Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Un insegnante cinese e il passaggio al Nuovo Anno: tutto sulle celebrazioni

Di Igor, pubblicato il 15/11/2018 Blog > Lingue straniere > Cinese > Lezioni di Cinese e Festa della Primavera in Cina!

Un proverbio cinese dice che “è meglio trasmettere un’arte al proprio figlio, piuttosto che lasciargli mille lingotti d’oro”.

Celebrato ovunque nel mondo, il Capodanno cinese rappresenta il primo giorno dell’anno secondo il calendario cinese.

Durante questa importante fase di celebrazioni per la cultura cinese tutti i membri di ogni famiglia si ritrovano, in occasione del primo giorno del calendario luni-solare. Si tratta del giorno della festa di primavera.

In seguito, per quindici giorni, dei pasti davvero abbondanti vengono condivisi in famiglia e delle sfilate di strada hanno luogo, corredate da musica tradizionale, scoppio di petardi, balli tradizionali, in cui ogni danzatore porta un costume tipico della dinastia dei Qing (1644-1912).

Oltre un miliardo di individui convergono così in Cina nello stesso giorno, per celebrare la Festa di Primavera, ed ecco perché si tratta di un periodo in cui tantissima gente si sposta.

La Festa di Primavera, alla fin fine, in cosa consiste?

In questo articolo ecco per te tutto quello che dovresti sapere sul Capodanno cinese, che tu voglia trasferirti a vivere in Cina o semplicemente prendere qualche lezione di Cinese per divertirti un po’.

Corso di Cinese e giorno della Festa di Primavera: significato

Nella trascrizione pinyin – lo strumento fonetico e romanizzato della lingua cinese – la Festa di primavera è chiamata Chunjie ed è scritta 春节, in Cinese mandarino semplificato.

Ecco una grande festa a conclusione del freddo inverno orientale ed europeo. Mangiate abbondanti, stoffe rosse, petardi … Il capodanno cinese!

Si tratta dell’apertura del nuovo anno lunare: la si chiama anche “Guo Nian”, con chiaro riferimento alla legenda del mostro Nian.

Si tratta di una delle festività più rilevanti al mondo – insieme al Carnevale di Rio, quello di New Orleans e di Santa Cruz a Tenerife. In effetti, esso è celebrato da numerosissime popolazioni che derivano dalla comunità asiatica e sono sparse in tutto il mondo.

Il nuovo anno cinese rappresenta la festa più importante del mondo cinese, così come il Natale lo è per noi occidentali. Ecco perché crea enormi movimenti di popolazioni e turisti, ogni anno.

Per dare un’idea della grandezza del fenomeno di mobilità generato dal Capodanno cinese, ti segnaliamo che, ad esempio, nel 2006 la Festa di Primavera ha fatto spostare ben 2 miliardi di viaggiatori nel mondo, ossia molto più di quanti siano i cinesi. Il traffico ed i problemi per la sua gestione sono stati piuttosto rilevanti, in quell’occasione.

In origine, si trattava di una festività legata al mondo agricolo, come avrai sentito accennare dal tuo insegnante di Cinese e cultura asiatica. Si usava offrire un sacrificio, (la produzione agricola) per onorare le divinità o gli avi ad inizio d’anno, ringraziandoli di aver assicurato il benessere ed ingraziandoseli per il benessere a venire.

Il passaggio da un anno all’altro era vissuto come un modo, per i contadini ed i campagnoli, di augurarsi un eccellente raccolto nell’anno a venire.

Fin dai tempi più antichi, le festività si svolgevano a partire dalla seconda luna dopo il solstizio d’inverno, entrando a far parte di un ciclo di dodici anni (corrispondenti ai dodici rami terrestri), ognuna collegata ad un segno astrologico rappresentato sotto forma di animale: topo, bue, tigre, lepre, drago, serpente, cavallo, ariete, scimmia, gallo, cane e maiale.

Secondo il calendario cinese, stabilito fin dall’anno 104 a. C., ogni anno è collegato ad un segno zodiacale cinese, associato ad uno dei cinque elementi, ognuno della durata di due anni: metallo, acque, legno, fuoco, terra.

Quest’annata 2018 è stata sotto gli auspici del cane e della terra.

Che succederà al prossimo Capodanno cinese?

La data del nuovo anno cinese, “in ritardo” di oltre 30 giorni rispetto al calendario gregoriano, è fissata dall’Osservatorio della Montagna Porpora di Nankin.

In quest’occasione, ci si scambiano delle strenne (per i bambini si stratta spesso di soldi, come anche per gli anziani) e di regali porta-fortuna, si fanno esplodere dei petardi – in modo da “scacciare” i cattivi spiriti, secondo la tradizione ancestrale – e si condividono degli abbondanti pasti in famiglia.

La Festa di primavera designa il giorno della luna nuova e si estende per tutto il nuovo anno cinese – guònián, 过年 in ideogrammi cinesi – fino alla prima luna piena dell’anno, quindici giorni dopo, denominata “Festa delle Lanterne”.

Lezioni cinese per scoprire dove si festeggia il Nuovo Anno

La Festa di Primavara è celebrata quasi ovunque nel mondo cinese – Repubblica Popolare di Cina, Taiwan, Hong-Kong e Macao – così come nei Paesi e nelle regioni in cui la comunità cinese è solida – Singapore, le Filippine, Malesia, Indonesia, Tailandia, Vietnam, Corea del Sud.

Nelle varie Chinatown delle grandi metropoli occidentali, il Capodanno cinese è ugualmente molto sentito: a Parigi, a Londra, a New-York, a Sidney, a Lisbona, Bruxelles, Los Angeles, Chicago, Berlino, etc.

Per un periodo che varia da 2 a 7 giorni tutto il mondo orientale si ferma per festeggiare l’arrivo della Primavera. Taipei, la capitale di Taiwan: rumorosa, trafficata e inquinata, ma sempre allegra durante il Capodanno!

In Cina studenti e lavoratori godono di sette giorni di vacanza, per festeggiare il nuovo anno.

Anche Giapponesi, Mongoli, Tibetani, Nepalesi e Butanesi festeggiano ugualmente il Capodanno cinese.

In tale occasione si danno alle pulizie eccezionali della casa, redigono la lista dei maggiori desideri su una carta rossa, simbolo di fortuna e felicità.

È anche l’occasione, per un principiante sinofono, per imparare o ripassare qualche carattere cinese:

  • Fú : 福, significa letteralmente felicità,
  • Chūn : 春; primavera,
  • Tùnián dàjí : 兔年大吉, atmosfera di festa,
  • Yīnlì / nónglì : 阴历/农历, calendario lunare.

All’arrivo di questa festa di origine cinese, le famiglie appendono una lanterna rossa sopra la porta e sotto il tetto: se ti rechi nel quartiere cinese di una qualsiasi capitale europea in questa occasione, vedrai che emozione di colori.

A Parigi, ad esempio, si può assistere al tradizionale défilé del Capodanno cinese, che quest’anno si è svolto sotto il segno del cane, con mostre, animazioni e concerti.

Perché non prendere qualche lezione di Cinese, per poter decifrare meglio le scritte che passano sotto agli occhi in questa occasione?

Cosa si fa il giorno della Festa di Primavera cinese?

Chi dice Festa tradizionale dice ricorrenza e preparativi. La festa in famiglia inizia con un cenone, anche detto “cena del ritrovo”: si tratta di un pasto abbondante, intergenerazionale, visto come il più importante dell’anno.

Preparati a gustare delle vere prelibatezze, uniche nel loro genere: il miglior modo per salutare l’anno che se ne va ed accogliere quello che arriva. Le migliori ricette della cucina cinese sono preparate per celebrare il Capodanno!Le migliori ricette della cucina cinese sono preparate per celebrare il Capodanno!

Conformemente alla tradizione, ogni strada, ogni casa ed ogni abitazione, sono ornate di rosso, colore che porta fortuna, nella cultura cinese.

Per iniziare bene l’anno, sotto un buon auspicio, dopo aver cacciato gli spiriti maligni, si continua a star svegli fino all’alba, per essere certi di averli davvero sconfitti e per festeggiare proprio questa vittoria.

S’indossano paramenti festivi, si salutano i parenti, si visitano i vicini e si fanno loro gli auguri. Nel centro di Pechino è possibile farsi fare un tatuaggio cinese per imprimere definitivamente sulla propria pelle l’amore per l’Impero del Centro.

La cucina cinese è ben nota nel mondo, non per niente: si tratta di pasti abbondanti, ricchi di alimenti ritenuti porta fortuna, che si mangiano per augurarsi riuscita e salute.

Si mangia pesce – in segno di abbondanza e surplus – si mangiano ravioli (jiaozi) al Nord, che rappresentano antichi lingotti d’oro. Al Sud si mangiano dolci di riso agglutinati, che indicano la possibilità e l’augurio di un miglioramento progressivo ad ogni anno che passa.

E così, il pollo ed il formaggio figurano come alimenti ineliminabili dalla tavola, rappresentando eccesso di grano e di soldi.

Come dessert, si mangia un dolce tipico del primo giorno dell’anno: il “niangao”, che simboleggia la crescita.

L’indomani della Festa notturna, la tradizione vuole che ci si rechi al tempio, oltre che sulle tombe degli antenati. Più presto si arriva al tempio, più il nuovo anno sarà felice. E ecco perché capita che i praticanti si ammassino dietro le porte del cimitero, aspettandone l’apertura.

Per cacciare i demoni, le abitazioni cinesi sono interessate dallo scoppio dei petardi, per quanto questa pratica sia ormai vietata in città. Si creano troppo chiasso ed un fortissimo inquinamento.

Se ti stai preparando per una visita della Cina, consulta prima un programma relativo ai festeggiamenti per il nuovo anno, potresti goderti lo spettacolo della Festa di Primavera, restando nel Paese fino alla Festa delle lanterne(元宵节, “yuánxiāojiè”).

Ti servono lezioni di Cinese per imparare a scrivere?

Perché la data del capodanno cambia ogni anno?

Come mai questa data del Capodanno cinese cambia sempre?

Il nostro calendario, che è quello gregoriano, è solare, diviso in dodici mesi diversi. Venne adottato nel 1582 in Europa, su indicazione del Papa Gregorio XIII.

Il calendario cinese, invece, è ben più antico (data attorno al 104 a.C.) ed è di tipo luni-solare, ossia legato nel contempo al ciclo annuale del sole ed al ciclo regolare delle fasi lunari attorno alla Terra.

Potresti imparare un po’ di Cinese da qui ad allora e magari partire per Pechino! Il Nuovo Anno cinese arriva sempre tra i 21 gennaio e il 19 febbraio!

Esso è usato soltanto per determinare le festività tradizionali, dato che la Cina, dal 1912 (data della rivoluzione che rovesciò la Dinastia dei Qing) utilizza il nostro stesso calendario.

Dodici mesi lunari durano all’incirca 354 giorni, ossia ben 11 giorni in meno, rispetto al nostro calendario solare occidentale. Ogni tre anni, allora, un tredicesimo mese viene aggiunto all’anno cinese, per farlo corrispondere con l’anno solare che ritma le stagioni.

Ed ecco perché esiste una fluttuazione da un anno rispetto all’altro, quando si tratta di fissare la data della Festa di primavera.

Di conseguenza, il passaggio al nuovo anno si situa sempre tra il 21 gennaio ed il 19 febbraio, per i Cinesi.

Vuoi saperne di più sulla Cina e sulla cultura cinese? Chiedi di più al tuo insegnante, se segui un corso Cinese. Altrimenti, cercati un insegnante di cinese madrelingua proprio sulla piattaforma di Superprof.

Il 2019 sarà l’anno del maiale di terra, mentre il 2020 sarà sotto il segno del ferro.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar