Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Corsi di batteria per diventare batteristi con i nomi più grandi!

Di Igor, pubblicato il 27/09/2019 Blog > Musica > Batteria > Lezioni di Batteria: i 12 Batteristi più Importanti

“Il batterista è l’intera macchina: il conducente, il motore, quello che prende le decisioni … Se il batterista si ferma, si ferma TUTTO! »Bernard Purdie

Il batterista è sicuramente il membro più importante di una band. Custode del ritmo, virtuoso dell’improvvisazione e talvolta solista , il batterista viene spesso messo in secondo piano.

Facciamo un piccolo test: sai chi è il batterista degli U2, dei Police o dei Coldplay?

Eppure saprai senza dubbio dirmi che Bono è il leader, cantante e chitarrista degli U2, Sting, il cantante dei Police e Chris Martin quello dei Coldplay.

Spesso il ruolo del batterista è considerato marginale, ma non è affatto così! Restituiamo ai batteristi il loro ruolo sul palco, anche se sono nascosti dietro i loro tom, la loro grancassa e il loro rullante!

John Bonham, un esempio fondamentale

John Bonham è sicuramente il batterista più imitato e amato di tutti i tempi. Ha partecipato grandemente al successo del suo gruppo, i Led Zeppelin, facendolo diventare una tra le rock band più conosciute di sempre. John Bonham ha una tecnica incredibile, oltre a essere incredibilmente potente. Può in apparenza andare in tutte le direzioni, sempre mantenendo il perfetto controllo del pezzo. Il suo senso del groove è consolidato e i suoi assoli sono tra i più famosi al mondo, come quello di Moby Dick.

John Bonham ha iniziato come percussionista in tenera età suonando pentole e padelle con bastoncini fatti in casa, imitando i suoi idoli Buddy Rich e Gene Krupa.

Bonzo, come era chiamato da tutti, morì giovane, a soli 32 anni, dopo 12 anni di militanza nei Led Zeppelin. Bonzo, come era chiamato da tutti, morì giovane, a soli 32 anni, dopo 12 anni di militanza nei Led Zeppelin.

Keith Moon, l’energico

Chiamato Moon the Loon, l’iconico batterista degli Who, era eccentrico e autodistruttivo. Conosciuto tanto per i suoi eccessi quanto per il suo suono tecnico e anarchico, si è sempre mosso dietro una batteria gigantesca con tom dappertutto, e il suo stile è davvero inconfondibile.

Il suo ruolo nel gotha dei batteristi è ben consolidato: ha infatti ottenuto il suo posto nei The Who rompendo la grancassa del batterista precedente, perché suonava molto più forte! Innovativo ed esuberante, è anche noto per le immersioni in piscina al volante di un’auto! Il suo stile energico non è mai stato eguagliato dai suoi successori nei The Who dopo la sua morte.

Joey Jordison, il numero 1

Batterista metal nella band degli Slipknot, è considerato da molti il ​​miglior batterista del mondo, anche se è una questione un pò discutibile. Ha anche suonato in altri gruppi, nei  Metallica, nei Korn e per Rob Zombie. Soprannominato Cactus Eater, è il leader  della sua band, gli Slipknot, perché è il primo a provare e a salire sul palco. Deve portare tutto sulle sue spalle: anche quando il basso e la chitarra elettrica non suonano, la batteria deve essere sempre attiva e funzionante.

Un giornalista una volta gli ha chiesto cosa ne pensasse di questo suo primeggiare, e ,lui ha risposto modestamente:

“Davvero non so cosa dirti. Mi ricorda ogni giorno perché faccio quello che faccio. “

Il suo virtuosismo e la sua forza lo rendono un batterista essenziale, e nel tempo ha avuto modo di rifarsi su tutti quei musicisti che lo prendevano in giro alla scuola di musica a causa delle sue piccole dimensioni (1,60 m di altezza).

Dave Lombardo, il solco del metallo

Il metal richiede un batterista esigente e veloce. Il metal richiede un batterista esigente e veloce.

Dave Lombardo è il batterista degli Slayer, una band trash metal con accenti punk. È uno dei pochi batteristi metal a sapere come combinare efficacemente violenza, tecnica e groove.

È autore di complicati assoli che devono essere ascoltati più volte prima di essere comprensi, ma porta anche, contro ogni aspettativa, un elemento danzereccio ad alcuni pezzi del gruppo. È anche molto veloce nel maneggiare il contrabbasso.

Ex fattorino di pizze, si è allenato da solo alla batteria da autodidatta, e ha oltre 30 album all’attivo.

Per la cronaca, è un mancino che suona con una batteria per destrimani.

Buddy Rich, il jazzista autodidatta

Non dobbiamo dimenticare i batteristi jazz che hanno fornito le basi alla tecnica della batteria. Buddy Rich è uno dei precursori assoluti,  con tecnica, potenza, velocità e capacità di improvvisare fuori dal comune per l’epoca.

Per molti Buddy Rich è il migliore. Perché? Perché è un precursore degli assoli di batteria ed è mostruoso nel ritmo!

Buddy Rich assiste al debutto di Frank Sinatra, registrando al fianco di Nat King Cole e va in tournée con Oscar Peterson, per citarne solamente alcuni. È anche noto per i suoi arrangiamenti in West Side Story.

Era anche noto per il suo lato esplosivo, soprattutto come capogruppo.

Travis Barker, l’originale

Membro della band dei Blink 182, Travis Barker è un batterista frenetico ed energico, ma è anche noto per il suo aspetto particolare: Travis ha infatti tatuaggi su tutto il corpo.

Sua madre gli ha comprato i suoi primi tamburi all’età di 4 anni e Travis Barker ha iniziato le sue prime lezioni di musica con un insegnante di jazz.

Ha la particolarità di non essere bloccato in uno stile rock ma partecipa a molti progetti con vari stili musicali: hip hop, punk rock, rock alternativo, pop, rap e persino musica country.

Per la cronaca, è uno dei due soli sopravvissuti allo schianto di un jet privato nel 2008. È stato anche insegnante di batteria di Rihanna nel 2010.

Chad Smith, il batterista

Chad Smith è il famoso batterista dei Red Hot Chili Peppers dal 1988. Genio del groove, ha spinto il gruppo nel leggendario pantheon dell’hard rock.

La sua audizione nella band fu strana, dato che il cantante Anthony Kiedis gli disse di “seguirlo” ancor prima di ascoltarlo!

Chad Smith è potentissimo e mostra tutto la sua bravura mentre si rivolge follemente agli altri membri del gruppo … esilarante! Chad Smith dice:

“Così sono arrivato con le mie casse e ho deciso di mettercela tutta. Quando ho finito di suonare, erano piegati a terra dalle risate. Pensavo di dover fare i bagagli e tornare a casa. Ma alla fine mi hanno preso. “

Il fatto è che i membri del gruppo sono rimasti davvero colpiti da questo batterista muscoloso, peloso e potente.

Chad Smith è pazzo come il resto del gruppo! Chad Smith è pazzo come il resto del gruppo!

Gene Krupa, il direttore batterista

Nato nell’anno dell’invenzione del pedale per grancassa (1909), Gene Krupa iniziò a lavorare in un negozio di musica all’età di 9 anni. Cominciò a suonare il sassofono a scuola, ma si dedica  alla batteria all’età di 11 anni perché era lo strumento più economico a quei tempi. Gene Krupa è considerato il primo batterista solista nella storia della batteria. Ha influenzato molti batteristi e il suo set è diventato il riferimento per la creazione di tamburi moderni.

La sua velocità (alternando la mano destra alla sinistra) è sorprendente ed è stato anche in grado di costruire melodie sui tom.

Ginger Baker, l’influencer

Primo ad usare una doppia cassa, Ginger Baker ha suonato nei Cream insieme a Eric Clapton. Molto tecnico, con influenze africane, propose uno stile molto innovativo per il tempo. Batterista jazz e blues rock, Ginger Baker ha influenzato tutti i batteristi del mondo ed è stato il più influente degli anni ’60.

Ha anche mostrato incredibili qualità da showman.

Stewart Copeland, una mano di ferro in un guanto di pelle

Negli anni ’70, tutti i batteristi punk suonavano velocemente e duramente. Stewart Copeland ha incorporato un suono nuovo con finezza, influenze reggae all’interno del gruppo The Police. Ma ciò non gli ha impedito di avere un colpo potente, nervoso e particolare.

“Di recente ho scoperto qualcosa sulla batteria: non importa quanto fossi critico, quanto mi sono distrutto, non mi interessa. […] Almeno, ho provato a fare qualcosa, a giocare con le mie viscere, ad andare senza moderazione. “

La sua inventiva non ha limiti!

Mike Portnoy, un batterista noto per la sua creatività

Nato il 20 aprile 1967 a Long Beach, Mike Portnoy, il cui vero nome è Michael Stephen Portnoy, è un famoso batterista americano. È particolarmente famoso per il suo ruolo nella band progressive metal dei Dream Theater, che ha ricoperto dal 1985 al 2010. Ora è il batterista di diverse band come Flying Colours, Adrenaline Mob o The Winery Dogs con i musicisti Billy Sheehan e Richie Kotzen.

Considerato il miglior batterista rock progressivo dalla rivista Modern Drummer, è una delle grandi figure metal.

È anche noto per aver realizzato video educativi sulla batteria per principianti. Cosa c’è di meglio che imparare a suonare la batteria con uno dei migliori musicisti?

Danny Carey, batterista dei Tool

Conosciuto principalmente per il suo gruppo di punta, i Tool, Danny Carey è stato il batterista di molte altre band. Oltre a essere un musicista eccezionale con molte esperienze sceniche e musicali, il batterista è un artista molto ispirato al mondo spirituale.

Danny Carey è stato il batterista di molte altre band. Danny Carey è stato il batterista di molte altre band.

Nato nel maggio del 1961 nel Kansas negli Stati Uniti, il famoso batterista è anche noto per il suo gusto per l’esoterismo, che segna in particolare il gruppo Tool. Si dice che il cantante raccolga molti oggetti legati all’esoterismo come le vecchie edizioni di un grande mago inglese e tutto ciò che riguarda la magia in tutte le sue forme. Questa passione per il sacro e per gli spiriti si trova così in molti dei pezzi a cui partecipa.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (Vota per primo)
Loading...
avatar