Musica Lezioni private Lingue straniere Sostegno Scolastico Sport Arte e Svago
Condividi

L’insegnante di Pilates e le prime posture in palestra

Di Igor, pubblicato il 05/04/2019 Blog > Sport > Yoga > Gli Esercizi Base della Lezione di Pilates!

Respirare è la prima e l’ultima cosa che farai su questa terra. Impara a respirare.

Joseph Pilates

Il Pilates è una disciplina relativamente recente in Italia, ma che ha conosciuto uno sviluppo e una crescita piuttosto folgoranti. In effetti, questo successo si misura con il numero di praticanti anno per anno, ma anche con il numero di associazioni che nascono per dedicarsi esclusivamente a questa disciplina.

Anche il numero di corsi per istruttori di Pilates è in crescita e questo a dimostrazione dell’appeal che la disciplina esercita nei confronti di donne e uomini di tutte le età.

Solo facendoti seguire da un insegnante certificato e con esperienza, potrai capire la differenza tra il Pilates, da una parte, e lo yoga e altre discipline dall’altra. Anche nel Pilates, infatti, esistono delle posture, degli esercizi e dei movimenti che caratterizzano questo sport.

Prepararsi a seguire un corso di Pilates

Fare Pilates, seguire un corso di Pilates o semplicemente fare partecipare ad una o più lezioni, ti dimostrerà come questa non sia una disciplina come tutte le altre. In effetti, anche se spesso si commette la leggerezza di associare questa disciplina allo yoga, questi due approcci ad un corpo sano e ad una mente altrettanto sana sono diversi l’uno dall’altro.

Questa disciplina necessita, infatti, di posizioni e movimenti precisi, che non si possono improvvisare. Debuttante o esperto, è sempre bene avere qualche esempio da seguire nel Pilates!

Gli insegnamenti impartiti da un insegnante di yoga e quelli dati da uno di Pilates sono diversi tra loro. Il Pilates (detto a volte anche yoga Pilates) non è precisamente yoga, ma ha saputo crearsi un’identità propria, dei valori che gli sono cari, sempre sotto le indicazioni chiare e precise del suo ideatore, Joseph Pilates. Si deve iniziare quindi con l’assimilare correttamente le origini di questa disciplina.

Concentrarsi su ciò che offre sollievo al mal di schiena o, ancora, approfondire il respiro, sono questi gli obiettivi degli esercizi del metodo Pilates, che permettono anche di diventare più elastici o di sviluppare la muscolatura, sempre in piena armonia con il proprio corpo, ovviamente.

Puoi seguire dei corsi collettivi o prendere un insegnante privato, ma l’aspetto principale resta il fatto che svilupperai i benefici legati agli esercizi del Pilates e che la fluidità, la serenità e il rilassamento regnano durante ogni seduta di Pilates, dal riscaldamento tonico, fino alla rimessa in forma totale.

Passiamo, ora, alla pratica e osserviamo assieme i migliori esercizi, o almeno una soluzione delle posture da adottare quando si eseguono degli esercizi di Pilates. Tra allineamento vertebrale, benefici dello yoga e piena coscienza spirituale, tutto porta a credere che il metodo Pilates abbia dalla sua molte risorse!

L’esercizio base per gli addominali a lezione Pilates

Gli addominali, lo sappiamo tutti, sono diventati una disciplina a parte, come molti esercizi fatti in palestra testimoniano. Tuttavia, la cintura addominale ha bisogno di essere intrattenuta in modo regolare, se si desidera tonificarsi e portare il massimo delle potenzialità al proprio corpo.

Certo, i risultati hanno bisogno di tempo, di perseveranza, di concentrazione e di sacrificio. Il Pilates, con posture e respirazioni precise, può rimettere in sesto un organismo!

I muscoli addominali, quando vengono riscaldati, permettono di ottenere una pancia piatta e di fare lavorare il resto senza problema. Un esercizio di Pilates completo ha il merito di poter essere praticato senza provocare dolori cronici e di farci fare sport anche intenso, per una migliore salute fisica.

Questo esercizio è l’esempio tipico secondo il quale vi sono delle controindicazioni alla pratica del metodo Pilates. In effetti, le persone già colpite da lesioni all’apparato locomotore devono porre attenzione e devono presentarsi in palestra con un certificato medico di idoneità sportiva.

Lo stesso discorso può esser fatto per le donne incinte, soprattutto se si tratta del primo corso. In effetti, serve una grande presa di coscienza per capire che fare addominali non è una cosa poi tanto leggera e semplice e destinata a tutti. In alcuni casi, sarebbe il caso di dedicarsi invece allo yoga prenatale.

Ponte rovesciato e rassodamento dei glutei grazie a corso Pilates

Prima dello stretching, arriva il momento dei veri esercizi di rafforzamento muscolare, in modo da lavorare anche sulla elasticità. Lungi da una lezione di yoga di base, il ponte rovesciato è quel tipo di posta che, con una pratica regolare e una certa concentrazione, permette di rassodare i glutei e anche altri muscoli.

Così, un concatenamento di ponti rovesciati, al di là di fare stretching e di favorire i benefici della respirazione, permette di rinforzare i propri muscoli, tonificandoli in modo più concreto di altri esercizi di respiro o di posture di yoga.

Un esercizio fisico ritmato dalla concentrazione e dalla tenuta del corpo, più a lungo di quello che immagini: ecco quello che riuscirai ad ottenere da te stesso con una pratica regolare, allungando i tempi, da una lezione all’altra. Fai attenzione, tuttavia alla colonna vertebrale. In effetti, se ti posizioni in un modo non corretto, rischi di farti del male e con delle conseguenze che si protrarranno a lungo.

Ma quali sono i principi base su cui si struttura il Pilates?

Ancora per i glutei: i corsi di Pilates e il sollevamento delle gambe

Questi esercizi, tipici del Pilates, ci mostrano che si tratta di ginnastica, cui il fondatore di questa disciplina si è ispirato. Si tratta di esercizi e posture che garantiscono un rassodamento dei muscoli del corpo in modo piuttosto evidente, quando si pratica in modo regolare. Allo stesso tempo, ti consentono di affermare con forza il tuo mentale e il tuo spirito.

Proprio per questo, almeno nei primi periodi, la cosa migliore è farsi seguire da un professionista del Pilates. Nel Pilates esistono tanti esercizi diversi: facile confondersi ogni tanto!

L’alzata di gamba consiste, semplicemente, nel mettersi in posizione laterale e nel sollevare la gamba in modo continuo. Così, si sentiranno i muscoli delle natiche e delle gambe reagire, fino a fare male e, perché no, a mostrarci gli effetti di ogni esercizio!

I migliori benefici e i più alti valori del metodo Pilates si raggiungono proprio con questa postura. In effetti, tra perdita di peso, rafforzamento dei muscoli, esercizi fisici contro lo stress e flessibilità del corpo, tutto sta ad indicare che questa attività fisica è completa e benefica per ognuno.

Un modo alternativo di praticare l’alzata della gamba, un po’ più complesso, è quello di stendersi sulla schiena e, semplicemente, di sollevare la parte bassa del corpo. Restare in alto, in questo modo, permette di fortificare le parti del corpo allungate e di eliminare le tossine, tutto allo stesso tempo.

Un altro classico delle lezioni di Pilates: la tavola a bracce tese

Il corpo è il tempio dell’anima

San Paolo

La tavola, questo esercizio tanto temuto a scuola, al liceo, a lezione di ginnastica, ci segue ancora e ancora. Ma un motivo c’è, effettivamente: si ratta di una posizione efficace, soprattutto per il rafforzamento muscolare, se viene praticato ogni giorno o quasi.

Ed è questo il motivo per il quale, il metodo Pilates lo ha integrato nel suo insieme di esercizi, per la più grande felicità di tutti gli yogi agli inizi. In effetti, mentre la tavola pone le basi di una forma fisica ideale, consente anche di migliorare il nostro mentale, in correlazione con il nostro corpo.

Quando si cerca una condizione fisica perfetta (o comunque la migliore possibile per sé), ci si avvicina ai valori del Pilates: se la posizione della tavola viene tenuta sufficientemente a lungo, trasformerà poco a poco il nostro addome e la nostra cintura addominale.

Qui trovi tutto quello che devi sapere sul Pilates!

Sfruttare al meglio i corsi di Pilates

Tutti questi esercizi ti sembrano infattibili, troppo difficili o forse troppo spinti? Tuttavia, si tratta di movimenti di base del Pilates e molto efficaci, quando si desideri accrescere la propria massa muscolare, lavorare sul proprio spirito e sul proprio respiro nel modo più semplice possibile.

Dopo che avrai imparato le basi del Pilates e avrai fatto progressi, potrai decidere se vorrai essere un solitario del Pilates oppure no. Il Pilates può essere praticato da soli o in palestra assieme a tanti altri compagni di corso!

Perché, certo, il metodo Pilates è presentato come una disciplina sportiva, ma è molto più di questo: assume su di sé diversi piani di lavoro, dalla tavola agli addominali, passando per un condizionamento del fisico e del mentale.

Per riuscire a svolgere correttamente gli esercizi, devi avere, ovviamente, una condizione di salute senza problemi, non essere in gravidanza, …, ma anche essere consapevole del lavoro sul mentale che nel frattempo lavorerà dietro le quinte. Sarà questo a prepararti ai movimenti, a volte duri, che dovrai fare, riprodurre e ripetere ancora e ancora. Tra le domande che ti dovrai porre, allora, ci sono:

  • Sono vestito adeguatamente per svolgere gli esercizi in modo pratico e comodo?
  • Sono sufficientemente in forma per svolgere al meglio e il più efficacemente possibile le posture?
  • Quando sono stato dal medico l’ultima volta?
  • Sono motivato per spingermi molto lontano nella pratica del Pilates?
  • Ho sufficiente fiducia in me, per effettuare dei movimenti sportivi?
  • Ho un insegnante? E se sì, è abbastanza bravo, motivato e motivante secondo me?

Insomma, altrettante domande che fanno del metodo Pilates un metodo e una pratica ricchi, densi, che condensano molti movimenti e posture: quelli appena visti sono solo una selezione, che partecipa al buon metabolismo del corpo e del morale, se il tutto è ben fatto!

Una tecnica completa, appoggiata da esercizi semplici, ma efficaci e alla portata di tutte le persone motivate: cosa chiedere di più?

Cosa sai delle origini del Pilates?

Condividi

I nostri lettori apprezzano questo articolo
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Nessuna informazione utile? Sei sicuro?Ok, cercheremo di fare meglio la prossima volta!La sufficienza, menomale! Niente di più?Grazie! Scrivici le tue domande nei commenti!É stato un piacere aiutarti! :-) (media di 5,00 su 5 per 1 voti)
Loading...
avatar