Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Tutto sui corsi di italiano a domicilio

Di Catia, pubblicato il 22/06/2018 Blog > Sostegno Scolastico > Italiano > Come Diventare un Insegnante di Italiano Privato?

Mentre la scuola pubblica continua a subire una riforma dopo l’altra, il settore dei corsi di italiano a domicilio sembra andare dritto per la sua strada.

Le stime sul numero di studenti che fanno ricorso alle lezioni private per sviluppare la loro capacità di espressione orale o migliorare allo scritto e approfondire la letteratura italiana parlano di circa 500 mila persone.

Secondo la Fondazione Einaudi ogni anno il mercato delle ripetizioni si aggira intorno a 1 miliardo di euro, con una spesa per famiglia di circa 1620€ l’anno. La spesa media per delle ripetizioni al liceo è di 27€ l’ora, mentre alle medie è di 15€ l’ora.

Che tu sia un esperto di Dante o un dottorando in lettere perché non tentare questa strada? Potresti condividere la tua passione per la lingua italiana trovando un ottimo complemento al tuo stipendio o agli studi.

Tra verbi, avverbi e passati remoti, comincia un viaggio nel mondo delle lezioni private. Ecco come tenere dei corsi di italiano.

A che età si possono dare ripetizioni di italiano?

Non conta l'età dell'insegnante di italiano ma le sue competenze e la capacità di trasmetterle. La domanda migliore è come rendere le tue lezioni di italiano efficaci ai fini dell’apprendimento?

Ci sono molte domande da farsi prima di dare lezioni private, ma interrogarsi sull’età giusta per cominciare non è una priorità. Per dare corsi di italiano non conta l’età dell’insegnante, ma la sua maturità e le sue competenze linguistiche.

L’unico requisito da rispettare è quello legale di avere terminato la scuola dell’obbligo e quindi avere più di 16 anni per lavorare.

Un insegnante privato di italiano, anche se giovane, può essere altrettanto efficace nell’aiutare uno studente in difficoltà quanto un collega più maturo. Certo, bisogna sapere come organizzare un corso di italiano!

Un giovane o una giovane avrà sicuramente meno titoli, meno esperienza e sarà forse anche me no sicuro nel trasmettere alcune nozioni rispetto a un insegnante più esperto, ma possiede un qualcosa che fa di lui o di lei un insegnante unico.

La passione, tipica della gioventù, lo aiuterà a creare con il suo allievo un legame solido che sarà la chiave per la trasmissione delle conoscenze.

Se c’è vicinanza tra allievo e insegnante di italiano si possono superare insieme tutte le sfide per imparare l’italiano scolastico o come lingua straniera.

Quali sono i profili degli insegnanti privati di italiano?

Gli insegnanti di italiano a domicilio possono essere docenti della scuola o studenti universitari. E’ possibile tenere corsi di italiano senza seguire il programma ministeriale?

Gli insegnanti privati di italiano presenti sulla piattaforma Superprof sono come una scatola di cioccolatini… Se ne trovano di tutti i tipi per tutte le esigenze.

Metafore a parte, Superprof è la più grande community di insegnanti nel mondo con quasi 2 mila insegnanti di italiano nella sola città di Roma, pronti a dare lezioni durante la giornata, di pomeriggio, la sera o d’estate.

Tra gli insegnanti disponibili a raggiungerti ovunque tu sia, ad Aosta come a Taormina, è facile trovare chi tiene corsi intensivi per tutti i livelli.

Tra i laureati, che sono quelli che offrono un prezzo per le lezioni di italiano relativamente più alto, si trovano anche insegnanti abilitati della scuola pubblica.

Dottori in letteratura, professori universitari o scrittori. Questi insegnanti privati offrono corsi avanzati di italiano e sevizi di qualità come l’aiuto per la redazione della tesi, la preparazione per i testi di ingresso universitari ecc.

Alcuni insegnanti di italiano hanno già raccolto diverse recensioni sui loro profili toccando più di 45 studenti, una cifra molto grande sul web che indica la qualità e le competenze pedagogiche dell’insegnante.

Se pensi di prendere delle lezioni di italiano scolastico o italiano per stranieri non hai più bisogno di presentazioni.

Corri sul motore di ricerca di Superprof per trovare l’insegnante di italiano più adatto a te.

Qual è la formazione ideale per tenere corsi di italiano?

Oltre ai titoli di studio per insegnare l'italiano è importante saper parlare in pubblico. Impara a parlare in pubblico per non sentirti a disagio quando ti rivolgi a una classe!

Prima di insegnare le basi della lingua italiana, la grammatica e la sintassi, è necessario che l’insegnante stesso abbia una formazione e una buona metodologia per trasmettere il suo sapere.

Per gli insegnanti della scuola pubblica la riforma della Buona Scuola ha cambiato le regole per l’accesso all’insegnamento e, in questa fase di transizione, convivono vecchie e nuove regole.

La laurea in lettere e i 24 CFU

Tutti gli aspiranti docenti che vogliono insegnare nella scuola secondaria di I e II grado, ossia le medie e le superiori, devono essere in possesso di una laurea.

Non ti basta una laurea qualunque per diventare insegnante di italiano, ma devi scegliere una di quelle ammesse dalla classe di concorso per entrare nella scuola come insegnante di ruolo, a tempo indeterminato.

Nel tuo caso si tratta di laurea in lettere antiche o moderne, storia, geografia, lingue ecc.

Ricordati anche di inserire nel tuo corso di studi 24 crediti formativi universitari in materie antropo-socio-pisco-pedagogiche.

Il concorso per la scuola

Dopo la laurea devi aspettare il concorso per la scuola pubblica che dal 2018 dovrebbe uscire ogni 2 anni con il numero esatto di docenti per ogni disciplina.

Le classi di concorso per insegnare italiano sono diverse a seconda del tipo di scuola in cui si vuole insegnare:

  • A11, A12 e A13 sono rispettivamente le discipline letterarie, le discipline letterarie nelle scuole superiori, discipline letterarie latino, e greco.
  • A22 è italiano, storia e geografia alle medie.
  • A23 è una nuova classe di concorso per insegnare l’italiano come lingua straniera.

Il concorso pubblico prevede 2 prove scritte molto difficili e una prova orale.

Il percorso Fit, formazione iniziale tirocinio

Dopo aver superato il concorso gli aspiranti insegnanti della scuola pubblica accedono al FIT, un triennio di preparazione dove dovranno continuare a perfezionarsi nella propria disciplina e fare esperienza pratica di insegnamento.

Il percorso è retribuito con 6.000€ l’anno per i primi due anni dedicati a studio, tirocinio e supplenze brevi. Il terzo anno si ha un incarico di supplenza annuale e, se valutati positivamente, si accede alla cattedra di ruolo con un contratto a tempo indeterminato.

Tutto questo iter non è richiesto se vuoi diventare un insegnante privato di italiano. A seconda del tipo di studente a cui ti rivolgi ti bastano:

  • Diploma in materie umanistiche
  • Laurea in lettere
  • Semplicemente un’esperienza come insegnante privato

Sta a te valorizzare i tuoi titoli per insegnare italiano privatamente.

Si può improvvisare il ruolo di insegnante di italiano?

Studente universitario di solito fa rima con pasta al sugo, saldi e difficoltà alla fine del mese. Uno studente affronta il mondo con risorse limitate, ma con una mente colma di sapere!

Per avere qualche entrata extra ci sono diversi modi, anche se non tutti sono stimolanti.

Se sei un acuto conoscitore della lingua italiana, almeno come madrelingua di un certo grado culturale, hai un vantaggio che devi assolutamente sfruttare.

Come sapere se hai il livello giusto per aspirare a diventare un insegnante di italiano?

Per insegnare italiano ti servono delle basi di pedagogia e comunicazione. Serve la giusta metodologia per aiutare un allievo in difficoltà!

Potresti cominciare con una autovalutazione:

  • La tua motivazione

E’ impossibile insegnare italiano se non hai la giusta motivazione. La remunerazione è un fattore secondario, perché l’insegnamento è più una missione che non un semplice lavoro.

Sei motivato a tal punto da assegnare dei compiti tra una lezione e l’altra di italiano e correggerli facendo capire al tuo allievo quali sono le sue lacune?

  • La tua legittimità

Scrivere e parlare in italiano non fanno di te un insegnante. Ti servono un’ottima conoscenza della lingua italiana, un bagaglio culturale molto ampio che includa la lingua, la letteratura e la cultura italiana in generale.

Quale aspetto metteresti in risalto del tuo profilo? La tua laurea in lettere, storia o lingue, o la vittoria alle partite di nomi, cose, animali e città?

Per quanto la risposta sia scontata, sei tu a doverla dare dopo un’attenta riflessione e autovalutazione.

  • Le tue capacità pedagogiche

Dare dei corsi, nel senso ampio del temine, richiede una certa flessibilità nell’adattarsi all’allievo, le sue problematiche, il suo contesto. Bisogna anche essere in grado di mettersi in gioco.

L’insegnamento implica delle responsabilità. Dovrai rispondere alle attese dei genitori, alla pressione del programma scolastico e degli esami.

Diventando un insegnante privato di italiano ti sei assunto una responsabilità nei confronti di uno studente in difficoltà che conta sul tuo aiuto per arrivare al successo scolastico.

Se adotti la giusta metodologia per ogni allievo potrai trovare sempre nuovi studenti per le tue lezioni di italiano.

  • La tua ambizione

E’ molto importante che l’insegnante privato faccia chiarezza sulle sue ambizioni, senza perdere di vista la realtà.

Senza titoli di studio o in qualità di studente universitario ti metti in concorrenza con una flotta di insegnanti abilitati e con esperienza. Dovresti prima chiederti qual è la formazione giusta per dare corsi di italiano. 

Questo non significa che gli altri insegnanti siano tutti meglio di te…ma sulla carta, loro sono il Real Madrid e tu il Sassuolo.

Fai un bilancio delle tue competenze, definisci la tipologia di allievo a cui vuoi dare lezioni di italiano. Si tratta quindi di essere realistici sul tuo target e le tue possibilità.

Infine, fai una prova sul campo, ossia con i tuoi allievi.

Se senti di essere adatto a diventare un insegnante privato di italiano non esitare a iscriverti su Superprof.

Sta a te dimostrare di essere un buon insegnante di italiano!

Ricordati che c’è anche la possibilità di tenere un corso di italiano via webcam!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...

Lascia un commento su questo articolo

avatar