Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Consigli per diventare insegnante di italiano a domicilio

Di Catia, pubblicato il 22/06/2018 Blog > Sostegno Scolastico > Italiano > Come Tenere dei Corsi di Italiano?

Ci sono diversi motivi che spingono a diventare insegnante di italiano a domicilio.

La nota in comune di ogni insegnante privato che tiene corsi di lingua italiana è sicuramente l’amore per la propria lingua madre.

La grammatica, il vocabolario, l’ortografia e le sue particolarità lessicali fanno dell’italiano un vero simbolo della nostra cultura.

Un’altra caratteristica in comune a tutti gli insegnanti è la voglia di condividere le proprie conoscenze e trasmettere il sapere.

Con un buon approccio pedagogico e una metodologia efficace, gli insegnanti accompagnano i propri allievi verso il successo scolastico o l’apprendimento di una lingua straniera.

Anche tu hai la stessa passione per l’italiano e sei in grado di trasmettere le tue conoscenze?

Hai un ottimo livello di conoscenza della lingua e delle sue peculiarità?

Potresti tenere dei corsi di italiano!

Tra quando decidi di aiutare degli studenti a imparare l’italiano a quando cominci a insegnare veramente ci sono delle tappe da seguire.

Ecco alcuni consigli su come cominciare a dare lezioni di italiano.

Come diventare insegnanti di italiano privati?

È sufficiente una vera passione per la lingua di Dante per cominciare a dare corsi di italiano?

Per quel che riguarda i corsi privati, non siamo poi così lontani dalla realtà!

Non sono richiesti dei titoli di studio per dedicarsi all’insegnamento privato. Gli appassionati possono dedicarsi all’insegnamento della materia che conoscono.

Non sono richiesti titoli di studio per dare lezioni private di italiano, ma serve comunque un'ottima preparazione in materia. Diventare un insegnante privato significa aiutare gli studenti a raggiungere i propri obiettivi!

L’unico requisito per legge è quello di aver terminato la scuola dell’obbligo prima di cominciare a lavorare.

Il fatto che non ci sia un obbligo di formazione rende i profili degli insegnanti privati di italiano molto vari:

  • dottori in lettere
  • insegnanti abilitati
  • scrittori
  • giornalisti
  • autodidatti
  • studenti universitari

Alla fine sono i genitori e gli studenti che devono scegliere a chi affidarsi per migliorare con l’italiano. Sceglieranno un insegnante laureato o abilitato a un prezzo più alto, o un insegnante in fieri e uno studente a un prezzo più accessibile?

Ognuno fa le proprie scelte.

Come fissare il prezzo delle ripetizioni di italiano?

La prima tappa da seguire prima di cominciare a insegnare italiano è determinare il prezzo delle proprie lezioni.

Il che non è facile come si crede!

In effetti, basta guardare ai diversi annunci dei corsi a domicilio su Superprof per capire che le tariffe possono variare molto da un insegnante all’altro, in base a diversi fattori.

Innanzitutto, nel calcolo della tariffa oraria rientra il livello dell’insegnante.

Puoi essere un insegnante abilitato che insegna alle medie o al liceo, un insegnante di italiano come lingua straniera o uno studente universitario…La tua tariffa sarà più  meno alta a seconda della tua formazione.

Il profilo dei tuoi studenti è un altro fattore che influisce sul prezzo.

È piuttosto logico che un corso di italiano per uno studente che si prepara alla prima prova degli esami di maturità sarà diverso da quello di un bambino di prima media o di uno studente che prepara la tesi.

Nel calcolo del prezzo delle tue lezioni di italiano devi considerare le tue competenze e il livello di partenza del tuo allievo. Non puoi fissare il prezzo delle tue lezioni di italiano a caso!

Altri fattoti da tenere in considerazione sono i costi di funzionamento:

  • Costi di trasporto: di solito sono gli insegnanti che si spostano per raggiungere gli allievi.  Ci sono quindi dei costi di trasporto da calcolare. Ecco perché forse è meglio delimitare la zona geografica al di là della quale non accetti di dare lezioni.
  • Materiale didattico: ci sono anche i costi del materiale che userai per dare le lezioni come i libri di testo.
  • Tasse e previdenza sociale: le lezioni private vanno dichiarate al fisco. Informati presso un consulente fiscale sulle tasse da pagare e la quota da versare per la pensione. Dovrai includerli nella tua tariffa oraria!

La scelta dell’organismo con sui dare lezioni di italiano è anche un altro fattore che influenza il tuo guadagno come insegnante privato. Alcuni prelevano una commissione e sono loro a fissare il prezzo.

Su Superprof sei tu che fissi la tua tariffa. Sulla piattaforma, un corso di italiano ha un prezzo medio di €17 l’ora.

I titoli di studio che ti permettono di tenere corsi di italiano

Per l’insegnamento privato, a domicilio, non ci sono dei titoli di studio richiesti per legge.

Tuttavia è importante avere delle qualifiche per dare delle lezioni di italiano o di ogni altra materia.

Tanto per cominciare, bisogna avere un livello di conoscenza più alto rispetto a quello del proprio allievo. Alcuni titoli di studio ti aiuteranno a trovare degli studenti più facilmente.

Chi insegna nella scuola secondaria ha la laurea, il concorso per la scuola e, dal 2018, dovrà seguire un triennio detto Fit, formazione iniziale e tirocinio, prima di diventare un insegnante di ruolo.

Alcuni insegnanti sono specializzati nell’insegnamento dell’italiano come lingua straniera. Anche in questo caso non sono richiesti dei titoli formali, ma in genere le scuole di lingua chiedono la laurea e una delle certificazioni Ditals, Didattica dell’italiano per stranieri.

Se non hai alcun diploma puoi comunque passare un test CILS, un certificato di italiano come lingua straniera e provare le tue competenze linguistiche.

Come organizzare un corso di italiano a domicilio

Dopo aver fissato la tua tariffa devi preparare la tua lezione di italiano.

Per organizzarti al meglio la prima cosa da fare è valutare le competenze linguistiche del tuo allievo e i suoi bisogni formativi.

Non dimenticare l’aspetto emotivo: lo studente è in conflitto con i suoi professori o ha perso la motivazione per lo studio?

In seguito, devi conoscere esattamente quale programma di italiano corrisponde al suo livello scolastico.

Devi organizzare al meglio le tue lezioni di italiano. Per insegnar italiano privatamente serve molta organizzazione!

Il concetto di sostegno scolastico privato è molto chiaro: si tratta di sostenere il tuo allievo durante l’anno scolastico diventando una sorta di complemento ai corsi di italiano a scuola e aiutare il tuo allievo a perfezionarsi.

Anche se il programma scolastico è molto importante, hai comunque una certa libertà pedagogica. Oltre ai dettati, il ripasso delle nozioni acquisite, puoi anche usare un approccio ludico alle lezioni.

Puoi tenere delle lezioni interattive con riferimenti culturali diversi come teatro, letteratura, cinema, arte o dei video per imparare l’italiano online.

Non dimenticarti di assegnare al tuo studente degli esercizi da fare in maniera autonoma in modo che possa valutare da sé i progressi fatti.

Come trovare degli allievi per le lezioni private di italiano

È arrivato il momento di trovare degli studenti per i tuoi corsi di di italiano!

Dovrai andare a cercarli cominciando a farti conoscere con un sito internet, il tuo biglietto da visita virtuale.

Puoi anche sfruttare il tuo profilo professionale su LinkedIn, il social network che mette in luce il tuo percorso e permetterà ai tuoi studenti di verificare il tuo profilo.

Se ti avvicini agli attori locali del sostegno scolastico puoi sfruttare la loro rete per per avere nuovi studenti.

Inoltre, puoi andare presso gli istituti scolastici del tuo quartiere e chiedere alle segreterie se puoi mettere un annuncio in bacheca e lasciare volantini.

Infine, sfrutta il passaparola! Parla della tua attività di insegnante privato di italiano al tuo entourage e metti in moto un circuito virtuoso.

Come dare ripetizioni di italiano via webcam

Ogni anno almeno 500 mila studenti italiani richiedono lezioni private, stando alle stime della Fondazione Einaudi.

Per poter insegnare privatamente non devi necessariamente andare al domicilio del tuo studente, puoi anche dare lezioni di italiano via webcam.

Se insegni italiano online puoi raggiungere molti più studenti in ogni parte del mondo. Non hai bisogno di un concorso per insegnare italiano via webcam!

In questo modo puoi raggiungere un maggior numero di studenti visto che con la webcam puoi arrivare in ogni parte d’Italia e del mondo!

Per tenere delle lezioni di italiano di qualità hai bisogno di alcuni strumenti:

  1. Un computer performante
  2. Un software per le videochiamate come Skype o Google Hangouts
  3. Delle risorse didattiche online come quelle fornite da Treccani Scuola
  4. Un buon programma per i testi come Word o Google Doc

Quali compiti assegnare agli studenti tra una lezione e l’altra di italiano?

Può darsi che tu insegni italiano privatamente già da qualche tempo.

Ogni volta che acquisisci un nuovo studente, però, ti rimane un dubbio: quali compiti assegnare tra una lezione di italiano e l’altra?

Dopo tutto quello che gli studenti fanno alle elementari, alle medie e al liceo è davvero il caso di assegnare dei compiti anche per le lezioni private?

Come ogni altro insegnante, chi dà lezioni private sa bene che un po’ di lavoro autonomo fa la differenza nella preparazione dello studente.

Comincia col chiedere allo studente di rivedere le lezioni precedenti prima di iniziare un nuovo argomento. E’ un buon modo per mantenere vivo quanto appreso.

Non devi necessariamente assegnare dei compiti scolastici, anzi puoi usare un po’ creatività sfruttando gli interessi del tuo allievo:

  • Lettura quotidiana della stampa con sintesi degli articoli più interessanti;
  • Ascolto di file online per i dettati, soprattutto per chi ha problemi di ortografia;
  • Lettura di siti e blog specializzati nella lingua italiana, dall’Accademia della Crusca a siti fatti e rivolti agli studenti.
Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar