Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Vivere alla berlinese: cosa bisogna sapere sulla città? 

Di Nicolò, pubblicato il 29/07/2019 Blog > Lingue straniere > Tedesco > Tutto Quello Che Devi Sapere Per Organizzare Un Viaggio A Berlino

Berlino è la città più nuova in cui io sia mai stato. Anche Chicago sembra vecchia e grigia a confronto” Mark Twain

Esplorare i diversi quartieri della città, varcare la soglia dei tanti musei, fare aperitivo fuori dai sentieri battuti e dai percorsi turistici…

Visitare Berlino significa entrare in una dimensione unica, nella quale si mescolano un passato carico di storia, un presente ricco di arte e di cultura e un futuro promettente.

Se vuoi scoprire Berlino, questo articolo fa per te: ci troverai una lista delle cose da fare nella capitale tedesca, un riassunto della storia del Muro di Berlino, i migliori quartieri e hotel in cui alloggiare e tante altre informazioni.

Bist du bereit? Auf geht’s! 

I monumenti più belli di Berlino 

Berlino pullula di palazzi storici e musei! La Porta di Brandeburgo, il Palazzo del Reichstag, la East Side Gallery… passeggia per la città e scopri i meravigliosi monumenti berlinesi!

Tra monumenti imperdibili e luoghi insoliti, il tuo soggiorno nella capitale tedesca ti farà dondolare senza sosta tra il passato storico di Berlino e le correnti artistiche contemporanee che invadono gli spazi culturali della città.

Gli appassionati di storia troveranno il modo di arricchire le loro conoscenze grazie ai numerosi monumenti storici sopravvissuti alla guerra o ricostruiti dalla forza , dal coraggio e dall’amore della cultura dei Berlinesi. Tra questi troviamo:

  • La porta di Brandeburgo, simbolo della Germania, la trovate anche stampata sugli euro prodotti in Germania,
  • Il Reichstag, palazzo che ospita il Bundestag, il parlamento tedesco, con la sua cupola impressionante che si staglia a 75 metri d’altezza, 
  • L’East Side Gallery, al contempo luogo di memoria storica e di espressione artistica. Si tratta del tratto di muro più lungo ad essere rimasto in piedi. I blocchi di cemento sono stati ricoperti da murales di artisti provenienti da tutto il mondo,  
  • Il memoriale dell’olocausto, luogo di memoria e di riflessione che si trova vicino alla Porta di Brandeburgo e non lontano dal sito in cui era stato costruito il bunker di Hitler, che è stato poi distrutto per evitare che diventasse un luogo di pellegrinaggio per i suoi simpatizzanti, 
  • La Cattedrale di Berlino, sull’isola dei musei,  
  • Gendarmenmarkt e le sue due cattedrali che si stagliano una di fronte all’altra,
  • Il Castello di Charlottenburg e i suoi giardini che non hanno nulla da invidiare al Castello di Versailles o alla Reggia di Caserta,
  • Lo Stadio Olimpico, in cui si sono svolti i tristemente celebri Giochi Olimpici del 1936, 
  • La Chiesa di San Nicola nel quartiere medievale, il più antico di Berlino, 
  • Fernsehturm e il suo ristorante panoramico che ti permetterà di godere di una vista a 360° su tutta Berlino, 
  • Checkpoint Charlie, antico luogo di passaggio quando Berlino era separata in settori (quattro per la precisione: francese, americano, sovietico e inglese) nel dopoguerra,
  • La prigione della Stasi, che potrai visitare con un antico prigioniero come guida (se parli tedesco). 

Insomma, a Berlino le attrazioni turistiche non mancano, e potrai anche prendere un po’ d’aria fresca nei diversi parchi della città, come ad esempio quello di Friedrichshain, o il Tiergarten o il Tempelhofer Field (un antico aeroporto diventato oggi un parco e uno skate park). 

Se ciò che ti attira di più di Berlino è il suo lato underground, puoi andare a fare un giro a Holzmarkt Pampa, KulturBrauerei o Haus Schwarzenberg, edifici industriali reinventati come bar e spazi culturali, in cui si parla d’arte mentre si beve birra e si mangiano i curry wurst. Se sei stato a Budapest, questi posti ricordano un po’ i cosiddetti ruin bars. 

Infine, arrivata la sera, se sei un amante della musica elettronica ti lascerai di certo tentare dal celebre Berghain, dall Kit Kat Club o dal Watergate (o tutti e tre sei un vero festaiolo e hai deciso di venire a Berlino per un weekend di follie!).

La storia del muro di Berlino

L'East Side Gallery è il tratto più lungo di muro rimasto in piedi. Andare a Berlino senza conoscere la storia del muro significa ignorare una parte fondamentale dell’identità berlinese.

Prima di diventare la Mecca degli appassionati di vita notturna e di musica elettronica, la capitale della Germania è stata la sede principale del movimento nazista e, in seguito, uno dei più importanti punti di frizione tra le due superpotenze mondiali durante la Guerra Fredda. 

La caduta di Hitler e del regime nazista nel maggio 1945 lasciarono Berlino devastata. Ma per la città le sofferenze non erano finite lì. Due superpotenze nacquero alla fine della Seconda Guerra Mondiale: l’URSS e gli USA. E questi due titani non erano di certo pronti a vivere in pace.

La città di Berlino divenne uno dei teatri principali dello scontro tra i due blocchi. Alla fine della guerra, Berlino fu divisa in quattro settori: francese, inglese, americano e sovietico. I tre primi paesi, alleati tra loro, occupavano l’ovest di Berlino, mentre l’URSS occupava la parte est della città.

Una cortina di ferro (espressione impiegata per la prima volta da Winston Churchill) si abbatté sulla città e portò, nel 1949, alla nascita di due Germanie: la Repubblica Federale di Germania (RFG) a ovest e la Repubblica Democratica Tedesca (RDT) ad est.

A quest’epoca, la frontiera tra le due parti era permeabile, e il muro non era ancora stato costruito. Ma, in disaccordo con l’ideologia sovietica e attirati dal boom economico dell’ovest, 3 milioni di berlinesi fuggirono dalla RDT durante gli anni ’50.

Così, nel 1961, l’URSS decide di costruire il muro di Berlino al fine di separare i due territori e impedire l’esodo. Questo muro rimase in piedi per 28 anni, separando amici e famiglie (in alcuni tratti tagliava in due piazze e addirittura abitazioni). Su una tratta di 130km barricate, torri di osservazione e blockhaus impedivano ogni passaggio non autorizzato tra Berlino ovest e Berlino est. 

Tuttavia, circa 5.000 persone, secondo le stime, sarebbero riuscite a raggiungere la RFT scavando tunnel, nascondendosi in valigie e con altri mezzi. Purtroppo un’ottantina di persone persero la vita nel tentativo di valicare il muro.

La demolizione del muro inizia dà il via al disgelo nel 1989, e la Germania viene riunificata un anno più tardi. Ma ancora oggi alcuni tratti di muro rimangono in piedi per ricordare cosa significa perdere  l’autonomia e la libertà.

Quanto costa organizzare un soggiorno a Berlino? 

Tieni a mente che Berlino, anche se meno cara di Londra e Parigi, è comunque una capitale! Calcola bene il budget per poter partire a Berlino in tutta serenità.

Per andare a Berlino, dovrai mettere in conto il prezzo del viaggio. In generale, i biglietti aerei vanno dai 30 ai 120€, in funzione della città di partenza e del periodo.

Non esitare a usare siti che comparano i prezzi dei voli, come ad esempio Skyscanner, per trovare il meno caro. Molte compagnie aeree low-cost come Easyjet e Ryanair connettono le città italiane alla capitale tedesca.

Puoi anche optare per l’opzione bus, a condizione di non abitare troppo lontano dalla frontiera tedesca (lo sconsigliamo ai nostri lettori siciliani o calabresi data la lunghezza del viaggio), e, anche in questo caso, niente ti assicura di pagare di meno e il viaggio durerà un bel po’ (più di 10 ore probabimente, senza spendere sotto i 100€). Se pensi di restare a Berlino per un weekend, ti sconsigliamo vivamente questa opzione.

Il livello di vita in Germania e a Berlino è più alto di quello italiano, ma Berlino rimane una delle grandi città tedesche meno care per molti aspetti, come il mangiare. Si tratta però pur sempre di una capitale, quindi prevedi un certo budget. 

Ovviamente, il costo del tuo weekend a Berlino può essere più o meno alto a seconda del tuo modo di viaggiare. 

Per esempio, se scegli di partire a Berlino da Roma e di alloggiare in un albergo a tre stelle, 3 giorni in loco ti costeranno circa 450€. 

Ovviamente puoi spendere molto meno cercando voli low-cost,  prenotandoli con largo anticipo e dormendo in un ostello o affittando una camera in un appartamento.

Gli alloggi della capitale tedesca 

Berlino dispone di una rete molto efficiente di trasporti. Ricorda di verificare se l’alloggio che hai scelto è ben connesso alle principali attrazioni turistiche!

In quanto capitale, Berlino possiede numerosi tipi di alloggi più o meno cari. Scegli quello più adatto al tuo budget e ai tuoi gusti per goderti al meglio la città dei cento villaggi. 

Dovrai scegliere tra i diversi quartieri della città, ognuno dei quali offre vantaggi diversi. Attenzione: i trasporti in comune sono abbastanza cari a Berlino e guai a non pagare il biglietto — i controllori in civile sorvegliano spesso i vagoni della metropolitana e gli autobus!

Ecco i quartieri in cui ti consigliamo di soggiornare:

  • Mitte, quartiere centrale e turistico di Berlino. Ideale se vuoi vedere le attrazioni principali della capitale spostandoti a piedi,
  • Kreuzberg, quartiere hipster di Berlino. Non è lontano dal centro, anche se rischi di dover utilizzare la metro per qualche fermata, 
  • Friedrichshain, il quartiere dei festaioli, ideale se sei venuto a Berlino per vivere la notte, 
  • Neukölln, il nuovo quartiere di tendenza, non lontano da Kreuzberg. È un po’ lontano dalle attrazioni turistiche principali, ma i prezzi rimangono abbordabili.

In seguito, in funzione del tuo budget, potrai scegliere se riservare una camera d’hotel, un posto-letto in un ostello, una stanza libera in un appartamento berlinese o un appartamento privato su Airbnb. 

Un hotel a Berlino costa in media tra i 40 e i 150€ a notte, a seconda della formula che scegli e del quartiere. Ad esempio, vicino a Tempelhof, potete trovare una stanza intorno ai 40€ a notte, mentre se preferite Mitte o i dintorni di Alexanderplatz pagherete probabilmente più di 70€ a notte.

Negli ostelli della gioventù, ci vorranno all’incirca una decina di euri per un letto in un dormitorio con bagno condiviso. Vi consigliamo vivamente il Three Litttle Pigs, situato a Kreuzberg, dove potrete dormire per 15€ a notte.

Anche il coachsurfing è abbastanza comune a Berlino. Questo servizio ti permette di alloggiare direttamente a casa dell’abitante gratuitamente. Certo, probabilmente non disporrai di una camera tutta tua e dipenderai dagli spostamenti del tuo ospite, ma si tratta di un eccellente mezzo per incontrare berlinesi e vivere i lati più autentici della città.   

Su Airbnb, puoi trovare una stanza in un appartamento già abitato o prenotare un appartamento intero. Le tariffe variano molto a seconda del periodo, della posizione dell’appartamento e della qualità. Pensa a prenotare in anticipo per godere delle migliori tariffe. 

Allora, sei pronto a partire in una delle città più stimolanti al mondo per scoprire tutti i suoi segreti e le sue meraviglie? 

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar