Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Lezioni di batteria e di cinema!

Di Igor, pubblicato il 30/09/2019 Blog > Musica > Batteria > I film da Conoscere per un Corso di Batteria

“Quando sono sul palco, voglio soprattutto suonare ciò che vedo e ciò che sento in quel momento. […] Per me esibirmi sul palco è la mia religione, e quando sono lì, mi do davvero tutto. Roy Haynes

Sapevi che un sound abbastanza simile della batteria è stato utilizzato in molte pellicole?

Billie Jean, Eye of the Tiger, Stayin ‘Alive, September, ma anche Baby One More Time o Rolling in the Deep, hanno tutti lo stesso ritmo di batteria in comune.

Conoscerai ovviamente un sacco di film in cui queste canzoni sono state usate, ma sei in grado di citare alcuni film che mettono in scena una batteria?

No?

Film d’azione, film francesi, thriller o dramma, le percussioni fanno giustamente parte del suono di un film. La musica è parte integrante del cinema e tutti i film hanno un trailer accompagnato da un pezzo. Tarantino, Hitchcock, Almodovar, in tutti i loro grandi film, la musica è chiaramente un elemento riconoscibile.

Ma i film che strumenti da palcoscenico sono più rari, soprattutto quando si tratta di batteria, eterna custode del retro del palco.

The Gene Krupa Story

Regista: Don Weis

Data di uscita: 1959

Genere: Dramma / Commedia

Attori principali: Sal Mineo, Yvonne Craig, Susan Darren, Susan Kohner

Trama:

Non occorre che presentiamo il grande batterista jazz Gene Krupa! Vedere il film è un po’ tuffarsi nella sua vita con questo film biografico.

Unendo allo stesso tempo comicità, romanticismo e drammaticità, il film racconta la vita di Gene Krupa, divisa tra il suo desiderio di successo e il suo amore per la marijuana.

Il padre di Gene Krupa non voleva che suo figlio suonasse la batteria, nonostante il suo innegabile talento. Tuttavia, Gene Krupa suona comunque e incontra sua moglie durante un’esibizione in un bar.

Ma alla morte di suo padre, segue il percorso che desiderava per lui e inizia i suoi studi religiosi. Nel frattempo, la sua passione per la musica lo rapisce rapidamente.

Gene Krupa è parte della storia della batteria!

Chi è il più grande batterista, l'eroe di un film? I migliori film sono storie vere?

Preso tra due fuochi, il suo impegno per la Chiesa e il suo desiderio di diventare un batterista, il suo consigliere gli chiede di scegliere ascoltando i propri desideri e non quelli del suo defunto padre.

Alla fine il successo arriva e con lui anche tutti i lati negativi. Il consumo di alcol e la sua infedeltà danno una botta al suo rapporto personale…

Il film termina comunque in modo positivo, soprattutto considerando che alla fine lui e sua moglie si risposarono qualche anno dopo.

Wayne’s World

Regista: Penelope Spheeris

Data di uscita: 1992

Genere: commedia

Cast principale: Mike Myers, Dana Carvey, Rob Lowe

Trama:

Ordina al tuo cervello di guardare questo film, nella stessa maniera di Scemo e più scemo, con umorismo assurdo. Ma sai come si dice:

“Analizzare l’umorismo è come sezionare una rana. Poche persone sono interessate e la rana muore grazie alla dissezione.” E.B. Bianco

Garth e Wayne tengono uno spettacolo nella periferia di Chicago. Un produttore televisivo locale capita nel loro show e li assume.

Allo stesso tempo, Wayne si innamora di Cassandra, bassista di una band hard rock, ma ben presto si ritrova in un triangolo amoroso e dovrà lottare per lei.

Le percussioni sono usate nel film come strumento liberatore dei sentimenti di Garth, il timido del duo. Viene trasportato sul palco dalla magia del cinema.

Lungi dall’essere un buon film e dal far parte dell’Olimpo di successi americani, è un piacevole filmetto che mostra qualche scena in cui la batteria resta sulla scena illuminando in maniera limpida la trama e accompagnando lo spettatore. Aspetto che è necessario per qualsiasi pezzo di rock o jazz.

L’uomo dal braccio d’oro

Regista: Otto Preminger

Data di uscita: 1956

Genere: Drammatico

Attori principali: Frank Sinatra, Kim Novak, Eleanor Parker, Darren McGavin

Trama:

Tratto dall’omonimo libro, questo film è particolarmente noto per i suoi poster realizzati dal graphic designer Saul Bass e per la colonna sonora di Elmer Bernstein. Questo film segna allo stesso tempo un nuovo modo di usare il jazz nel cinema.

Frankie Machine, interpretato da Frank Sinatra, ritorna a Chicago dopo un periodo di riabilitazione. Per non ricadere nella rete dei suoi vecchi demoni, inizia a suonare la batteria jazz.

Sfortunatamente, il suo periodo detox è di breve durata e totalmente drogato va a un provino.

La scena della sua esibizione fallimentare è leggendaria, in quanto il gioco del batterista rappresenta un riflesso del suo caos interno. Le note false, il ritmo sbagliato e la goffaggine del batterista creano nonostante tutto il suo gioco futuro, trasportandoci nell’oscurità dei suoi pensieri.

È il batterista jazz Shelly Manne che suona come stunt-man di Sinatra.

Per l’aneddoto, questo è il primo film di Hollywood ad affrontare apertamente il problema delle droghe e degli effetti causati da esse.

Spinal Tap

Qual è il film più grande sulla batteria? Un documentario falso che sembra così reale!

Regista: Rob Reiner

Data di uscita: 1984

Genere: Documentario musicale / parodia

Cast principale: Rob Reiner, Christopher McKean, Christopher Guest

Trama:

Spinal Tap è un finto documentario rock’n’roll su una falsa band heavy metal.

Il gruppo ritorna con un finto tour del 1982 con tutte le abitudini e i costumi del rock.

L’ossessione per la tecnica, la pretesa culturale, il look chip, l’ego sproporzionato, la tentazione demoniaca, l’astrologia, tutti i cliché effettivamente ci sono, ma rimangono sempre tuttavia plausibili.

Tutto è fatto sul serio, i fatti vengono a malapena esagerati. Ogni scena risulta esilarante, perché sembra così vera, anche se vista e ascoltata dozzine di volte.

Uno dei batteristi di Spinal Tap, ad esempio, racconta una disavventura che gli è successa: narra di essede salito durante uno spettacolo sulla sua batteria, che è crollata sotto il suo peso. La sequenza richiama l’offerta e il gusto per ciò che è spettacolare nel rock, a volte a scapito della qualità del suono.

Un top di gamma: Whiplash

Regista: Damien Chazelle

Data di uscita: 2014

Genere: Drammatico

Attori principali: J.K Simmons, Miles Teller, Melissa Benoist, Paul Reiser

Trama:

Se c’è un film dedicato alla batteria, è questo!

Intenso come un eccellente assolo di batteria, il film è un vero momento del cinema. Le percussioni sono al centro del film che tratta della relazione tossica tra un giovane batterista e il suo insegnante, intransigente e crudele.

Volendo diventare il nuovo Buddy Rich, lo studente subisce umiliazioni, manipolazioni psicologiche e… lanci di piatti.

Un vero batterista si renderà conto ovviamente degli errori commessi e li sottolineerà (si sente un piatto quando si colpisce un rullante, in generale c’è un cattivo montaggio della batteria…).

La violenza psicologica contrasta con l’universo normalmente rilassato della batteria.

Alcune scene sono spinte all’estremo, incluso il sanguinamento del batterista principiante, legato al suo eccessivo allenamento. In realtà, è improbabile che ciò possa davvero accadere. Delle vesciche invece, sì, possono venire, fino a quando il palmo della mano diventa più ruvido.

Gli attori suonano davvero lo strumento? Whiplash è un film horror? Se ci mettiamo al posto del giovane batterista, forse sì…

Birdman

Regista: Alejandro González Iñárritu

Data di uscita: 2014

Genere: commedia drammatica

Attori principali: Michael Keaton, Edward Norton, Emma Stone, Zach Galifianakis, Naomi Watts

Trama:

Birdman è un film portato dalla sua colonna sonora. Se il film non ha nulla a che fare con la batteria, è lo strumento che rende tutta l’ingegnosità della trama.

Le passeggiate disperate di Michael Keaton sono evidenziate dalle bacchette e dalle spazzole di Antonio Sanchez, solo al comando della colonna sonora.

Ancora abitato dal ruolo che lo ha reso famoso, il personaggio principale del film vuole lanciare un adattamento di Broadway di un racconto.

La batteria, anche invisibile, è chiaramente al centro del film, che non avrebbe riscosso un tale successo senza i suoi tintinnii di piatti, i suoi ritmi di grancassa e fuga verso il rullante.

A Damsel in Distress – Una magnifica avventura

Regista: George Stevens

Data di uscita: 1938

Genere: commedia romantica

Attori principali: Fred Astaire, Joan Fontaine, George Burns, Gracie Allen

Perché guardare film alla batteria? Il film è una storia d’amore, scandita dalla danza.

Trama:

Fred Astaire gira il suo primo film senza Ginger Rogers, la sua partner di sempre, il duetto inizia a stancare il pubblico. Sfortunatamente, il suo nuovo partner non ha il talento della ballerina Ginger Rogers o Rita Hayworth ed è solo lui che realizza i suoi giochi di tip tap.

Il film è una storia d’amore in cui il personaggio di Fred Astaire e quello di Joan Fontaine si innamorano nonostante le insidie ​​seminate dal maggiordomo e dalla zia di Joan Fontaine.

Fred Astaire usa le bacchette, oltre ai suoi piedi, per una brillante dimostrazione coreografica.

La batteria si trova invece al fondo della scena e non costituisce l’essenziale della performance della ballerina, nonostante una presenza indispensabile.

Definizioni da “film sulla batteria”

Cos’è un accento intensivo nella musica?

È un elemento che indica che una nota viene suonata molto più forte delle altre. Si indica per esempio con una freccia che punta a destra al di sopra della nota.

Cosa sono le spazzole?

Sostituiscono le bacchette a volte e sono fatte di solito di sottili fili di nylon legato all’estremità di una bacchetta di plastica. Sono molto usati nel jazz e attenuano il suono della batteria.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar