relative diminuiscono la possibilità di avere una corretta igiene alimentare, pagarsi un abbonamento in palestra o uno sport collettivo, avere dei pasti sani ed equilibrati.

L’obesità è in parte legata alla malnutrizione, per via dello squilibrio energetico che si crea tra le calorie che si assumono e quelle che si consumano. La massa corporea aumenta di pari passo con il consumo di alimenti troppo grassi in assenza di attività fisica.

L’obesità può anche avere un’origine genetica, ormonale e quindi essere ereditaria.

Farsi consigliare dal proprio coach sportivo a domicilio quando il proprio IMC è superiore a 30 permette di prevenire le malattie cardiovascolari, il diabete di tipo 2 (virtù dell’attività sportiva per diabetici), alcuni tipi di cancro (sport come alleato nella lotta alle cellule cancerogene) e i disturbi muscolo-scheletrici.

I benefici dello sport contro l’obesità

Non ci sono storie: è possibile vincere l’obesità dovuta a cattive abitudini alimentari, non è un male incurabile!

A questo proposito, ci sono opinioni a favore e contro la definizione di obesità come malattia.

Negli Stati Uniti l’obesità è considerata una malattia nel 2013 per mostrare l’esistenza di una condizione invalidante e degenerativa che mette a rischio la vita delle persone.

Un soluzione è diminuire la massa corporea in eccesso. Ma come?

Si comincia col migliorare la propria condizione fisica! C’è bisogno di lavorare sulla propria motivazione e impegnarsi con regolarità per rassodare il corpo.

Aerobica, zumba o body step sono attività che ti aiutano a mantenere il peso sotto controllo. Il movimento e una dieta equilibrata aiutano ad affrontare il sovrappeso!

Il programma di dimagrimento deve essere adatto agli obiettivi da raggiungere e alla morfologia di ognuno.

Ecco a cosa ti serve un coach personale.

Prima chiedi un parere a un medico specializzato: ti potrà consigliare gli sport da fare o da evitare a seconda del tuo stato di salute.

La perdita di peso attraverso lo sport non significa arrivare a scolpire il proprio corpo come quello degli sportivi di alto livello, ma beneficiare di un programma su misura stabilito da un coach con esperienza e titoli di studio in scienze sportive.

Andare in palestra, per esempio, stimolerà il corpo a consumare l’energia precedentemente accumulata: si stima che l’energia usata da una persona aumenta del 30% se la pratica dello sport è regolare.

Questi sono i benefici che si hanno facendo attività fisica:

  • bruciare calorie
  • muovere i muscoli permette di eliminare la cellulite
  • eliminare le tossine
  • aumentare la massa muscolare e tonificare il corpo
  • essere più sani
  • tonificare corpo
  • avere più agilità nei movimenti
  • ritrovare la forma fisica, non sentirsi più soffocare
  • aumentare il proprio capitale di salute
  • aumentare il livello di fiducia in se stessi
  • mantenere un peso stabile

Allora quale sport praticare? Ecco qualche attività che aiuta a perdere peso:

  • camminare e fare trekking per tonificare il corpo senza stress
  • il jogging per aumentare la resistenza
  • la danza o il nuoto per far lavorare il corpo nel suo insieme
  • gli esercizi di ginnastica dolce: addominali, glutei, gambe
  • qualche esercizio di fitness
  • la corda, l’elastico
  • il vogatore o i pesi

Lo sport è un’ottima terapia contro l’obesità perché il grasso, o tessuto adiposo, viene sostituito dai muscoli e il sistema immunitario si rafforza.

ATTENZIONE: lo sport non è tutto!

Un coach personale deve anche agire sul piano nutrizionale e portare l’allievo ad adottare un regime alimentare sano ed equilibrato.

Avere un IMC normale, perdere peso con l’attività fisica regolare grazie al proprio personal trainer faranno aumentare la tua sensazione di benessere.

Il coaching sportivo in 5 tappe per vincere l’obesità

Come si arriva a sconfiggere l’obesità e ritrovare la forma grazie allo sport?

Mettiamoci nei panni di un coach sportivo per capire come fare in 5 tappe.

Il nuoto fa bene alla salute per tutti, incluse le persone con problemi di sovrappeso e obesità. Il nuoto è una delle attività che tonificano tutto il corpo!

Adattare lo sforzo alla propria condizione fisica

Per avere dei risultati in materia di perdita di peso, bisogna fissarsi degli obiettivi raggiungibili.

E’ meglio rallentare e non sforzarsi troppo durante degli esercizi di fitness, gag o ginnastica dolce.

Anche se la spinta a dimagrire velocemente è tanta, se il nostro corpo non è all’altezza di un esercizio rischiamo di provocare l’effetto contrario.

Il coach personale serve a dosare lo sforzo progressivamente e seguire il percorso per tappe.

Non fare una vita sedentaria

L’assenza di movimento è uno dei maggiori pericoli per bambini e adulti. Il coach sportivo ti consiglia di:

  • camminare, muoverti ogni giorno per andare al lavoro, in negozio, passeggiare ecc.; con la marcia si bruciano fino a 350 calorie contro 100 dell’immobilità;
  • evitare di rimanere seduti troppo a lungo, la cellulite viene trasformata in massa muscolare solo con il movimento;
  • fare giardinaggio o qualunque attività utile che ti metta in movimento anche in casa

Il giardinaggio brucia 300-450 calorie l’ora!

Fare sport due o tre volte a settimana

Il coach sportivo ti perdonerà una certa infedeltà… L’allenamento nella sala fitness è benefico se associato a uno sport parallelo due o tre volte a settimana.

Uno sport completa insieme alla giusta alimentazione aiutano a mantenersi in forma. Correre aiuta a bruciare le calorie!

Per tonificare il corpo e bruciare grasso potresti praticare la danza, la corsa con fasi di sprint, la corda, il nuoto, la bicicletta ecc.

In palestra c’è tutto quello che ti serve per dimagrire con il tuo personal trainer: acquagym, esercizi per il rafforzamento muscolare, body fight…

Adottare una sana alimentazione

E’ piuttosto evidente, ma è sempre bene ribadirlo: adottare un’alimentazione sana e variegata è fondamentale per essere in salute e perdere peso.

Il coaching personalizzato può aiutarti a ridurre gradualmente l’apporto energetico errato ripartendo gli alimenti in base alle sostanze che apportano all’organismo: proteine, carboidrati, glucosio e lipidi (zuccheri e grassi), vitamine e sali minerali.

Non ha senso privarsi di tutto!

Le diete dimagranti sbilanciate sono inefficaci e nocive!

Non dimenticare di idratarti durante tutto l’arco della giornata.

Evitare l’alcol e gli spuntini fuori pasto

L’alcol è una fonte di calorie e il tuo coach sportivo a domicilio o in palestra te lo dirà senza mezzi termini: basta stuzzichini e snack saturi di zuccheri tra un pasto e l’altro!

Se all’improvviso hai una fame da lupo, abituati a bere un gran bel bicchiere d’acqua 30 minuti prima dei pasti!

I rischi dello sport per le persone obese

Quando si fa una vita sedentaria per molto tempo e non si bruciano abbastanza calorie, l’organismo può essere inadatto alla pratica dello sport.

Il sovrappeso e l'obesità comportano dei rischi per la salute, soprattutto a livello cardiovascolare. Il corpo umano non è una macchina: attenzione ai rischi per la salute!

La persona obesa che pratica uno sport intensivo può esporsi a dei rischi molto seri che possono anche portare alla morte.

L’attività sportiva fa sempre bene a patto che sia fatta in maniera ragionevole e adeguata alla condizione cardiaca e respiratoria della persona.

Attenzione quindi alle attività sportive troppo intense e brusche.

E’ sempre meglio cominciare lentamente con degli esercizi dolci.

Ecco alcuni rischi legati a un allenamento sportivo troppo duro in una persona obesa:

A questi possono associarsi dolori, lesioni e contratture muscolari.

Il sovrappeso e l’obesità implicano l’aumento di grassi saturi nell’organismo. Questo mette il cuore, i muscoli e le articolazioni a dura prova.

Un aumento del carico di lavoro per il cuore e l’aumento di grasso in circolazione nel sangue aumenta il rischio di arteriosclerosi e malattie cardiovascolari.

E’ bene essere prudenti e chiedere sempre il parere di un medico!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar