Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Quale percorso scegliere per diventare insegnante privato?

Di Catia, pubblicato il 21/11/2017 Blog > Lezioni private > Ripetizioni > E’ richiesta la Laurea per Fare Supporto Scolastico?

Sei un insegnante, specializzato in una disciplina specifica e hai davvero voglia di condividere le tue conoscenze. Insomma, hai il profilo ideale per dare dei corsi di sostengo scolastico a domicilio.

Il che è positivo perché hai appena preso una decisione: diventerai un insegnante privato.

Ma tra un’idea di progetto e la sua concretizzazione ci sono molte domande da farsi e delle tappe da seguire.

Ora sei a questo stadio ed è un momento cruciale che consiste nel chiedersi quali sono le qualifiche e i titoli di studio da avere per dare ripetizioni e aiutare i tuoi futuri studenti nell’apprendimento.

Insegnare a domicilio significa mettersi a servizio dello studente affinché abbia un buon andamento scolastico. Essere un insegnante privato significa aiutare gli altri a migliorare!

Sul sito dell’INPS viene specificato che l’età minima per l’ammissione al lavoro è l’età in cui finisce l’obbligo scolastico, vale a dire 16 anni.

Stando a questa regola generale vuol dire forse che un liceale di 16 anni con ottimi voti in matematica può dare delle lezioni private in questa materia?

In realtà, le cose sono un po’ più complesse e bisogna considerare molti aspetti.

Valorizzare le proprie competenze per fare supporto scolastico

Quando si decide di lanciarsi nel sostegno scolastico diventando insegnante a domicilio, in genere lo si fa in una materia in cui si è specializzati.

In questo modo, si possono aiutare gli studenti a fare dei progressi durevoli.

Tuttavia, come ben sai, non basta la passione per una materia per poterla insegnare agli studenti.

Mettiti nei panni dei tuoi studenti o dei lori genitori che cercano un insegnante privato di italiano.

Cominciano col cercare degli annunci online e ne vedono uno dove l’insegnante dice solo di “amare molto l’italiano e i libri.”

Pensi che contatteranno quell’inserzionista? Probabilmente no, e il motivo è chiaro.

valorizza le tue competenze per capire cosa sai fare meglio come insegnante privato. Fa il bilancio delle tue competenze prima di darti al supporto scolastico!

Amare la lingua italiana e i libri e voler redigere i propri annunci ripetizioni di italiano è già un ottimo inizio.

Tuttavia, bisogna essere in grado di giustificare le proprie competenze e perché no, avere una qualifica come insegnante! Questa prova, in genere si dà con uno o più titoli di studio.

Tieni a mente che il livello dell’insegnante deve sempre essere superiore rispetto a quello dell’allievo.

Questa regola tacita è piuttosto logica: non è l’allievo che deve insegnare all’insegnante.

Non dimenticarlo!

Continuiamo con quest’esempio di corso privato di italiano. Ami la lingua di Dante, leggi molto e hai ottenuto un diploma di liceo classico.

E’ una prima qualifica e sei in grado di aiutare i ragazzi delle medie o dei primi anni delle superiori a ripassare la grammatica e la letteratura italiana.

Tuttavia, se non hai continuato i tuoi studi all’università, farai difficoltà ad aiutare gli studenti che si preparano ai test d’ingresso o ai master post-laurea.

Ormai ti sarà chiaro che i titoli di studio da avere per l’attività di aiuto compiti dipendono da livello di scolarità dei tuoi futuri studenti. Sta a te determinarlo prima di cominciare il corso.

Potresti riprendere gli studi per avere maggiori qualifiche, ma ci sono anche altri modi per provare le proprie competenze.

Se parli molto bene lo spagnolo e vuoi insegnare questa lingua, potresti passare il DELE e attestare il tuo livello.

C’è anche il TOEIC per l’inglese, i diplomi DELF per il francese o quelli del Goethe Institut per il tedesco…

Il livello richiesto per l’aiuto compiti presso un ente di formazione

Ci sono molti organismi specializzati nel supporto scolastico che offrono servizi presso le scuole, a domicilio, o in sede.

Tra questi, ci sono quelli che vantano un’esperienza pluriennale.

Dare lezioni attraverso gli enti di formazione è l’ideale per chi vuole dedicarsi solamente al contenuto delle lezioni senza dover gestire nient’altro.

In effetti, è l’organismo che seleziona gli allievi a cui devi dare le lezioni.

Il loro livello può andare dal livello elementare a quello universitario.

In ogni ciclo scolastico dalla primaria all'università si ha bisogno di lezioni private. Gli studenti possono aver bisogno di lezioni private a tutti i livelli!

Anche la tariffa viene fissata dall’ente per cui lavori. Può essere una tariffa fissa o variare a seconda del numero degli studenti. In ogni caso, viene prelevata una commissione per ogni ora di corso.

Di solito viene richiesto un titolo di studi per poter insegnare presso questi organismi. Si richiede almeno una laura triennale.

Puoi candidarti solo se hai fatto 3 anni di studi universitari o possiedi un titolo di studi equivalente. Se soddisfi questi requisiti minimi, puoi seguire l’iter per il reclutamento.

Per candidarsi occorrono il CV e una lettera di motivazione da inviare online. Se previsto, ci sono diversi colloqui selettivi. Alcuni enti presentano anche dei test di livello da superare.

Al momento della selezione, devi anche dare la tua disponibilità oraria, oppure vedere se le ore messe a disposizione dall’ente di formazione corrispondono alle tue esigenze.

Alcuni enti preferiscono lavorare con studenti universitari, altri invece selezionano esclusivamente personale con titoli e/o esperienza.

Ormai è possibile dare delle lezioni per videoconferenza.

Alcuni trovano questo metodo assolutamente adatto alle loro esigenze, altri invece preferiscono avere la libertà di scegliere da soli i loro allievi e di determinare le tariffe delle loro ore di corso.

Quali sono le qualità che un insegnante privato deve avere?

Creare un annuncio per diventare insegnante privato

Ci sono altre opzioni per proporre l’aiuto compiti a studenti desiderosi di migliorare costantemente. Gli annunci rappresentano un modo che possiamo definire ancestrale, ma che ancora funziona molto bene.

Per cominciare, puoi mettere i volantini negli esercizi commerciali del tuo quartiere che lo permettono.

Dovrai indicare la tua disponibilità e il livello degli studenti a cui vuoi trasmettere le tue conoscenze. Anche i tuoi titoli e le tue qualifiche devono comparire nell’annuncio.

C'è un modo più facile e trasparente per dare lezioni private in Italia grazie a Superprof. Superprof ha rivoluzionato gli annunci per le ripetizioni scolastiche!

Lo sviluppo di internet ha permesso la nascita di molti siti generalisti che divulgano annunci. Anche il più famoso dei social network ha deciso di lanciarsi nel mercato degli annunci tra privati creando un marketplace.

Tuttavia, questo metodo non sempre assicura molta visibilità e non necessariamente permette agli insegnanti di farsi conoscere come vorrebbero.

Superprof ha quindi deciso di modernizzare il sistema degli annunci proponendo una piattaforma interamente dedicata all’aiuto scolastico a domicilio.

Il suo lavoro consiste nel far incontrare gli insegnanti con i loro futuri allievi.

Grazie a un profilo chiaro e a recensioni certificate da parte degli allievi, l’insegnante ha una reale visibilità e può facilmente aumentare il numero di lezioni che tiene.

Basta iscriversi gratuitamente su Superprof per dedicarsi al supporto scolastico a domicilio. Non ci sono commissioni sulla tariffa oraria.

Non sono richiesti titoli per dare lezioni private e ripetizioni con Superprof.

Bisogna avere una buona conoscenza della propria materia e, soprattutto, nutrire una vera passione per la condivisione del sapere.

Oltre ai corsi classici, come quelli di matematica, lingue straniere o storia e geografia, è possibile dare lezioni su ogni argomento con Superprof.

Se hai delle solide basi musicali, puoi aiutare uno studente a perfezionarsi attraverso un corso di chitarra. Oppure, potresti offrire un corso di yoga, cucina o persino di origami! Ci sono molti tipi di corsi privati!

La metodologia per un corso di supporto scolastico

Al di là dei titoli e delle qualifiche da avere per diventare insegnante privato, bisogna adottare un buon approccio pedagogico per poter essere competenti.

Alcuni dei tuoi studenti possono incontrare delle difficoltà scolastiche e il tuo ruolo consiste nell’aiutarli a superarle.

Per farlo, devi essere paziente e avere una vera passione per l’insegnamento.

Avere una buona metodologia significa proporre agli allievi un metodo di perfezionamento totalmente personalizzato.

La prima lezione sarà quindi dedicata alla scoperta del tuo studente, la sua personalità, le sue lacune, le sue qualità i suoi interessi e i suoi obiettivi.

Devi anche essere regolare e puntuale, in modo da ispirare fiducia al tuo studente.

Molta passione da parte dell'insegnante privato significa più qualità per le sue lezioni a domicilio. Un insegnante privato non deve mai perdere la sua passione!

Inoltre, con un corso ludico e dei supporti interattivi, puoi lavorare sulla motivazione del tuo studente e aiutarlo a migliorare l’andamento scolastico divertendosi.

Non esitare a inviargli delle valutazioni regolari perché possa vedere i progressi fatti e abbia voglia di espandere la sua conoscenza sempre di più.

A volte puoi anche proporre degli esercizi online da fare in autonomia, fuori dall’orario delle ripetizioni scolastiche, consigliargli dei video da guardare o aiutarlo a trovare dei libri che completeranno il tuo corso.

Se il tuo apprendista scrive una tesi o un tema, potrai anche guidarlo nella ricerca della bibliografia.

Essere un insegnante privato significa anche essere un consigliere pedagogico e potrai aiutare il tuo studente a orientarsi, soprattutto alla fine delle superiori, quando deve andare all’università… Molti sono ormi gli studenti che necessitano di un supporto, i più numerosi nella capitale: il “cerco ripetizioni roma” è sempre più cliccato nei motori di ricerca.

La metodologia è tanto importante quanto i titoli, tanto più se ti aiuta a farti conoscere.

I tuoi studenti non avranno alcuna difficoltà a consigliare le tue lezioni ai loro amici se sono soddisfatti della tua attività.

Il passaparola è una delle migliori pubblicità che esistano!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar