Lasciate leggere e lasciate danzare: questi due divertimenti non faranno mai del male a nessuno.

Voltaire

Impossibile fare danza classica, senza prima aver scelto le scarpe e le punte! Ecco tutti i nostri consigli per fare la scelta corretta, con tutti i modelli più in voga disponibili sul mercato e quelli adatti alle danzatrici agli inizi di carriera.

Ballerine a punta o a mezza punta: che modello scegliere?

Dovrai scegliere in base alla conformazione del tuo piede e ai tuoi gusti personali.
Ci sono diversi tipi di scarpe a mezza punta!

Indispensabili per la pratica della danza classica, le scarpe, chiamate anche mezze punte, dovrebbero essere un acquisto prioritario. Esistono diversi modelli, differenziati tra loro soprattutto in termini di solette e di tessuti utilizzati.

La soletta delle mezze punte

La scarpa può avere una soletta intera o separata in due parti. Le solette sono realizzate per la maggior parte in cuoio o in camoscio.

La soletta intera ricopre la totalità della scarpa ed è consigliata in particolare per i principianti, di qualsiasi età. Questo consente un buon sostegno per il piede, essenziale soprattutto agli inizi. Il piede sarà più stabile ed eviterà di scivolare di lato, rischio che correrai fino a quando caviglia e piede non saranno sufficientemente robusti.

Sulle scarpe con doppia soletta, una di queste è posta sulla parte anteriore del piede, l’altra sul retro, a livello del tallone. La volta plantare è lasciata libera dal giogo della soletta. Questo consente una maggiore flessibilità del piede, permettendo di allungarlo perfettamente fino al collo del piede. Tuttavia, è meglio avere un po’ di tecnica di base prima di utilizzarle in allenamento. Aspetta di avere un livello intermedio ed una pratica regolare, in modo che le tue caviglie siano più muscolose e, dunque, più solide.

Anche il make-up ha la sua importanza nel ballo!

Il tessuto della scarpa

Potrai scegliere tra tre tessuti diverso per le tue scarpe da danza classica:

  • Il cuoio: le tue scarpe dureranno nel tempo, saranno estremamente solide. Opta per una taglia confortevole, dato che non si ammorbidiranno più di tanto, con la pratica. Sono più rigide e richiedono un po’ più di sforzo nell’estensione e nel movimento del piede;
  • La tela: più delicate, queste scarpe, prima o poi, si bucheranno; sono morbide e meno care di quelle in cuoio e si allentano parzialmente durante l’uso. Sembrano essere più confortevoli, lasciano respirare maggiormente il piede e sono operative sin da subito, proprio grazie alla loro morbidezza;
  • Il raso: sono le punte, in particolare, ad essere in raso; a dire il vero, non sono molto frequenti, ma molte ballerine le amano, proprio per l’aspetto particolarmente delicato ed elegante.

Alcune scarpe sono dotate di una fascia triangolare elastica sotto il piede, che dà più morbidezza e una linea migliore, nel momento in cui ci si mette sulle punte. Anche le scarpe in cuoio possono essere realizzate con un misto di materiali, con questa banda elastica o della tela sotto la volta plantare, per facilitare i movimenti.

Per assicurare un sostegno migliore, generalmente viene cucito un elastico sulla parte superiore del piede (o due elastici incrociati, in alternativa).

È importante scegliere accuratamente le scarpe, perché dal loro fitting dipenderà la qualità della tua danza.
Non esitare a salire sulle mezze punte, quando le provi!

Quale scarpa scegliere?

Esistono tanti modelli di scarpe da ballo e sarai tu a dover vedere quale acquistare! Scegli tra le marche storiche, se non vuoi commettere errori: Repetto, Bloch, Capezio, Merlet, Sansha. … Tuttavia, anche delle marche meno prestigiose possono proporre delle scarpe di eccezionale qualità!

Per le mezze punte la qualità è importante, anche se meno rispetto alle punte. Non rischi di farti male, a meno che tu non scelga una numero di scarpe sbagliato.

Eccoti tre modelli di scarpe diverse, che potrebbero corrispondere ai tuoi desideri e alle tue necessità, in funzione del tuo livello, del tuo budget e delle tue preferenze in termini di materiali. Tutte e tre sono disponibili online.

  • Le mezze punte Dansez-vous con doppia soletta, in tela elastica a 17,90€. Elastici incrociati già cuciti. Attenzione, perché queste scarpe calzano molto piccolo: il consiglio, dunque, è quello di prendere due numeri in più;
  • Le mezze punte Capezio, con soletta unica, in raso, laccio per la chiusura ed elastico pre cucito, a 21,90€. Sono disponibili online ed in più puoi scegliere tra una larghezza piccola e una larghezza normale, in funzione del tuo piede.
  • Le mezze punte Bloch, in cuoio, con doppia soletta, a 33€, con fascia in tessuto sotto la volta plantare per seguire meglio il collo del piede. Anche qui, puoi scegliere tra due larghezze differenti: stretta o media.

Leggi la guida completa su come si vesta una ballerina classica!

Le migliori punte per la danza classica

Per passare al livello superiore nella danza, dovrai investire nelle punte, ma, attenzione, mai, senza il parere favorevole del tuo maestro di danza. Saranno lui o lei a dirti quando il tuo piede, la tua caviglia e il tuo polpaccio saranno abbastanza solido per passare alle punte. Il lavoro sulle punte è molto più difficile di quello sulle mezze punte e non è da prendere alla leggera.

Per le punte, i criteri di scelta non sono gli stessi. La soletta in cuoio è quasi sempre unica (e non separata in due parti, dunque), anche se alcune eccezioni sono disponibili sul mercato. Riguardo al materiale, le punte sono tutte in raso, proprio come il nastro che serve ad aumentare il sostegno attorno alla caviglia.

La larghezza della punta

Se con le mezze punte la larghezza non ha molta importanza, al contrario, per le punte la situazione è piuttosto diversa. Avrai la scelta tra tre larghezza differenti:

  • Stretta
  • Media
  • Larga.

Se sei troppo stretto a livello dell’articolazione, con la mezza punta quando sali sulle punte, dovrai passare alla larghezza superiore. Al contrario, se, mettendoti nella posizione in punta, ti senti scendere in fondo alla scarpa, allora è troppo larga.

Queste scarpe dovranno sorreggerti in tutti i tuoi movimenti.
Ecco come testare le punte!

La durezza della punta: il tondino

Per poter montare sulle punte, le scarpe sono rinforzate a livello della punta stessa. Questa parte su cui poggia tutto il peso del piede e quindi del corpo è detta tondino. Può avere diverse misure di durezza, da molto morbido a molto duro.

Le principianti, in genere, non hanno ancora molta forza e opteranno dunque per un tondino morbido. Al contrario, una danzatrice con piedi forti preferirà un tondino duro.

Quando sali sulle punte, il tondino deve piegarsi leggermente, seguendo l’arco dei tuoi piedi. Se scende troppo, significa che è troppo morbido; al contrario, se non scende per niente, significa che è troppo duro. Nel primo caso, rovinerai le scarpe nel giro di due o tre lezioni; nel secondo caso, ti farai male alle dita dei piedi e il tuo lavoro sarà ancora più complicato.

Ad ogni nuovo acquisto, dovrai quindi rimettere in questione la durezza delle tue punte, in funzione dei tuoi progressi!

La lunghezza della mascherina nelle ballerine a punta: l’impronta

L’impronta (detta anche empeigne¸ dal termine utilizzato nella lingua francese), corrisponde alla parte che ricopre le dita. Deve essere sufficientemente lunga, per ricoprire le dita fino all’articolazione della mezza punta. Tuttavia, un’impronta troppo lunga impedirà di passare sulle mezze punte; è dunque da evitare.

La forma interna della scarpa

In funzione della forma del tuo piede, dovrai scegliere anche delle punte con un interno adatto. L’interno può essere di forma conica o di forma quadrata, passando dalle forme intermedie.

Esistono tre forme di piedi, in genere: i piedi greci, in cui il secondo dito è più lungo dell’alluce; i piedi egiziani, in cui l’alluce è lungo e gli altri sono in scala; i piedi quadrati, con delle dita all’incirca della stessa lunghezza.

Se ti trovi ad avere dei piedi appartenenti alla terza categoria, per te sarà più facile trovare una scarpa adatta.

Se quando sei sulle punte, senti che tutto il tuo peso scarica sull’alluce, l’interno della scarpa è troppo quadrato. Se le tue dita sono compresse, l’interno è troppo triangolare.

Che punte scegliere?

Non esitare a chiedere consiglio nella tua scuola di danza, prima di scegliere le punte da mettere nel tuo sacco di accessori per la danza. Ti presentiamo tre modelli perfetti, per iniziare:

  • Le punte Repetto Julieta a 56€. Soletta (tondino) morbida, impronta bassa. Diverse larghezze disponibili stretta, media o larga. Calza piccola: prendi un numero in più (o due);
  • Le punte Bloch Amelie Soft a 60€. Tondino morbido, impronta alta, forma interna fine. Tre larghezze disponibili.
  • Le punte Wear Moi a58€. Forma interna quadrata, per i piedi con le dita della stessa lunghezza. Possibilità di scegliere tra sei larghezze e sei durezze.

Scopri tutto quello che ti serve sapere sul body per la danza!

Come scegliere le scarpe e le punte nella danza classica

Per gli uomini, dunque, cambiano i parametri per la scelta delle scarpe.
I ballerini maschi non usano le punte!

Le ballerine in erba, oltre a scegliere collant e body, dovranno andare al negozio anche per scegliere le scarpe da danza. L’acquisto online non è consigliato, a meno che tu conosca già perfettamente il tuo numero, per la marca e il modello specifico che stai per ordinare.

Per le mezze punte

Le tue dita non devono navigare nelle scarpe, ma non devono nemmeno essere troppo strette. Quando le proverai, non esitare a salire sulle mezze punte, a puntare il tuo piede e a metterlo sotto pressione, per testare la flessibilità della scarpa e verificare che non muova troppo.

Per le punte

Prenditi tutto il tempo necessario per scegliere le tue punte. Non è perché tutte le tue compagne di corso di danza hanno delle punte Repetto, che lo stesso modello andrà bene anche a te. Provane diverse marche e diversi modelli. È molto importante: dovrai scegliere correttamente le tue scarpe, se non vorrai farti male durante gli allenamenti.

Non acquistare delle punte usate! Le punte si adattano alla ballerina classica che le porta. Dopo l’acquisto delle tue punte nuove, dovrai romperle, prima di iniziare le piroette sulle punte.

Per il colore, avrai in genere la scelta tra scarpe rosa o scarpe nere. Potresti trovare, in realtà, anche altro colori, ma verifica con il tuo insegnante che questo non ponga un problema, allo spettacolo di fine anno.

Ora tocca a te!

Scopri quanto spendere per l'abbigliamento da danza!

Bisogno di un insegnante di Danza?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 1 vote(s)
Loading...

Charlotte

Lettrice plurilingue, appassionata di entomologia e robotica.