Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

Come fare per insegnare a domicilio?

Di Catia, pubblicato il 14/11/2017 Blog > Lezioni private > Dare delle Lezioni Private > Dare delle Lezioni Private: La Guida per un Insegnante Principiante!
Indice

Vuoi dare delle lezioni di matematica, italiano, economia o dei corsi di chitarra?

Segui la nostra guida!

Saprai tutto quello che c’è da sapere per insegnare dalla primaria ai test d’ingresso all’università: trovare degli studenti, stabilire un rapporto di fiducia o dare dei corsi privati online, le pratiche da svolgere e le qualità che un bravo insegnante deve avere.

Se sei paziente e serio, lanciati nella folle avventura del coaching scolastico!

Se ami lo sport, informati su un possibile lavoro personal trainer!

Chi è un insegnante privato?

Segui la guida di Superprof per dare lezioni come insegnante privato. Ecco la strada giusta per diventare un insegnante a domicilio!

Devi sapere che quando dai delle lezioni a domicilio stai offrendo un servizio a qualcuno. La nozione di servizio è molto importante: significa che sei a disposizione del tuo o dei tuoi studenti.

Devi stabilire un rapporto di fiducia con i tuoi studenti per poter far un buon lavoro e far in modo progrediscano.

Ecco cosa vuol dire diventare insegnanti privati!

Questo rapporto di fiducia ti permetterà di conoscere meglio l’allievo e di personalizzare le lezioni individuali.

Se te lo stessi chiedendo, non è necessario avere la laurea per insegnare privatamente. Un diploma riconosciuto dal Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca, Miur, è senz’altro utile, ma l’unico obbligo in italia per lavorare è aver terminato la scuola dell’obbligo.

Ovviamente, non ti passerà mai per la testa di dare un corso di pianoforte se non sai suonare questo strumento. E’ una questione di buon senso!

Inoltre, la maggior parte degli insegnanti privati è specializzato nella materia che insegna.

Sei un docente di matematica? Quindi sei laureato in questa disciplina. Ma se sei bilingue e non hai un certificato per provare la tua conoscenza dell’inglese, nessuno t’impedisce di insegnare questa lingua.

Nell’ambito delle lezioni private la laurea influisce sulla remunerazione dell’insegnante e non sull’accesso all’insegnamento.

Come trovare degli allievi per dare delle lezioni private

Ora che sai chi è un insegnante privato, è naturale che tu voglia avere degli studenti per i tuoi corsi a domicilio!

Ma dove trovare degli allievi?

Ci sono molti modi, e il nostro consiglio è di sfruttarli tutti per aumentare le tue possibilità di espandere la clientela:

  • Usa il tuo network: come in ogni altro lavoro, pensa alle persone che ti sono vicine, la tua famiglia, gli amici! Sono i primi con cui devi parlare della tua nuova attività! Poi ci sono i social network: posta un messaggio su Facebook, Twitter, LinkedIn o Snapchat per aumentare la tua visibilità! E se hai già degli alunni, sono la tua pubblicità migliore! Non dimenticare i vicini: possono essere interessati a trovare qualcuno che aiuti i loro figli con i compiti, gli esami di terza media o la maturità!
  • Distribuisci dei volantini: fa il giro di tutti gli esercizi commerciali del tuo quartiere! Sicuramente avrai già visto degli annunci di babysitter, per esempio, di fronte alla cartoleria di zona. Potresti fare la stessa cosa!
  • Metti degli annunci sulle bacheche pubbliche adibite: le scuole primarie, le medie, il liceo e le università hanno degli spazi appositi per mettere gli annunci. I tuo probabili studenti vedono quei posti 5 giorni su 7!
  • Pensa alle piattaforme online: iscriviti su Superprof.it! E’ gratuito, semplice e rapido! Fissi la tua tariffa e trovi degli allievi molto rapidamente!
  • Crea il tuo sito: se LinkedIn non è molto usato per trovare gli insegnanti, puoi creare un sito dove mettere il tuo CV e le tue esperienze, i risultati ottenuti con i tuoi ex studenti ecc. Inserisci il sito anche sul volantino e sugli annunci online così che i tuoi studenti ti trovino senza difficoltà.

Come organizzarsi per dare delle lezioni via webcam

Con la videochiamata puoi dare ripetizioni online su ogni materia. Basta organizzarsi per dare lezioni di matematica o tedesco via webcam!

Ti devi assentare per qualche settimana, ma vuoi continuare a dare le lezioni ai tuoi studenti? La soluzione ideale sono i corsi via webcam!

Ti basta un computer con una webcam e un microfono, una buona connessione internet e un conto Skype!

I corsi privati online sono tanto efficaci quanto i corsi a domicilio! Richiedono un tipo di organizzazione diverso, ma l’efficacia di un corso fatto in classe, online o a domicilio dipende sempre dallo stesso fattore: la motivazione dell’allievo e la competenza dell’insegnante!

Per migliorare la qualità delle tue lezioni via webcam, potresti investire su del materiale audio e video di qualità! Potresti anche trovare altri vantaggi nella preparazione delle lezioni: condivisione dello schermo, Google Doc, uso delle email e delle applicazioni come WhatsApp e Geogebra

Un altro vantaggio è che non perdi denaro! La media delle tariffe dei corsi online è la stessa di quelli dati di persona.

Potresti avere la stessa clientela ed espanderla in tutta Italia e all’estero.

Dove tenere le lezioni private

Il luogo più scontato per dare delle ripetizioni scolastiche, l’aiuto compiti e lezioni private in generale è il domicilio dello studente!

E’ più facile perché lo studente ha tutto il materiale che gli serve, le sue abitudini…A volte, però, l’ambiente famigliare non è l’ideale per prendere delle ripetizioni.

Allora bisogna essere un po’ creativi e trovare dei posti innovativi!

Ecco qualche idea sui luoghi da sfruttare per dare delle lezioni:

  • nelle biblioteche civiche
  • al parco
  • in terrazzo

Sfrutta la tua immaginazione! Una lezione può essere data in posti diversi!

Come creare dei corsi su misura per i propri allievi

Il rapporto con il proprio studente è fondamentale per adattarsi alle sue esigenze e offrire un corso su misura.

Se uno studente prende delle lezioni private è perché ha bisogno di un supporto scolastico speciale! Non è per un remake di quello che sente in classe.

Per conoscere bene il tuo allievo, le sue difficoltà e i suoi punti di forza dovresti organizzare un colloquio prima di iniziare il corso. Cerca di capire le sue aspettative su di te, sul tipo di accompagnamento, sugli obiettivi da raggiungere…

Affidati anche alle impressioni dei suoi genitori.

Esponi loro il tuo approccio pedagogico e coinvolgili nella riuscita del loro bambino. Il loro supporto è molto importante per lo studente.

E’ vero che bisogna conoscere le debolezze ma anche i punti di forza dei propri allievi. Lavorando solo sulle lacune, rischi di far scendere il morale a terra.

Fai un mix tra le nozioni che il tuo allievo conosce e quelle che capisce meno per farlo progredire.

Come fare un annuncio per le lezioni private

Scrivere un annuncio per lezioni private è il primo passo per trovare degli allievi. Fai un annuncio creativo mettendo in primo piano la tua materia e le tue competenze!

Per redigere un annuncio per le lezioni private prendi spunto da qullo che vedi su internet, sulla piattaforma di Supeprof.it, per esempio. Non dimenticare le bacheche dei bar, dell’università, della tua scuola di musica…

Per scrivere un volantino da lasciare nella cassetta della posta dei vicini devi atterrare l’attenzione e distinguerti dagli altri. Lo stesso vale per un volantino da affiggere nei luoghi pubblici autorizzati.

DISTINGUITI!

  • Usa un po’ di colore, ma non troppo, e rimane relativamente sobrio
  • Annuncia la materia che insegni usando caratteri grandi
  • Spiega nel dettaglio la tua offerta formativa
  • Indica il tuo prezzo orario
  • Non dimenticare di mettere i tuoi recapiti
  • Inserisci anche l’eventuale sito internet dove i tuoi clienti possono trovare il tuo CV

Sii breve e conciso! Un annuncio deve essere breve ed esaustivo, come un CV! Tieni a mente che un datore di lavoro consacra in media 30 secondi a un curriculum. Lo stesso succede per una brochure.

Moltiplica i canali per raggiungere il maggior numero possibile di persone. Insieme agli annunci cartacei prepara anche quelli online seguendo gli stessi principi.

Quali sono le procedure da seguire per dare lezioni a domicilio?

Per esercitare il mestiere di insegnante privato regolarmente ci sono delle formalità che non vanno dimenticate.

Ci sono diversi modi per dispensare dei corsi a domicilio: come lavoratore occasionale, lavoratore autonomo e con partita IVA, in società o come ditta individuale o come salariato presso un organismo privato.

  • Lavoratore occasionale: la tua attività di lezioni a domicilio viene fatta saltuariamente e non supera il tetto dei 5.000€ l’anno. In questo caso puoi regolarizzare la tua posizione facendoti pagare con il libretto famiglia, se lavori per i privati, o con i contratto di prestazione occasionale, se sei con un’azienda.
  • Lavoratore autonomo e con Partita IVA: in questo caso non sei alle dipendenze di nessuno, ma organizzi il tuo lavoro liberamente. Come autonomo sottoscrivi un contratto di collaborazione con i tuoi committenti e paghi una parte dei contributi previdenziali. Con partita IVA i contributi sono al 25.72% dell’imponibile se non superi i 30.000€. Con la dichiarazione dei redditi paghi le tasse in base al tuo guadagno e al regime fiscale che hai scelto come libero professionista.
  • Società o ditta individuale: se il tuo giro di lezioni private è molto ampio puoi farti imprenditore e assumere delle persone che lavorino con te. Chiedi consiglio a un consulente fiscale prima di avventurati in una società!
  • Lavoratore dipendente: alcuni enti che si occupano di formazione e lezioni private hanno del personale fisso che inquadrano con un contratto come lavoratore dipendente. I contributi ti vengono detratti direttamente dalla busta paga, tu devi solo dichiarare i tuoi redditi annualmente.

Per sviluppare la tua base di clientela devi essere visibile su internet! Iscriviti su Superprof.it!

Quali qualità bisogna avere per tenere corsi individuali?

Il miglior insegnante è quello che è in grado di rendere i suoi studenti indipendenti. La capacità di rendere autonomi i tuoi studenti è fondamentale per essere un buon insegnante!

Ci sono delle doti indispensabili per essere un buon insegnante privato:

  • chiarezza
  • serietà
  • attenzione
  • metodo

Organizzati bene e struttura le tue lezioni in modo che corrispondano al tuo allievo.

La metodologia resta più o meno la stessa, ma devi saperla adattare alle esigenze dei tuoi studenti. Devi preparare la lezione molto bene, conoscerla alla perfezione per poterla modificare e spiegare in modo chiaro ai tuoi studenti.

Tra le qualità di un insegnante privato non si può tralasciare l’approccio psicologico. Bisogna mettersi nei panni dello studente, capirlo per potergli dare le chiavi per migliorare.

Crea un rapporto di fiducia per mettere il tuo studente a suo agio e infondere positività in ogni momento.

La cosa migliore da fare, sarebbe quella di dare delle lezioni regolari ai tuoi studenti e seguirli nel lungo periodo. E’ il modo migliore per ottenere dei risultati. Più uno studente è seguito e più si applica. Inoltre, hai maggior tempo per conoscere il tuo studente e adattare le lezioni di conseguenza!

Non vedi l’ora di cominciare a dare lezioni private? Iscriviti su Supeprof e comincia subito!

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar