L’importanza dei compiti a casa non pone dubbi, in Italia. Insegnanti, genitori ed alunni sanno che si tratta di una parte assai rilevante della preparazione per tutta la durata della scuola media.

Se in classe le nozioni ed i concetti, le teorie e gli esercizi vengono presentati, illustrati e spiegati con esempi, è a casa che il grosso del lavoro va svolto. In solitudine, ogni ragazzo torna su quanto ascoltato in classe: rilegge, sottolinea, analizza, ripete, applica.

Questo lavoro solitario è parte integrante dell’esperienza scolastica. Serve un tempo silenzioso e individuale per lasciare sedimentare le cose.

I migliori insegnanti di Aiuto compiti disponibili
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (37 Commenti)
Daniele
15€
/h
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Prima lezione offerta!
Marianna
5
5 (5 Commenti)
Marianna
19€
/h
Prima lezione offerta!
Paolo
4,9
4,9 (8 Commenti)
Paolo
22€
/h
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (37 Commenti)
Daniele
15€
/h
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Prima lezione offerta!
Marianna
5
5 (5 Commenti)
Marianna
19€
/h
Prima lezione offerta!
Paolo
4,9
4,9 (8 Commenti)
Paolo
22€
/h
1a lezione offerta>

Le sfide della seconda media?

La seconda media, a differenza della prima, vede già i ragazzini a loro agio con:

  • luoghi,
  • compagni,
  • insegnanti,
  • maniere di interloquire coi professori,
  • compiti in classe ed interrogazioni,
  • proprie doti, carenze e modi per gestirle bilanciandole.

In prima, i ragazzini hanno avuto modo di capire cosa la scuola chiede loro. Hanno selezionato gli amici. Scoperto come evitare guai e problemi.

In seconda media, la sfida è diversa. I programmi si allontanano finalmente da quelli svolti alle elementari. Qualche nodo viene al pettine; ove sussistano carenze nelle materie fondamentali, le cose si complicano un po’.

Le relazioni amicali coinvolgono di più ed anche l’impegno richiesto nello studio è maggiore.

 

Ognuno deve trovare il proprio metodo per studiare, fare i compiti e ripassare
Tanti libri tutti assieme ti spaventano? Prendine uno alla volta!

Gli insegnanti serrano il ritmo ed il livello delle spiegazioni. I compiti assegnati sono ampi e numerosi: ricerche, laboratori, approfondimenti, componimenti creativi, più ore nelle materie scientifiche (dall’informatica alle scienze, passando per l’aritmetica con le espressioni a tre parentesi)!

Che dire delle attività extra-curricolari? Strumento musicale, corso di teatro, fotografia, dizione, nuoto, sci…?

Tutto avviene gradualmente: in prima, stasi. In seconda, esplosione. In terza, calma prima della tempesta finale (gli esami)!

In seconda media, si studia davvero molto e fino a tarda sera (soprattutto senza un aiuto-compiti).

Prima media: l’aiuto è fondamentale per partire con il piede giusto!

Svolgere i compiti di seconda media?

Ogni alunno di seconda deve saper gestire bene il suo tempo. Non tutte le materie sono in programma ogni giorno. Ma è anche sconsigliato di lasciar accumulare compiti e spiegazioni.

Ogni lezione orale dovrà essere quantomeno “guardata” il pomeriggio stesso, a seguito della spiegazione avvenuta in classe, pena la perdita di informazioni e comprensione.

Appunti

Se l’insegnante ha dettato qualcosa: definizioni, schemi per punti, etc., è opportuno ricopiare o rileggere il tutto quanto prima (anche a scuola stessa). Si eviterà di non capire più cosa si fosse scritto quel dato giorno, in brutta calligrafia a molti giorni dall’avvenuta lezione.

Ricopiando, si corrobora il senso logico degli appunti, a condizione di non pensare ad altro nel frattempo, eseguendo una bella copia passivamente.

Alcune persone si trovano meglio evidenziando a colori gli appunti durante la rilettura (parole chiave, concetti principali, non tutto!).

 

Prevedi un tempo da trascorrere senza apparati elettronici; sarà tutto tempo guadagnato.
Tenere tablet e smartphone accanto rischia di distrarre dallo studio!

Si possono inoltre redigere degli appunti per allenarsi a ripetere: si sintetizza una pagina del libro o si crea uno schema riassuntivo a partire dagli appunti presi a scuola. Si inizia a ripetere guardando sempre meno gli appunti, fino ad affrancarsene.

Quale aiuto per l’ultimo anno delle medie?

Materie orali

In seconda media ci si aspetta che ogni alunno sappia riassumere, sintetizzare, raccontare ed arricchire un testo, parlando a braccio.

Ovviamente, ciò avviene se ogni giorno ci si dedica a leggere e ripetere ad alta voce almeno tre volte la lezione o il capitolo assegnati.

Ogni ragazzo, ormai, è in grado di sapere se ha ripetuto in modo soddisfacente una lezione: voce diaframmatica bene impostata, poche pause, rispetto di uno schema per punti (più che di un riassunto esteso).  A nulla vale copiare o riassumere per iscritto un capitolo, pensando ad altro o ascoltando la musica.

Ecco un modus operandi che ti suggeriamo:

  • sottolineare il testo del libro,
  • reperire delle parole chiave,
  • redigere uno schema (dapprima più ampio, poi in versione più ridotta),
  • tentare di costruire un discorso guardando ogni punto/parola chiave.

Una volta provato il discorso, si tenterà di ripeterlo in modo simile (ma non per forza identico, attenzione!), almeno tre volte (almeno!).

L’aiuto-compiti, in questo caso, può arrivare anche da un parente che formuli domande. Le risposte, nell’insieme, costituiranno il testo del discorso.

Alcuni ragazzi, in seconda media, sanno già “aiutarsi da soli”: per ripetere una lezione orale, formulano le domande cui rispondere e il gioco è fatto. In altri casi, si può ricorrere ad un insegnante privato che eserciti questa funzione maieutica.

Tuo figlio ha già scelto a quale scuola superiore iscriversi?

Gli esercizi scritti

Certe materie, come la matematica e tutte le sue sotto specializzazioni, necessitano naturalmente di carta e penna a volontà!

E i pomeriggi diventano sempre più un inferno, se non si è in grado di organizzarsi.
Tra matematica, disegno, storia e italiano, in seconda media, le materie sono molte!

 

Rientrato a casa dopo una lezione di matematica cerca sempre di:

  • rileggere gli appunti,
  • verificare che non manchi nulla e correggere eventuali sviste (anche con l’aiuto del libro di testo, di appunti dei compagni o cercando materiale online),
  • ricopiare gli appunti anche diverse volte (in questo caso sì! La memoria visiva è utilissima in matematica e riscrivere operazioni e svolgimenti aiuta il cervello a fissare bene fasi e regole),
  • evidenziare ed aggiungere frecce, cerchiature e sottolineature negli appunti e sul libro, per afferrare meglio i nessi di causa ed effetto.

Procedi, poi, con la soluzione degli esercizi. Ti hanno lasciato espressioni, problemi, operazioni da risolvere? Prova subito. Se avanzi speditamente puoi anche cercare altri esercizi online, giusto per oliare meglio gli ingranaggi. Se non riesci a trovare la soluzione, invece corri ai ripari:

  • rileggi la spiegazione teorica su libro e quaderno,
  • chiedi aiuto ad un adulto,
  • contatta un compagno,
  • cerca online il procedimento (non solo il risultato!),
  • valuta se rivolgerti ad un insegnante per l’aiuto-compiti in modo continuativo.

Oltre al quaderno di scuola, crea une eserciziario a parte, su cui annotare prove supplementari ed esercizi di tua scelta. (Nulla ti impedisce di portarlo a scuola per mostrarlo al prof, se lo ritieni opportuno).

Il triennio: come affrontare al meglio le superiori?

I migliori insegnanti di Aiuto compiti disponibili
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (37 Commenti)
Daniele
15€
/h
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Prima lezione offerta!
Marianna
5
5 (5 Commenti)
Marianna
19€
/h
Prima lezione offerta!
Paolo
4,9
4,9 (8 Commenti)
Paolo
22€
/h
Prima lezione offerta!
Riccardo
5
5 (29 Commenti)
Riccardo
25€
/h
Prima lezione offerta!
Giulia
5
5 (13 Commenti)
Giulia
13€
/h
Prima lezione offerta!
Frank
5
5 (16 Commenti)
Frank
15€
/h
Prima lezione offerta!
Filippo
5
5 (27 Commenti)
Filippo
30€
/h
Prima lezione offerta!
Daniele
5
5 (37 Commenti)
Daniele
15€
/h
Prima lezione offerta!
Santiago
5
5 (8 Commenti)
Santiago
20€
/h
Prima lezione offerta!
Marianna
5
5 (5 Commenti)
Marianna
19€
/h
Prima lezione offerta!
Paolo
4,9
4,9 (8 Commenti)
Paolo
22€
/h
1a lezione offerta>

L’italiano di seconda media

In seconda media, quando ormai si posseggono bene i fondamenti della lingua italiana ci si allena ad adoperarla con agio ed automatismo.

Ci si addentra nell’analisi logica, spessissimo già scoperta fin dalle elementari.

L’analisi grammaticale non viene di certo abbandonata. Si procede, anzi, per analogie.

Poco alla volta, i diversi complementi e predicati compaiono, a far luce sulle costruzioni della lingua di Dante.

Le “pietre miliari” del programma di italiano generalmente svolto in seconda media sono:

  • soggetto e predicato,
  • predicato verbale e predicato nominale,
  • preposizioni,
  • complemento oggetto,
  • complemento di specificazione,
  • complemento di termine,
  • complemento di luogo

Scuole medie e scuole superiori: la guida completa!

Sebbene molti maestri della scuola elementare amino anticipare certi punti nodali del programma di italiano, in seconda media si lavora e ci esercita parecchio su:

  • frasi minime ed espansioni,
  • il riconoscimento dei vari predicati e complementi,
  • le coniugazioni
  • le specificità dei verbi essere ed avere.

Dando uno sguardo a questi punti si capisce su cosa ogni ragazzino possa e debba lavorare.

In mancanza di tempo, si potrà chiedere ad un insegnante privato del doposcuola di fornirgli un aiuto-compiti, ma solo ove l’alunno mostri qualche difficoltà.

La matematica in seconda media

In seconda media, a volte, la matematica appare insormontabile.

È per questa materia che spesso i genitori ricorrono all’aiuto esterno per i compiti a casa, ingaggiando un insegnante privato a domicilio (come quelli iscritti alla piattaforma di Superprof).

Le fondamenta aritmetiche, in effetti, dovrebbero già essere state edificate, fin dalla prima elementare.

I ragazzi che le posseggono procederanno senza tragedie. Gli altri potranno iniziare a mettersi le mani nei capelli.

 

L'anno centrale della scuola media è veramente interessante quanto a discipline ed argomenti.
Quali sono i temi che affronterai durante la seconda media?

Prendiamo le frazioni: sono un argomento chiave, in seconda media. Non compaiono dal nulla, essendo già state presentate alla scuola elementare e riprese in prima media. Tuttavia, è ora il momento di farne un uso rilevante, soprattutto per la risoluzione dei classici problemi di aritmetica assegnati in seconda come compiti a casa.

Numeratore, denominatore, operazione tra frazioni, semplificazione delle frazioni e addirittura potenza di frazioni: sono questi i temi clou della seconda media. Ma se manca qualche base?

Un programma di matematica apparentemente circoscritto, in effetti, chiama in causa i classici:

Tabelline, in primis! Metodi di calcolo breve, lungo, mentale, in secundis!

La geometria, dal canto suo, avanza parallelamente. Si riprendono concetti base, ancora una volta, e se ne aggiungono di nuovi:

  • retta,
  • segmento,
  • piano e retta,
  • dimensioni (altezza, lunghezza, larghezza),
  • retta geometrica e punto geometrico
  • somma di segmenti,
  • rettangolo,
  • triangolo,
  • quadrato,
  • perimetro e superficie delle tre principali figure piane.

In assenza di buone basi si può contattare un aiuto-compiti a pagamento, oppure rimboccarsi le maniche e recuperare un po’.

L’inglese in seconda media

Oggi l’inglese appare fin dall’asilo, nella vita degli scolari.

Alle medie, sono molti a masticare l’inglese dei video-game, delle serie tv, di internet e del pc.

E poi, le famiglie oggi investono molto nelle lezioni private di inglese.

Non è solo il rock, ormai, a far scoprire l’inglese agli italiani. In seconda media, molti conoscono già bene:

  • vocaboli,
  • short senteces,
  • nomi, pronomi, articoli, aggettivi,
  • coniugazioni dei verbi principali (to be, to have, to can, to go…).

Ed il programma di seconda prevede infatti degli approfondimenti:

  • la ing- form,
  • il passato remoto,
  • il paradigma,
  • il futuro.

Già dalla prima media, di alcuni verbi si sanno anche:

  • forma interrogativa,
  • forma negativa,
  • forma contratta.

Nei compiti scritti di inglese, gli insegnanti si aspettano una certa padronanza della sintassi, della grammatica, dell’ortografia. Ma tutto dipende dal passato scolastico di ognuno.

Correre ai ripari è sempre possibile, tramite l’aiuto-compiti di inglese una volta alla settimana o nel week end.

Conta molto la frequenza con cui l’inglese è preso in mano, in fin dei conti.

Ragazzi e genitori accettano di buon grado di ingaggiare un insegnante privato, poiché la cosa appare meno stigmatizzante rispetto al fatto di prendere lezioni d’italiano!

Il dopo-scuola in inglese è colto come un’opportunità in più, una fortuna, rispetto ad altri compagni che non possono usufruirne. L’aiuto-compiti di inglese è assai di tendenza, insomma, e consente di

  • scoprire ed applicare nuove regole linguistiche,
  • riuscire a comporre in inglese,
  • allenarsi della comprensione orale e scritta,
  • esercitare l’espressione orale.

Si tratta di un investimento per il futuro, un modo di portarsi avanti e non solo un “correre ai ripari” rispetto a compiti ed interrogazioni del giorno dopo.

Bisogno di un insegnante di Aiuto compiti?

Ti è piaciuto l'articolo?

5,00/5 - 1 vote(s)
Loading...

Charlotte

Lettrice plurilingue, appassionata di entomologia e robotica.