La forma fisica è la condizione necessaria alla felicità.

Joseph Pilates

In un mondo ideale, il Pilates sarebbe lo sport nazionale, non solo in Italia, ma in tutto il mondo. In effetti, questa disciplina, a metà tra ginnastica dolce e yoga, è un metodo ricco e completo, che ben si adatta a tutti, talmente lo spettro dei suoi esercizi è ampio.

Tra stretching, respirazioni, elasticità, concentrazione, le parole chiave per definire il Pilates e i benefici che questa tecnica apporta al nostro corpo e alla nostra condizione fisica sono tante e diverse.

In genere, le lezioni ideali possono durare tra 55 e 60 minuti; ben presto, praticando il Pilates, ti renderai conto del fatto che si tratta di una disciplina completa, che mette sullo stesso piano mentale, spirito e corpo. Un vero stile di vita, che, anche se in questo momento non è praticato da tutti, comporta numerosi benefici per la salute e la rimessa in forma, di cui tutti avrebbero assoluto bisogno.

Ma, alla fin fine, cos’è il metodo Pilatese, questa disciplina di cui tutti parlano, ovunque nel mondo? Eh bene: questo è ciò che ora andremo a scoprire tutti insieme!

I/Le migliori insegnanti di Yoga disponibili
Ilaria
4,9
4,9 (13 Commenti)
Ilaria
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Valeria
5
5 (17 Commenti)
Valeria
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Fabiola
5
5 (43 Commenti)
Fabiola
35€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Chiara
5
5 (20 Commenti)
Chiara
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Andrea
5
5 (18 Commenti)
Andrea
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Diana
5
5 (13 Commenti)
Diana
60€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessia
5
5 (9 Commenti)
Alessia
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Leonardo
5
5 (16 Commenti)
Leonardo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Ilaria
4,9
4,9 (13 Commenti)
Ilaria
30€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Valeria
5
5 (17 Commenti)
Valeria
20€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Fabiola
5
5 (43 Commenti)
Fabiola
35€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Chiara
5
5 (20 Commenti)
Chiara
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Andrea
5
5 (18 Commenti)
Andrea
25€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Diana
5
5 (13 Commenti)
Diana
60€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Alessia
5
5 (9 Commenti)
Alessia
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Leonardo
5
5 (16 Commenti)
Leonardo
15€
/h
Gift icon
Prima lezione offerta!
Inizia subito

La storia della disciplina prima del corso base di Pilates

Impensabile poter praticare il Pilates senza concentrarsi sulla respirazione.
La respirazione, come nello yoga, è alla base di un buon Pilates!

L’origine e la storia del Pilates, a dire il vero, sono piuttosto recenti, dato che sono databili con l’inizio del XX secolo. Creato da Joseph Pilates, il quale effettivamente ha scelto di dare il proprio nome a questa sua elaborazione, questo metodo rappresenta innanzitutto l’invenzione di uno sport completo.

Effettivamente, dopo aver praticato diverse attività, come la ginnastica, la boxe, lo yoga o anche lo sci, Joseph Pilates sviluppò il proprio metodo, prendendo ispirazione dalle esperienze che lui stesso aveva vissuto fino a quel momento. Si tratta degli albori del metodo Pilates, che all’inizio portava il nome di Contrology (Contrologia).

Il signor Pilates sviluppò tutti questi movimenti di rafforzamento muscolare e di respirazione a terra, mentre era imprigionato in un campo di detenzione. Le sue prime “vittime” sembrarono conquistate dalla presa di coscienza che il metodo aveva provocato in loro e dal miglioramento della condizione fisica. Il Pilates era nato!

A questo punto, finita la guerra, Joseph Pilates e la sua famiglia si trasferirono negli Stati Uniti, più precisamente a New York. Qui Pilates aprì la sua prima “palestra” di Pilates e il successo fu praticamente immediato. Al punto che, dopo la morte del fondatore, il Pilates, tra esercizi fisici e metodo dolce, venne insegnato e diffuso nel mondo intero dai suoi allievi.

Ai nostri giorni, il Pilates è una disciplina “democratizzata” anche fuori dagli Stati Uniti, riconosciuta, anzi, a livello mondiale. Tra pratica dello yoga, ginnastica dolce e, in alcuni momenti, danza, il metodo di Joseph Pilates non ha mai smesso di far parlare di sé: ogni anno, in tutto il mondo, almeno 30.000 nuovi praticanti si avvicinano a questa disciplina, al fine di provare sulla propria pelle i benefici di cui “gli anziani” del mestiere non fanno che decantare le gioie!

Dai un'occhiata alla nostra offerta di corsi di bikram yoga roma e trova l'insegnante perfetto in un clic!

I benefici sin dalla prima lezione di Pilates

La pratica continua e costante deve essere però il tuo obiettivo principale, se vuoi raggiungere dei risultati.
La pratica del Pilates rende il tuo corpo più flessibile, resistente e sodo!

Per capire e assimilare al meglio i benefici del Pilates sul nostro organismo e la nostra condizione fisica, bisogna prima di tutto concentrarsi sul principio fondante di questa disciplina che sarebbe riduttivo definire "sportiva". Quest’ultima si appoggia su principi semplici, ma fondamentali nella vita di tutti i giorni: il corpo, lo spirito, il mentale!

È l’associazione di questi tre concetti, che consentirà di poter agire (e diminuire) il mal di schiena, di allungare la silhouette e che consentirà di rilassarsi, di scolpire i propri muscoli e di rendere più elastico in nostro corpo; o, ancora, di realizzare che è possibile respirare essendone pienamente coscienti.

L'elasticità

Tra i benefici del Pilates, dunque, possiamo citare l’elasticità, che è un pilastro della disciplina. In effetti, proprio mentre lavoriamo per rendere più elastiche braccia e le gambe, nonché le altre parti del corpo, con la stessa occasione, guadagniamo in armonia e in presa di coscienza del nostro corpo. E ricorda che ottenere maggiore flessibilità (non solo fisica) facilita molte cose nella vita!

La coordinazione

Ma non è tutto! A questa elasticità, si aggiungerà una migliore coordinazione del corpo, degli arti e, alla fine, di ogni movimento. Una specie di ginnastica dolce, per donne incinte, così come per yogi professionisti, che parteciperà al buon funzionamento del nostro apparato muscolare. Perché sì, per seguire una lezione Pilates, niente di meglio che essere coordinati nei gesti; ed è quello che questa disciplina ci insegnerà: un vero centramento su se stessi e sulle proprie esigenze!

Scopri la nostra offerta di corsi di yoga per principianti!

Meno dolori

Lo abbiamo detto poco sopra: il metodo Pilates ti aiuta anche a ridurre il mal di schiena o tutte le difficoltà dorsali che il nostro corpo può farci sentire. Una colonna vertebrale più allineata, appoggiata a dei muscoli forti e tonificati, e l’allineamento della schiena sembrano più facili da ottenere, praticando il Pilates!

Pilates, nell'inventare la disciplina che porta il suo nome, prese spunto da tutto quello che conosceva.
Effettivamente, pilates, yoga e fitness hanno qualche esercizio in comune!

Meno stress

Ma questo metodo permette anche di ridurre lo stress e di agire considerevolmente su questo problema, grazie ad una migliore postura, ad una migliore respirazione e, più globalmente, grazie al nostro insegnante di Pilates. Una gestione ottimale dello stress, quella offerta da una pratica costante di questo metodo, che funziona solo se si applicano alla lettera i consigli solo se si effettuano correttamente tutti gli esercizi.

Più muscoli e maggiore tonicità

Il metodo Pilates ha più di una freccia nel suo arco ed infatti è anche un buon modo per rinforzare i propri muscoli, attraverso sedute di ginnastica dolce. Effettivamente, il rafforzamento muscolare si pratica in un buon numero di esercizi e la cintura addominale si solidifica. Una tonicità che ti garantirà un ventre piatto, una solidità e un dinamismo addominali e, molto più semplicemente, una migliore immagine di se stessi, più tonici!

Dai un'occhiata alla nostra offerta di corsi di yoga trieste!

Pilates, lezione base ed esercizi della prima lezione

Allora, evidentemente, quando si parla di Pilates, si ha a volte difficoltà ad immaginarsi gli esercizi legati a questa disciplina, a questo metodo, a questa tecnica. Lungi dall’essere un concatenamento di posture senza un reale interesse e senza un reale legame, questo sport è in realtà  un buon modo di lavorare la maggior parte del corpo, tra muscoli diversi, addominali e glutei.

Esistono, quindi, degli esercizi di base del Pilates, tra gli oltre 500 che esistono e che sono strettamente legati a questo metodo. Tutto ciò ti consente di lavorare tutte le parti del corpo e di legare questo lavoro ad una sensazione di benessere.

Gli addominali obliqui sono un esercizio piuttosto classico e base del Pilates, che permette, grazie ad una determinata soglia di solidità, di praticare una specie di yoga dinamico e di partecipare enormemente al rafforzamento dei nostri muscoli addominali e di evitare di rilassare il nostro tono muscolare!

Si può poi citare il ponte rovesciato, che, se svolto correttamente, affinerà le cosce e renderà più tonica la silhouette, più slanciata. Questo esercizio lavora anche sulla tenuta del corpo, in modo da renderlo più armonioso, così come sull’allenamento fisico puro e duro: perché il Pilates è anche e soprattutto sport!

Si tratta di uno dei macchinari più utilizzati nel Pilates.
Cadillac, uno dei macchinari per il Pilates!

L’alzata delle gambe è un altro esercizio del Pilates che i permetterà di avere dei “bei glutei”, sodi. Le donne che lo praticheranno, quindi, saranno più sode, in generale, più muscolose. Grazie ad una pratica regolare, gli esercizi del Pilates come questo, anche se, a prima vista, possono sembrare leggeri e insignificanti, consentono di riequilibrare il corpo e di renderlo più sportivo, proprio come se andassi regolarmente in palestra a sollevare pesi!

Possiamo parlare anche della tavola a braccia tese, che come il nome stesso indica, è un esercizio molto difficile da praticare, ma molto efficace. Sempre allo scopo di rendere più sodi i muscoli del corpo, questo esercizio è un reale punto di forza, se si riesce a praticarlo in modo efficace e regolare. Permette, allo stesso tempo, di lavorare su una respirazione corretta e regolare di tutto il corpo.

Cerchi lezioni di yoga per bambini?

Ma nella pratica, come sarà la tua prima lezione di Pilates? Cosa ti farà fare il tuo insegnante, che si tratti di una lezione privata destinata solo a te o dell’inizio di un corso annuale di gruppo in una palestra con una decina o più di allievi?

Prima di tutto, ricordati che la prima lezione, che spesso viene offerta tanto dalle palestre, quanto dagli insegnanti privati (come i nostri superprof), è l’occasione migliore per farti un’idea di quello con cui avrai a che fare nelle settimane e nei mesi successivi. Potrai scoprire l’ambiente della palestra e l’atmosfera che vi si respira; farai conoscenza con l’insegnante e con i tuoi colleghi di corso; ammirerai e utilizzerai, almeno in parte, gli accessori del Pilates.

Prima di iniziare, in ogni caso, sarà necessario affrontare un colloquio con l’insegnante, al quale dovrai parlare di te e del tuo fisico: pratiche sportive precedenti, periodi di inattività, infortuni, problemi cardiaci e tutto il resto. L’insegnante capirà fino a dove potrai spingerti e dove invece dovrà arrestarsi. Anche se molti praticanti agli inizi hanno la tendenza a considerare noiosa e come una perdita di tempo questa fase di incontro e confronto, la realtà è sensibilmente diversa: è uno step fondamentale per la riuscita di tutto il lavoro che insegnante e allievo riusciranno a fare assieme.

A questa fase, probabilmente svolta in privato, magari anche al momento della preiscrizione, in modo da non rubare tempo prezioso alla prima lezione di Pilates, seguirà una spiegazione succinta, ma chiara, dei principi alla base della disciplina; gli stessi principi saranno probabilmente approfonditi nel corso delle successive lezioni, ma è importante che i praticanti li conoscano almeno in modo sommario.

I principi non sono solo teorici e la loro spiegazione “a voce” sarà accompagnata da una spiegazione pratica; ecco allora che il maestro descriverà e farà mettere in pratica agli allievi, nell’ordine:

  • la respirazione (fondamentale nel Pilates, tanto quanto lo è nello yoga),
  • la posizione neutra del bacino, che come per tutte le discipline orientali, rappresenta il centro dell’energia,
  • la mobilità delle spalle e delle scapole,
  • gli esercizi per la tenuta addominale.

Solo dopo queste prime fasi, l’insegnante potrà farti utilizzare i macchinari, almeno quelli considerati “base”: parliamo di accessori come la Cadillac o il Reformer.

I principi che troverai anche alla lezione Pilates base

Per utilizzare correttamente questi macchinari, dovrai seguire le istruzioni precise dell'insegnante.
Rispetto allo yoga, il Pilates fa utilizzo di macchinari: questo è il Reformer!

La maggior parte delle discipline strutturate sulla ricerca del benessere non sempre hanno dei valori stabili, dei principi e dei codici ben chiari. Proprio per questo, potrebbe essere interessante analizzare i principi alla base del Pilates, il che consentirebbe di conoscere meglio questa tecnica.

Corpo e mente in forma

Innanzitutto, il metodo Pilates permette una rimessa in forma dolce del corpo e della mente. Grazie al respiro e ai molteplici esercizi di rafforzamento muscolare o di ginnastica yoga, questo sport è completo, senza essere allo stesso tempo violento (nei confronti del proprio corpo!). Praticare Pilates ci dà l’impressione di tonificarci, mantenendo, anzi accrescendo il proprio capitale di benessere e il proprio giardino interiore.

Respira, respira, respira

Uno dei pilastri del Pilates è la respirazione, chiave di volta dell’efficacia della sua pratica. Questo metodo, nella riuscita degli esercizi, permette quindi di canalizzare il respiro su quello che si desidera di prendere così possesso e coscienza del proprio corpo al massimo. Un vero vantaggio per imparare a conoscersi!

Qui sotto trovi una lezione di Pilates per principianti:

Unione di corpo, mente e spirito

Lo abbiamo appena detto: il Pilates ha come principio fondamentale anche quello di collegare corpo, spirito e mente. Un trio eccezionale, guidato dagli esercizi di respirazione dagli esercizi sportivi e dal rafforzamento muscolare, che la pratica regolare e quotidiana di uno sport simile consente di realizzare: un po’ come lo yoga, insomma.

La centratura o powerhouse

Uno dei principali punti di ancoraggio del Pilates è la centratura¸ chiamata anche powerhouse da Joseph Pilates. Si tratta, in questo caso, della parte del corpo che si situa tra il torace e il bacino, che è oggetto di grande attenzione da parte della maggior parte degli esercizi indicati da questa disciplina. Il rafforzamento del powerhouse consente una migliore stabilità, un controllo ideale e una coordinazione dei movimenti ottimale.

In breve, il Pilates è quella disciplina completa e ricca, che mette assieme diversi valori atemporali ed efficaci per tutti! Cosa aspetti per iscriverti anche tu alla tua prima lezione di Pilates?

>

Il portale che connette insegnanti privati/e e allievi/e

1a lezione offerta

Ti è piaciuto quest'articolo? Lascia un commento

4,50 (2 voto(i))
Loading...

Igor

Appassionato lettore quasi onnivoro, moderatamente digitale, esperto di content marketing e amante della natura