Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Seguire un corso di batteria e utilizzare gli spartiti gratuiti

Di Igor, pubblicato il 24/09/2019 Blog > Musica > Batteria > Corsi di Batteria e Spartiti Gratis: Dove?

La musica allunga la vita.

Sully Prudhomme (1839-1907)

Spesso, la batteria è vista come uno di quegli strumenti musicali più difficili da suonare: è vero che occorre coordinare alla perfezione mano destra e mano sinistra, piede destro e piede sinistro, avere senso del ritmo e della musica.

In base ad un sondaggio del 2014, relativamente alla pratica musicale in Europa, il 26 % dei bambini in età tra gli 8 e i 16 anni suona uno strumento musicale.

Dando un’occhiata ai dati globali che riguardano tutte le fasce di età si scopre ancora altro di interessante. Gli strumenti musicali preferiti sono il pianoforte (parliamo del 60% degli adulti), la chitarra (per il 40% degli adulti), il flauto (12%), … mentre le percussioni interessano solo l’8% degli adulti e il 10% dei bambini.

Acquisire delle buone basi in batteria richiede una serie di lezioni di musica. Così si inizia a prendere confidenza con le nozioni di ritmo e coordinazione di mani e piedi. Occorre anche imparare a leggere la musica e, in particolare, gli spartiti relativi alla batteria.

Per aiutarti a capire se puoi diventare un percussionista, Superprof quest’oggi, ti fornisce informazioni su come e dove reperire spartiti per batteria gratuiti.

Partiture e spartiti per il corso batteria: cosa cambia?

Cerca online e troverai il modo per esercitarti gratuitamente a leggere le tablature. Leggere uno spartito è come imparare una nuova lingua!

Quando si impara a suonare la chitarra, come tutti ben sanno, si può scegliere tra iniziare dal solfeggio, in modo da saper leggere la musica, e limitarsi a ricorrere alle tablature, versioni semplificate dei brani in grado di farti riprodurre degli accordi. Molti temono la teoria e il solfeggio, puntando ad una semplificazione della missione, prima ancora di partire.

Cosa succede con la batteria?

Nella batteria, la scelta è simile, tra tablature e spartiti.

Si può optare per imparare a solfeggiare, scoprendo il ritmo e riuscendo poi a leggere gli spartiti musicali o fare a meno di tutta la teoria, per imparare solo a decifrare le tablature, cosa che finisce col corrispondere al cosiddetto suonare ad orecchio.

Mio padre, batterista da oltre 33 anni, non ha mai preso una lezione di solfeggio in vita sua, né lezioni di batteria. Egli ha imparato da autodidatta… in un tempo in cui Internet e i tutorial nemmeno esistevano. Per non parlare di Youtube. Insomma, nulla è davvero impossibile.

Nonostante questo, privarsi oggigiorno del solfeggio e della teoria musicale significa davvero indirizzarsi verso una semplificazione banalizzante dell’apprendimento musicale.

Di certo, imparare a suonare ad orecchio può consentire ad un principiante di mettere in opera tutta una sensibilità congenita, anche con grossi risultati. Ma perché non darsi tutte le possibilità lavorando a 360°. Ritmo, contrattempo, sincope … tutto questo è spiegato chiaramente a lezioni di solfeggio musicale.

Essere in grado di leggere uno spartito per batteria ti facilita ogni compito, consentendoti di comunicare con i musicisti. Il batterista identifica a colpo sicuro una croma, una pausa…un respiro.

Probabilmente starai già sbuffando, dato che il solfeggio ha davvero una brutta nomea.

Ma tieni presente che il solfeggio ritmico è comunque più facile del solfeggio musicale.

In pratica, all’interno di una misura, non vengono scritte delle note, ma l’elemento su cui colpire ed un segno ritmico indicante il numeri di tempi di una misura e la durata di un tempo. Così saprai che tempo seguire, insomma.

Le sole cose da imparare saranno i simboli dei tamburi (grancassa, rullante ed altri tamburi) e dei timpani (charleston, ride, crash…), nonché il loro posizionamento all’interno della battuta. Facile, no?

Suonare a lezione di batteria: bisogna imparare a solfeggiare?

Molti batteristi dei diversi generi musicali hanno imparato a suonare senza saper leggere gli spartiti: è il caso di Dave Lombardo,  batterista degli Slayer, Buddy Rich, o ancora Steve Ferrone,  batterista dei Tom Petty.

Avrai bisogno di esercitarti parecchio e di avere un buon orecchio musicale. Potresti suonare la batteria senza saper leggere gli spartiti!

Se saper suonare ad orecchio è una qualità innegabile e se apprendere la musica come autodidatta è possibile, occorre spesso rassegnarsi a prendere lezioni di solfeggio ritmico, per poter avanzare rapidamente.

Questa tappa consente di essere autonomi di fronte ad un pezzo che si voglia a tutti i costi suonare, interpretare e riprodurre in scena.

Di fatto, è possibile sollecitare un batterista o un chitarrista, al fine di farsi spiegare il modo in cui una canzone amata va suonata – si tratti di un pezzo di Led Zeppelin, Nirvana, Pink Floyd, Jimi Hendrix, Janis Joplin o altro.

Il ritmo si apprende. Si può anche farselo spiegare.

Però, stiamo parlando di un modo di agire che non ti renderà mai autonomo, in qualità di musicista, di fronte alla lettura di un nuovo brano.

Avendo preso lezioni di batteria per tutta la mia giovinezza, oggi giorno non uso più alcuno spartito. Tuttavia, ti assicuro che saper leggere le note mi è stato utilissimo per scoprire bene la posizione da assumere.

Facciamo un esempio. La lettura degli spartiti consente di imparare a suonare, nei primi tempi, con la mano maestra. Ricorda che sullo spartito la mano sinistra è indicata da un cerchietto nero, mentre la mano destra tramite un quadratino bianco. E lo spartito indica anche come adoperare il pedale della grancassa.

Il solfeggio ritmico serve, allora, a saper anche scrivere e visualizzare i ritmi, ad essere preciso nel lessico specifico della batteria. In modo da non limitarsi ad ascoltare i ritmi e basta.

Si parla, in proposito, di high-hat (charleston), di toms, crash, ride, grancassa, al posto di dire « pum-chac, ding o dong »…

Il solfeggio ritmico consente di conoscere il valore delle note – minime, semiminime, brevi, e così via -…., nonché di perfezionare la posizione di fronte alla batteria: una buona presa delle bacchette, una posizione seduto con la schiena dritta, la punta della bacchetta al centro del rullante, un angolo di 90° tra le punte delle due bacchette.

Insomma, bisogna o no imparare il solfeggio ritmico, per riuscire a suonare la batteria?

Ebbene, non per forza. È possibile suonare ad orecchio. Tuttavia, noi ti consigliamo di imparare a leggere le note e i ritmi a livello principiante, per poi affrancarti dallo spartito ovviamente.

Lo spartito suppone una limitazione troppo riduttiva. Per la batteria non va bene, occorre creatività e la possibilità di allontanarsi dallo spartito, per mettere del proprio groove.

Diciamo che non è poi così grave, mentre si esegue un brano di hard-rock, colpire il tom alto al posto del tom basso. Ed è ancor meno nefasto improvvisare un po’, senza seguire una pausa alla lettera, per esempio.

La sola cosa fondamentale quando si parla di imparare a suonare la batteria, è il fatto di restare “quadrati” per quanto riguarda il tempo: mai dimenticare che in una band è proprio il batterista che dà il ritmo e che è grazie a lui che tutti i musicisti si allineano alle sue iniziative. Mai l’inverso.

Il batterista è un personaggio chiave in un gruppo musicale. Un batterista dal ritmo irregolare o decisamente sbagliato, trascinerà nel baratro l’intera esecuzione del suo gruppo. Che responsabilità essere batterista!

Come scaricare degli spartiti per corsi batteria gratuiti?

E a questo punto, parleremo proprio degli spartiti per la batteria, piuttosto che delle tablature!

I siti di sparititi gratuiti per batteria sono davvero numerosi, ma non sono sempre di qualità.

Sappi, per cominciare, che spesso gli autori dei siti sono coloro che ritrascrivono dei brani ascoltati, dando luogo agli spartiti poi proposti. Ecco perché è possibile che vi siano degli “errori”. O meglio, degli adattamenti e degli arrangiamenti legati alla personalissima interpretazione.

E, così, uno spartito per batteria necessita di un certo lavoro, prima di essere appreso. Questo lavoro corrisponde ad una verifica della giustezza dello spartito stesso. Meglio correggerlo prima di impararlo, no?

Dei benefattori mettono a disposizione in modo del tutto gratuito i loro spartiti: approfittane! Su questi siti, potrai trovare questi e altri spartiti!

Lezioni di batteria su Drums & Co

Anche chiamato Batterie & Co, questo sito fornisce anche menzioni di batteria ed è strutturato davvero in modo semplice ed efficace.

Prima di metterti alla ricerca del tuo brano preferito, puoi consultare il file di aiuto proposto per ripassare un po’ il solfeggio.

Tieni sempre presente che non esiste una versione ufficiale di trascrittura de solfeggio ritmico (contrariamente a quanto avviene nel solfeggio musicale), ecco perché, tra siti ed autori, si registrano infinite differenze in uno stesso brano.

Gli spartiti di questo sito sono tutti disponibili in PDF e vi si trova ogni stile di musica. Dal pop al rock, passando per la canzone francese ed il metal, ve n’è proprio per tutti i gusti.

Rufus Drums e la sua lezione batteria

Su questo sito gli spartiti sono di qualità piuttosto buona e piuttosto numerosi (500 e più).

Sarà anche possibile reperire delle lezioni on line in funzione del proprio livello, cosi come prendere lezioni private con l’autore del sito, insegnante di batteria da una ventina d’anni.

Gli spartiti sono classificati secondo lo stile o per livello di difficoltà, vantaggio indiscutibile di questo sito.

Così, al livello 1, si trova lo spartito di Another Brick in The Wall dei Pink Floyd ed al livello 7 Assassin dei Muse; mentre nel reggae presente lo spartito di Buffalo Soldier di Bob Marley.

In ambito metal, ad esempio, si trova No Leaf Cover dei Metallica.

Piatti e pentole possono rappresentare un modo economico e originale di produrre dei suoni. Anche nelle cucine di un ristorante, puoi trovare degli strumenti!

Un corso di batteria con AMC

Malgrado un design piuttosto arcaico rispetto al web attuale, questo sito mette a disposizione diversi riferimenti e spartiti classificati in ordine alfabetico dall’artista.

I brani sono stati in buona parte recuperati tramite altri supporti, come Drums & Co, Bernard Bourdeau o ancora Batteur Magazine.

Un difetto è dato dai formati non sempre omogenei : word, pdf o semplice immagine jpg.

The Drum Ninja: la tua lezione batteria

Sito in Inglese piuttosto ben concepito per reperire numerosi spartiti, The Drum Ninja propone uno style rock.

In ordine alfabetico per nome di artista, si affiancano AC/DC, James Brown e i Maroon 5 senza complessi.

Non dimenticare di consultare le diverse schede « Plain Manuscript » e « Drum Notation Key » per reperirti nel sistema di notazione anglofona.

Drumming Matt per un ottimo corso batteria

Sono presenti molti spartiti su questo sito, di buona qualità e fuori dai sentieri battuti.

In aggiunta, sappi che potrai accedere a sparititi come Dani California dei Red Hot Chili Peppers o ancora In My Head di Jason Derulo.

Ci siamo limitati a qualche esempio, nulla è esaustivo. Vi sono centinaia di altri pezzi.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar