Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

In cosa italiani e tedeschi sono legati?

Di Alice, pubblicato il 15/05/2018 Blog > Lingue straniere > Tedesco > Il Mondo Italo-Tedesco

Il legame tra Italia e Germania è sempre stato particolare e ha seguito il ritmo dei più grandi eventi storici, come le Guerre Mondiali.

Le relazioni hanno sempre oscillato tra la competizione e la collaborazione, con alcuni momenti di tensione e alcuni terreni di forte rivalità: soprattutto il terreno calcistico!

Eppure, non si può negare che tedeschi e italiani abbiano molto da condividere.

Ci sono terreni in cui i due Paesi si fronteggiano e altri in cui sono pronti a collaborare. A livello economico, ad esempio, c'è molta più intesa che sul terreno di gioco. Quando non si parla di calcio, Germania e Italia vanno molto più d’accordo!

Culturalmente, economicamente e anche a livello scolastico: Italia e Germania sono strettamente legate e parte importante dell’Unione Europea.

Scopriamo tutti i collegamenti tra il nostro Paese e la Germania.

E, se non avete ancora imparato la lingua, è il momento di seguire un corso di tedesco!

Cooperazione economica tra Italia e Germania

Da anni Germania e Italia sono grandi partner commerciali e hanno ben presente l’importanza di promuovere e sviluppare la cooperazione italo-tedesca in termini economici.

Le loro economie sono in crescita: secondo l’Istat, infatti, il prodotto interno lordo italiano nel 2017 è cresciuto dell’1,4% su base annua, quello tedesco del 2,5%.

La cooperazione economica italo-tedesca si sviluppa grazie alla prossimità geografica, alla moneta unica e allo spazio Schengen che facilita di molto gli scambi tra Paesi europei.

Imparare il tedesco è quindi importante per rendere più appealing il proprio CV.

Perché i due Paesi sono legati?

Partiamo dalle basi:

  • 1952: creazione della CECA (Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio). L’obiettivo è di facilitare gli scambi commerciali tra i 6 Paesi membri (tra cui, appunto, l’Italia e la Germania) sotto l’impulso di Robert Schuman,
  • 1957: creazione della CEE (Comunità Economica Europea),
  • 1992: creazione della Comunità Europea a seguito del Trattato di Maastricht,
  • 2009: passaggio all’Unione Europea dopo l’entrata in vigore del Trattato di Lisbona del 2005.

Partner economici per scelta

Germania e Italia sono partner commerciali forti con flussi commerciali importanti soprattutto nei settori dell’automotive, l’ambito chimico/farmaceutico e quello dell’elettrotecnica ed elettronica.

Alcuni enti e associazioni sono strumenti utili a favorire gli scambi e le partnership tra i due Paesi, tra le principali:

  • l’ITKAM, la Camera di Commercio Italiana per la Germania,
  • l’AHK, la Camera di Commercio Italo-Germanica,

Perché alla Germania piace l’Italia?

Da un’indagine condotta da Roedl & Partner emerge la voglia di imprese familiari tedesche a voler realizzare operazioni di fusione (M&A) con imprese Made in Italy.

Secondo i dati della Farnesina, le imprese tedesche partecipate o controllate dall’Italia sono circa 2.100 e 1.800 le aziende in Italia a capitale tedesco.

Perché l’Italia è una meta molto amata per gli investimenti tedeschi?

Ecco alcune delle ragioni:

  • una vicinanza territoriale dei due mercati
  • apprezzamento dei prodotti italiani in territorio tedesco
  • i privilegi che derivano dall’operare nel mercato unico europeo e cioè la possibilità per persone, merci, servizi e denaro di circolare liberamente in Europa.

E la cooperazione non si ferma alle grande imprese conosciute a livello globale poiché sono numerose le fusioni e le partnership anche a livello di start up tedesche e italiane.  Il tessuto economico dei due Paesi è infatti costituito anche da PMI fondamentali per la crescita e la competitività in Europa.

Partnership culturali tra Italia e Germania

Non solo in campo economico: i rapporti e le partnership sono in essere, tra Italia e Germania, anche in campo culturale. Le relazioni tra l’Italia e la Germania sono strette e profonde in molti ambiti culturali!

Se i due Paesi sono legati economicamente, ciò è vero anche culturalmente. La Repubblica Federale di Germania e il governo italiano sono andati oltre l’aspetto puramente economico e, grazie ad alcuni enti e associazioni, sono state istituite partnership importanti.

Ecco alcuni esempi:

  • Fondo delle Attività di Sviluppo di coproduzione tra Italia e Germania,
  • ANRP-Associazione Nazionale Reduci dalla Prigionia,
  • Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del turismo (MiBACT) e il Filmförderungsanstalt (FFA),
  • Goethe Institut.

I collegamenti culturali tra i due Paesi passano attraverso le:

  • Partnership scolastiche e universitarie: con la possibilità di frequentare Università italo-tedesche e ottenere titoli di studio binazionali e le borse di studio e le opportunità offerte dal DAAD (Servizio Tedesco per lo Scambio Accademico).
  • Partnership cinematografiche: con appuntamenti, iniziative e concorsi volti a promuovere la collaborazione in cambio artistico tra la Germania e l’Italia. Tra questi, “Cinema! Italia!”, la rassegna che ogni anno porta in tour in territorio tedesco i nostri migliori prodotti cinematografici.
  • Partnership letterarie e giornalistiche: con riconoscimenti come il Premio italo-tedesco per la traduzione letteraria e il Premio Ladislao Mittner per dare risalto al ruolo di mediatori culturali che i traduttori delle due lingue ricoprono e testate come Deutsch-Italia che si propongono di creare un terreno di incontro e confronto delle due culture. Se aspirate a lavorarci, iniziate a prendere lezioni di tedesco!
  • Gemellaggi tra città italiane e città tedesche: Milano con Francoforte, Torino con Colonia… le città italiane e tedesche sono legate in termini di scambi e di manifestazioni culturali.

Le partnership possono anche essere simboliche e tradursi nel gemellaggio tra città italiane e città in territorio tedesco. Questo contribuisce a rinsaldare l'unione tra i due Paesi. Milano e Francoforte sono uno degli esempi di gemellaggio tra città italiane e tedesche!

I corsi di studio italo-tedeschi

Le collaborazioni tra Italia e Germania non si fermano all’economia e alla cultura. Per creare il mondo di domani, i due Paesi hanno capito che bisogna concentrarsi sulle nuove risorse, i giovani. In un contesto economico incerto, proporre agli studenti un doppio diploma per inserirsi più facilmente nel mercato del lavoro europeo, è sicuramente importante.

Ecco perché gli studenti italiani hanno oggi la possibilità di conseguire un doppio diploma in moltissimi campi, ad esempio:

  • L’informatica,
  • Il diritto in ogni sua forma,
  • L’economia e il management,
  • Le scienze umani e sociali,
  • Scienze letterarie e filosofia,
  • Design.

Per avere maggiori informazioni, è bene visitare i siti delle diverse Università, scuole e classi di laurea di vostro interesse: potrete così approfondire le partnership e le diverse possibilità di scambio tra le accademie tedesche e quelle italiane.

 

Per esempio, gli studenti di Filosofia di Udine o Trieste possono ottenere il loro doppio diploma con una partnership con l’Università di Bamberga.

Mentre coloro che studiano presso l’Università degli studi di Firenze possono ottenere la laurea magistrale in Giurisprudenza italo tedesca con l’Università di Colonia come partner e conseguire, oltre al titolo italiano, il Bachelor of Laws e Master of Laws.

Anche il programma di mobilità Miur-Daad è una splendida opportunità per effettuare un periodo di scambio tra Italia e Germania beneficiando di una borsa di studio.

Seguire un progetto Erasmus in Germania è un ottimo modo per seguire un corso di studi e parallelamente imparare il tedesco inserendosi davvero nel tessuto economico e culturale del Paese. Alzi la mano chi non pensa a “L’appartamento spagnolo” quando si parla di Erasmus!

E come non parlare del progetto Erasmus? Il più celebre programma di scambio, che coinvolge ogni anno più di 40mila studenti italiani, permette di studiare in Germania se si è italiani e in Italia se si è tedeschi.

E così si impara la lingua non come si farebbe seguendo corsi di tedesco, ma vivendo in prima persona il Paese ospitante, con un arricchimento personale molto fore, un’apertura all’interculturalità e un plus sul proprio cv!

In più, è possibile ottenere una borsa di studio affinché gli studenti di ogni estrazione sociale possano beneficiare del programma di scambi. Niente tasse scolastiche oltre a quelle del Paese d’origine!

In sintesi:

  • In primo luogo, quando si pensa a una collaborazione italo-tedesca, si pensa al campo economico. In effetti, i due Paesi sono legati anche in questo ambito.
  • Non mancano le partnership culturali tra Italia e Germania, sia a livello cinematografico, letterario e giornalistico, che simboliche. Si pensi, ad esempio, ai gemellaggi tra le città italiane e quelle tedesche per promuovere interculturalità e scambi.
  • Gli studi italo-tedeschi permettono ogni anno agli studenti dei due Paesi di conseguire un titolo di studio binazionale e inserirsi con più facilità nel mercato del lavoro globale.

Italia e Germania sono quindi strettamente e incontestabilmente legate; insieme con un occhio rivolto all’Europa.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar