Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Dove trovare dei vocabolari di qualità online?

Blog > Lingue straniere > Francese > Lingua Francese: Quali Sono i Migliori Dizionari Online?

Quest’oggi vogliamo affacciarci dapprima sul passato, tornando poi rapidamente all’era attuale, perché bisogna sempre stare al passo coi tempi. Teniamolo presente!

Ecco allora che stiamo per svelarti qualcosa che, se sei piuttosto giovane, potrebbe davvero lasciarti a bocca aperta. In particolare, la sorpresa sarà tanto maggiore, quanto più giovane è la tua età anagrafica.

Si tratterà, allora, in sostanza di “fare un po’ di storia” per i nativi digitali…

Tieniti pronto!

Con un dizionario classico, la ricerca dei termini è sicuramente più istruttiva che la semplice digtazione sul motore di ricerca. Una valida e costruttiva alternatia alla ricerca sul web: i dizionari cartacei!

In un passato non molto lontano esisteva un libro, in genere voluminoso, nel quale si potevano cercare e trovare tutte le informazioni relative alla definizione di una parola della lingua italiana (e di tutte le altre, naturalmente). Dapprima, si imparava, con gran fatica, a maneggiare il Piccolo Palazzi, che poi veniva rimpiazzato dal Grande Palazzi, dizionario di italiano dedicato ai più e ai meno giovani. Le pagine di carta sottile, tutte vicinissime, svelavano un peso specifico non indifferente, soprattutto quando ci si recava a scuola a piedi. Per non parlare, poi, di quando alla scuola media ed al liceo, nel giorno del fatidico compito mensile di italiano, ci si caricava a spalle il grande vocabolario di Italiano.

E che dire, allora, delle giornate in cui bisognava portarsi dietro anche due, tre vocabolari? Giornate durissime in cui l’orario prevedeva, italiano, francese, latino…

Oggi giorno, abbiamo la fortuna di vedere insegnare diverse lingue contemporanee a scuola. Generalmente se ne studiano due, alle medie.  Se, allora, all’italiano aggiungiamo l’inglese ed il francese … calcoliamo rapidamente che il peso dello zaino sarebbe insopportabile … se fossimo ancora all’epoca dei dizionari cartacei….

Roba da rinunciare quanto meno a portarsi dietro la merenda…

Eh già: sembra un’epoca davvero lontana, questa…Eppure, molti ventenni ricorderanno ancora dei viaggi a scuola, carichi di libri e dizionari di lingue cartacei (prima dell’avvento dell’epoca dei dizionari online)…

Questo libro era così pesante e allo stesso tempo possente che era impossibile trasportarlo nella vita quotidiana, a meno che non si volesse rischiare una lussazione della spalla!

Per consultarlo bisognava a volte, in passato, essere in un posto ben preciso, oggi sconosciuto alla maggior parte degli studenti, che si chiamava biblioteca. Su questo libro si potevano scoprire l’etimologia, l’ortografia e le espressioni che si potevano formare con una parola

Tutto questo andò a vanti per molto tempo, fino a quando non nacque Google e il suo motore di ricerca… Santa tecnologia, per molti versi!

Scherzi a parte, anche se il dizionario sembra aver perso molto terreno, non è ancora detta l’ultima parola, pessimo gioco di parole, lo so…

I dizionari di lingue sono ancora molto usati a scuola, e specialmente presso le scuole di lingue. Prendiamo in considerazione il Francese, quest’oggi. Si tratta di uno strumento ineguagliabile, per scoprire tutta una lingua straniera, al limite anche in assenza di un manuale! Eh già, un dizionario di rancese come si deve è una miniera d’oro. Non c’è nulla da dire. Ma sempre meno gente vi fa ricorso, in realtà, che si tratti di madrelingua oppure di stranieri.

Come mai?

Eppure, il vocabolario è risorto dalle sue ceneri, come una fenice linguistica, ma lo ha fatto soprattutto grazie alla digitalizzazione del sapere attraverso la sua forma interattiva come dizionario online.

Se “googlare” non fa per te, e non hai i mezzi per andartene in un soggiorno all’estero e ti manca la ricchezza di un dizionario, puoi sempre seguire un corso di francese online e,in parallelo, visitare i migliori dizionari, quelli cartacei riproposti in rete: sorta di compromesso par “arcaici inveterati resistenti al cambiamento” o, semplicemente, ancora non pronti ad arrendersi alla realtà ultra-virtuale nella quale già da molto tempo siamo tutti immersi fino al collo! In questo modo hai una panoramica completa sugli strumenti per imparare il francese su internet.

Cominciamo subito, allora!

I dizionari di francese

Dizionario Larousse

Prendiamo in esame un classico dei dizionari a livello europeo. Riferendoci alla lingua Francese, ad esempio, si tratta del Dizionario Larousse. Il nome precede la sua fama e non è Zorro.

Se hai deciso di seguire dei corsi francese milano, come prima o seconda lingua a scuola o come insegnamento universitario, se ami questo idioma perché ti appassiona la letteratura francese, prima di cominciare a scrivere sul tuo foglio bianco dovresti fare un giro sul dizionario Larousse online.

Infatti, quando si studia una lingua, uno degli obiettivi è saperla poi scrivere. Ebbene, prima di scriverla occorre dominare il suo vocabolario di base, oltre che la grammatica. Ecco perché ti consigliamo di fare un giro su internet per i dizionari on line.

Un dizionario di francese online ti aiuta a scoprire l'etimologia delle parole. Cosa c’è id meglio di un buon dizionario per arricchire il lessico?

Figlio dell’applicazione per ripassare la grammatica francese, il dizionario online vede oggi l’acesso di milioni di utenti.

Vanta infatti più di 135.000 definizioni di parole francesi, 92.000 sinonimi, 29.000 antònimi, 34.000 espressioni e 15.000 omonimi. Potrai fare le tue ricerche per sapere se quello che hai davanti è un nome comune, un aggettivo e scoprire come si pronuncia grazie alla fonetica.

Questa caverna di Ali Babà della lingua francese è gratuita e completa, tanto che può essere considerata una biografia autorevole della lingua e della cultura francese.

Il dizionario Larousse è molto intuitivo, facile da usare. Ti dà le parole francesi anche nella loro forma arcaica e in latino, insieme alle citazioni di frasi note.

Per i principianti esiste anche la versione bilingue italiano-francese!

Le Trésor de la Langue Française informatisé (TLFi)

Questo dizionario è sempre presente nella top 5 dei migliori strumenti per imparare il francese online ed è il frutto della ricerca del CNRS, il Centro nazionale di ricerca francese, simile al nostro CNR.

Le 100.000 parole che lo compongono hanno diverse definizioni (per estensione, per campo) e sensi figurati, insieme ad estratti di letteratura che non lasceranno indifferenti gli studenti universitari, quelli che studiano il francese come seconda lingua e quelli che vogliono impararlo da zero.

Ciò che fa la differenza è la possibilità di saperne di più sulla pronuncia delle parole in lingua francese.

Dictionnaire Le Littré

Il celebre dizionario di Emile Littré, lessicografo, filosofo e uomo politico francese, ha anche una versione online che rappresenta una vera miniera d’oro.

Questo dizionario online e cartaceo, comunemente chiamato “Le Littré“, fu edito dalla casa editrice Hachette nel 1863 ed oggi si può trovare su diversi siti internet.

Questo dizionario (online e cartaceo) si rivolge soprattutto agli appassionati della lingua di Molière che vogliono insegnare la cultura francese. Alcune delle parole che contiene sono tipiche di uno stile letterario del passato e risultano ormai obsolete. O meglio, è quello che direbbe un giovane non ancora avvezzo alla letteratura di letteratura francese in lingua originale.

Le espressioni più recenti, moderne e di gergo giovanili non vi si trovano – che si consulti la versione on line o quella cartacea del dizionario.

Per apprezzare un’opera del genere, allora, senza scadere nella logica di incomprensione che vedrebbe un ossimoro nel fatto di digitalizzare e mettere on line un dizionario “antico”, bisogna contestualizzare il dizionario.

L’autore del dizionario, Littré, era anche uno scrittore che aveva collaborato con la Revue des deux mondes. Il suo stile è tipico della sua epoca e si riflette nel dizionario: casto, puritano, essenziale. Un’opera da prendere nella sua globalità e contestualizzazione storica, politica, culturale, geografica…

Un’opera che vale la pena di “sfogliare”, si tratti di sentire il rumore delle pagine o il click necessario a visionare la versione del dizionario on line.

Un’opera che i potenti mezzi tecnologici sanno far conoscere anche ai più giovani, ai più frettolosi, ai più “digitalizzati” mentalmente.

La lettura viene semplificata dal motore di ricerca, dalle indicazioni aggiuntive sulla grammatica e l’uso delle parole, e dalla presentazione. Il sito Littré è la versione moderna del classico dizionario.

Bob, un altro tesoro della lingua francese

A questo punto ci addentriamo in qualcosa di apparentemente dedicato ai francesi puri … oppure a coloro che mirano a padroneggiare così bene questa lingua, da poter permettersi anche delle discese negli inferi dell’iper-colloquiale.

Di che si tratta? Di gergo? Di parole strane? Di neologismi giovanili? Di scoprire quanto il Francese, come ogni lingua, è contaminato, per esempio, dall’Inglese e dalla diffusione delle serie Tv americane? Anche, ma non soltanto.

Questo dizionario on line è in realtà un vero tesoro della lingua francese che piace tanto sia ai principianti sia agli studenti più esperti. E’ un dizionario divertente che ti fa immergere nella lingua francese come se fossi in un soggiorno linguistico. Ci sono infatti tutte le parole dell’argot, del francese colloquiale e del francese popolare!

Un vero corso di lingua anche per i genitori dei ragazzi che cercano di capire e scoprire le espressioni folli del gergo giovanile che non ha niente a che vedere con la lingua ufficiale. Gli stessi Francesi, pare, vi ricorrano per capire meglio i propri figli… per non far figura di “anzianotti” davanti alla loro prole ed agli amici dei figli, soprattutto!

Generazioni di studenti di Francese hanno fatto ore di ricerca sui dizionari cartacei. Il rumore della carta: quanti ancora lo conoscono?

Come dire che, se oggi si fanno figli sempre più tardi, esiste comunque sempre un modo per rimediare a tutto e, in questo caso particolare, per cercare di non passare per… “gente d’un’altra epoca”!

Wesh a craquer son slip, chissà mai cosa vorrà dire, per noi che a malapena stiamo imparando il francese! Eppure, anche i genitori francesi più à la page, a volte, fanno fatica a star dietro ad un simile gergo e a decifrare i discorsi dei propri figli….

A prima vista, potremmo pensare che un’opera del genere non vada affatto bene per uno studente italiano che stia iniziando a prepararsi in francese. Ed invece le cose non stanno affatto così. A volte, prima di acquisire le strutture iper-formali e classiche di una lingua, può essere davvero stimolante scoprirne anche le bizze, le particolarità, le sorprese, per poi proseguire, con maggiore interesse, verso lo studio del codificato ufficiale.

Quella citata sopra è solo un esempio delle espressioni che trovi su questo sito dedicato all’apprendimento del francese. Scoprire frasi di tal sorta può essere considerato un po’ come un modo per sorridere mentre impari qualcosa sull’evoluzione della lingua francese che è molto cambiata dai tempi degli illuministi. Se lo sapesse Emile Zola!

È l’ideale per gli studenti che preparano una tesi sulla lingua francese o i professori di francese che cercano di smorzare la pesantezza ed il carattere eccessivamente frontale delle lezioni classiche, oppure per una serata con gli studenti Erasmus. Eh già, perché proprio fra giovani universitari e liceali ci si capisce benissimo, paradossalmente, quando si tirano fuori espressioni giovanili, sconosciute ai letterati, che si tratti del francese o dell’italiano. Cambiano le cose se si tratta di limitarsi alla sola grammatica ufficiale, alle regole base della lingua, che qualsiasi tipo di dizionario online non cessa di riportare accanto ad ogni definizione dei termini. Questo  può portare a scappare dallo studio… Per fuggire in strada con un gelato in mano!

Il bello, poi, con questo dizionario on line è che anche chiunque voglia può contribuire alla redazione dei suoi contenuti! Il che lo rende ancor più ricco ed interessante, oltre che aggiornatissimo e di grande attualità!

I madrelingua e gli studenti che hanno tempo, voglia e le conoscenze possono aggiungere le parole d’argot, colloquiali e informali che mancano su Bob. 

Dizionari per le rime

Per fare delle rime in francese puoi usare un dizionario apposito che trovi online. I cantanti e i rapper usano i dizionari per le rime!

Rimesexionnaires.com

Potrebbe fare invidia a molti cantanti francesi il dizionario delle rime che ha 300.000 parole e 300 schede dettagliate.

Oltre ad avere un motore di ricerca, come tutti i dizionari, esso contiene anche altri strumenti che lo rendono davvero originale.

Puoi avere delle lezioni sulle rime, delle schede tecniche, degli esercizi intensivi e anche un forum con cui passare ore e ore ad esercitare le tue doti da poeta.

Anche la poesia francese segue i classici schemi delle rime che avrai studiato a scuola: la rima baciata (AABB), alternata (ABAB), incrociata (ABBA). È un modo musicale per perfezionare la conoscenza della lingua francese.

Se già da piccolo, nella tua lingua, amavi creare ed inventare continuamente storie e canzoni in rima, perché non cimentarti a farlo anche in una lingua straniera contemporanea?

Riuscire in un’impresa del genere sarebbe il coronamento dello studio della lingua, proverebbe che ormai conosci davvero tutto della lingua francese.

Connettiti a questo dizionario on line delle rime per verificare che davvero il tuo francese sia giunto ad un ottimo livello e cimentati con le proposte del sito, per vedere dove puoi spingerti con la tua francofonia (e dove arriva la tua francofilia)!

Rimessolides.com

E restiamo ancora in tema di rime, una volta che siamo in ballo… Questo strumento, anch’esso simile ad un classico dizionario online, apparentemente, si presenta come un semplice motore di ricerca che ti permette di trovare le parole che hanno un suono simile e che quindi ti aiutano con la rima baciata!

Può rivelarsi un ottimo strumento pedagogico che ti permette di conoscere le parole con lo stesso suffisso o le espressioni analizzando le ultime 4 sillabe divise in tre sezioni.

Il risultato finale sarà calcolato in base ai punti accumulati e alla vicinanza sonora con l’espressione cercata.

Questo sito fa parte della famiglia dei Wiki con Wikisource, Wikipedia e Wikihow.

L’idea è che la condivisione di un senso comune e di una prossimità semantica si crea a partire dalle parole che spesso sono usate insieme, e questo ti aiuta a rendere più fluente il tuo Francese.

Dizionari dei sinonimi

Il dizionario dei sinonimi dell’Università di Caen

Anche in Francia, come in Italia, alcune Università hanno centri di ricerca specializzati ed avanzati che spesso approdano ad ideare e brevettare sistemi di conoscenza e diffusione del sapere davvero strepitosi. La didattica ne è spesso valorizzata ed amplificata, dal punto di vista del potenziamento fattuale.

L’università di Caen in Normandia, per non fare che un esempio, ha messo a punto un dizionario online dei sinonimi che ti permette di cercare le parole francesi con lo stesso significato e quelle di un significato opposto.

Con i dizionari dei sinonimi e contrari il tuo francese scritto sarà più accattivante. Chi studia francese ha bisogno di un ricco vocabolario!

È un ottimo modo per arricchire uno scritto in lingua francese.

Da usare come stampella, all’inizio, poi come fonte di ispirazione per il ragionamento logico autonomo, mentre si compone.

Synonymes-antonymes.com

È un motore di ricerca gratuito che ti offre 800.000 sinonimi e 900.000 antònimi, più comunemente noti come contrari.

Se hai dei temi, delle piccole tracce da svolgere in francese, avrai bisogno di usare un vocabolario vario e ricco.

La particolarità di questo sito:

  • il database viene aggiornato e aumentato regolarmente
  • c’è una sezione per cercare congiunzioni, avverbi ed espressioni (en premier lieu, c’est pourquoi, en effet, en outre, pour conclure, ecc.)

Altri dizionari dei sinonimi

A giudicare dalla velocità con cui i siti dei sinonimi e dei contrari nascono e spariscono, bisogna sempre tenersi pronti a cercare delle alternative.

Del resto, il fenomeno mostra che si tratta di una area estremamente interessante! Che ad un certo punto dell’esistenza interessa tutti, sebbene magari per una breve fase transitoria. Probabilmente si tratta di qualcosa da vivere, sviluppare sfruttare ludicamente in un determinato momento del proprio processo di sviluppo ed avanzamento linguistico. Tutto qua!

Qualcosa di bello ed interessante da vivere, che ti arricchisce… e che poi, come tutti i giochi, andrà anche superato!

Ecco qualche altro sito da consultare:

  • synonymes.memodata.com: più di 480.000 sinonimi per le parole francesi;
  • synonymo.fr: oltre 400.000 sinonimi.

Siti per le coniugazioni

Un dizionario dedicato alle coniugazioni in francese ti fa spiccare il volo con i verbi irregolari. Ti serve un aiuto per coniugare i verbi in francese?

“I tempi cambiano,” recita una canzone del rapper francese Mc Solaar.

I tempi cambiano davvero in Francese, come in Italiano ed in molte altre lingue, e bisogna coniugare i verbi per poter esprimere al meglio i pensieri di oggi, ieri e domani.

Per quelli che hanno problemi di memoria, un po’ come Dory e Nemo, ci sono molti siti che ti supportano nell’apprendimento dei verbi francesi.

I giornali Le Figaro, Nouvel Observateur e Le Monde hanno fatto delle coniugazioni un tratto distintivo dei loro siti attraverso un motore di ricerca gratuito che chiarisce tutti i tuoi dubbi sui verbi irregolari.

Ci sono altri siti da consultare per sapere tutto sulla coniugazione dei verbi in francese. Come in italiano, conoscere i erbi ed il modo per coniugarli correttamente, è la prima cosa per farsi prendere sul serio e far accettare i propri scritti ad un lettore adulto, accorto, ad un datore di lavoro, un insegnante di liceo o dell’Università. Conoscere i verbi consente di esprimersi e dialogare con altra gente come noi, quindi consente di scambiare, ossigenarsi, nell’animo e nella mente. Di produrre e veicolare cultura, nostra e di altri…

Ecco qualche esempio di motore di ricerca:

  • conjugaison.com,
  • verbes.com,
  • les-verbes.com
  • conjuguer.reverso.net

Ci sono anche dei siti che oltre alle schede per le coniugazioni ti offrono degli esercizi specifici.

  • toutelaconjugaison.com
  • capeutservir.com

Per completare la gamma di strumenti online ci sono anche i blog specializzati nella lingua francese.

Sei pronto a servirti di tutti i dizionari on line di Francese, per verificare di conoscer un grandissimo numero di termini e regolette?

Allora via, vai col click!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar