Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Lezioni di danza e migliori scenografie sul palco

Di Igor, pubblicato il 21/01/2019 Blog > Arte e Svago > Danza > Gli Spettacoli Più Belli con il Tuo Insegnante Danza!

La storia della danza classica è ricca di creazioni artistiche di ogni sorta. Eppure, la danza classica non ha goduto sempre di un tale successo…E tutt’oggi, non sono tantissime le famiglie che si recano a teatro con i bambini per instradarli verso questo culto …

E tu? Hai pensato di andare a vedere un vero balletto a teatro, iniziando, magari con qualche opera tra le più celebri ed orecchiabili? I cosiddetti must?

Oggi occorre incoraggiare questo genere di esperienza, altrimenti i nostri nipoti non conosceranno gran che dell’immenso repertorio artistico dei secoli scorsi e dell’era contemporanea.

Eccoti, allora, le opere maggiori della danza classica, da cui potrai iniziare o con le quali potrai iniziare tuo figlio a questo fantastico universo.

Quest’oggi Superprof te ne propone una selezione accorta e che probabilmente in molti condivideranno.

Cos’è un balletto? Chiedilo al tuo insegnante di danza!

Oggigiorno godiamo di molti mezzi per venire a conoscenza di brani celebri, opere, spettacoli e balletti.

Di certo avrai già acquistato un cd, un dvd, avrai visto in televisione un balletto…anche per strada si ha la possibilità di osservare delle esibizioni di danza e musica classica…

Magari sarai già andato a teatro a vedere uno dei più noti spettacoli…

Sapresti definire cosa caratterizza un balletto di danza classica, in particolare?

Ecco qualche definizione che abbiamo scovato, per te, su Internet:

Il balletto è una composizione che si articola su diversi domini artistici: danza musica, scenografia, costumi, trucco, ecc.

La differenza principale rispetto all’opera consiste nel fatto, quindi, che il balletto di danza classica, integra sempre delle coreografie ben articolate e definite, all’interno dello spettacolo musicale. E così, la danza diventa un mezzo di espressione allo stesso titolo dei testi e della musica.

Il termine «balletto» è proprio originario italiano e sarebbe il diminutivo di «ballo». Tuttavia, utilizziamo più spesso «danza».

Sviluppatosi nel XV secolo proprio qui da noi, questo genere, che inizialmente coincide con una pratica popolare e diffusa, diventa poi specificamente reale. I ballerini entrano a corte e… «divertono» il Re.

In Francia, il genere diventa forte nel XVI secolo, quando Il Balletto comico della Regina nasce, nel 1581. Successivamente, avrà origine l’Académie royale de la danse, oggi nota come Ballet de l’Opéra national de Paris.

Jean-Baptiste Lully, Molière e Pierre Beauchamp, maestro di danza di corte, intento, insieme, la «comédie-ballet» , che inizia col notissimo Le Bourgeois gentilhomme. Ed è proprio in quest’epoca che Pierre Beauchamp mette a punto le «posizioni» principali della danza ed inventa un sistema di notazione.

Il balletto si sviluppa in seguito in modo progressivo, evolvendosi col trascorrere dei secoli. Nel XX secolo sopraggiungono i «balletti russi» che apporteranno innumerevoli cambiamenti e trasformazioni all’interno genere. E ancora oggi la danza classica non smette di evolversi e trasformarsi.

Il balletto può presentarsi sotto forma di diversi numeri di danza, oppure come un continuum. Il balletto in numeri, in particolare, è ritmato dalle entrate successive e da alternate di ballerini diversi. Esso rappresenta, in sintesi, la forma più antica di danza classica.

E quali sono le migliori canzoni su cui danzare?

Corso di danza e Lago dei Cigni

E il ruolo di prima ballerina spesso viene attribuito ad un maschio, rovesciando completamente i ruoli classici. Si tratta di uno dei balletti più noti al mondo!

Data di composizione: 1877
Compositore: Piotr Ilich Tchaikovsky

Se sei giovane, probabilmente hai recentemente visto il film Black Swan. Ti è piaciuto?

In tal caso puoi starne certo: ti piacerà anche di più recarti a teatro per assistere all’esecuzione del balletto, dal vivo. Dal film di danza allo spettacolo di danza il passo è breve.

Il Lago dei Cigni è uno dei balletti più noti al mondo e non certo senza motivo. Nella classifica, da sempre, è giudicato come il più bel balletto del mondo. Si tratta di uno spettacolo imperdibile, se si ama la danza.

Composto dal grande musicista Tchaikovsky, esso riprende la storia di un’antica leggenda tedesca. Un principe, obbligato a scegliere la sua futura sposa, si innamora follemente di un’altra ragazza, avvilita però da una maledizione. Quest’ultima si trasforma in cigno di giorno, ridiventando donna solo di notte.

Suonata e ballata ovunque nel pondo, l’opera de Il Lago dei Cigni è un balletto davvero accessibile per gli esperti danza ed anche per i neofiti.

Corsi di danza e Flauto magico

Data di composizione:1791

Compositore: Wolfgang Amadeus Mozart

Composto ed eseguito, per la prima volta, nel 1791, Il flauto magico è un’opera incantevole, prima di essere un fantastico balletto di danza classica.

Mozart ne ha composto la musica proprio a poco tempo dalla sua precoce morte.

L’opera relaziona la storia di un uomo partito per soccorrere una donna, su richiesta della madre di quest’ultima. L’eroe della situazione sarà accompagnato da qualcosa di magico.

Il Flauto Magico è diventato un vero e proprio balletto di danza classica, a ragione!

E seguendone le esecuzioni, centinaia di giovani si sono appassionati alla danza classica, decidendo di darsi a fondo in queste disciplina non più elitaria. Il titolo Il Flauto Magico riscuote un tal successo ed è talmente noto che rappresenta davvero la popolarizzazione di un genere, la volgarizzazione di un’esperienza un tempo appannaggio delle élite: la danza classica. Chiedine notizia al tuo maestro di danza.

Come affronta, durante un corso di danza, la presentazione di questo must della danza classica un bravo insegnante di danza?

Chi di noi non ha sognato, almeno una volta, di ballare con una compagnia di ballerini, vedendo il Lago dei Cigni ed il Flauto Magico?

Molte bambine, in particolare, pregano le moro madri di iscriverle a lezioni di danza classica dopo aver scoperto questo fantastico spettacolo, ormai divulgato in diversissimi modi.

In questo pezzo di notevole fama e bellezza, il corpo è chiamato ad esprimersi al meglio. L’ispirazione è massima, da parte dei ballerini e degli spettatori.

Superprof te ne consiglia la visione: un balletto da non perdere, se vuoi farti una cultura in storia della danza, anche senza prendere lezioni di danza classica!

Lo Schiaccianoci e i corsi danza

Data di composizione: 1892

Compositore: Piotr Ilitch Tchaikovsky

La musica del compositore russo fa da sfondo ad una storia per bambini, ma non solo. Dei costumi magnifici accompagnano questa rappresentazione!

Vero e proprio maestro del balletto, per quanto con la composizione e non con l’uso del proprio corpo, Tchaikovsky ha firmato una ulteriore capolavoro destinato ad arricchire la storia della danza. Con atmosfere primaverili, l’universo disegnato dall’autore è dei più completi, appassionanti, ricchi e densi di ispirazione.

Se hai già avuto la fortuna di entrare in una buon relazione con il tuo maestro di danza classica, avrai anche già sentito raccontare la storia di questo balletto e, probabilmente, il modo in cui da giovani, i ballerini ne affrontino la preparazione, lo studio.

Tutto ciò è estremamente arricchente. Studiare danza, infatti, non si limita a seguire una lezione di danza classica, ripetendo innumerevoli volte gli esercizi. Significa, soprattutto, entrare nello spirito.

Questo celebre balletto racconta la storia di un giocattolo che si anima, trasformandosi in principe azzurro durante la notte. Ecco qualcosa che davvero farà sognare tutti: bambini e adulti.

Sai cosa ha dichiarato lo stesso Tchaikovsky, relativamente a questo balletto?

«Non mi aspettavo un simile successo, per questo balletto».

Diventato un vero e proprio successo internazionale, Lo Schiaccianoci è oggi un gran classico.

Messo in scena da innumerevoli coreografi nel mondo, il balletto Lo Schiaccianoci ci trasporta nel mondo fantastico, con i suoi valzer e le decorazioni festose, incantando grandi e piccini, senza ombra di dubbio.

Cerca le maggiori citazioni sulla danza, entrerai proprio nel vivo del senso di quest’arte, allineandoti con quanto ha sperimentato, nella sua carriera, il tuo insegnante di danza classica.

Con il tuo insegnante di danza a vedere la Bella Addormentata nel Bosco

Data di composizione: 1890

Compositere: Piotr Ilich Tchaikovsky

Chi di noi non ha letto o ascoltato, almeno una volta, la storia della Bella addormentata nel bosco?

Si tratta di un racconto popolare, scritto da Charles Perrault, ripreso, in particolare dalla Disney, che lo ha reso, oltretutto, il capolavoro dei suoi cartoni animati.

Ebbene, il ostro caro Tchaîkovsky, si era già impadronito di questa fantastica storia, ben prima che nascessero gli schermi. Sapevi anche questo?

A lezione di danza ti parleranno di certo della storia di questo balletto e di come esso sia diventato un must della danza classica e dei palinsesti dei teatri che vi dedicano spazio.

Grazie a questo compositore, la Fata Carabossa e la bella Aurora iniziarono ad essere interpretate da bravissimi ballerini dell’epoca. Dei fantastici decori venivano proposti per far piombare gli spettatori direttamente nell’atmosfera reale. La musica iniziò a fare, da sola, tutto il resto. Una musica per balletto classico da far commuovere il più provetto dei ballerini ed il più esperiente dei maestri danza a e coreografi.

Figuriamoci l’effetto sugli spettatori!

Si tratta di un racconto meraviglioso, che la danza classica e la musica esaltano all’ennesima potenza!

Il Don Chisciotte: una lezione di danza particolarmente avvincente

Dalla penna dello scrittore spagnolo, passando per la musica di Leon Minkus: una storia appassionante, tragica e comica allo stesso tempo. Lottare contro i mulini a vento: un modo di dire tristemente noto!

Data di composizione: 1869

Compositore: Leon Minkus

Rappresentata per la prima volta a Mosca nel 1869, il Balletto Don Quichotte deriva direttamente dal famoso romanzo di Cervantes, che porta lo stesso titolo. Si tratta della storia sentimentale di Quiterie e del Barbiere Basilio, oltre che dell’avventura del Cavaliere errante.

Alexeï Fadeyechev, nel 1999, ne ha proposto una versione nuova. Quest’ultima ha avuto un tale successo da dare luogo a centinaia di repliche e da rendere il suo artefice un personaggio richiesto e desiderato nei migliori ambienti della danza classica.

Questa opinione è stata condivisa dai migliori ballerini ed dalle étoiles: Marie-Claude Pietragalla, Aurélie Dupont o, ancora, Laetitia Pujol.

La Carmen a teatro: come seguire un corso di danza

Data di creazione: 1949

Compositore: Georges Bizet

Musica più che mai celebre, tema dell’amore universale, inserita in una scena dinamica, con colori vivi e diversi stili di danza al suo interno: ecco gli ingredienti del balletto Carmen , che lo fanno entrare a pieno titolo nella storia della danza.

Creato da Roland Petit e dalla sua compagnia Les Ballets de Paris al Prince’s Theatre di Londra il 21 febbraio del 1949, il balletto Carmen rirende i codici dell’Opera immaginata da Georges Bizet.

La storia cui si ispirò Bizet è quella scritta da Mérimée e ritraccia le avventure tra Carmen e Don José. Una storia d’amore appassionato, entro un quadro decorato dai tratti spagnoli della città di Siviglia.

Questo balletto differisce da quelli tradizionali classici di Tchaikovsky e trascina lo spettatore in un altro universo culturale.

Romeo e Giulietta: il romanticismo al corso danza

Shakespeare si è ispirato alla storia di due famiglie di Verona e Vicenza per mettere su carta una delle avventure d’amore più note al mondo. Una storia d’amore affascinante, ma dal finale tragico!

Data della composizione: 1935

Compositore: Serguei Prokofiev

Per quanto questo balletto sia nato tra mille difficoltà, data la complessità melodica e ritmica, è ormai celebre, così come l’opera stessa di Prokofiev.

L’opera viene messa in scena con regolarità all’Opera de Paris ed è ampiamente apprezzata da esperti, ballerini e da ogni maestro di danza che si rispetti. Proprio i dettagli, che ne fanno un’opera complessa, la rendono suprema. Melodia e ritmo creati dal compositore rendono onore in modo più che degno all’opera letteraria di Shakespeare, che ne sta all’origine.

Il tuo maestro di danza ti ha già mostrato la coreografia chiave di un’opera come questa?

Se vai a lezione danza regolarmente ed hai un buon dialogo con lui, potrai chiedergliene notizia.

V’è di che lasciarsi sedurre, ancora una volta, dalla più nota storia d’amore tra i due amanti di Verona celebri in tutto il mondo.

La Signora delle Camelie: una bella lezione di danza

Data di composizione: 1957

Compositore: Frédéric Chopin

La Signora delle Camelie è innanzitutto un celebre romanzo di Dumas figlio, pubblicato nel 1848. La storia tratta dell’amore dell’autore, Alexandre, per la dama di corte Marie Duplessis, affetta dalla tubercolosi.

Eccome l’autore ha descritto al sua opera:

Non avendo ancora l’età per inventare, mi accontento di raccontare

Verdi, con la sua Traviata, si è anch’egli ispirato a questo romanzo celebre.

Il balletto viene rappresentato con regolarità in tutto il mondo.

Finale non roseo, ma davvero emozionante, dall’inizio alla fine.

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar