"Puoi trarre maggior profitto da una partita persa che da 100 partite vinte” - José Raúl Capablanca (1888 - 1942)

Desideri imparare a giocare a scacchi o progredire nel gioco, nella speranza di vincere dei tornei?

Prima devi conoscere i fondamenti degli scacchi!

Ed i fondamenti sono la storia e gli spostamenti dei pezzi sulla scacchiera.

 Superprof ti propone di imparare di pù sul Re, considerata la figura centrale del gioco degli scacchi.

Sistema i tuoi pedoni, fai partire il segnatempo, la partita inizia!

I migliori insegnanti di Scacchi disponibili
Davide
5
5 (28 Commenti)
Davide
8€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Massimo
5
5 (14 Commenti)
Massimo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stella
5
5 (22 Commenti)
Stella
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Tommaso
5
5 (15 Commenti)
Tommaso
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Emanuele
5
5 (11 Commenti)
Emanuele
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marco
5
5 (13 Commenti)
Marco
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (11 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (12 Commenti)
Paolo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Davide
5
5 (28 Commenti)
Davide
8€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Massimo
5
5 (14 Commenti)
Massimo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stella
5
5 (22 Commenti)
Stella
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Tommaso
5
5 (15 Commenti)
Tommaso
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Emanuele
5
5 (11 Commenti)
Emanuele
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marco
5
5 (13 Commenti)
Marco
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (11 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (12 Commenti)
Paolo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Un po’ di storia sugli Scacchi

Secondo la leggenda gli scacchi sarebbero nati in India, più di 1500 anni fa.

Numerosi racconti e leggende alimentano la cultura indiana

La storia più celebre sull’origine del gioco degli scacchi ci parla di  un re leggendario delle Indie (chiamato Balhait o Shihram) che cercava qualcosa per sconfiggere la noia nel suo sontuoso palazzo.

Questo Re, arrogante ed eccessivo, maltrattava il suo popolo al ritmo dei suoi capricci.

Promise dunque una ricompensa eccezionale a colui che gli avrebbe proposto una distrazione che l’avrebbe fatto uscire dal suo torpore.

Quando il saggio Sissa, figlio del Bramino Dahir, gli presentò il gioco degli scacchi, il sovrano, entusiasmato e curioso, chiese a Sissa cosa avrebbe desiderato in cambio di questo superbo regalo.

Umilmente, Sissa chiese al re di deporre un chicco di riso (o di grano) sulla prima casa, due sulla seconda, quattro sulla terza, e così di seguito per riempire la scacchiera raddoppiando la quantità dei chicchi ad ogni casella.

Il principe accettò senza riflettere questa ricompensa all’apparenza modesta a colui che aveva saputo dare un senso alle sue giornate così monotone.

Il suo consigliere gli spiegò quindi che aveva appena firmato la carestia del regno poichè i raccolti dell’anno non sarebbero stati sufficienti a raggiungere il prezzo del gioco.

In effetti, sull’ultima casella della scacchiera, avrebbe dovuto deporre più di nove miliardi di miliardi di chicchi di grano (9 223 372 036 854 775 808 grani per la precisone), ed aggiungervi il totale dei grani posizionati sulle caselle precedenti!

Il totale avrebbe dato un totale spaventoso di 18 446 744 073 709 551 615 grani, cioè più di 1000 volte la produzione mondiale del 2012!

Il buon Sissa, che aveva voluto solo divertirsi un po’ nei confronti de re e trasmettergli una lezione fondamentale di umiltà, in seguito declinò qualsiasi offerta e divenne panettiere.

Con questa manovra e grazie alle regole del gioco degli scacchi, voleva solo far capire al re delle verità importanti, che fino ad allora gli erano sconosciute: l’importanza di coltivare l’amore del suo popolo (da qui le altre figure della scacchiera), pronto a sacrificarsi per proteggere il suo Re.

Ma anche fargli capire l’importanza di essere vigilante poichè fra le persone che gravitano attorno ad un Re si possono sempre infiltrare persone dalle cattive intenzioni, pronte ad abusare del potere e della posizione del sovrano sul trono.

Lui ed il Re divennero quindi degli “spiriti uguali” e si affrontarono in numerose partite di scacchi amichevoli.

Conosci ormai la prima leggenda che ha animato il mondo degli scacchi!

Qualche nozione di base sulle regole del gioco degli scacchi

Una scacchiera si compone di 64 case in alternanza bianche e nere.

Imparare qualche combinazione di base può assicurarti la vittoria!

La scacchiera può essere in legno, in pietra, in plastica o persino pieghevole.

Puoi anche giocare su una scacchiera gigante!

In una partita di scacchi, si dispone la scacchiera in modo tale affinchè per ognuno degli avversari, la casa più a destra, la casa dove si trova la torre del re sia una casa bianca.

Ogni giocatore possiede diverse figure di scacchi:

  • Un Re,
  • Una Regina,
  • Due Torri,
  • Due Alfieri,
  • Due Cavalli,
  • Otto pedoni.

La disposizione dei pezzi di gioco è molto precisa, i due giocatori sono alla pari ad inizio partita, quale che sia il loro colore.

La prima regola da sapere per imparare gli scacchi: prima di iniziare a giocare, ogni Regina dev’essere sul suo colore.  E’ quella che si chiama la posizione iniziale.

 Sono sempre i bianchi a fare la prima mossa.

A volte basta conoscere un po’ le aperture per vincere la partita in poche mosse se giochi con un avversario principiante.

Le partite con i grandi maestri saranno più difficili da disputare ma ti insegneranno la padronanza del gioco e delle tue emozioni, perchè come nel pocker, bisogna saper rimanere di marmo negli scacchi!

Il Re, la figura centrale del piano di gioco

Il Re è considerato come la figura più importante del gioco degli scacchi, anche se la più vulnerabile.

Senza la sua Regina a proteggerlo, il Padrone del gioco è estremamente vulnerabile.

Se si trova in una posizione nella quale è minacciato di cattura alla prossima mossa senza poter fuggire, si dice che è in “scacco matto”

Il giocatore del Re in questione perde dunque la partita.

 La missione principale del giocatore di scacchi è quella di proteggere il suo Re a qualsiasi costo.

Le tue strategie di gioco devono sempre essere orientate alla messa in sicurezza del tuo Re, grazie a delle combinazioni che vedremo in seguito.

Il Re si sposta di una sola casa in qualsiasi direzione (orizzontalmente, verticalmente, o in diagonale), salvo su una casa occupata da un pezzo del suo colore o da un pezzo nemico.

Questo significa che non può mettersi da solo in una posizione nella quale può essere preso, cioè in scacco.

Il Re prende come si sposta: può quindi prendere qualsiasi pezzo avversario non protetto (da un altro pezzo avversario), spostandosi sulla casa occupata da questo.

Il pezzo preso è quindi subito tolto dalla scacchiera.

I migliori insegnanti di Scacchi disponibili
Davide
5
5 (28 Commenti)
Davide
8€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Massimo
5
5 (14 Commenti)
Massimo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stella
5
5 (22 Commenti)
Stella
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Tommaso
5
5 (15 Commenti)
Tommaso
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Emanuele
5
5 (11 Commenti)
Emanuele
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marco
5
5 (13 Commenti)
Marco
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (11 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (12 Commenti)
Paolo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Davide
5
5 (28 Commenti)
Davide
8€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Massimo
5
5 (14 Commenti)
Massimo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Stella
5
5 (22 Commenti)
Stella
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Tommaso
5
5 (15 Commenti)
Tommaso
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Emanuele
5
5 (11 Commenti)
Emanuele
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Marco
5
5 (13 Commenti)
Marco
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (11 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Paolo
5
5 (12 Commenti)
Paolo
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

Arroccare per proteggersi dagli assalti avversari

Una delle tattiche di gioco più usate all’inizio della partita è l’arrocco

La padronanza del gioco degli scacchi richiede tempo e perseveranza!

Questa manovra ti permette di mettere il tuo re in sicurezza e di evitare quindi che il tuo avversario possa catturarlo troppo facilmente.

 Si gioca con le torri che si trovano all’estremità della scacchiera.

Ne esistono due varianti: il piccolo arrocco e il grande arrocco.

  • Il piccolo arrocco: si realizza con la torre più vicina al re,
  • Il grande arrocco: si gioca con la torre più lontana dal re.

Nei due casi, si sposta il re di due case verso la torre e si piazza in seguito la torre dall’altro lato del re.

Le condizioni da rispettare per poter arroccare:

  • Il re e la torre non devono essersi ancora mossi,
  • Il re non deve essere in scacco, nè passare da una casa in scacco,
  • Nessun pezzo dev’essere presente tra il re e la torre in questione.

I vantaggi dell’arrocco:

Ecco un video che illustra un arrocco negli scacchi:

L’arrocco è un colpo molto speciale per iniziare una partita, ben conosciuto negli scacchi.

In effetti, è l’unica mossa nella quale si possono muovere due figure contemporaneamente, ma anche l’unica dove il re muove di due case e la torre salta al di sopra di un altro pezzo.

Questa tattica è facilmente assimilabile anche se sei un giocatore principiante, non serve essere un campione del mondo di scacchi!

Lo scacco matto del corridoio, attenzione: pericolo

A causa della sua vulnerabilità, il Re è spesso vittima di numerose manovre che mirano a catturarlo.

Sta a te scongiurare lo scacco!

Cerco di mettere in atto la tattica imparata ieri con il mio insegnante di scacchi!

Una volta effettuato l’arrocco, puoi essere minacciato da quello che si chiama lo scacco del corridoio, una tecnica molto conosciuta per raggiungere lo scacco matto.

Questa tattica è possibile quando il re, sull’ultima fila vede le sue possibilità di spostamento più che limitate.

Il giocatore principiante fa fatica a posizionare i suoi pedoni, e per questo si trova bloccato in una situazione che può rapidamente portare ad una sconfitta.

Eccoti un video che mostra lo scacco matto del corridoio:

Dopo aver studiato più da vicino questo diagramma non avrai più scuse per non dirottare queste configurazioni aggressive e dominare il tuo avversario!

L'opposizione: re bianco contro re nero

Durante i round finali delle tue partite di scacchi, alcune combinazioni possono permetterti di moltiplicare le vittorie.

Sento che questa partita sarà complicata! Lei ha 1840 punti nella classifica Elo!

Con una buona analisi degli scacchi e dopo aver iniziato a giocare qualche partita regolarmente, ecco una delle tattiche che potrà farti uscire da una situazione di scacco probabile, il principio dell’opposizione.

 L’opposizione definisce la situazione nella quale i re si fronteggiano sulla scacchiera, si bloccano a vicenda ed obbligano l’avversario a fare marcia indietro.

Dopo essersi nascosto dietro pedoni sacrificati ad inizio e a metà partita, è ora che il Padrone della scacchiera si faccia avanti.

“Nella finale, il re è una figura potente perchè può accompagnare i suoi pedoni o stoppare i pedoni avversari” - Wilhelm Steinitz "

Esistono diverse forme di opposizione possibili:

  • L'opposizione orizzontale,
  • L'opposizione verticale,
  • L'opposizione diagonale,
  • L'opposizione immediata: solo una casa separa i Re,
  • L'opposizione distante :  due o più case separano i Re avversari.

Ecco un video per mostrarti come giocare l’opposizione e finire la partita:

Ecco  una bella dimostrazione della potenza del Re sulla scacchiera!

Come si sposta l'alfiere sulla scacchiera?

Lo zugzwang o la fuga del re avversario

Si dice che un giocatore è in zugzwang quando, qualsiasi mossa faccia, sarà costretto a deteriorare la sua posizione: farsi fare scacco matto, perdere dei pezzi o lasciare che il suo avversario avanzi sulla scacchiera.

A volte bisogna saper giocare contro il tempo per destabilizzare il tuo avversario!

Mettere il proprio avversario in zugzwang, lo costringerà qundi a giocare una mossa  sbagliata, una “mossa obbligata”.

Possiamo incontrare questa configurazione regolarmente con i re alla fine del gioco, in uno scenario ricorrente: un re messo in scacco con una sola casa di fuga e senza possibilità di coprirsi.

Sarà quindi obbligato a scappare perchè nell’impossibilità di passare il suo turno.

Ecco un esempio di zugzwang combinato con una manovra di triangolazione:

L’avrai capito: in un primo tempo il Re è LA figura da mettere in sicurezza per poi permettergli di concludere la partita e mettere in scacco il tuo avversario

Vendicherà ogni pedone, ogni cavallo caduto per concederti la vittoria!

 Ci sono molti probemi tattici che si possono incontrare quando cercherai di applicare queste combinazioni, e questo succede anche ai migliori giocatori.

Se desideri imparare a giocare agli scacchi per poi partecipare a dei tornei o entrare a far parte della Federazione Italiana degli Scacchi perchè non prendere dei corsi di scacchi per principianti?

Potrai progredire divertendoti allo stesso tempo con dei maestri o grandi maestri come insegnanti!

Potrai imparare il blitz (gioco veloce), il sistema di notazione, imparare ad uscire da una patta, comprendere la presa in passaggio o ancora come conquistare il centro della scacchiera.

Vale la pena di informarsi presso il Club di Scacchi della tua città, no?

E perchè no dei corsi online per misurare il tuo livello di gioco contro il computer?

Esistono dei buoni siti senza necessità di iscrizione nei quali potrai imparare a giocare bene agli scacchi senza muoverti dal tuo salotto!

Il futuro Kasparov o Magnus Carlsen sta forse leggendo queste righe!

 

 

 

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 1 vote(s)
Loading...

Paola

Traduttrice, insegnante, chissà un giorno....scrittrice. Ma con un'infinita passione per le lingue straniere