Perché filosofeggiare quando si può cantare? – Georges Brassens

Tra vocalizzi, uso del diaframma e diverse tonalità, saper cantare è una competenza che si raggiunge dopo un duro lavoro; proprio come ogni altra arte. Intonare le note più alte non è semplice, soprattutto gli acuti!

Per cantare le note più alte, devi prendere dei riflessi, in modo da non stancare il tuo corpo, né la tua voce, né il tuo spirito. Questi riflessi ti consentiranno di evitare tanti errori e diventare, con il tempo e l’esercizio, un cantante o una cantante di qualità; negli acuti, così come nei gravi,

Ecco qui la nostra top ten degli errori più frequenti e da evitare quando si canta alto.

I migliori insegnanti di Canto disponibili
Marco
5
5 (35 Commenti)
Marco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Valentina
5
5 (51 Commenti)
Valentina
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marcella
5
5 (36 Commenti)
Marcella
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (7 Commenti)
Paolo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Valerio
5
5 (13 Commenti)
Valerio
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Rolando
4,9
4,9 (17 Commenti)
Rolando
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lucia
5
5 (21 Commenti)
Lucia
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessandra
5
5 (10 Commenti)
Alessandra
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marco
5
5 (35 Commenti)
Marco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Valentina
5
5 (51 Commenti)
Valentina
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marcella
5
5 (36 Commenti)
Marcella
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (7 Commenti)
Paolo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Valerio
5
5 (13 Commenti)
Valerio
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Rolando
4,9
4,9 (17 Commenti)
Rolando
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lucia
5
5 (21 Commenti)
Lucia
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessandra
5
5 (10 Commenti)
Alessandra
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Mettere sotto sforzo la voce per raggiungere le note alte

Potrebbe sembrare logico, ma non tutti lo fanno; anzi, trasportato dal desiderio di raggiungere il punto più alto …! Cantare e imparare a cantare meglio significa anche essere modesti e realizzare che non sempre sarà possibile raggiungere qualsiasi tonalità di nota.

In questa prospettiva, alcune persone potrebbero avere la tendenza a spingere sulle corde vocali, per riuscire a raggiungere una nota acuta. Sarebbe un grave errore! Oltre ad affaticare inutilmente le corde vocali, corri il rischio, in qualsiasi momento, di farti male, il che ti obbligherebbe a non cantare per diversi giorni!

Per la salute del tuo corpo e per il bene della tua voce, allenati, riscaldati prima di ogni lezione e pazienta, senza sforzare la voce per allargare il tuo spettro di tonalità.

Ecco come raggiungere le note più alte!

Voler cantare, senza idratarsi correttamente

Dalla tessitura alla respirazione, passando per l’uso della laringe, il canto assomiglia ad una disciplina sportiva. E, come in ogni sport, anche qui, soprattutto per raggiungere le note più alte, è indispensabile idratare correttamente le corde vocali!

Le corde vocali secche non funzionano come dovrebbero.
Idratarsi è fondamentale, se si vuole cantare bene!

Più le corde vocali saranno idratate e meno subiranno sforzi e maltrattamenti, quindi minori rischi correranno. Bere acqua in modo regolare è un buon modo di testimoniare alle proprie corde vocali che ci stiamo prendendo cura di loro: un eccellente modo per evitare l’affaticamento vocale.

Imitare gli altri e cantare alto a tutti i costi

Luciano Pavarotti è il tuo mito? Arianna Grande è la tua cantante preferita e vorresti cantare come lei? Sfortunatamente, non tutti possono raggiungere gli stessi livelli e, inoltre, provare ad imitare gli altri a lungo potrebbe costarti a livello di voce e tessitura.

Quando si inizia a cantare, si è tentati di imitare i cantanti e le cantanti che ci fanno sognare. Ma così si corre il rischio di farsi male, dimenticando che la propria voce ha dei limiti.

Imitare non è la soluzione al voler cantare: quello che invece bisogna fare è saper ascoltare il proprio corpo, il quale è perfettamente in grado di dirci quello di cui è capace, dove può arrivare. Inoltre, la tecnica vocale di un professionista non è sempre la stessa della nostra, oltre al fatto che sforzandosi di imitare gli altri si corre seriamente il rischio di perdere del tutto la propria originalità.

Le note basse: ecco come raggiungerle!

Non cantare la tonalità giusta, per cercare di arrivare ad una nota troppo alta

La tessitura è, per qualunque cantante, l’insieme delle note che questi è in grado di raggiungere, grazie alle proprie corde vocali e senza troppe difficoltà. E se vi sono tante voci quante sono le persone, questo è spesso la ragione per la quale, quando cerchiamo di cantare un brano che ci piace, la nostra tessitura ci sembra non adeguata.

In ogni caso, questo brano non è adatto alle nostre capacità e sarà quindi necessario cambiare la tonalità della canzone. Un errore comune che si commette nel cercare di raggiungere le note più alte, infatti, è quello di non voler modificare la tonalità del brano e di cercare invece di studiarlo e riprodurlo con la tonalità originale (che però non è quella giusta per noi).

Una volta ancora, si tratta di un errore, perché la voce sarà sotto sforzo e il reso non sarà per niente naturale.

I migliori insegnanti di Canto disponibili
Marco
5
5 (35 Commenti)
Marco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Valentina
5
5 (51 Commenti)
Valentina
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marcella
5
5 (36 Commenti)
Marcella
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (7 Commenti)
Paolo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Valerio
5
5 (13 Commenti)
Valerio
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Rolando
4,9
4,9 (17 Commenti)
Rolando
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lucia
5
5 (21 Commenti)
Lucia
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessandra
5
5 (10 Commenti)
Alessandra
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marco
5
5 (35 Commenti)
Marco
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Valentina
5
5 (51 Commenti)
Valentina
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marcella
5
5 (36 Commenti)
Marcella
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (7 Commenti)
Paolo
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Valerio
5
5 (13 Commenti)
Valerio
40€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Rolando
4,9
4,9 (17 Commenti)
Rolando
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Lucia
5
5 (21 Commenti)
Lucia
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessandra
5
5 (10 Commenti)
Alessandra
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Non diversificare il genere

Abbiamo capito l’importanza di riscaldare correttamente la voce e di essere all’ascolto del proprio corpo per lavorare correttamente con la voce; ma anche il contenuto di ciò che cantiamo è altrettanto importante.

Un maestro di canto saprà individuare gli errori e correggerli in breve tempo.
Se vuoi evitare gli errori più comuni, puoi prendere lezioni di canto!

In effetti, contrariamente alle apparenze, due brani possono dare luogo ad una pratica del canto completamente diversa l’una dall’altra. Alcune persone si incartano con un genere particolare, senza riuscire ad emergere come meriterebbero, altre invece non commettono questo errore e si aprono a diversi generi.

Diversificare il proprio approccio alla canzone permette di raggiungere note alte, che non si pensava di poter raggiungere. Attraverso arrangiamenti particolari e una respirazione addominale attenta sarai in grado di cantare una nota che in un altro registro vocale non riusciresti a cantare.

I cantanti e le note alte: ecco chi sono i migliori!

Respirare male e non riuscire a raggiungere le note più alte

Quante volte ti sei trovato senza fiato proprio al momento di cantare le note più alte? Eh già, perché la respirazione deve essere la tua migliore alleata nel canto; molte persone cantano come respirano, ma non tutti respirano quando cantano. E questo è un grosso errore.

L’importante è riuscire a gestire il proprio soffio e capire in quale momento sia il caso di posizionare un’inspirazione. A volte tra due frasi, altre volte tra due parole. E questo anche se, apparentemente, non vi è nessuna logica. Solo l’allenamento e lo studio continuo e ripetuto ti consentiranno di capire quando sia il caso di prendere una bella boccata di ossigeno.

Prova sul brano che stai cantando in questo momento: vedrai che differenza! Un’ottima respirazione è come un pallone ben gonfio: può andare più in alto, più veloce e più lontano!

Note alte e note basse: leggi la nostra guida completa!

Cantare di petto le note acute

Dal vibrato al riscaldamento vocale, passando dal timbro, il canto è una disciplina completa, che ti appassionerà di certo. Tuttavia, quando cantiamo delle note alte, saremmo tentati di fare un errore: cantare di petto!

Non è necessario, contrariamente a quello che si pensa, gridare per far risuonare una nota e cantare un’aria in modo efficace. Anzi, otterresti così degli effetti non desiderati: un affaticamento vocale e una frustrazione dovuta all’insuccesso. Non sei in un coro: se vuoi cantare alto, non devi fare altro che adattarti ai mezzi che hai a disposizione.

Meglio, in questo caso, la voce di testa, proprio come quella degli uccellini.
Per gli alti, meglio lasciar stare la voce di petto!

In quest’ottica, è capitale comprendere la distinzione tra “forza” e “potenza”. Cantare con una certa tecnica vocale (respirazione corretta, articolazione corretta) si assimila ad una certa idea di potenza. Ecco, diciamo che questo concetto si avvicina alla tecnica del belting: cantare con potenza, anziché gridare.

Alzare la testa per cantare le note alte

Questo errore è relativamente diffuso, per la semplice ragione che è istintivo. Quando facciamo un riscaldamento vocale o un concerto davanti a migliaia di persone, naturalmente, si è portati ad alzare il mento quando la voce deve esprimere delle note alte.

Potrebbe essere normale, dato che si ha la tendenza ad assimilare l’altezza delle note, con l’altezza dello sguardo. Ma non è il modo corretto per riuscirvi. In effetti, alzando la testa si riduce la possibilità di movimento delle corde vocali, che si trovano estremamente tese. Il risultato sarebbe simile a quello di una voce nasale o ad un suono soffocato.

Prova invece a tenere la testa dritta, il più possibile, con lo sguardo di fronte a te; anzi, potresti quasi abbassarla leggermente, anche se in modo quasi impercettibile. Questo offrirà alle corde vocali un maggiore margine di movimento, ma anche alla laringe, dalla quale potrà dunque passare un maggiore quantitativo di aria.

Se stenti a credere a quanto hai appena letto, puoi sempre provare: canta lo stesso brano nei due modi e valuta tu stesso la differenza!

Non articolare sufficientemente durante il canto

Dal cantante lirico al coach vocale, passando per un principiante o per un solista, tutti cantano grazie alla … bocca. Sembra ovvio, scontato, ma quando si riflette al fatto che la voce passa proprio per questa cavità, allora viene il desiderio di approfondire la questione. L’articolazione della voce e delle parole è fondamentale per cantare bene, soprattutto gli acuti.

E l’articolazione è possibile proprio grazie alla voce. Immagina di cantare con le mascelle chiuse a metà, contratte: il risultato non sarà di certo ottimale, le tue capacità vocali non saranno al loro optimum e l’esercizio stesso ti risulterà doloroso. La bocca, infatti, fa parte di quei risuonatori, che consentono di dare corpo alle note alte.

Aprire la bocca permette di avere più spazio per trasformare il suono che ne esce. E articolare è la chiave di un suono più chiaro, più piacevole e più elastico!

Non divertirsi

L’ultimo errore, è quello di non divertirsi mentre si canta!

Se ricorderai questa regola fondamentale, sarai già a metà dell'opera.
Ricorda: si canta per divertirsi!

Cantare significa necessariamente essere un professionista della voce? Una voce di testa ben calibrata è sufficiente per cantare? Un autodidatta ha meno diritti di uno studente di conservatorio di esprimersi? … Queste e tante altre domande sullo stesso registro per dire che, quando si canta, l’importante è non dimenticare mai il piacere del canto!

In effetti, cantare significa anche saper apprezzare il fatto che si sta cantando. È un aspetto che non va trascurato o sminuito: sapersi divertire in quello che si fa aumenta le possibilità di cantare meglio!

 

Lo avrai capito: vi sono dei piccoli e grandi accorgimenti da prendere per riuscire a cantare correttamente anche le note alte. Un maestro di musica potrebbe ascoltarti e darti i suggerimenti di cui avevi bisogno per cantare correttamente, alti e bassi.

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

1a lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

5,00 (2 voto(i))
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura