Balbettavo in portoghese … ma iniziavo ad abituarmi a quelle conversazioni fluide…nelle quali il mistero di una frase si svela poi capendo una sola parola, come per incanto.

Cyril Pedrosa

Se pensiamo alla lingua portoghese, pensiamo agli azulejos, al fado, alla città di Lisbona, a Madeira o, ancora, ai caipirinhas. Eppure, solo più raramente si pensa ad un altro settore, in realtà di spessore: il cinema portoghese, in cui il lungometraggio ed i grandi film si mischiano con portoghese e brasiliano. Con un film, possibilmente premiato con la Palma d’oro, ci si avvicina subito alla grammatica portoghese ed al portoghese nel suo intero. Soprattutto, poi, la cosa è agevole, perché lingua e cultura sono un tutt’uno.

Eh già, va sottolineato: il cinema è un settore della cultura davvero rilevante. Se vogliamo ampliare il nostro orizzonte, culturalmente e linguisticamente, il portoghese può costituire una lingua da imparare tramite la visione di pellicole davvero notevoli, per gli intellettuali.

Abbiamo parlato più volte, sul blog di Superprof, dell’importanza di guardare dei film in lingua originale quando si voglia scoprire la cultura e la lingua di un altro paese e di altre popolazioni. Ebbene, quest’oggi, ti forniamo qualche indicazione utile per selezionare dei film in lingua portoghese, che potranno agevolare l’allenamento del tuo orecchio a questo fantastico idioma.

Partiremo con i film più noti, per adesso!

Perché il cinema può insegnarti una lingua come il portoghese?

Senza per forza aver sottomano un dizionario portoghese – italiano, senza essere uno specialista la lingua portoghese o un profondo conoscitore della lingua del Brasile, potrai usufruire della gradevolezza del cinema, scoprendo, al contempo, la fantastica lingua portoghese. Sarà facile e gradevole, se troverai il regista che fa per te.

Il cinema è da sempre un ottimo modo per entrare nella cultura e nella lingua di un paese diverso.
Al cinema, per i capolavori portoghesi!

Ti si aprirà un universo linguistico e culturale inatteso e sorprendente. Basterà che tu scopra il film giusto.

Ed, in effetti, sebbene per noi italiani non sia proprio frequente parlare in portoghese, la scoperta di questa lingua è decisamente qualcosa di interessante!

Non è raro che la gente scopra una lingua e se ne appassioni, diventandone specialista, grazie alla visione di un film rivelatore. Deve trattarsi di una pellicola che fa scattare una scintilla, insomma, in termini di curiosità culturale e linguistica.

Un film, lo sappiamo, racconta non solo una storia, ma anche una cultura. Ad esempio, con una pellicola portoghese, si avrà accesso, non solo alla lingua, ma anche alla cultura, alla storia del portoghesi. E ciò può essere fatto ovunque: in città i cineforum a tema sono molti, ma a casa tua, puoi oggi scaricare e vedere davvero ogni tipo di film, in qualsiasi lingua.

Comunque vada, la lingua portoghese è una lingua di spessore e merita di essere scoperta, grazie alla panoplia di media digitali di cui oggi possiamo disporre. Sappiamo, ad esempio, che il cinema franco-brasiliano è particolarmente sviluppato. Si tratta di un universo cinematografico e culturale a se stante, che contiene in sé la maestria di cineasti francesi e la ricchezza di cuore di quelli portoghesi, con un vissuto che viene sbriciolato preziosamente ad ogni scena. Quale migliore occasione per diventare un cinefilo, oltre che per scoprire la lingua francese e quella portoghese, alternando l’ascolto di esse ed aiutandosi con i sottotitoli?

A gaiola dourada: emigrazione e culture franco portoghesi a confronto

La full immersion nella lingua di Lisbona ti porterà a migliorare la tua conoscenza del portoghese.
Un sacco di gente che si siede a tavola e parla portoghese velocemente: imparerai sicuramente!

Uscito al cinema nel 2013, per la regia di Ruben Alves, La Cage Dorée – A gaiola dourada è una commedia romanzesca franco-portoghese ricca di pepe. Riprende, inoltre, diversi brani di musica popolare portoghese (come il Fado), cosa che spiega l’enorme successo in termini di spettatori.

La Cage Dorée racconta la storia di una coppia di origini portoghesi che vive a Parigi. La donna lavora come portiera di condominio, il marito è capocantiere. La gentilezza di entrambi è spesso fatta oggetto di sfruttamento da parte della gente incontrata in città. Ad un certo momento, la coppia scopre di essere divenuta erede di una grossa somma di denaro e proprietaria di una grande casa in Portogallo, in seguito alla perdita di un congiunto. Ma occorrerà un trasferimento, per poter usufruire di tutto questo. Comincia il vivo della storia. ..

Questo film è un’ode alla bicultura, Ha preso in considerazione i rapporti tra governo francese governo portoghese. Ha approfondito il tema della emigrazione facendo sorridere. Prepara alla scoperta della lingua portoghese e consente, anche senza conoscenze linguistiche, di scoprire qualcosa di una cultura ignota. Ciò anche grazie ad una recitazione di buona qualità da parte degli attori e ad un’ottima messa in scena.

Leggi le citazioni più famose in portoghese!

Un film non facile da digerire: Lo strano caso di Angelica

Certi film sono un po’ più rudi di altri. Alcuni vanno ingoiati a fatica, altri ingeriti con moderazione. Questa pellicola si situa a metà fra queste due qualificazioni, diciamo. Uscita nel 2011, per la regia di Manoel de Oliveira Lo strano caso di Angelica è un film franco-portoghese dagli accenti drammatici e malinconici. Una perla per gli amanti di questa cultura, che sanno che non è tutto questione di festa e colori.

La storia tratta di un giovane fotografo ebreo, dal nome di Isacco, rifugiato nelle vicinanze di Porto, proprio in Portogallo! Viene contattato da una famiglia, che gli chiede di fotografare una delle bambine appena morte: Angélica. Isacco, allora, si innamora della visione della fanciulla. Questa gli appare come fosse viva, iniziando ad abitare i suoi sogni. Isacco si chiude in se stesso, fino a desiderare di morire anch’egli.

Un film pesante, profondo, che pone diversi interrogativi: essere alla ricerca di una identità, seguire un amore impossibile, la nozione di morte…: Lo strano caso di Angelica è quel genere di film che non ti lascia indifferente.

Perché non ascolti un brano in lingua portoghese?

Per gli amanti dei film storici: Linhas de Wellington

Eventi storici romanzati sono un veicolo di apprendimento culturale e linguistico.
La storia al cinema: un bel film portoghese!

Ed eccoci alla presentazione di un cosiddetto film storico, al servizio della lingua e della cultura portoghesi. Quest’opera risale all’anno 2012, per la regia di Valéria Sarmento, che ha ripreso il lavoro del marito Raoul Ruiz, venuto a mancare prematuramente. L’azione ha luogo durante la terza invasione napoleonica, volta a rovesciare la Monarchia nel Paese.

Il film si svolge tramite lo snodo di piccole storielle individuali e di quella, principale, del Duca di Wellington, senza tralasciare la Storia, quella con la « s » maiuscola, che si studia nei libri di testo. Il Portogallo è presentato sotto una luce diversa del solito, in termini storici, non sempre festaioli, come siamo abituati ad immaginare. Il film è anche tetro, a tratti, per intenderci.

E nonostante questo, resta un dato di fatto che Linhas de Wellington è quel tipo di film fantastico, che ha il grosso pregio di far vedere come la lingua portoghese si ancori storicamente in un’epoca ben precisa, cosa che è approfondita con un’ottima messa in scena.

Conosci qualche personalità portoghese?

Narrazione e cultura in Tabu!

Non esiste solo la grammatica, quando studi una lingua, se vuoi capirla fino in fondo.
Prenditi il tempo di consacrarti alla cultura portoghese!

Tabu è un film franco-portoghese del regista  Miguel Gomes, dell’anno 2012. L’azione si svolge a Lisbona, dove Aurora, una vecchia signora, la sua donna della pulizie e la sua vicina Pilar, assistono all’arrivo di una vecchia fiamma di Aurora: Gian Luca Ventura. Costui racconterà loro la bella storia, che si snoderà nelle due parti di cui si compone il film.

In effetti, se a questo film accostiamo anche «Lost Paradise» (la cui azione si svolge a Lisbona) e « Paradise » (le cui avventure hanno luogo in Africa) capiamo perché tutti e tre rappresentino dei veri e propri oggetti di cultura, in cui emergono l’amore per il sapere, per la capitale e per tutto il Portogallo.

O Ornitòlogo: un lungo viaggio nella natura

O Ornitòlogo è una pellicola portoghese, realizzata dal regista di nome João Pedro Rodrigues. Il film è uscito al cinema nell’anno 2016. Esso racconta la storia di un giovane e camaleontico ornitologo, il quale sceglie di partire da solo per una spedizione presso un parco naturale, in compagnia del suo solo kayak e del materiale indispensabile alla sopravvivenza.  Il viaggio non avrà una durata determinata, prestabilita. Egli parte minuto di imprudenza e curiosità, e più nessuno ha notizie di lui.

Un bel giorno, attratto da alcuni uccelli, egli si perde nelle rapide, ritrovandosi espulso dal suo stesso kayak. L'ornitologo Fernando, interpretato da Paul Hamy, viene salvato da due ragazze cinesi, in pellegrinaggio verso Santiago di Compostela. Durante la notte alcuni umani vestiti con abiti variopinti danzano nel bosco vicino. Tra questi Jesus, un pastore sordomuto, porta del cibo all'ornitologo e intrattiene una relazione con lui.

La pellicola che è stata premiata con il premio Léopard per la miglior regia, è l’esemplificazione di quello che offre negli anni in corso il cinema portoghese. Lo scenario si snoda correttamente, grazie ad una lingua che ci viene subito voglia di apprendere. Gli attori sono molto bravi, la cultura del Portogallo ne esce ben presentata, tanto che si ha voglia di approfondire la propria conoscenza cinematografica lusitana.

I temi trattati sono diversi, ma sempre avvincenti. Vale la pena consacrarvi un po’ di tempo.
Il nuovo cinema portoghese è un invito ad apprezzare cultura e lingua lusitane!

Morrer como um Homem, temi scottanti toccati al cinema

Per la regia di João Pedro Rodrigues, uscito nel 2009Morrer como um Homem è stato subito notato al Festival di Cannes, facendo parte della categoria rivelazioni Un Certain Regard. Si tratta, in effetti, dell’opera che ripercorre la storia di Tonia, una transessuale, che recita e balla per un cabaret di Lisbona, ma la cui carriera inizia a sgretolarsi.

Un film davvero bello, aperto e a tratti impegnato, che mostra la cultura portoghese sotto una luce del tutto nuova, attraverso una lingua decisamente moderna ed una messa in scena di buona qualità.

Come dire che, contrariamente alle apparenze, il Portogallo e la lingua portoghese hanno davvero un buon numero di prodotti cinematografici da offrirci, dai più tetri ai più giocosi, per assicurarci una veduta globale e panoramica di cosa può offrire la cultura di questo bel Paese!

Sostiene Pereira, un film mitico

Il libro e il film sono ambientati in un'epoca buia della storia del Portogallo, quella della dittatura di Salazar.
L'interpretazione di Mastroianni in Sostiene Pereira è, come sempre, esemplare!

Nel 1994, il romanziere Antonio Tabucchi (scomparso nel 2012) scrive Sostiene Pereira, un libro che otterrò lo stesso anno il Premio Campiello e il Premio Viareggio. L'anno successivo il regista Roberto Faenza deciderà di farne un film, che sarà prodotto da Italia, Portogallo e Francia. Il cast è eccezionale, se si pensa che nel ruolo principale troviamo un fantastico Marcello Mastroianni, oltre che Daniel Auteil, Stefano Dionisi e Nicoletta Braschi.

Il film segue il percorso che Pereira riuscirà a fatica a fare, da una totale inerzia e inettitudine di fronte alle nefandezze del regime salazarista (libro e film sono ambientati a Lisbona nel 1938, in piena dittatura del portoghese Salazar), completamente isolato nella letteratura, nel ricordo della moglie scomparsa e nella paura della morte, verso una maggiore consapevolezza della situazione in cui vive: fino alla presa di decisione importante della fine del film - romanzo (che non riveliamo, per non spoilerare!).

Da vedere assolutamente.

Quali sono le serie tv portoghesi da guardare assolutamente?

Anche il Portogallo,ovviamente, non è immune dalla tendenza alle serie TV: tendenza a programmarle, tendenza a guardarle e, soprattutto, tendenza a produrle.

Il biennio 2010 e 2011, ad esempio, ha visto la produzione di una serie originale portoghese, molto intrigante. Si tratta di Legami: la storia inizia con un salto nel passato, nel 1984, quando, durante una scampagnata lungo un fiume nel nord del Paese, una ricca famiglia vive una tragedia: le due bambine piccole finiscono in acqua, il padre muore tentando di salvarle; una viene portata subito a riva, l'altra viene trascinata dalla corrente e tratta in salvo da una coppia che ha appena perso una figlia e che decide dunque di tenere la trovatella.

Con un salto temporale, si torna al 2010, quando fortuitamente la bambina trascinata dalla corrente, scopre di essere stata adottata. Ritrova allora la famiglia di origine e, senza rivelarsi, fa di tutto per vendicarsi della sorella, che ha potuto beneficiare della ricchezza della propria casa, mentre lei ha vissuto in condizioni di povertà.

Quali film portoghesi guardare su Netflix?

Sulla piattaforma di TV on demand di Netflix, c'è solo l'imbarazzo della scelta, per chi sia alla ricerca di prodotti cinematografici del Portogallo. Ecco un elenco non esaustivo:

  • Vitalina Varela
  • Un gato, un chino e my padre
  • Diamantino
  • Tiro e Queda
  • As filhas do Fogo
  • Antònio One Two Three.
Le piattaforme di TV on demand sono un ottima strategia per imparare una lingua straniera, grazie alla modalità di ascolto del film.
Sono svariate le produzioni portoghesi originali Netflix!

Se si eccettua l'ultimo dell'elenco, uscito nel 2017, tutti gli altri sono stati prodotti nel corso del 2019.

Non ti resta che scegliere ed iniziare a guardare!

Bisogno di un insegnante di Portoghese?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5, 1 votes
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura