Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Quali criteri seguire per leggere un manga?

Di Igor, pubblicato il 29/08/2019 Blog > Lingue straniere > Giapponese > Alcuni Consigli su Come Leggere i Manga

Che tu sia troppo giovane o troppo vecchio per appartenere alla generazione italiana che ha scoperto il manga o se vuoi semplicemente metterlo a te perché i fumetti giapponesi ti fanno desiderare, hai fatto la scelta giusta, per scoprire tutta una grande parte della cultura giapponese!

Non sei ancora un otaku ma hai già capito che un manga è un fumetto giapponese ispirato a stampe che sono principalmente sotto forma di serie di fumetti che vendono a milioni di copie e che hanno molti lettori. È già un inizio.

I tipi di manga

Ci sono diversi tipi di manga che ti piaceranno più o meno in base ai tuoi gusti e alla tua fascia di età. Ci sono diversi tipi di manga che ti piaceranno più o meno in base ai tuoi gusti e alla tua fascia di età.

Come in ogni tipo di attività, ci saranno diversi tipi di manga che ti piaceranno più o meno in base ai tuoi gusti e alla tua fascia di età. Ecco come sono divisi i tipi di fumetti giapponesi, proprio come una serie può essere per bambini, adolescenti o un pubblico maturo. Ciò che intendiamo per tipo è quindi chiaramente l’obiettivo editoriale del manga.

Il primo tipo esistente è Shonen, capire il manga per ragazzo o adolescente. L’editore più rappresentativo di questo tipo di manga è senza dubbio lo Shonen Jump, la rivista in cui Dragon Ball, Naruto, One Piece e altri Yu-Gi-Oh! Se conosci già questi riferimenti, sai di cosa stiamo parlando.

Gli Shonen si concentrano principalmente su azione, combattimento, avventura, umorismo e un po ‘di romanticismo. L’eroe è molto spesso un ragazzo che diventerà sempre più forte per combattere per una causa planetaria. Queste avventure saranno generalmente più lunghe rispetto ad altri generi.

Il secondo tipo è lo Shojo, il manga per ragazza o adolescente. In Giappone, è principalmente nelle case editrici come Shueisha che troverai questi manga, ma anche a Hakusensha o altri. I grandi nomi di Shojo includono Nana, Vampire Knight, Fruits Basket o Card Captor Sakura.

Potresti immaginarlo, ma l’argomento principale del genere Shojo è l’amore. È un cliché, ma funziona e non è solo per ragazze. C’è anche sport, musica o fantasia nei temi. I protagonisti sono spesso ragazze in piena costruzione che si innamorano del ragazzo delle superiori… Ma questo scenario non è immutabile!

Il terzo tipo più comune è quello di Seinen, il manga per i giovani, in altre parole il manga per gli adulti. Il genere Josei è quello per le giovani donne, ma la distinzione è piuttosto sfocata dato che il genere Seinen fa appello a uomini e donne. Gli scenari di questi manga sono più maturi, più complicati e più grezzi.

Sono noti molti Seinen, ma tra questi possiamo citare Akira, Gunnm, Parasite, Gantz, 20th Century Boys o Berserk. Quindi, spesso passiamo dalla fantascienza al dramma, attraverso l’orrore, la fantasia medievale e i manga storici.

Per rimanere in una linea editoriale matura, c’è il tipo Hentai, che probabilmente è inutile presentare. Questi sono manga sessuali, che vanno dal sensuale al pornografico.

Infine, passiamo dal bianco al nero con i Kodomo, un tipo di manga riservato ai bambini. Sono estremamente leggeri e introducono perfettamente manga più sostanziali.

Seleziona un manga in base a diversi criteri (lunghezza, popolarità, interesse)

Altri criteri secondari possono anche pesare nella bilancia quando si seleziona un manga dalla lunga lista di opere esistenti. È ovvio che con così tante scelte, devi filtrare un po’ tutte queste serie, almeno all’inizio!

Il primo criterio può essere la lunghezza. Se questo è il tuo primo contatto con un manga, potresti volerlo superare rapidamente o in un ragionevole lasso di tempo. In questo caso, ti consigliamo una serie corta, non superiore ai 15-20 volumi (molti sono anche meno di 10 volumi), o di passare a One Shot, un tipo di manga molto breve, composto da un singolo capitolo di circa cento pagine al massimo.

Il secondo criterio potrebbe essere la popolarità dell’opera scelta. Se non ne sai nulla, probabilmente sarà meglio digitare “manga popolari” in Google e lasciarti guidare. Anche se questo tipo di operazione non è la più adatta a te, probabilmente è comunque la più semplice per trovare dei risultati. Combina popolarità e gusto personale per scegliere!

Infine, pensa a cosa ti piace in una storia. Per fare questo, pensa ai film che hai visto, alla serie o ai cartoni animati che ti hanno bloccato davanti allo schermo o ai libri di cui sei stato appassionato. Potresti anche essere sorpreso di amare una storia di pirati mentre Jack Sparrow non ti ha mai colplito prima così tanto!

Le regole della lettura dei manga

Come imparare a leggere il manga giapponese? Questa immagine può servire da esempio per leggere un manga!

La direzione di lettura

Probabilmente hai sentito che un manga si legge “al contrario”. Questo è falso: si legge semplicemente nella direzione della scrittura del giapponese. È scritto da destra a sinistra e dall’alto verso il basso, che è molto lontano dal nostro sistema occidentale.

Per aiutare il pubblico italiano, alcune edizioni hanno occidentalizzato il senso della lettura (come per la prima edizione di Dragon Ball), ma la versione originale ha preso rapidamente il sopravvento. Quindi devi abituarti, il che non è un problema quando ti ci abitui.

Quindi ricorda di prendere il manga dall’ultima pagina nel senso occidentale per iniziarlo. In generale, l’interno della prima pagina contiene un messaggio dell’autore e le pagine seguenti sono dedicate ai personaggi e al riassunto della storia. Non puoi sbagliare!

L’ordine di miniature e bolle

Come un fumetto occidentale, ogni tavola del manga è divisa in diverse miniature il cui mangaka sceglie il posizionamento sulla sua pagina. Quindi, ogni pagina è diversa. L’unico punto che può essere difficile da padroneggiare all’inizio sarà l’ordine delle miniature.

Se le anteprime hanno la stessa altezza, leggerai semplicemente l’anteprima più a destra, quindi a sinistra e così via. Ripeti l’operazione per ogni riga fino a raggiungere la miniatura nella parte inferiore sinistra della pagina.

Allo stesso modo, se le anteprime sono disposte in modo più complesso, seguire sempre la diagonale in alto a destra in basso a sinistra. Anche se una delle anteprime è più importante in termini di dimensioni, leggerà prima le caselle che lo precedono nell’ordine del manga!

L’ordine delle nuvolette segue la stessa logica di lettura da destra a sinistra e dall’alto verso il basso. A volte l’ordine del dialogo non è nemmeno la cosa più importante, quindi non aver paura di perderti: sarà molto chiaro e non sarà così grave dopo tutto!

Lo sfondo nero e lo sfondo di transizione

In generale, le anteprime di una pagina vengono posizionate su uno sfondo bianco classico. Tuttavia, questo può cambiare quando lo sfondo è scuro: è quindi un flashback (la stragrande maggioranza delle volte) e sarai in grado di realizzarlo dal cambiamento totale di contesto e generalmente da una piccola casella che individua l’azione nel passato.

Lo sfondo di transizione è uno sfondo sfumato tra bianco e nero, il che significa che lasciamo un’ellisse temporale. Pertanto, l’autore lo utilizzerà per inserire un flashback (dal bianco al nero) o per lasciarlo (dal nero al bianco).

Codici grafici da integrare alla lettura dei manga

Quali sono le regole per divertirsi con un manga giapponese? Qui possiamo vedere Seto Kaiba teso, poi euforico che gioca la sua carta!

Le espressioni facciali dei personaggi

I mangaka usano molto le espressioni facciali per descrivere i sentimenti di un personaggio. Questi sono codificati nella cultura giapponese e possono essere difficili da capire per un “non iniziato”. Se il sorriso o la rabbia sono sentimenti facilmente comprensibili quando si vede un’espressione, gli altri sono più complessi.

  • Il sospiro è rappresentato da una figura che chiude gli occhi, apre la bocca, ha uno sguardo triste e fa uscire una piccola nuvola che significa che soffia (un manpu).

Avresti facilmente capito tutto questo in un anime a causa dei suoni che accompagnano l’immagine, ma in un manga è più complicato.

  • Il tratteggio sul viso mostra che un personaggio arrossisce, in una situazione romantica o vergognosa.

Non è facile mostrare un personaggio che arrossisce in bianco e nero. Inoltre, questo fatto di arrossire è davvero segnato nello spirito giapponese e lo troviamo molto nello Shojo.

  • Il sangue dal naso violento di un personaggio significa che è eccitato

Tranne durante un combattimento, un sangue dal naso (principalmente un ragazzo …) significa che è eccitato da una visione, una situazione o un contesto. Sanji ne è uno splendido esempio!

  • La caduta sulla testa può rappresentare il disagio o la tensione

Il contesto generale della situazione ti darà il suo significato, ma un personaggio che si vergogna di un altro, ad esempio, avrà una grande caduta in testa mentre un personaggio che combatte per la sua vita avrà una leggera goccia di sudore sulla fronte .

Effetti sonori e onomatopea

Come i fumetti, i manga usano processi grafici per indicare emozioni, suoni ed effetti sonori. Servono per accentuare le emozioni, i sentimenti o le reazioni o per far sentire al lettore il suono grande, come un pugno o qualcosa che si rompe.

A volte gli effetti sonori sono lasciati nei caratteri giapponesi per rispettare meglio il lavoro originale. Anche se non riusciamo a capirli tutti, il contesto lo rende superfluo e quindi ne comprendiamo il significato senza padroneggiare la lingua giapponese.

Negli anime possiamo sentire i suoni, mentre nel manga possiamo... leggerli! Negli anime possiamo sentire i suoni, mentre nel manga possiamo… leggerli!

Ovviamente, più un rumore o onomatopea è ampio nella vignetta, più forte è nel contesto del manga. Quindi, un enorme “TAGADA TAGADA” significa che un cavallo galoppa!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar