Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

La poesia al centro dello studio delle lingue

Di Francesca, pubblicato il 21/07/2017 Blog > Lingue straniere > Francese > Utilizzare la Poesia nelle Lezioni di Francese!

Le sue specificità sono tali che il linguaggio poetico può essere considerato una specie di linguaggio a parte.

Nella storia politica, si è soliti parlare di “Stato nello Stato”. Nel nostro caso, invece, possiamo parlare di “linguaggio nel linguaggio”!

Questa mise en abyme idiomatica raddoppia con molti altri giochi di parole, tipici della poesia.

Giochiamo con simboli, immagini, suoni, ritmi, cesure (emistichi), dissonanze e armonie…

Oltre a un messaggio letterale, è possibile far passare uno o più messaggi di secondo livello, più o meno nascosti. Ci si può limitare alla letteratura ispirata.

Gli innamorati lo sanno bene!

Forte di questa ricchezza incomparabile, il lavoro del poeta ha il proprio posto all’interno di un corso di lingua moderna.

E questo posto è un vero e proprio piedistallo, il cui accesso è tutt’altro che chiaro.

Per scoprirlo, non c’è niente di meglio che essere guidati da un insegnante qualificato in una sorta di viaggio iniziatico che ci introduce, gradualmente, ai segreti e ai misteri della mente umana. Perché non farlo comodamente da casa propria, seguendo un corso di francese online.

Vediamo subito cosa vuol dire nella bella lingua di Molière! O quando la cultura è al servizio della lingua francese

Comprendere la poesia significa utilizzare la lingua francese con leggerezza

Non fraintenderci!

Qui, la parola leggerezza non ha alcun significato dispregiativo e non deve far pensare a qualcosa di banale.

Si tratta, al contrario, di un termine che contrasta con tutto ciò che potrebbe far pensare a un linguaggio ingombrante o goffo.

Saper apprezzare una poesia non è necessariamente una dote innata.

Il testo, a prima vista, può sembrare oscuro alla stragrande maggioranza degli studenti, nella scuola primaria tanto in quella secondaria.

Molte sottigliezze necessitano di una spiegazione per essere pienamente comprese e apprezzate dai giovani.

La poesia è uno studio che a volte si avvicina all’analisi musicale o alla matematica.

C’è la metrica, che ha a che fare con il numero di sillabe (di “piedi” per alcune lingue antiche e straniere), di rime (maschili e femminili) e di forme poetiche con strofe (odi, ballate, sonetti…).

Un corso serale o privato di francese per acquisire delle competenze nell'ambito della poesia, perché no?! Iscriviti a un corso privato di francese per saperne di più sulla poesia!

Se facessimo un sondaggio all’uscita di una scuola elementare, i bambini ci risponderebbero probabilmente che ciò che caratterizza, secondo loro, la verve poetica è la rima, assieme ai versi.

Eppure, con l’emergere della poesia contemporanea, dei suoi versi liberi e della sua emancipazione dai canoni classici o tradizionali, una poesia può essere più facilmente in prosa e senza alcuna rima.

Pertanto, la piccola scintilla che fa la poiein – la creazione in greco – si situa al di là delle semplici regole letterarie.

La poesia è in realtà un modo per sentire le parole e comprendere la lingua per diffondere un significato che ha a che fare con l’assenza umana, del creato o della divinità.

In ogni caso, che si tratti delle alessandrine di Racine, del teatro romantico di Musset, dei sonetti di Baudelaire o profumi sparsi di Saint-John Perse, ogni buon amante della letteratura avrà qualcosa per sé (scopri anche l’influenza della letteratura sulla lingua francese).

Saper apprezzare una poesia e gioirne è un divertimento poco costoso!

Una frequentazione regolare del genere poetico ha un’influenza positiva sul cervello.

La comprensione della lingua subirà un’accelerazione, così come le tue conoscenze lessicali e le idee di associazioni di parole armoniose.

Raggiungerai un registro linguistico più elevato, che ti faciliterà qualsiasi lavoro di stesura o di composizione, un esercizio che spesso manda in crisi più di uno studente…

Imparare la poesia significa giocare con assonanze e rime

Al di sopra della semplice comprensione scritta della poesia, c’è la sua declamazione orale e solenne, oltre alla pratica stessa.

Leggere per te stesso, nella tua testa, una raccolta di quartine, è un piacere cerebrale che soddisfa la fantasia e il gusto della lingua.

Ma la lettura ad alta voce è infinitamente superiore e più vantaggiosa.

Lì, tutta la ricchezza semantica e sonora del libro si rivela apertamente: non si può più ignorare il minimo tesoro nascosto.

Si tratta anche di un modo per condividere la propria passione con gli altri.

L’idea di un caffè letterario o di un circolo di studi poetici non è affatto male. Se vuoi approfondire un aspetto della lingua o della letteratura nella tua città, cerca il corso francese milano più vicino a casa tua.

Il film L’attimo fuggente, ambientato negli Stati Uniti in un prestigioso college dell’upper class, nonostante il tragico finale, ha ottenuto un grande successo (1989) toccando queste corde.

Che è comunque sempre meglio della lettura banale ad alta voce. Questa è la recitazione dopo aver imparato a memoria.

Questo esercizio richiede molto più tempo e un notevole sforzo mentale – ma anche i benefici sono molti.

La Sorbona di Parigi è il luogo per eccellenza della cultura francese e della francofonia! La Sorbona di Parigi, il luogo privilegiato della cultura francese e della francofonia!

Recitare una poesia imparata intimamente, conosciuta e inflazionata, è la certezza di una dizione chiara e semplice, senza i possibili intoppi nella lettura di un testo che viene scoperto per la prima volta – o quasi.

Queste letture sono identiche a quelle di un attore. Bisogna impegnarsi fino alle viscere, gestire le pause e i ritmi, prendere le intonazioni volute dall’autore.

Chiunque recita una poesia, anche secolare, si appropria di una parte.

In un certo senso, ricrea questo pezzo d’arte immateriale, prendendosi la briga di incarnarlo, per se stesso o per un pubblico.

Dal momento che un beneficio non arriva mai da solo, questo piacere moltiplicato si accompagnerà a grandi progressi di concentrazione, di memoria, di espressione (sia gestuale che orale) e di parola.

Il tempo che avrai impiegato per lavorare sul testo non sarà mai sprecato!

Per concludere, l’ideale resta la pratica della poesia.

In questa prospettiva, sono necessari appetibilità e abilità speciali. Ci vorrà un certo talento e un certo gusto per gestire i versi senza che questo processo sia puramente meccanico.

Questo test viene spesso richiesto nelle scuole medie e superiori, prima o poi, dagli insegnanti.

Scrivere poesie nel suo tempo libero rimane una cosa più rara, ma chissà se nell’oscurità non si nasconda un genio?

Si dice spesso che la poesia è la musica, ma sapevi che anche la musica ha trasformato la lingua francese?

Quali sono le poesie più studiate nei corsi di francese?

Gli insegnanti fanno imparare o studiare ai loro alunni le opere che più hanno a cuore.

Nelle classi più numerose, può accadere che l’insegnante permetta agli studenti stessi di scegliere una poesia, rispettando determinati criteri.

Paradossalmente, i ragazzi si discostano raramente dai classici!

Sebbene la scienza statistica sia in questa materia molto difficile da attuare a causa della mancanza di dati, proviamo a fare una breve descrizione delle poesie più dotte…

Impara il francese con una full immersion in Francia! Imparare il francese con una full immersion in Francia: perché no?

Le Corbeau et le Renard rimane senza dubbio la favola più universalmente recitata.

Questa generalità non impedisce ad alcuni insegnanti di preferirle Le Loup et l’AgneauLe Chêne et le Roseau o un’altra.

Al liceo, i testi di Baudelaire raccolgono ampi consensi, dal momento che sono molti e spesso coinvolgono temi particolari.

Così, quando si parla di mare, naturalmente, vengono in mente L’Albatros e L’homme et la mer.

Le Bateau ivreLe Dormeur du val e Les Effarés, a seconda del livello, vengono regolarmente analizzati.

Tuttavia, in scrittori prolifici come Victor Hugo, sarebbe difficile trovare una stanza più in evidenza di un altro…

La poesia è un universo ancora più grande del pianeta!

Quali sono i poeti più rappresentativi della lingua francese?

La letteratura francofona è eminentemente feconda. Può vantare un incredibile numero di poeti grandiosi, in grado di rivaleggiare con le altre nazioni.

Eppure, se proprio dobbiamo scegliere, ci limitiamo a selezionare i dieci poeti più studiati in Francia, ma anche altrove.

Pierre de Ronsard e Joachim du Bellay, ereditando le influenze toscane del XVI secolo, cominciano ad onorare la poesia nazionale in lingua volgare, deliziando la corte e poi l’aristocrazia.

Dopo le favole di La Fontaine amate dai più piccoli e il teatro classico e altamente morale di Racine ispirato a fonti antiche, passiamo all’epoca romantica.

Victor Hugo attraversa il XIX secolo come Luigi XIV è stato in grado di dominare il suo…

Per migliorare il proprio francese, bisogna conoscere i capolavori, tra cui quelli di Victor Hugo! Scopri i capolavori di Victor Hugo!

Questo gigante ha toccato tutti i generi, dal romanzo al teatro.

La sua poesia raggiunge vette straordinarie con Les Contemplations, dove mostra che le parole considerate “brutte” possono trovare spazio nei testi letterari più belli!

Charles Baudelaire ci tocca allo stesso tempo con uno spleen che esce dalle sue viscere, e con i suoi sonetti così ben curati.

Si permette di affrontare argomenti fino ad allora tabù, nei suoi Fleurs du mal.

Arthur Rimbaud è molto apprezzato dagli insegnanti, soprattutto per la sua freschezza giovanile e il suo percorso precoce, insolito e drammatico.

Lo stesso vale per Paul Verlaine, mentre Paul Valéry rivoluziona la tradizionale ritmica diminuendo l’alessandrino tradizionale in un verso di undici sillabe, per guadagnare tempo, energia e giovinezza.

Guillaume Apollinaire, generalmente coccolato dalla scuola francese, poeta colto coinvolto nella Grande Guerra, chiude in maniera convenzionale l’epoca dei poeti diventati “classici” nel frattempo, Eluard, Aragon, Char e Prévert.

Scopri l’impatto del cinema sulla lingua di Molière

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar