Il mio nome è Marina La Rosa e sono un insegnante di matematica da oltre 15 anni, presso un liceo scientifico in Abruzzo.

In realtà, sono entrata di ruolo da poco meno di 5 anni, ma si sa, le cose in Italia, per noi insegnanti, non sono mai state facili. Gli studenti ci ascoltano a mala pena e, quando entriamo in classe, non smettono di guardare i loro cellulari. I genitori ci danno contro, pensando che non saremo mai all'altezza per trasmettere la conoscenza dei programmi ai loro figli: o non sappiamo abbastanza o non abbiamo metodo o ... l'uno e l'altro. Tra colleghi tentiamo di farci le scarpe l'un l'altro e appena uno di noi si gira dall'altra parte, iniziamo a parlarne male. Per tutti gli altri italiani, ... siamo solo dei privilegiati, che lavorano qualche ora al mattino, guadagniamo troppo e andiamo in pensione troppo presto!

Ma, oggi, non siamo qui per parlare di questo, bensì di matematica, della sua importanza e del modo migliore per trasmetterne la conoscenza e le competenze.

Cosa fare come insegnante di matematica

I giovani sono sempre connessi. Tanto vale che lo siano anche per studiare la matematica.
Un blog, a volte, può essere fondamentale per avvicinare gli studenti!

Durante la mia carriera, mi è capitato di dare lezioni di matematica a tutte le classi del liceo: alle prime, come alle quinte. Ho maturato esperienza con ragazzi dai 14 ai 19-20 anni e mi sono fatta un'idea di come approcciare diverse tipologie di studenti. Ricorda, infatti, che per quanto bene tu conosca la matematica (o qualsiasi altra materia insegnata nella scuola pubblica e privata italiana) e per quanti testi di pedagogia tu possa avere letto, ... beh nessuno potrà dirti come interagire con gli studenti. Anche perché ogni scuola è diversa dalle altre, ogni classe è diversa dalle altre e ogni studente è diverso dagli altri.

Provo, dunque, a darti qualche consiglio per insegnare le discipline scientifiche: algebra, geometria e matematica!

Per me, attualmente, il modo migliore e più facile per appassionare gli studenti alla matematica è quello di trasmettere ai ragazzi le nozioni basilari della disciplina stessa. E questo diventa più facile se, anziché utilizzare i metodi tradizionali della lezione frontale, si ricorre all’uso di video disponibili sulla rete internet. Un'ottima idea, quindi, potrebbe essere quella di creare e mantenere attivo un blog di matematica. Il mio, ad esempio, propone lezioni di matematica ed esercizi di matematica in video, perché i liceali comprendano all’istante le nozioni.

In effetti, di fronte alla “generazione zeta”, tutta smartphone, social e video, qual è quella degli alunni di oggi, credo occorra accattivarsi i giovani nel migliore dei modi possibile e sfruttando le loro stesse “armi”.

Come diventare professore di matematica: la mia esperienza

A scuola ho sempre amato la matematica. Ho studiato presso un liceo scientifico ed ho ottenuto il diploma di maturità con buoni voti; è stato così che, in modo del tutto automatico e naturale, mi sono orientata verso studi universitari nell’ambito delle discipline matematiche. La professione d’insegnante di matematica mi si è presentata poi, una volta conclusi gli studi superiori, in modo del tutto spontaneo, come un’ottima opportunità.

L'elemento scatenante, a dire il vero, è stata l'estate dopo la maturità, quando mi sono trovata - mio malgrado - ad aiutare la mia cugina più piccola: aveva appena terminato la prima liceo, ma era stata rimandata in matematica (e in greco, ma questo è tutto un altro discorso). Il mio compito (che gli zii, con la ferma partecipazione dei miei genitori, mi avevano imposto) era quello di aiutarla a ripassare tutto il programma di un anno, andando a fondo in particolare in quello che non le fosse chiaro, proponendole diverse decine di esercizi, equazioni, problemi, dimostrazioni, teoremi, assiomi, .... Insomma, sarei potuta uscire in due modi da questi tre lunghi mesi: con un odio più che motivato per la matematica, per lo studio e per l'insegnamento; oppure, con un profondo amore per tutto ciò ... Ti lascio indovinare come andò!

La comprensione del contesto è fondamentale per riuscire a trovare un senso a quello che si studia.
Matematica non sono solo numeri e formule!

Dopo la laurea, quindi, ho partecipato al primo concorso pubblico disponibile (ancora non si parlava di concorsone, all'epoca!), ma non avendo ottenuto la cattedra sin da subito, mi sono trovata a girovagare per città e scuole diverse: Torino, Bari, Venezia, Roma, ... Scuole medie, istituti tecnici, scuole superiori, ... fino alla assegnazione definitiva, presso la stessa scuola dove mi trovo ora.

Se non sai ancora come, scopri come rimuovere agevolmente i blocchi psicologici in matematica!

Insegnante di matematica: una professione appassionante?

Se la professione di insegnante di matematica a scuola ti affascina e sai come far appassionare i tuoi allievi alla matematica, è senz'altro per diversi motivi.

Innanzitutto, va detto che il fatto di poter trasmettere delle conoscenze matematiche a degli adolescenti mi appare come una vera e propria sfida oltre che una passione. Tentare di far loro comprendere l’astrazione e la complessità della matematica è un lavoro che richiede molta riflessione e quando uno studente perviene a capire quanto ho tentato di spiegargli, per me la ricompensa e la soddisfazione sono immense! Dobbiamo partire dalla constatazione che quello che a noi adulti può sembrare scontato o banale, può non esserlo altrettanto per un bambino, per un adolescente o per un giovane. L’astrazione è un esercizio mentale di una certa complessità, che richiede dunque, in quanto tale, uno sforzo non comune, anche se necessario.

In secondo luogo, teniamo presente che, per quanto si incontrino spesso dei giovani che appaiono totalmente refrattari alla matematica, è possibile e doveroso il fatto di riuscire a trasmettere anche a loro un certo bagaglio matematico. I metodi per pervenire a questo obbiettivo esistono, sono diversi ed è sufficiente applicarli. Avere successo in un’impresa del genere, ovvero riuscire a far capire un concetto particolarmente ostico ad un ragazzo della scuola media o del liceo, colma decisamente il cuore di gioia!

Insegnante di matematica: una professione troppo difficile da mettere in pratica?

Naturalmente, quando si ha l’intenzione di trasmettere delle nozioni di matematica complicate a dei giovani studenti, la prima condizione per la riuscita è quella di essere, a propria volta, degli insegnanti appassionati alla propria materia ed alla professione! Se non si parte da questo presupposto e si pensa di svolgere il lavoro di insegnante solo per arrivare alla fine del mese alla consegna dello stipendio, difficilmente si riuscirà a trasmettere la passione per una disciplina che, come altre, ma non come tutte, incontra dei blocchi da parte di numerosi ragazzi e ragazze.

Tantissimi, troppi studenti, prendono da subito la matematica come la pecora nera delle discipline scolastiche ed universitarie (sì, purtroppo questo succede anche allo scientifico!). Il linguaggio diverso e particolarmente tecnico, una serie di formule e numeri da imparare a memoria, un'apparente lontananza dalla vita reale: sono alcuni, non tutti, dei fattori che spiegano le difficoltà che molti studenti e studentesse incontrano nell’affrontare la matematica a scuola. Ecco perché occorre, in primo luogo, attribuire del senso alle nozioni insegnate.

In sé, l’insegnamento della matematica non è cosa difficile, se si riesce a catturare l’attenzione dei giovani discenti. Il punto è proprio questo: colpire l’attenzione e la curiosità dei giovani, diversamente annoiati o addirittura spaventati, di fronte a quanto viene trascritto sulla lavagna dall’insegnante.

Scoprite come si faccia a proporre delle lezioni di matematica via webcam!

A cosa serve un blog di matematica?

Mostrati "giovane" con i tuoi studenti: apri un blog.
Temi l'aula deserta, durante le tue lezioni?

La domanda di lezioni di matematica che mi veniva rivolta dai genitori era talmente elevata che ad un certo punto ho deciso di creare il  mio blog.

Non riuscendo a soddisfare tutti quanti, ho avuto l’idea di creare il sito di matematica destinato ai liceali in difficoltà nella matematica. Correva l'anno 2013!

Qual è la differenza rispetto ai numerosi siti di matematica?

Il mio blog propone lezioni ed esercizi di matematica in video. Riprendo e trasmetto, infatti, le immagini di me stessa mentre scrivo su una grande lavagna dando spiegazioni orali.

Ogni video approfondisce una delle nozioni essenziali rispetto al programma di matematica insegnata al liceo. Alla fine del video, poi, propongo tutta una pagina di esercizi con soluzioni e correzioni. Ciò permette ad ogni allievo di valutare da sé tutto quanto ha acquisito quel giorno. Svolto l’esercizio, lo studente saprà se gli sia necessario riguardarsi il video per approfondire o capire meglio dei concetti particolari o se sia pronto per affrontare la video lezione successiva.

Vi sono altri siti disponibili attualmente online dedicati alla matematica: tra questi solo qualcuno propone dei video. Nella maggior parte dei casi, invece, sono messe in linea delle paginate intere di lezioni e di esercizi, lezioni ed esercizi: nulla più. Nulla di nuovo, insomma, è proposto rispetto a quanto già non avvenga in classe. Ecco perché io ho pensato, invece, di ricorrere proprio ai video. Ne ho fatto il perno del mio blog, proprio per immergermi nell’air du temps con il mio lavoro. Questo non riduce minimamente l’importanza delle lezioni di matematica, in particolare delle lezioni private e a domicilio. Queste restano naturalmente ben complementari rispetto agli esercizi proposti via internet.

Per concludere, ricordo che il blog propone anche tutta una serie di consigli e di trucchi dedicati a temi specifici: “come si fa per far memorizzare senza fatica ai giovani studenti le formule dei volumi solidi”, oppure  “come fare per avere successo all’orale, durante un esame di riparazione in caso di debito formativo”.

Blog matematica e relazione con gli studenti

A partire dal 2013, anno della creazione del mio blog, non impartisco più lezioni private a domicilio. Lo facevo in precedenza, quando avevo più tempo. Ora l’impegno che mi è richiesto per la gestione del blog è tale che non me lo posso più permettere. Ma voglio comunque ricordare quale sia la chiave nel processo di trasmissione del sapere, tramite quel tipo di percorso.

Si tratta di intrattenere una relazione particolare e privilegiata con l’allievo. Tuttavia, la lezione privata diviene efficace solo e soltanto se il giovane viene motivato e si sente motivato per progredire. Quando le lezioni a domicilio sono imposte dai genitori, teniamolo sempre a mente, le probabilità di successo restano esigue.

La domanda di lezioni a domicilio di matematica è enorme. Attualmente mi trovo costretta a rifiutare di continuo, proprio a causa del poco tempo disponibile che mi resta, da quando ho aggiunto, al mio lavoro di insegnante, quello di blogger.

Stai cercando ripetizioni matematica milano?

Un esempio di riuscita per altri studenti

Unisci la teoria dei libri, alla pratica del blog e convincerai anche i più refrattari
Le lezioni frontali e il blog assieme produrranno risultati certi!

Sul mio blog, intervisto spesso qualcuno dei miei vecchi studenti che ha avuto successo.

Federico, per esempio, era stato un mio studente per tre anni di liceo scientifico. Ha ottenuto il suo diploma di maturità a pieni voti ed ha appena completato il suo primo anno di medicina con voti ottimi. Il suo avvenire sembra davvero ben promettente. Di che andar fieri, anche in quanto insegnanti, no?

Quali progetti per il blog di matematica in futuro?

In futuro, il blog di matematica avrà ulteriori sviluppi, senza dubbio alcuno. E ciò pur mantenendo, come professione principale, quella di insegnante di matematica al liceo.

Non solo verranno trasmessi altri video ai giovani internauti. Ma anche dei percorsi formativi per migliorare in matematica ed aumentare progressivamente i propri voti scolastici ed universitari.

Quale consiglio dare, ancora, ad alunni e genitori che leggono questo articolo?

Ricordati che andare male in matematica non è una casualità. Esistono molti metodi per l’insegnamento della  matematica. Tramite una forte motivazione e un duro lavoro, ogni alunno potrà gradualmente progredire in matematica, al punto da rifarsi eventualmente tutte le basi mancanti. Naturalmente, a tal fine occorrerà veramente volersi impegnare e lavorare sodo per riuscirci.

Bisogno di un insegnante di Matematica?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 2 vote(s)
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura