"La vita è una composizione musicale con ritmo e tonalità"

La musica mette di buonumore, ma non è solo una diceria. Nel 2018 è stato scientificamente provato dall'Università della North Carolina che ha sottoposto dei volontari a risonanza magnetica durante l'ascolto di alcuni brani significativi nella propria vita.

Se ascoltare la musica tira su il morale, suonare uno strumento come la chitarra ti rende ancora più felice.

Per imparare a suonare la chitarra correttamente bisogna tenere il ritmo realizzando le note sulla tastiera con la corretta posizione di mano destra e mano sinistra.

Ci sono diversi tipi di ritmo: conosci la differenza tra ritmo binario e ritmo ternario?

Ecco le risposte che cercavi!

Corso di chitarra: cos'è il ritmo?

Imparare diversi ritmi significa imparare diversi generi di musica.
Ogni genere musicale è caratterizzato da un ritmo in particolare!

Il ritmo è presente in tutti i generi musicali. Per suonare la chitarra rock, la chitarra acustica o la chitarra jazz, hai bisogno di imparare i principi base del ritmo.

Semplificando, il ritmo determina la durata delle note ed è intimamente legato al tempo che ne determina la velocità. I valori o la durata di una nota vengono scritti attraverso delle figure musicali rappresentate su un pentagramma:

  • Semibreve, intero 4/4
  • Minima, 2/4
  • Semiminima, 1/4
  • Croma, 1/8
  • Semicroma, 1/16
  • Biscroma, 1/32
  • Semibiscroma, 1/16

Il silenzio di ogni nota, detto pausa, ha la stessa durata della figura a cui si riferisce. Il tempo è diviso in 4 parti che equivalgono a quattro clic del metronomo.

Nella musica occidentale le note si creano per lo più dimezzando il ritmo della nota più lunga, la semibreve. Ne consegue che nella notazione musicale, le figure sono multipli o sottomultipli di due. La semibreve rappresenta l'intero e gli altri ritmi seguono di conseguenza:

  • 1 semibreve=2 minime
  • 1 minima=2 semiminime
  • 1 semiminima=2 crome
  • 1 croma=2 semicrome
  • 1 semicroma=2 biscrome
  • 1 biscroma= 2 semibiscrome

Il valore delle figure cambia a seconda del ritmo che si adotta: in un ritmo binario la semiminima sarà diversa.

Hai bisogno di un corso di chitarra?

Davide
Davide
Prof de Chitarra
5.00 5.00 (10) 15€/h
Prima lezione offerta!
Valerio
Valerio
Prof de Chitarra
5.00 5.00 (12) 29€/h
Prima lezione offerta!
Giovanni
Giovanni
Prof de Chitarra
4.75 4.75 (8) 20€/h
Prima lezione offerta!
Lorenzo
Lorenzo
Prof de Chitarra
5.00 5.00 (31) 20€/h
Prima lezione offerta!
Giacomo
Giacomo
Prof de Chitarra
5.00 5.00 (13) 25€/h
Prima lezione offerta!
Antonino
Antonino
Prof de Chitarra
5.00 5.00 (6) 25€/h
Prima lezione offerta!
Federico
Federico
Prof de Chitarra
5.00 5.00 (10) 20€/h
Prima lezione offerta!
Davide
Davide
Prof de Chitarra
4.95 4.95 (20) 20€/h
Prima lezione offerta!

Lezioni chitarra: corsi per capire il ritmo

Per suonare la chitarra a regola d'arte è necessario capire alcuni elementi di teoria musicale, come il ruolo della misura e dei tempi.

Pratica gli esercizi di ritmo con la chitarra.
Il ritmo è fondamentale in ogni strumento!

Il punto di partenza di ogni ritmo è la misura!

La musica ha delle unità di misura che servono per capire quanto deve durare una figura e la corrispondente pausa. Lo scopo è quello di suddividere il brano musicale in più parti, come se fossero i capitoli di un libro. Questi capitoli in musica si chiamano battute o misure e sono rappresentate come delle linee verticali su un pentagramma.

La misura, di norma, è la stessa per tutta la durata di un brano, ma non è sempre così.

Durante le lezioni di chitarra ti accorgerai di quanto sono utili le misure, soprattutto nei brani molto lunghi. Se stai facendo le prove con una canzone di 7 minuti puoi facilmente dare indicazioni alla band su cosa provare. Dire "si parte dalla misura 17" è più comodo che dire "sesta pagina, terza riga, sedicesima nota".

La misura ti permette di avere un punto di riferimento ritmico che ti aiuta a capire un brano prima di riprodurlo.

Il tempo suddivide una misura in più parti uguali. Su una misura di quattro tempi, si conta fino a quattro e poi si ricomincia da 1.

Sai come suonare le semicrome con la chitarra?

Il ritmo binario con la chitarra

Avere un ritmo binario, significa che il tempo viene diviso per due o multipli di due.

Il ritmo binario è presente nel 99% dei brani che vengono passati alla radio. Si tratta, infatti, del ritmo adottato dalla maggior parte delle canzoni pop della musica italiana o internazionale, rock, folk, reggae.

Su uno spartito per chitarra il ritmo binario è segnato dalla frazione 2/4 o 4/4.

Il denominatore (il numero che è sotto, come ricorderai dalle lezioni di matematica) indica la suddivisione del tempo e quindi se si tratta di un ritmo binario o ternario.

Il numeratore, ossia il numero in alto, rappresenta la quantità di tempi in ogni battuta, i movimenti.

Una battuta di 4/4 è composta da 4 semiminime, visto che ogni tempo equivale a una semiminima, ossia un quarto. I tempi forti in genere sono marcati sul tempo 1 e 3 dalla grancassa di una batteria e i tempi 2 e 4 sono battuti dalla cassa chiara.

Suonare con altri musicisti ti aiuta a lavorare sul ritmo.
Per marcare il ritmo, chiedi l'aiuto di un batterista!

Come identificare il ritmo binario in un brano?

Sapendo che la maggior parte delle canzoni seguono il ritmo binario, non dovresti avere alcun problem a scomporre il ritmo, anche se prendi lezioni di chitarra per principianti.

Ascolta bene la musica durante la lezione di chitarra e prova a battere il tempo con la mano, il piede o la testa. Se hai un amico batterista, potreste suonare insieme.

Cerca di individuare il primo tempo più forte e vedi quanti tempi puoi contare prima che ritorni il tempo forte. Se riesci a contare due tempi o multipli di due, allora si tratta di un ritmo binario.

Alcuni esempi di canzoni con ritmo binario

  • Hey Joe de Jimi Hendrix Experience
  • Europa de Santana
  • Money For Nothing de Dire Straits
  • Sweet Home Alabama de Lynyrd Skynyrd

Ci sono molte altre canzoni che puoi suonare con la chitarra acustica o elettrica magari guardano i video dei più grandi chitarristi da Jimi Hendrix a Eric Clapton a Steve Vai.

Come si suona un ritmo binario con la chitarra?

Ci sono diversi modi per suonare un ritmo binario, scomponendolo in diverse parti. Dividendo una nota per due si ottiene una suddivisione ritmica:

  • Dall'alta al basso, per suonare una semibreve in quattro tempi: si fa la pennellata una sola volta in una battuta.
  • Per suonare due note in una misura bisogna inserire due minime, sempre passando il plettro dall'alto verso il basso. Si suona sul primo e sul terzo tempo della battuta.
  • Per suonare una nota che dura un solo tempo si usa la semiminima. E' la nota più semplice perché cade a ogni colpo di metronomo o di batteria.
  • Per suonare la croma, si suona anche quando non c'è il colpo della batteria. Invece di contare 1, 2, 3, 4 si conta 1 e 2 e 3 e 4.

Le crome si suonano all'andata e al ritorno. Per andare ancora più veloci, si suonano le semicrome. In una battuta di quattro tempi ce ne sono 16.

Hai voglia di seguire un corso di chitarra?

Imparare chitarra: il ritmo ternario

Il ritmo ternario è tipico del jazz e del blues.
Per suonare il jazz o il blues devi contare fino a tre!

La parola ternario viene dal numero tre. Per suonare un ritmo ternario bisogna suddividere una battuta in tre parti uguali. Il ritmo ternario è rappresentato da un valore accentuato. Ci sono 3 crome in una battuta.

Su uno spartito troverai queste frazioni: 3/8, 6/8 oppure 3/4. Non devi risolvere queste frazioni perché non ti verrà mai una cifra tonda.

Ma non è questo il punto. Ricordati che il numeratore sarà sempre un multiplo di 3. Ricordati anche che rappresenta la quantità di tempi all'interno di una misura.

Il ritmo ternario, quindi, è un ritmo ciclico, più flessibile di un ritmo binario, piuttosto inquadrato. Viene adottato in generi come il jazz e il blues.

Allenati a riconoscere i ritmi per chitarra più conosciuti!

Come identificare il ritmo ternario

Come per il ritmo binario, la prima cosa da fare è trovare il tempo forte, il primo tempo marcato di solito dalla batteria.

Usa le mani, il piede o la testa per accompagnare questo ritmo con il movimento del corpo. Nel jazz è ancora più importante sentire la musica, lasciarsi trascinare. Prova a contare e vedrai che riuscirai a sentire i tre tempi senza troppe difficoltà.

Alcuni brani con ritmo ternario

  • Sweet Home Chicago, qualunque versione
  • Hold The Line di Toto,
  • Walking On The Moon dei Police,
  • Love Me Do dei Beatles

Come suonare un ritmo ternario alla chitarra

Per suonare un riff in ritmo ternario bisogna contare in maniera diversa: 1 e poi 2 e poi 3 e poi 4.

In un ritmo ternario, quindi, un accento forte è seguito da due deboli. Si può suonare in tre modi diversi con la mano destra e il plettro:

  • Tre pennate in giù
  • Una pennata in giù, una in su, una in giù
  • Due pennate in giù, una in su
  • Una pennata in giù e due in su

Questo è il ritmo di una terzina. Può essere anche usato nel ritmo binario con una suddivisione diversa. E' anche possibile inserire una quartina in un ritmo ternario.

Nel blues si ricorre spesso, allo shufflle o swing. L'accento forte viene suonato a tempo, mentre i due accenti deboli si suonano poco prima del successivo accento forte. In questo modo si ha un effetto più "dondolante".

Se vuoi esercitarti sul ritmo ternario puoi seguire un video tutorial con un brano blues su YouTube, oppure esercitarti con il tuo insegnante durante la lezione di chitarra.

Qualunque ritmo tu voglia suonare, prenditi il tempo di scomporre il ritmo per chitarra per riuscire a riprodurlo nel modo corretto.

Bisogno di un insegnante di Chitarra?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 1 votes
Loading...

Catia

Traduttrice e scrittrice con una passione per le lingue