Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Quanti tipi di corso di recupero scolastico ci sono?

Di Catia, pubblicato il 21/11/2017 Blog > Lezioni private > Ripetizioni > Quali Sono i Diversi Modi per Proporre Ripetizioni?

Hai appena deciso di lavorare nel supporto scolastico e di mettere il tuo sapere a servizio degli studenti che vogliono migliorare a scuola.

L’amore per la condivisione della conoscenza ti fa venire voglia di contribuire al buon andamento scolastico di uno o più allievi.

Tuttavia, prima di lanciarti in quest’avventura ti devi informare sul supporto scolastico e rispondere ad alcune domande.

Innanzitutto, devi fare il bilancio delle tue competenze e dei tuoi titoli di insegnante in modo da sapere quale tipo di studente sei in grado di aiutare.

Chi vuole insegnare a domicilio è animato dalla volontà di aiutare dei ragazzi e dei bambini con difficoltà scolastiche. Diventare insegnante privato significa accompagnare gli studenti verso il successo scolastico!

Per dare delle lezioni private di italiano, corsi di matematica o storia, è ovvio che devi avere delle solide conoscenze in materia.

Non basta un’infarinatura generale per offrire ripetizioni a domicilio e contribuire realmente alla riuscita scolastica di uno studente.

Inoltre, devi capire se vuoi diventare un insegnante privato per arrotondare lo stipendio o se invece desideri farlo come attività principale.

Questi fattori determineranno l’inquadramento fiscale con cui eserciterai quest’attività e il modo in cui ti farai pagare, come con il libretto famiglia, per esempio.

Per aiutarti nella tua scelta, analizziamo insieme il supporto scolastico in tutte le sue forme.

Il supporto scolastico con un insegnante privato

I corsi privati a domicilio sono senza alcun dubbio la forma di supporto scolastico più conosciuta e diffusa.

Si tratta di lezioni individuali che, in genere, si tengono a casa dell’allievo.

La loro durata e frequenza dipende dall’insegnante e dall’apprendista.

Fin dalle prime ore di lezione le due parti fissano insieme le modalità con cui si svolgeranno le ripetizioni.

Spesso si sceglie questa modalità per il suo approccio totalmente personalizzato.

In effetti, il formatore ha un solo allievo e quindi la lezioni può essere totalmente adattata alla personalità e al ritmo dell’apprendista.

Durante il corso, l’insegnante a domicilio aggiusta la sua metodologia e l’approccio in base alla risposta dello studente.

Di solito le lezioni private si tengono a casa dello studente. E’ l’insegnante privato ad andare a casa dell’allievo, anche in bici se vuole!

Il lavoro consiste nel rivedere una materia specifica, insegnando allo studente anche a prendere appunti e fare delle schede di ripasso…

Un insegnante a domicilio è anche un consigliere pedagogico e può aiutare lo studente a orientarsi.

Ci sono diversi modi di dare lezioni a domicilio.

Puoi avvicinarti a un ente di formazione specializzato nell’aiuto compiti.

Grazie agli anni di esperienza questi organismi possono contare su un ventaglio di studenti. Sono loro a scegliere gli allievi da affidarti e prelevano una commissione sulla tariffa pagata.

Tutto quello che devi fare è concentrarti sul contenuto delle lezioni e sugli esercizi che fai fare agli studenti.

Quelli che amano la libertà di scelta e preferiscono fissare da soli la propria tariffa sceglieranno la strada degli annunci privati.

Puoi farti conoscere lasciando un annuncio nei negozi di quartiere o sui siti definiti marketplace.

Per avere ancora più visibilità puoi anche iscriverti gratuitamente su Superprof ed essere messo in contatto con i tuoi futuri studenti.

La piattaforma di Superprof è interamente dedicata alle lezioni private e premette agli allievi e agli insegnanti di stabilire un vero rapporto di fiducia grazie a un sistema di recensioni certificate e profili verificati.

Oltre ai tradizionali corsi di fisica e chimica, matematica e inglese, per esempio, puoi anche iscriverti per dare dei corsi di chitarra o yoga.

Basta avere voglia di condividere le proprie conoscenze per dare delle lezioni private con Superprof. Senza dubbio, questo tipo di generosità è una delle qualità da avere per diventare un insegnante specializzato nel recupero scolastico.

I corsi di recupero collettivi

La maggior parte degli organismi specializzati nel sostegno scolastico alla primaria sono associazioni e offrono corsi di recupero scolastico in gruppo.

Le lezioni sono realizzate in piccoli gruppi per un massimo di dieci persone.

E’ una forma particolarmente adatta agli allievi che non amano imparare da soli e che hanno bisogno di essere inseriti in un gruppo per sentirsi stimolati.

Questo modo di insegnare è meno personalizzato rispetto a quello a domicilio, ma comporta comunque dei vantaggi non indifferenti.

Ci sono persone che danno il massimo in gruppo e quindi riescono ad imparare molto di più e recuperare le insufficienze. Alcuni studenti imparano di più in gruppo!

L’insegnante deve creare una vera dinamica di gruppo, quasi uno spirito di squadra, come negli sport collettivi. Bisogna spronare gli studenti a interagire tra di loro, rispondere alle domande che si pongono e creare dei momenti di dibattito e confronto.

Infatti, il sostegno scolastico tra pari è per definizione meno accademico rispetto ai corsi che seguono il programma della pubblica istruzione. Gli insegnanti possono fare tutte le digressioni pedagogiche necessarie a colmare le lacune.

Quest’opzione può rivelarsi molto stimolante tanto per gli studenti quanto per gli insegnanti, anche se è meno personalizzata. I miglioramenti possono essere meno rapidi.

I corsi in gruppo sono anche scelti da persone che hanno terminato la scuola e vogliono migliorare in una materia per motivi professionali o semplicemente per piacere.

Ci sono anche molti corsi serali per adulti che trattano di materie scolastiche come la matematica o la filosofia.

Si possono trovare dei corsi collettivi per facilitare l’ammissione a un master post-laurea, per esempio, o per prepararsi a un esame.

Quando uno studente o i suoi genitori scelgono i corsi di recupero scolastico in gruppo, si prendono un impegno per un intero quadrimestre o per tutto l’anno.

Gli orari vengono definiti dall’ente che gestisce il servizio.

Bisogna aver dei titoli per poter dare le lezioni a domicilio?

Il supporto scolastico online

Con lo sviluppo di internet è orma possibile optare per il sostegno scolastico online.

E i supporti non mancano di certo.

Ci sono dei siti per il supporto scolastico gratuito abbastanza semplici con offerte a pagamento più personalizzate, le videolezioni via Youtube e molti altri modi per trovare dei corsi su internet.

Questa modalità si adatta perfettamente al mondo digitale e dà la possibilità a tutti di imparare da casa, anche gratuitamente.

Il sostegno scolastico online può rivelarsi molto pratico e anche se a pagamento, risulta meno costoso rispetto a un corso a domicilio o a un corso intensivo.

Sempre più siti offrono ripetizioni online e risorse didattiche per esercitarsi da casa. Siamo nell’era informatica: il supporto scolastico, ormai, si fa su internet!

Tuttavia, gli studenti devono scegliere bene la piattaforma su cui studiare tenendo conto delle recensioni, dell’esperienza e della formazione offerta.

I risultati sono meno rapidi rispetto a un corso tradizionale.

Studiare online quindi, può essere molto utile se abbinato a un corso in gruppo o lezioni private.

Per chi desidera imparare da casa propria ma vuole beneficiare di un corso personalizzato, può contattare gli insegnanti di Superprof che offrono lezioni per videoconferenza.

Può essere un ottimo modo per imparare online attraverso un corso individuale.

L’insegnante non deve sostenere dei costi di trasporto, visto che basta accendere la webcam per far migliorare il proprio allievo!

I corsi intensivi di recupero scolastico

In genere, durante le vacanze scolastiche è possibile seguire dei corsi intensivi rimanendo in Italia oppure approfittandone per un viaggio all’estero.

I genitori che scelgono questa modalità cercano di sfruttare al massimo il tempo libero dei figli per offrire loro un supporto personalizzato senza tralasciare il divertimento.

I corsi intensivi possono anche essere fatti in forma ludica!

Soprattutto se si seguono dei summer camp per imparare le lingue straniere o la matematica, le giornate sono suddivise in modo che la mattina ci sia la lezione e il pomeriggio delle attività ricreative e in gruppo…

Un summer camp ti aiuta a migliorare con le lingue straniere oppure la matematica. Si possono seguire dei corsi intensivi anche all’estero!

Nei summer camp in Italia si possono approfondire alcune materie tradizionali oltre a fare delle attività sportive.

Nei corsi incentrati sulla lingua italiana, per esempio, si lavorerà per migliorare l’ortografia, la grammatica e i tempi verbali…

Lo stesso vale per i summer camp di matematica: si riprenderà il programma scolastico in modo che l’allievo riesca a colmare le proprie lacune o semplicemente perfezionarsi.

Partendo per un paese straniero per una o due settimane, l’allievo scopre la lingua e la cultura del posto. La mattina vengono offerti dei corsi di lingua e il pomeriggio si va alla scoperta del luogo.

Si può partire per l’Inghilterra, la Francia, la Spagna ecc.

Questo metodo è piuttosto costoso perché devi considerare il biglietto aereo, il vitto e l’alloggio oltre al costo del corso.

I corsi di sostengo

I corsi di sostengo vengono organizzati direttamente dalla scuola, per decisione del consiglio di classe e in base alle direttive del Ministero per l’istruzione, l’università e la ricerca, Miur.

A tenere questi corsi sono i docenti della scuola che mettono a disposizione delle ore per far recuperare le insufficienze ai propri studenti.

Ci sono corsi di sostegno di italiano, di matematica, di latino, di greco ecc.

Di solito vengono tenuti in orari pomeridiani, dopo la fine dell’orario scolastico e impegnano gli studenti per tutta la durata del corso. Al termine del corso di sostegno ci può essere una prova finale dove si valuterà se ogni singolo studente è riuscito a recuperare i debiti formativi.

Gli studenti non hanno l’obbligo di frequentare i corsi di recupero organizzati dalla scuola. Infatti, le famiglie possono anche decidere di optare per un corso di sostegno privato.

Tuttavia, se si aderisce al corso di recupero della scuola c’è l’obbligo di frequenza per tutta la durata del corso che è di almeno 15 ore.

Lo scopo dei corsi di recupero è prevenire l’insuccesso scolastico, quindi sono un potente mezzo a disposizione degli studenti che si trovano in difficoltà.

Ovviamente, gli insegnanti sono interni alla scuola che organizza il corso.

Ora che conosci le diverse forme di supporto scolastico, non ti resta che scegliere quella più adatta a te e cominciare la tua avventura!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar