Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Insegnanti privati di francese: quali compiti preparare per gli studenti?

Di Igor, pubblicato il 21/08/2017 Blog > Lingue straniere > Francese > Quali Esercizi Assegnare tra Due Lezioni di Francese?

Non sempre si immagina quanto sia complesso il momento dell’assegnazione dei compiti a casa di francese

Ma lo si comprende rapidamente quando si danno lezioni di francese, ad esempio.

Ciò che all’insegnante pare logico, utile e normale, non lo è sempre per un giovane. Questi guarda scorrere le lezioni davanti a sé come si trattasse di un treno a gran velocità.

Ogni insegnante di lingua francese potrà confermarlo: l’apprendimento del francese richiede pazienza e lavoro autonomo … Molto lavoro …

I compiti a casa saranno proposti con attenzione e precisione, assegnati con chiarezza nella presentazione, perché le aspettative siano chiare all’alunno.

Volendo migliorare le competenze linguistiche dell’alunno, questo tipo di lavoro da svolgere tra due lezioni dovrà essere ben dosato dall’insegnante! Non è il caso di sovraccaricare un giovane quotidianamente al punto da fargli odiare il francese.

Come nel calcio, si tratta di creare automatismi tra l’alunno e la lingua. Vediamo cosa potresti proporre ai tuoi studenti della lingua di Molière per renderli dei veri fuori classe.

L’indispensabile lavoro di revisione della lezione di francese precedente

Sicuramente la lettura, il ripasso: consente di cogliere i punti capiti meno bene e di memorizzare tutti gli altri. Qual è il miglior modo di memorizzare le lezioni?

Insegnare è agire come una guida, un maestro o ancora un direttore d’orchestra (per chi ama le metafore musicali).

La sua implicazione professionale e personale – per quanto centrale in classe – assume la massima valenza fuori dalla classe col lavoro quotidiano che viene assegnato agli allievi.

In palestra i trainer consigliano di moltiplicare le serie per far lavorare un muscolo. Ebbene, per studiare il francese andrà fatta la stessa cosa!

La concentrazione è uno dei punti deboli dello studente quando questi prende lezioni di francese in Francia o all’estero. Le eccezioni di grammatica, la specificità delle sonorità della lingua, i verbi irregolari non facilitano il compito.

Succede di mescolare le cose, di non trattenere tutte le informazioni chiave, arrivando poi a dubitare della propria reale capacità allo scritto o nel parlare francese.

Per evitare problemi nella memorizzazione da parte dei tuoi studenti – e così accompagnarlo al successo finale – è importante ripetere le informazioni già trasmesse fino a quando non saranno integrate nella memoria.

Il successo dell’apprendimento del francese riposa su un’idea maestra: il ripasso.

Incitare i tuoi alunni a seguire il ritmo del ripasso delle lezioni di francese precedenti consentirà di:

  1. consolidare l’acquisito per perfezionare scritto e orale,
  2. essere in regola nel seguire programma e metodo prefissati,
  3. essere pronto qualora capiti un esame o interrogazione a sorpresa in classe.

I tuoi alunni devono rapidamente assimilare questa nozione elementare, se non vogliono affogare sotto una pioggia di avverbi, concordanze ed accordi infinita.

E poi la lingua deve battere dove il dente duole.

Mostrarsi esigente ti permetterà anche di far felici i genitori, che si passeranno parola, magari trovando per voi altri alunni cui dare lezioni private di francese.

Lettura e resoconti dai giornali e dai media on line.

Una lettura attenta consente di reperire tutte le sfumature di una lingua. Se può servire, punta sull'attualità, in modo da interessare maggiormente gli studenti. La lettura intensiva permette di migliorare l’attenzione dei tuoi studenti. Fagliela praticare!

Prigioniero tra lavagna, scrivania, sedia scricchiolante, il tuo corso di francese, per quanto bello sia, non sempre potrà uscire all’esterno delle pareti domestiche.

Ed invece il tuo obiettivo è formare il tuo alunno a questa lingua viva, perché possa usarla come base culturale per il resto della sua scolarità e della sua vita professionale nel mondo francofono.

Esiste molto materiale da scegliere per alimentare e prolungare la tua lezione fuori dal momento dell’incontro, grazie ai compiti che assegni per casa. Ma non sempre è facile selezionarlo.

Per far progredire velocemente i tuoi alunni nell’ortografia, nella coniugazione e nella struttura della frase, è importante scegliere esercizi di francese che prolunghino la lezione.

Questi esercizi dovrebbero rinforzare e completare l’edificio linguistico che il giovane costruisce ogni giorno.

Principiante, intermedio o avanzato, la lettura sarà il miglior alleato del tuo studente in questa lotta che assieme conducete perché egli padroneggi un giorno la lingua di Molière.

Per arricchire il vocabolario dello studente dei corsi di francese, ad esempio, proponetegli delle letture di giornali come Le Monde, Figaro o Le Observateur.

Scopri cosa l’interessa e spingilo verso un contenuto relativo per aumentare la sua motivazione alla lettura durante il tempo libero. Ad esempio, se lo studente ama il calcio lo dirigerai verso giornali tipo L’Equipe o So Foot, perché la lettura sarà fatta in piena concentrazione.

D’altra parte, l’attenzione all’attualità tramite i media on line non dovrà mancare tra le tue proposte.

In linea coi tempi che corrono i resoconti di questi media on line impiegano un linguaggio corrente, facile da capire ed assimilare. Sono poi gratuiti e facili da consultare.

Così facendo, accompagnata dalla curiosità, la lettura ne esce facilitata, e l’alunno potrà migliorare le proprie conoscenze di francese.

Esiste un percorso formativo per diventare insegnante privato di francese?

Svolgere dettati on line tra una lezione e l’altra di francese

L'attenzione dello studente che scrive sotto dettatura è raddoppiata; il dettato consente quindi di memorizzare meglio forma e contenuti di quello che si scrive. L’apprendimento delle regole di grammatica è fondamentale e il dettato aiuta a memorizzarle!

L’ortografia in francese è una vera montagna da scalare, eh già! (Possiamo parlare di vero e proprio incubo?)

Calvario per i piccoli e per i più grandi, la lingua francese con la sua ortografia, le sue lettere mute, i suoi accordi di genere e le sue eccezioni ha fatto piangere intere generazioni, e parliamo addirittura dei francofoni stessi… Figuriamoci un italiano!

Purtroppo, o per fortuna, il rimedio sembra essere uno ed uno solo: … il dettato!

Ve lo ricordate, di certo, dai giorni delle elementari, quando ancora neanche immaginavate di poter voler un giorno insegnare la lingua francese.

Il dettato rimane a tutt’oggi uno degli esercizi faro per migliorare in francese. La concentrazione dello studente spesso è spinta al massimo durante un dettato. Almeno di fronte alla prima esitazione o incertezza. Si tratta di una pratica antica quanto solida ed irrinunciabile.

Grazie ai progressi tecnologici, oggi, in qualità di insegnante, potrai risparmiarti i lunghi silenzi durante i quali deambulare nella stanza a passi leggeri, articolando e ripetendo ogni parola come per far risuonare ogni elemento di punteggiatura nell’aria.

Eh già, cari insegnanti privati, oggi potrete proporre a vostri studenti di allenarsi tramite dettati on line via formato audio. Basta, allora, con quei fogli a righe pieni di cancellature in rosso, con quei voti scritti che somigliavano a temperature invernali, basta con la vergogna provata nel vedere che qualcosa non è stato ben trasmesso in termini ortografici. Siete liberi ormai!

Ecco dei dettati da proporre on line agli allievi di francese, perché arricchiscano il loro vocabolario tra una lezione e l’altra di francese:

  • lalanguefrancaise.com: i 30 migliori dettati per migliorare il proprio francese,
  • bescherelle.com/dictees-audio: dettati audio da svolgere in autonomia. Dettati audio che possono essere svolti direttamente sulla piattaforma.
  • zendictee.fr/Dictee/index.
  • dictee.tv5monde.com.
  • zcorrecteurs.fr.

Ed ecco che gli antenati dei maestri di oggi possono riposare in pace!

Sapete invece quanto costa una lezione di francese?

Lettura di blog sulla lingua francese tra una lezione e l’altra

Nei blog, oltre a trovare le spiegazioni della lingua e le risposte ai propri dubbi, è facile confrontarsi con gli altri studenti nella propria situazione. Stai studiando francese? Ripassa con l’aiuto dei blog educativi!

Si tratti o meno di passione, l’apprendimento di una lingua passa soprattutto dalla pratica.

Il tempo che intercorre tra due lezioni di francese è, per così dire, il vostro più acerrimo nemico.

In effetti, questo tempo non dovrà mai andare sprecato, né dallo studente né dall’insegnante. Esso dovrà rientrare in un percorso di continuità col fine, appunto, di preparare il seguito di una lezione di francese.

E così, oltre ai ripassi, al classico dettato ed alle innumerevoli letture, il tuo studente potrà far ricorso ai moderni blog sulla lingua francese. Essi sono notoriamente accessibili ovunque e in ogni tempo: sui mezzi pubblici di trasporto, a letto, in spiaggia, nel corridoio della scuola durante la ricreazione, nell’attesa durante una coda, ad una festa noiosa tra amici poco interessanti, e per tutto il santo giorno. Questi blog, insomma, sono una vera e propria miniera d’oro.

Attualizzati ogni giorno, propongono contenuti ricchi e direttamente rivolti ad alunni di francese. Assicuriamo, fin d’ora, che l’aiuto pedagogico che forniscono è piuttosto impressionante.

Essi servono, insomma, da sostegno scolastico per far fronte agli innumerevoli dubbi incontrati perfino dei francofoni. Sappiamo, per esempio, quanto i nostri amici d’Oltralpe siano incuriositi, attratti e nel contempo atterriti dalla possibilità dell’uso di anglicismi “minacciosi”. Questo tipo di blog consente di approfondire la storia della lingua francese e poi di tornare all’attualità di questa lingua altamente romantica, amata in tutto il mondo.

Ed ora, finalmente, per premiare la tua costanza nella lettura di quest’articolo, l’équipe Superprof ha deciso di proporti, a seguire, una lista di blog che potrai sottoporre ai tuoi studenti e sfruttare tu stesso, in prima persona (non si sa mai!):

  • lalanguefrancaise.com.
  • rouleaum.wordpress.com: il blog che svolge analisi semantiche per determinare se sia possibile impiegare certi termini in francese e sotto che forma.
  • jaimelalanguefra.blogspot.fr: le preposizioni, gli aggettivi possessivi, le negazioni, insomma tutto è passato in rassegna per aiutare chiunque nelle difficoltà incontrate, dai più giovani ai meno giovani.
  • mamiehiou.overblog.com: oltre alle questioni grammaticali affrontate con articoli ricorrenti e sempre ben attuali, questo blog propone dei biglietti umoristici e delle analisi sempre pertinenti che riguardano appunto la lingua francese.

Da parte nostra, pensiamo che gli insegnanti abbiano una carta in più da giocare grazie a questi forum. Il francese utilizzato è di qualità decisamente buona e “la communautéper dirla, appunto, alla francese, sarà sempre lì, pronta a rispondere ad ogni quesito e dubbio proposto …!

Scoprite in che modo dare lezioni di francese tramite la vostra webcam

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 4,00 su 5 per 2 voti)
Loading...
avatar